UNITED STATES OF AMERICA NAVY

- PORTAEREI  -

AIRCRAFT CARRIERS

La Enterprise CV6 in navigazione

La Midway CV 41 in navigazione La Ronald Reagan CVN76  in navigazione

U.S. NAVY

AEREI DELLA U.S. NAVY (U.S. NAVY AIR FORCE)

DIRIGIBILE PORTAEREI

I dirigibili portaerei furono studiati negli Stati Uniti dopo la fine della prima guerra mondiale, ne furono costruiti due esemplari che operarono fra il 1932 ed il 1935, entrambi furono persi in seguito ad incidenti. Successivamente fu presentato il progetto per una nuova aeronave, progetto che tuttavia non giunse mai ai piani costruttivi. 


Classe Akron

Akron (ZRS-4)

Il primo volo di collaudo dell'Akron venne effettuato il 23 settembre 1931 sotto il comando del capitano di corvetta Rosendhal, ed il dirigibile entrò in servizio 27 ottobre. Effettuò molti voli per scopi "propagandistici", a discapito di quello che avrebbe dovuto essere l'addestramento e lo sviluppo della dottrina di impiego del nuovo mezzo. Questa mancanza di esperienza sul campo impedì di definire le modalità di impiego migliori del nuovo sistema d'arma, cioè se le ricognizioni dovessero essere effettuate dal dirigibile sotto la protezione degli aerei o se dovessero essere effettuate dagli aerei, con il dirigibile che si teneva a distanza di sicurezza dai mezzi nemici. Il 3 aprile 1933 l'Akron decollò per un volo di routine, ma, incappato in una tempesta notevolmente severa, tanto da essere considerata la peggiore degli ultimi 10 anni sulla costa atlantica, poco dopo la mezzanotte si inabissò, avendo toccato la superficie del mare con uno stabilizzatore, provocando la morte di 73 persone, con tre soli superstiti.

Macon (ZRS-4)

Il Macon effettuò il suo primo volo nell'aprile del 1933, poche settimane dopo il disastro dell'Akron. La principale differenza tecnica con l'Akron erano le eliche metalliche tripala, invece che in legno e bipala come sull'altro dirigibile, modifica che permise di raggiungere una velocità massima di 75 nodi. Il Macon partecipò a diverse esercitazioni, con risultati poco convincenti, dato che, quando riusciva ad avvistare le navi, generalmente veniva contrastato e considerato abbattuto dai giudici delle esercitazioni. Tuttavia nel luglio del 1934, essendo di base in California, in un'azione di ricognizione distante non programmata riuscì ad intercettare fra Panama e le Hawaii l'incrociatore USS Houston che portava il presidente Roosevelt. La nave fu intercettata dagli aerei lanciati dal Macon, solo sulla base della rotta presunta, 1560 miglia a sud di San Francisco, ben oltre il raggio di azione degli aerei di base a terra e senza che nel Pacifico fossero presenti portaerei. Il 12 febbraio 1935 il Macon partito il giorno precedente per una missione di routine, incappò in un'area di maltempo, e perse lo stabilizzatore verticale superiore, nonostante i tentativi dell'equipaggio alle 17.39 venne a contatto con la superficie del mare. Fortunatamente per l'equipaggio erano disponibili giubbotti e zattere di salvataggio, quindi le perdite si limitarono a soli due uomini.


Classe ZRV

Anche dopo il disastro del Macon la Goodyear-Zeppelin continuò gli studi per una nuova classe di portaerei volanti, di dimensioni maggiori dei due dirigibili già costruiti (270 500 m³), con l'identificatore ZRV (il V serviva ad assimilare questa classe di dirigibili alle portaerei, che avevano l'identificativo CV), in grado di trasportare 9 bombardieri per un carico complessivo di 25 t, compreso l'armamento di caduta. Tale progetto non ebbe l'appoggio né da parte dei politici né da parte delle alte sfere della marina, ed il 6 maggio 1937, quando l'Hindenburg si incendiò provocando 35 vittime, fu escluso l'ulteriore utilizzo di dirigibili rigidi. D'altra parte si stavano manifestando avanzamenti nel campo della costruzione di aerei e delle portaerei tali che i dirigibili portaerei avrebbero avuto prestazioni così limitate da non poter competere con gli aerei imbarcati su navi.

PORTAEREI D'ATTACCO (Heavy Carriers)

Classe Langley

La portaerei Langley fu una nave che ebbe un'importanza enorme per la Marina americana. Fu infatti la prima portaerei della U.S. Navy e fu utilizzata come un laboratorio sperimentale dell'aviazione imbarcata, in questo risiede la sua importanza storica. Senza di essa non ci sarebbero state nè la Lexington, l'Enterprise ma neanche la Nimitz o la R.Reagan.

Langley (CV1)

Classe Lexington

Le due portaerei Lexington e Saratoga erano state programmate nel 1916, cioè durante la guerra 1914-1918, come incrociatori da battaglia; il dislocamento previsto era di 35.300 tonnellate, ma successivamente venne maggiorato. Dovevano appartenere a una classe di 6 unità e sarebbero stati gli incrociatori da battaglia più grandi, più armati e potenti del mondo, ma furono superati alcuni anni dopo dall'incrociatore da battaglia inglese Hood che fece servizio dal 1920 al 1941 prima di venire affondato dalla Bismarck. Queste unità furono messe in costruzione solamente dopo la fine della guerra, quando ancora tutte le grandi Marine continuavano nella corsa agli armamenti.

Lexington (CV2)

La portaerei USS Lexington (CV-2) , soprannominata "Lady Lex", è stata una delle prime portaerei costruite per la Marina degli Stati Uniti. Era la nave che diede il nome alla classe di portaerei anche se la sua unica nave gemella, la Saratoga , fu commissionata un mese prima. "Lady Lex" è stata quindi una forte e poderosa unità che si è dovuta arrendere di fronte "al nuovo che avanza" ma comunque è servita di esperienza e di base per le portaerei della classe Essex, quelle che avrebbero in seguito vinto la Guerra del Pacifico.

Saratoga (CV3)

La portaerei USS Saratoga (CV-3) è stata la seconda portaerei della United States Navy e la quinta nave a prendere il nome dalla battaglia di Saratoga. Appartenente alla classe Lexington, fu varata un mese prima della sorella e capoclasse Lexington. Essendo la Saratoga identica alla Lexington sul suo fumaiolo fu dipinta una grande striscia verticale nera per permetterne l'identificazione da parte dei piloti in appontaggio, per questo la nave si meritò il soprannome di Stripe-Stacked Sara. La Saratoga, assieme alla Enterprise ed alla Ranger, fu l'unica delle portaerei prebelliche statunitensi a sopravvivere all'intera seconda guerra mondiale.

Classe Ranger

Ranger (CV4)

La portaerei Ranger fu la prima progettata e costruita come tale dalla Marina degli Stati Uniti, in quanto le tre che l'avevano preceduta erano tutte unità trasformate: la Langley era una carboniera e la Saratoga e la Lexington dovevano essere incrociatori da battaglia. La Ranger si può considerare come l'antesignana delle portaerei medio-piccole americane, anticipando per forma e stazza la Wasp e la classe della Enterprise. Si caratterizza per l'unicità dei sei fumaioli laterali.

Classe Enterprise

La classe Enterprise di portaerei venne costruita dagli Stati Uniti d'America non molto prima della seconda guerra mondiale in una serie di tre. Le prime due navi, la Yorktown (CV-5) e la Enterprise (CV-6), furono commissionate nel 1937 e 1938. La lezione appresa dall'opera di conversione dei grandi incrociatori da battaglia classe Lexington, rispetto all'espressamente costruito Ranger (CV-4), insegnò alla marina che le grandi portaerei, piuttosto che le piccole, erano operativamente più flessibili e durevoli. Grazie a queste lezioni la marina costruì le nuove portaerei nel più grande tonnellaggio (25.000 tons) permesso dai trattati dell'epoca. Le navi risultarono grandi, flessibili e potenti, dando all'US Navy una forza complessiva di cinque portaerei per un totale di 134.000 tons, che in aggiunta alle 20.000 tons della Wasp (CV-7) portarono la US Navy fino al valore limite del trattato. La fine dei trattati nel 1937 permise alla US Navy di costruire ulteriori portaerei, la prima portaerei di questo nuovo programma fu un'altra portaerei classe Yorktown, la Hornet (CV-8), commissionata nel 1941. Miglioramenti al progetto delle Yorktown portarono al progetto della classe Essex.


Yorktown (CV5)

La Yoktown può considerarsi una tra le portaerei più famose e gloriose della marina americana.  Nata come portaerei di seconda generazione, dopo la Langley e la classe Saratoga, fu tra le prime portaerei americane ad essere costruita come tale. Veloce, potente, in grado di ospitare ben 100 aerei, rappresentò il prototipo sulla quale si basò la successiva classe Essex. Notevole era l'autonomia, con una velocità di 15 nodi poteva infatti raggiungere i 22.5000 Km. Affrontò lo scontro coi giapponesi quando il numero delle forze in campo era ancora in favore dei nipponici e quindi in situazione di inferiorità numerica e di esperienza bellica.  Si dimostrò una portaerei quasi inaffondabile. Dopo essere stata gravemente danneggiata al Mar dei Coralli, in quella che fu la prima battaglia tra portaerei della storia ed "essere stata riattaccata col filo di ferro" (come disse Spruance) combatté magnificamente alle Midway.  Riuscì non si sa come a rimanere a galla dopo i disperati e suicidi attacchi degli areosiluranti della Hiryu, per poi essere finita definitivamente da un sommergibile giapponese, quando ormai si pensava di poterla salvare.. Magnifica. (Shinano)

Enterprise (CV6)

La gloriosa storia di questa unità non meriterebbe ulteriori commenti. La portaerei Enterprise (CV6), denominata "Big E" è e rimarrà senza dubbio la più grande e gloriosa portaerei della storia! Per rendere un'idea della sua vita bellica basta il dato dei successi che fu esposto durante la visita a New York nell'ottobre del 1945, quindi a guerra finita: 20 battaglie, 911 aerei distrutti, 71 navi affondate

Costituì con le due gemelle Hornet e Yorktown il nucleo centrale del Pacifico allo scoppio delle ostilità coi giapponesi. Si dimostrò alla prova del fuoco una portaerei solida, difficilmente affondabile,duttile e potente, al contrario delle ben più grosse Akagi e Kaga giapponesi che furono miseramente affondate alle Midway.  Dal punto di vista storico può essere paragonata alle gemelle terribili giapponesi Zuikaku e Shokaku, con la differenza che riuscì ad uscire indenne da tante battaglie dolorose ed eroiche, basti pensare alle tre bombe incassate a Santa Cruz....., per entrare nell'Olimpo delle grandi navi della storia, paragonabile solo alla Victory di Nelson e forse superiore, per fama, alla leggendaria Bismarck.  Come ben si vede la sua storia sconfina nella leggenda!  Non dimentichiamoci, però, che al contrario di una corazzata, una portaerei non dipendeva solo dal proprio equipaggio e dalla sua contraerea, ma per sopravvivere doveva fare affidamento soprattutto sulla propria squadriglia aerea (caccia e bombardieri) che ospitava. L'Enterprise seppe, tramite i propri comandanti, forgiare i migliori gruppi aerei della Seconda Guerra Mondiale ed utilizzarli al meglio in maniera letale e terribile, diventando l'incubo degli ammiragli giapponesi. Dalla fine della Battaglia di Santa Cruz  all'avvento della classe Essex resse quasi da sola lo sforzo bellico americano, rimanendo l'ultimo bastione difensivo.  Dopo l'avvento delle nuove grandi portaerei della classe Essex continuò a forgiare, tramite l'aiuto dei propri veterani, i migliori piloti della U.S. Navy e combattè come portaerei notturna fino alla battaglia di Okinawa ed allo schianto del kamikaze Tomi Zai con onore e ferocia. Leggendaria. (Shinano).

Hornet (CV8)

La settima USS Hornet (CV-8) della United States Navy fu una portaerei classe Enterprise della seconda guerra mondiale, famosa per aver trasportato i bombardieri dell'incursione aerea su Tokyo, come partecipante alla battaglia delle Midway e per azioni nelle Salomone prima di essere affondata nella battaglia delle isole di Santa Cruz. Venne varata il 14 dicembre 1940 dal cantiere di Newport News Shipbuilding di Newport News, Virginia, battezzata da Annie Reid Knox (moglie del Segretario alla Marina Frank M. Knox) ed entrò in servizio a Norfolk il 20 ottobre 1941, al comando del capitano Marc A. Mitscher. Alle 1:35 della notte del 27 ottobre 1942 la Hornet affondò al largo delle Isole Santa Cruz durante l'omonima battaglia. Non ebbe la gloriosa storia delle altre due "gemelle" della stesa classe (Enterprise e Yorktown) ma entrò comunque nella storia per il "Doolittle Raid", il quale dimostrò per la prima volta ai giapponesi che potevano essere attaccati anche sul proprio territorio.(Shinano)

Classe Wasp

Wasp (CV7)

La portaerei Wasp può considerarsi una "portaerei di classe Yorktown in miniatura" per esigenze di limiti massimi di tonnellaggio raggiungibili. Si caratterizzava per l'alto numero di aerei trasportati e quindi per la significativa capacità di attacco e per la notevole autonomia operativa.  Purtroppo aveva una scarsissima protezione sia verticale che di ponte (sempre per rientrare nei suddetti limiti di tonnellaggio) ed era quindi molto vulnerabile in caso di attacchi aerei o sottomarini. Difatti venne facilmente affondata da un sommergibile giapponese

Classe Essex

La classe Essex, una versione ingrandita della classe di portaerei Yorktown, ha rappresentato la più importante classe di portaerei statunitensi della seconda parte della seconda guerra mondiale. Capaci di ospitare circa 90 aerei, con altrettanti cannoni antiaerei con calibri compresi tra il 20 e il 127 mm, con un'eccellente autonomia e grande quantità di carburante avio, esse hanno avuto grande successo. Il loro principale punto debole era il ponte di volo, costruito solo da 20 cm di legno, assolutamente non corazzato, per ridurre i pesi in alto, ma questa capacità di ospitare un gran numero di aerei grazie alle dimensioni conseguenti le rendeva vulnerabili in caso di bombardamenti o attacchi kamikaze. Originariamente le unità di questa classe non erano dotate di ponte di volo angolato, che fu aggiunto in un secondo tempo.

Essex (CV9)

La USS Essex (CV/CVA/CVS-9), capoclasse della classe omonima, è stata una grande portaerei della US Navy, che ha combattuto nella seconda guerra mondiale. Evoluzione della classe Yorktown, era una nave da circa 270 metri e 30.000 tonnellate, la Essex fu impostata il 28 aprile 1941 nei cantieri Newport News Shipbuilding and Dry Dock Co., e varata il 31 luglio 1942, con madrina la signora Artemus L. Gates, moglie del vice segretario alla Marina e all'Aviazione. Fu immessa in servizio il 31 dicembre 1942 al comando del capitano di vascello Donald B. Duncan. Capace di ospitare circa 90 aerei, con un'eccellente autonomia e grande quantità di carburante avio, ha avuto grande successo insieme al resto delle navi della classe. Il suo principale punto debole era il ponte di volo, costituito solo da 20 cm di legno, assolutamente non corazzato, per ridurre i pesi in alto, ma questa capacità di ospitare un gran numero di aerei grazie alle dimensioni conseguenti le rendeva vulnerabili in caso di bombardamenti o attacchi kamikaze. Originariamente le unità di questa classe non erano dotate di ponte di volo angolato, che fu aggiunto in un secondo tempo, anche se non a tutte le unità del primo lotto del quale la Essex faceva parte. In effetti la nave era leggermente più corta della successiva Ticonderoga che insieme alle gemelle viene a volte considerata classe a se.

Yorktown  (CV10)

La USS Yorktown (codici e numeri d'identificazione CV-10) è stata una delle 24 portaerei della classe Essex della United States Navy durante la seconda guerra mondiale. Inizialmente destinata ad essere battezzata Bon Homme Richard, ricevette la nuova denominazione dopo l'affondamento della precedente Yorktown, avvenuto nel corso della battaglia delle Midway il 7 giugno 1942. Ha combattuto nella seconda guerra mondiale dal 1943 fino al 1945, dopo di che è stata dimessa e ammodernata, una prima volta come portaerei d'attacco (codice d'identificazione CVA) e più tardi come portaerei antisommergibile (CVS). È tornata in servizio nel 1953, troppo tardi per poter partecipare alla guerra di Corea, operando per molti anni nel Pacifico, prendendo quindi parte alle operazioni durante la guerra del Vietnam.
Nel 1968 fu utilizzata nelle riprese di Tora! Tora! Tora! e nello stesso anno partecipò nel programma Apollo, come nave di recupero dell'Apollo 8. È stata dismessa nel 1970 e nel 1975 è stata trasformata in nave-esposizione presso il Patriots Point Naval & Maritime Museum di Mount Pleasant, nella Carolina del Sud.

Hornet  (CV12)

La USS Hornet (CV/CVA/CVS-12) è stata una delle 24 portaerei appartenenti alla Classe Essex completate durante o immediatamente dopo la seconda guerra mondiale. La Hornet, chiamata inizialmente USS Kearsarge, è stata così battezzata in onore della precedente USS Hornet (CV-8) di Classe Yorktown affondata nell'ottobre 1942 durante la battaglia navale di Santa Cruz quando questa unità era in costruzione; è l'ottava ed ultima unità della United States Navy a portare questo nome. La Hornet ha partecipato al recupero dell'equipaggio dell'Apollo 11, sceso nell'Oceano Pacifico dopo lo storico volo del luglio 1969 sulla Luna. Il punto dell'atterraggio in mare fu a 13 gradi 19 primi N, 169 gradi 9 primi W, cioè 640 km a SSW di Wake Island e 24 km dalla nave. La portaerei Hornet è attualmente ormeggiata e funzionante come nave museo in Alameda, California  aperto al pubblico dal 17.10.1998.

Franklin (CV13)

La USS Franklin (CV/CVA/CVS-13, AVT-8), soprannominata "Big Ben" fu una delle 24 portaerei appartenenti alla classe Essex costruite durante la seconda guerra mondiale per la U.S. Navy. Questa nave fu la quinta nella storia della Marina militare americana ad essere chiamata con questo nome. La chiglia della Franklin fu posata il 7 dicembre 1942, il primo anniversario dell'attacco di Pearl Harbor, e la nave fu varata il 14 ottobre 1943 dalla Newport News Shipbuilding Company, in Virginia. La madrina fu il capitano di corvetta Mildred H. McAfee, la direttrice della WAVES. La nave fu intitolata in onore di Benjamin Franklin, non in memoria della battaglia di Franklin, combattuta durante la guerra di secessione americana, come, talvolta, è erroneamente affermato.

Bunker Hill (CV17)

La USS Bunker Hill (CV / CVA / CVS-17, AVT-9) è stato uno delle 24 portaerei di classe Essex costruite durante la seconda guerra mondiale per la Marina degli Stati Uniti . La nave prese il nome dalla battaglia di Bunker Hill nella guerra rivoluzionaria americana. Commissionato nel maggio 1943 e inviato al Teatro delle operazioni del Pacifico, la nave partecipò a battaglie nel Pacifico sudoccidentale, nel Pacifico centrale e nel viaggio verso il Giappone attraverso Iwo Jima, Okinawa, e in incursioni aeree nella patria giapponese.

Wasp  (CV18)

L’USS Wasp (CV/CVA/CVS-18) era una portaerei degli Stati Uniti d'America della classe Essex. Nell'ottobre 1952 le venne assegnato il nuovo numero di identificazione CVA-18 All’atto della posa in chiglia, avvenuta il 18 marzo 1942 presso il cantiere navale della Bethlehem Steel Corporation di Quincy, Massachusetts, era previsto di nominarla Oriskany. A causa dell’affondamento della USS Wasp (CV-7), avvenuto il 15 settembre 1942, venne deciso che la nave in costruzione assumesse la successione di quest'ultima. Il varo della nave avvenne il 17 agosto 1943, mentre l’assunzione in servizio avvenne il 24 novembre 1943.

Boxer (CV32)

La USS Boxer (codici e numeri d'identificazione CV/CVA/CVS-21, LPH-4) è stata una delle 24 portaerei della classe Essex, costruita durante la seconda guerra mondiale per la United States Navy, la marina militare degli Stati Uniti d'America. Il suo nome fa riferimento a un brigantino britannico catturato dalla USS Enterprise nel settembre 1813. È stata avviata il 14 dicembre 1944. La sua chiglia fu posata il 13 settembre 1943 dalla Newport News Shipbuilding Company nella sua struttura a Newport News, in Virginia . Fu la quinta nave della marina statunitense ad essere nominata Boxer , dopo HMS  Boxer , che era stata catturata dagli Stati Uniti durante la Guerra del 1812 . L'ultima nave a portare il nome era stata una nave da addestramento nel 1905. La nuova nave fu lanciata il 14 dicembre 1944 e fu battezzata da Ruth D. Overton, figlia del senatore americano John H. Overton . Il costo della nave è stimato da un minimo di $ 68.000.000 ad un massimo di  $ 78.000.000.

Antietam (CV36)

La portaerei Antietam fu una delle unità della classe Essex incluse nel programma 1943; fu impostata nell'Arsenale di Philadelphia il 15 marzo del 1943 ed entrò in servizio il 28 gennaio del 1945. Non prese parte attiva alla guerra nel Pacifico, ma dopo la resa del Giappone operò con la Task Force 72 nel Mar Giallo nel settembre-ottobre del 1945 in appoggio alle operazioni di sbarco in Cina ed in Corea, fu poi impiegata nella guerra di Corea dall'ottobre 1951 fino alla fine del conflitto. L'Antietam fu la prima portaerei a essere munita di ponte di volo angolato, cioè di un ponte di volo costituito da una parte prodiera allineata con l'asse della nave e da una parte poppiera da poppa estrema fino ad oltre l'isola, con asse che fa un angolo di circa 8° con quello della nave, divergendo verso prora.

Leyte (CV37)

La USS Leyte (codici e numeri d'identificazione CV/CVA/CVS-39, AVT-10) è stata una delle 24 portaerei della classe Essex, costruita durante la seconda guerra mondiale per la United States Navy, la marina militare degli Stati Uniti d'America. La Leyte entrò in servizio nell'aprile 1946, troppo tardi per essere impiegata nella seconda guerra mondiale
Come molte delle portaerei sue simili è stata messa fuori servizio poco dopo che finì la guerra, ma fu modernizzata e rimessa in servizio nel 1950 e ridenominata come portaerei d'attacco (CVA) e come trasporto di aerei (AVT). Partecipò alla guerra di Corea, ma operò il resto della sua carriera nell'Atlantico, nei Caraibi e nel Mar Mediterraneo. Alla fine del 1950 è stata rinominata come portaerei antisommergibile (CVS). Fu dismessa nel 1959 e venduta come rottame nel 1970.

Princeton (CV39)

La USS Princeton (codici e numeri d'identificazione CV/CVA/CVS-37, LPH-5) è stata una delle 24 portaerei della classe Essex, costruita durante la seconda guerra mondiale per la United States Navy, la marina militare degli Stati Uniti d'America. Il suo nome fa riferimento alla battaglia di Princeton, durante la Guerra di Indipendenza degli Stati Uniti. La Princeton entrò in servizio nel novembre 1945, troppo tardi per essere impiegata nella Seconda Guerra Mondiale.
Come molte delle portaerei sue simili è stata messa fuori servizio poco dopo che finì la guerra, ma fu modernizzata e rimessa in servizio nel 1950 e rinominata come portaerei d'attacco (CVA), come portaerei antisommergibile (CVS) e infine come nave d'assalto anfibio (LPH). Partecipò alla Guerra di Corea, nella quale vinse otto service star, e nella Guerra del Vietnam. Uno dei suoi ultimi incarichi ere dover servire la nave di salvataggio per la missione spaziale Apollo 10. Fu dismessa nel 1970 e venduta come rottame nel 1971.

Lake Champlain (CV40)

La USS Lake Champlain (codici e numeri d'identificazione CV/CVA/CVS-39) è stata una delle 24 portaerei della classe Essex, costruita durante la seconda guerra mondiale per la United States Navy, la marina militare degli Stati Uniti d'America. Il suo nome fa riferimento alla battaglia di Lake Champlain, che si concluse con l'invasione degli stati del nord durante la guerra del 1812.
La Lake Champlain entrò in servizio nel giugno 1945, troppo tardi per essere impiegata in operazioni belliche durante il secondo conflitto mondiale, tuttavia servì come mezzo di trasporto per le truppe d'Europa tra cui l'Operazione Magic Carpet. Grazie all'apparato propulsivo da 150 000 CV riusciva a raggiungere la velocità massima di 33 nodi che le consentì di effettuare una traversata da Gibilterra a Newport News alla media di 32,05 nodi.

Tarawa (CV45)

La USS Tarawa (codici e numeri d'identificazione CV/CVA/CVS-40, AVT-12) è stata una delle 24 portaerei della classe Essex in servizio per la United States Navy. Fu la prima nave della US Navy a portare questo nome, in onore della battaglia di Tarawa del 1943. La USS Tarawa fu completata nel dicembre 1945, troppo tardi per prendere parte attiva alla seconda guerra mondiale. Dopo aver prestato servizio per un breve periodo di tempo in Estremo Oriente, fu disarmata nel 1949. Ritornò in servizio dopo l'inizio della guerra di Corea, venendo impiegata nell'oceano Atlantico in sostituzione di unità impegnate nel conflitto. Nel 1960 fu nuovamente posta in disarmo, venendo successivamente venduta per la demolizione nel 1968.

Valley Forge (CV47)

La USS Valley Forge (codici e numeri d'identificazione CV/CVA/CVS-45, LPH-8) è stata una delle 24 portaerei della classe Essex, costruita durante la seconda guerra mondiale per la United States Navy, la marina militare degli Stati Uniti d'America. Fu la prima nave dell'Armata a portare questo nome, in onore di Valley Forge, il posto dell'accampamento dell'Esercito Continentale del generale George Washington nel 1777-1778. La Valley Forge entrò in servizio nel novembre 1946, troppo tardi per essere impiegata nella Seconda Guerra Mondiale Come molte delle portaerei sue simili è stata messa fuori servizio poco dopo che finì la guerra, ma fu modernizzata e rimessa in servizio nel 1950 e ridenominata come portaerei d'attacco (CVA), come portaerei antisommergibile (CVS) e come nave d'assalto anfibio (LPH). Partecipò alla Guerra di Corea, ma operò il resto della sua carriera nell'Atlantico, nei Caribe e nel Mar Mediterraneo. È stata la nave di salvataggio più importante per la prima missione spaziale con l'equipaggio del programma Mercury. Dopo la trasformazione come nave d'assalto servì ampiamente nella guerra del Vietnam. Alla Valley Forge sono state assegnate otto service star per il suo servizio nella Guerra di Corea e nove nella guerra del Vietnam e tre Navy Unit Commendation. Fu dismessa nel 1970 e venduta come rottami nel 1971.

Philippine Sea (CV48)

La USS Philippine Sea (codici e numeri d'identificazione CV/CVA/CVS-47, AVT-11) è stata una delle 24 portaerei della classe Essex, costruita durante la seconda guerra mondiale per la United States Navy, la marina militare degli Stati Uniti d'America. Il suo nome, prima unità a portare tale denominazione, fa riferimento alla battaglia del Mare delle Filippine, citata anche come battaglia delle Marianne, scontro aeronavale della guerra del Pacifico combattuta tra la US Navy e la Marina imperiale giapponese tra il 19 e il 20 giugno 1944 al largo delle isole Marianne, nel quale gli Stati Uniti, vittoriosi, diedero un'importante svolta a loro favore nel prosieguo del conflitto. Come molte altre portaerei della stessa classe, la Philippine Sea venne varata dopo il termine della seconda guerra mondiale, venendo impiegata in combattimento nel corso della guerra di Corea. Nel corso della sua vita operativa venne riclassificata, mantenendo il numero d'identificazione originario, portaerei d'attacco (CVA), poi portaerei antisommergibile (CVS), e dopo un breve periodo di dismissione dal servizio, reintegrata come portaerei ausiliaria da trasporto (AVT), Hull classification symbol AVT-11, che mantenne fino alla sua radiazione. L'unità fu insignita di nove Battle star per il suo operato durante la guerra di Corea. Fu demolita nel marzo 1971.

Reprisal (CV35) - Mai realizzata -

La USS Reprisal CV-35 era un membro pianificato delle portaerei della classe Essex della Seconda Guerra Mondiale. A causa della diminuzione delle ostilità nel Pacific Theatre e di una moltitudine di altri vettori dell'Essex disponibili, la costruzione fu cancellata il 12 agosto 1945, quando fu completata del 52,3% circa. È stata lanciata più tardi nello stesso anno per svuotare lo scalo di alaggio ed eseguire la valutazione dei danni da bomba. Furono elaborati piani per completarla come portaerei, ma alla fine il piano fu abbandonato e fu venduta per rottami nel 1949.

Iwo Jima (CV46) - Mai realizzata -

La USS Iwo Jima (CV-46) era un membro pianificato delle portaerei di classe Essex della seconda guerra mondiale. Newport News Shipbuilding  iniziò la costruzione della nave all'inizio del 1945, ma l'11 agosto la Marina annullò il contratto. Rimase in uno stato incompiuto fino al 1949, quando il suo scafo fu demolito prima di essere varato.

Senza nome (CV50) - Mai realizzata -

Senza nome (CV51) - Mai realizzata -

Senza nome (CV52) - Mai realizzata -

Senza nome (CV53) - Mai realizzata -

Senza nome (CV54) - Mai realizzata -

Senza nome (CV55) - Mai realizzata -

Senza nome (CV56) - Mai realizzata -

Classe Hancock (Essex  27-C)

Le sette unità di questo gruppo appartenevano tutte alla classe Essex e dalla loro costruzione fino al 1952 ebbero il ponte di volo rettilineo, due elevatori sull'asse di detto ponte, uno nella zona prodiera e uno in quella poppiera, più un terzo elevatore esterno e abbattibile, sistemato sul lato sinistro di fronte all'isola. Le caratteristiche fondamentali di questo progetto erano: sistemazione di due catapulte a vapore al posto di quelle idrauliche a proravia del ponte di volo; sistemazione del ponte di volo angolato; modifica dell'elevatore prodiero da forma rettangolare a forma appuntita per contenere aerei più lunghi; abolizione dell'elevatore centrale poppiero e installazione di un nuovo elevatore esterno situato sul lato destro del ponte di volo a poppavia dell'isola, riduzione dell'armamento a soli 4 cannoni da 127 mm.

Hancock (CV19)

La USS Hancock (hull classification symbol CV/CVA-19) fu una delle ventiquattro portaerei Classe Essex realizzate negli Stati Uniti d'America durante la Seconda guerra mondiale su richiesta della United States Navy, la marina militare statunitense. Questa fu la quarta unità navale della flotta US Navy a portare questa designazione, così battezzata a memoria di John Hancock, presidente del secondo Congresso Continentale e primo governatore del Commonwealth del Massachusetts. La Hancock entrò in servizio nell'aprile 1944 venendo coinvolta in numerose operazioni belliche nel teatro della Guerra del Pacifico, ottenendo quattro battle star. Dismessa poco tempo dopo il termine del conflitto, fu oggetto di un'opera di modernizzazione adottando un ponte di volo angolato in luogo di quello originale, dritto, secondo il progetto 27-C[1]. Venne nuovamente varata nei primi anni cinquanta come Attack Aircraft Carrier (CVA).

Intrepid (CV11)

La USS Intrepid (codici e numeri d'identificazione CV/CVA/CVS-11), anche conosciuta come The Fighting I, è stata una delle 24 portaerei della classe Essex costruite durante la seconda guerra mondiale per la Marina degli Stati Uniti d'America.
È la quarta nave della Marina degli Stati Uniti d'America che porta questo nome. Nell'agosto del 1943, l'Intrepid partecipò alla battaglia del Golfo di Leyte. Operò quindi principalmente nel Pacifico, dove fu colpita da due kamikaze (il 30 ottobre 1944 e il 16 aprile 1945) che la danneggiarono senza però riuscire a farla affondare.
Ritirata dal servizio attivo dopo i danni subiti nell'operazione Kikusui, durante la battaglia di Okinawa alla fine della seconda guerra mondiale (tanto da guadagnarsi il nomignolo di Decrepit per i suoi numerosi danni e di Dry, "asciutta", per il suo stazionamento in bacino di carenaggio), fu ammodernata e riqualificata come portaerei d'attacco (CVA) ai primi degli anni 1950 e in seguito come portaerei antisommergibile (CVS). In questa seconda operatività partecipò alla guerra del Vietnam e fece parte del programma Gemini e del progetto Mercury.
Fu dismessa nel 1974, e nel 1982 è diventata una nave museo della fondazione Intrepid Sea-Air-Space Museum, che l'ha ormeggiata al molo 86 di Manhattan (New York).

Ticonderoga (CV14)

La USS Ticonderoga (codici e numeri d'identificazione CV/CVA/CVS-14) è stata una delle 24 portaerei della classe Essex costruite durante la seconda guerra mondiale per la Marina degli Stati Uniti d'America. Fu la quarta nave con questo nome, che fa riferimento alla cattura del forte Ticonderoga avvenuta durante la guerra d'indipendenza americana.
La Ticonderoga entrò in servizio nel maggio 1944 e servì in diverse operazioni nel teatro del Pacifico della seconda guerra mondiale, guadagnando cinque service star. Dismessa poco dopo la fine della guerra, fu modernizzata nel 1950 come vettore di attacco (CVA) ma alla fine divenne un vettore antisommergibile (CVS). Fu messa in servizio troppo tardi per partecipare alla guerra di Corea, ma fu invece attiva nella guerra del Vietnam durante la quale ottenne tre Navy Unit Commendation, una Meritorious Unit Commendation e dodici service star. La Ticonderoga fu radiata dal servizio nel 1973 e venduta per la demolizione nel 1975.

Randolph (CV15)

La USS Randolph (codici e numeri d'identificazione CV/CVA/CVS-15) è stata una delle 24 portaerei della classe Essex costruite durante la seconda guerra mondiale per l'United States Navy. Fu la seconda nave statunitense a portare questo nome, in onore di Peyton Randolph, presidente del Primo congresso continentale. L'USS Randolph servì in varie campagne nel teatro di operazioni del Pacifico durante la seconda guerra mondiale, ottenendo tre service star. Durante la battaglia di Okinawa divenne dal 15 maggio 1945 la nave ammiraglia del comandante della Task force 58, ammiraglio Marc Mitscher che nei giorni precedenti era stato costretto ad abbandonare prima la portaerei USS Bunker Hill e poi la portaerei USS Enterprise, entrambe gravemente danneggiate da attacchi kamikaze dell'operazione Kikusui. Fu radiata poco dopo la fine della guerra, ma nei primi mesi del 1950 fu ammodernata e riattivata come portaerei d'attacco (CVA) e qualche anno più tardi come portaerei antisommergibile (CVS).

Lexington  (CV16)

La USS Lexington (hull classification symbol CV/CVA/CVS-16) era una portaerei degli Stati Uniti d'America della classe Essex. Nell'ottobre 1952 le venne assegnato il nuovo numero di identificazione CVA-16 All’atto della posa in chiglia, avvenuta il 15 luglio 1941 presso il cantiere navale di Fore River Shipyard, era previsto di nominarla Cabot. A causa dell’affondamento della USS Lexington (CV-2), avvenuto il 15 settembre 1942, venne deciso che la nave in costruzione assumesse la successione di quest'ultima. Il varo della nave avvenne il 17 agosto 1943, mentre l’assunzione in servizio avvenne il 24 novembre 1943.
La nave venne data per affondata dai giapponesi varie volte, fatto che le guadagnò il nomignolo di Blue ghost (fantasma blu).

Bennington (CV20)

La USS Bennington (codici e numeri d'identificazione CV/CVA/CVS-20) è stata una delle 24 portaerei della classe Essex costruita durante la seconda guerra mondiale per la Marina degli Stati Uniti d'America. È stata la seconda nave della US Navy ad essere chiamata in onore della battaglia di Bennington che ebbe luogo durante la guerra d'indipendenza americana.
La USS Bennington entrò in servizio nel 1944 e partecipò a diverse operazioni che ebbero luogo nel teatro del Pacifico della seconda guerra mondiale, guadagnando tre service star. Fu dimessa poco dopo la fine della guerra, ma venne ammodernata negli anni 1950 come vettore di attacco (CVA), per poi alla fine essere trasformata in una nave antisommergibile (CVS). Nella sua seconda carriera trascorse la maggior parte del suo tempo nel Pacifico, ottenendo cinque service star per il suo servizio durante la guerra del Vietnam; funse anche da nave di recupero della missione spaziale Apollo 4.
La nave fu dismessa nel 1970 e venduta per la demolizione nel 1994.

Bon Homme Richard (CV31)

La USS Bon Homme Richard (CV / CVA-31) è stato una delle 24 portaerei di classe Essex completate durante o subito dopo la seconda guerra mondiale per la Marina degli Stati Uniti . Fu la seconda nave della Marina degli Stati Uniti a portare il nome, il primo ad essere chiamato per la famosa fregata rivoluzionaria da guerra di John Paul Jones con lo stesso nome . Jones aveva chiamato quella nave, di solito resa in francese più corretto come Bonhomme Richard , per onorare Benjamin Franklin , il commissario americano a Parigi, il cui Poor Richard's Almanac era stato pubblicato in Francia con il titolo Les Maximes du Bonhomme Richard .

Kearsarge (CV33)

La USS Kearsarge (CV / CVA / CVS-33), è stato una delle 24 portaerei di classe Essex completate durante o subito dopo la seconda guerra mondiale per la Marina degli Stati Uniti . La nave è stata la terza nave della US Navy a portare il nome. La portaerei Kearsarge è stato commissionata nel marzo 1946. Rimodernata nei primi anni 1950 come una portaerei di attacco (CVA), ha servito durante la Guerra di Corea , per il quale ha ottenuto due stelle di battaglia . Alla fine del 1950 è stata ulteriormente modificata per diventare una portaerei anti-sommergibile (CVS). Kearsarge era la nave di recupero per gli ultimi due capsule delle missioni spaziali Mercury in 1962-1963. Ha completato la sua carriera al servizio nella guerra del Vietnam , guadagnando cinque stelle di battaglia.
Lei è stato dismesso nel 1970, e venduto per rottami nel 1974.

Oriskany (CV34)

La USS Oriskany (CV/CVA-34), soprannominata anche Mighty O, The O-boat e Toasted O, è stata una delle ventiquattro portaerei appartenenti alla classe Essex completate durante o immediatamente dopo la seconda guerra mondiale. La Oriskany è stata così battezzata in onore dell'omonima battaglia, parte della guerra di indipendenza americana ed in particolare della battaglia di Saratoga; è la terza unità della United States Navy (la marina militare statunitense) a portare questo nome.
La storia della Oriskany differisce da quella delle altre sorelle in quanto originariamente era stata progettata con scafo allungato. Sospesa la costruzione nel 1947, venne ricommissionata nel 1950 e modificata con il design SCB-27. Inizialmente ha operato nel Pacifico fino agli anni settanta: durante la guerra di Corea ha guadagnato due battle star, mentre nella guerra del Vietnam ne ha guadagnate cinque. Nel 1966 un razzo al magnesio esploso accidentalmente provocò sulla Oriskany uno dei peggiori incendi dalla fine della seconda guerra mondiale; tale incendio provocò la morte di 44 membri dell'equipaggio. Venne decommissionata nel 1976 e venne radiata dal registro navale nel 1989. Nel 2006 è stata fatta affondare, ed al 2012 è il più grande reef artificiale del mondo.

Shangri-La (CV38)

La USS Shangri-La (codici e numeri d'identificazione CV/CVA/CVS-38) è stata una delle 24 portaerei della classe Essex, appartenente alla United States Navy.
Entrata in servizio nel 1944 partecipò a varie campagne nel teatro di guerra di Pacifico ed Estremo oriente durante la seconda guerra mondiale, guadagnandosi due service star per il suo servizio. Come molte unità gemelle fu radiata poco dopo il termine delle ostilità ma, in seguito, reimmessa in servizio dopo un rapido processo di modernizzazione avvenuto nei primi mesi del 1950. Ridenominata come portaerei d'attacco (CVA), operò nel Pacifico, nell'Atlantico e in Mediterraneo per diversi anni; fu infine riconvertita al ruolo di portaerei antisommergibile (CVS). Fu decorata con tre service star per le operazioni completate nel corso della guerra del Vietnam. Nel 1971 fu definitivamente ritirata dal servizio attivo, venendo venduta per la demolizione nel 1988.

Classe Oriskany (Essex 27-A)

La Oriskany dà il nome a una classe di portaerei costituita completamente da unità appartenenti alla classe Essex, le quali, dopo aver servito in guerra e per alcuni anni del dopoguerra nella loro forma originale, furono poi modificate, secondo il progetto che la Marina americana aveva chiamato 27-A, per adattarle alle nuove esigenze nate dopo l'entrata in servizio degli aerei a reazione, più grandi, più pesanti e che consumavano più combustibile di quelli a elica.   Negli anni fra il 1954 e il 1958, oltre alle modifiche suddette, sulle undici unità della classe il ponte di volo da rettilineo fu trasformato in angolato (l'elencazione « unità della stessa classe" in testa al capitolo si riferisce alla situazione nel 1958-59, dopo l'esecuzione di tale modifica). 


Oriskany (CV34)

La USS Oriskany (CV/CVA-34), soprannominata anche Mighty O, The O-boat e Toasted O, è stata una delle ventiquattro portaerei appartenenti alla classe Essex completate durante o immediatamente dopo la seconda guerra mondiale. La Oriskany è stata così battezzata in onore dell'omonima battaglia, parte della guerra di indipendenza americana ed in particolare della battaglia di Saratoga; è la terza unità della United States Navy (la marina militare statunitense) a portare questo nome.
La storia della Oriskany differisce da quella delle altre sorelle in quanto originariamente era stata progettata con scafo allungato. Sospesa la costruzione nel 1947, venne ricommissionata nel 1950 e modificata con il design SCB-27. Inizialmente ha operato nel Pacifico fino agli anni settanta: durante la guerra di Corea ha guadagnato due battle star, mentre nella guerra del Vietnam ne ha guadagnate cinque. Nel 1966 un razzo al magnesio esploso accidentalmente provocò sulla Oriskany uno dei peggiori incendi dalla fine della seconda guerra mondiale; tale incendio provocò la morte di 44 membri dell'equipaggio. Venne decommissionata nel 1976 e venne radiata dal registro navale nel 1989. Nel 2006 è stata fatta affondare, ed al 2012 è il più grande reef artificiale del mondo.

Essex (CV9)

La USS Essex (CV/CVA/CVS-9), capoclasse della classe omonima, è stata una grande portaerei della US Navy, che ha combattuto nella seconda guerra mondiale. Evoluzione della classe Yorktown, era una nave da circa 270 metri e 30.000 tonnellate, la Essex fu impostata il 28 aprile 1941 nei cantieri Newport News Shipbuilding and Dry Dock Co., e varata il 31 luglio 1942, con madrina la signora Artemus L. Gates, moglie del vice segretario alla Marina e all'Aviazione. Fu immessa in servizio il 31 dicembre 1942 al comando del capitano di vascello Donald B. Duncan. Capace di ospitare circa 90 aerei, con un'eccellente autonomia e grande quantità di carburante avio, ha avuto grande successo insieme al resto delle navi della classe. Il suo principale punto debole era il ponte di volo, costituito solo da 20 cm di legno, assolutamente non corazzato, per ridurre i pesi in alto, ma questa capacità di ospitare un gran numero di aerei grazie alle dimensioni conseguenti le rendeva vulnerabili in caso di bombardamenti o attacchi kamikaze. Originariamente le unità di questa classe non erano dotate di ponte di volo angolato, che fu aggiunto in un secondo tempo, anche se non a tutte le unità del primo lotto del quale la Essex faceva parte. In effetti la nave era leggermente più corta della successiva Ticonderoga che insieme alle gemelle viene a volte considerata classe a sè.

Intrepid (CV11)

La USS Intrepid (codici e numeri d'identificazione CV/CVA/CVS-11), anche conosciuta come The Fighting I, è stata una delle 24 portaerei della classe Essex costruite durante la seconda guerra mondiale per la Marina degli Stati Uniti d'America.
È la quarta nave della Marina degli Stati Uniti d'America che porta questo nome. Nell'agosto del 1943, l'Intrepid partecipò alla battaglia del Golfo di Leyte. Operò quindi principalmente nel Pacifico, dove fu colpita da due kamikaze (il 30 ottobre 1944 e il 16 aprile 1945) che la danneggiarono senza però riuscire a farla affondare.
Ritirata dal servizio attivo dopo i danni subiti nell'operazione Kikusui, durante la battaglia di Okinawa alla fine della seconda guerra mondiale (tanto da guadagnarsi il nomignolo di Decrepit per i suoi numerosi danni e di Dry, "asciutta", per il suo stazionamento in bacino di carenaggio), fu ammodernata e riqualificata come portaerei d'attacco (CVA) ai primi degli anni 1950 e in seguito come portaerei antisommergibile (CVS). In questa seconda operatività partecipò alla guerra del Vietnam e fece parte del programma Gemini e del progetto Mercury.
Fu dismessa nel 1974, e nel 1982 è diventata una nave museo della fondazione Intrepid Sea-Air-Space Museum, che l'ha ormeggiata al molo 86 di Manhattan (New York).

Ticonderoga (CV14)

La USS Ticonderoga (codici e numeri d'identificazione CV/CVA/CVS-14) è stata una delle 24 portaerei della classe Essex costruite durante la seconda guerra mondiale per la Marina degli Stati Uniti d'America. Fu la quarta nave con questo nome, che fa riferimento alla cattura del forte Ticonderoga avvenuta durante la guerra d'indipendenza americana.
La Ticonderoga entrò in servizio nel maggio 1944 e servì in diverse operazioni nel teatro del Pacifico della seconda guerra mondiale, guadagnando cinque service star. Dismessa poco dopo la fine della guerra, fu modernizzata nel 1950 come vettore di attacco (CVA) ma alla fine divenne un vettore antisommergibile (CVS). Fu messa in servizio troppo tardi per partecipare alla guerra di Corea, ma fu invece attiva nella guerra del Vietnam durante la quale ottenne tre Navy Unit Commendation, una Meritorious Unit Commendation e dodici service star. La Ticonderoga fu radiata dal servizio nel 1973 e venduta per la demolizione nel 1975.

Randolph (CV15)

La USS Randolph (codici e numeri d'identificazione CV/CVA/CVS-15) è stata una delle 24 portaerei della classe Essex costruite durante la seconda guerra mondiale per l'United States Navy. Fu la seconda nave statunitense a portare questo nome, in onore di Peyton Randolph, presidente del Primo congresso continentale. L'USS Randolph servì in varie campagne nel teatro di operazioni del Pacifico durante la seconda guerra mondiale, ottenendo tre service star. Durante la battaglia di Okinawa divenne dal 15 maggio 1945 la nave ammiraglia del comandante della Task force 58, ammiraglio Marc Mitscher che nei giorni precedenti era stato costretto ad abbandonare prima la portaerei USS Bunker Hill e poi la portaerei USS Enterprise, entrambe gravemente danneggiate da attacchi kamikaze dell'operazione Kikusui. Fu radiata poco dopo la fine della guerra, ma nei primi mesi del 1950 fu ammodernata e riattivata come portaerei d'attacco (CVA) e qualche anno più tardi come portaerei antisommergibile (CVS).

Lexington (CV16)

La USS Lexington (hull classification symbol CV/CVA/CVS-16) era una portaerei degli Stati Uniti d'America della classe Essex. Nell'ottobre 1952 le venne assegnato il nuovo numero di identificazione CVA-16 All’atto della posa in chiglia, avvenuta il 15 luglio 1941 presso il cantiere navale di Fore River Shipyard, era previsto di nominarla Cabot. A causa dell’affondamento della USS Lexington (CV-2), avvenuto il 15 settembre 1942, venne deciso che la nave in costruzione assumesse la successione di quest'ultima. Il varo della nave avvenne il 17 agosto 1943, mentre l’assunzione in servizio avvenne il 24 novembre 1943.
La nave venne data per affondata dai giapponesi varie volte, fatto che le guadagnò il nomignolo di Blue ghost (fantasma blu).

Hanckock (CV19)

La USS Hancock (hull classification symbol CV/CVA-19) fu una delle ventiquattro portaerei Classe Essex realizzate negli Stati Uniti d'America durante la Seconda guerra mondiale su richiesta della United States Navy, la marina militare statunitense. Questa fu la quarta unità navale della flotta US Navy a portare questa designazione, così battezzata a memoria di John Hancock, presidente del secondo Congresso Continentale e primo governatore del Commonwealth del Massachusetts. La Hancock entrò in servizio nell'aprile 1944 venendo coinvolta in numerose operazioni belliche nel teatro della Guerra del Pacifico, ottenendo quattro battle star. Dismessa poco tempo dopo il termine del conflitto, fu oggetto di un'opera di modernizzazione adottando un ponte di volo angolato in luogo di quello originale, dritto, secondo il progetto 27-C[1]. Venne nuovamente varata nei primi anni cinquanta come Attack Aircraft Carrier (CVA).

Bennington (CV20)

La USS Bennington (codici e numeri d'identificazione CV/CVA/CVS-20) è stata una delle 24 portaerei della classe Essex costruita durante la seconda guerra mondiale per la Marina degli Stati Uniti d'America. È stata la seconda nave della US Navy ad essere chiamata in onore della battaglia di Bennington che ebbe luogo durante la guerra d'indipendenza americana.
La USS Bennington entrò in servizio nel 1944 e partecipò a diverse operazioni che ebbero luogo nel teatro del Pacifico della seconda guerra mondiale, guadagnando tre service star. Fu dimessa poco dopo la fine della guerra, ma venne ammodernata negli anni 1950 come vettore di attacco (CVA), per poi alla fine essere trasformata in una nave antisommergibile (CVS). Nella sua seconda carriera trascorse la maggior parte del suo tempo nel Pacifico, ottenendo cinque service star per il suo servizio durante la guerra del Vietnam; funse anche da nave di recupero della missione spaziale Apollo 4.
La nave fu dismessa nel 1970 e venduta per la demolizione nel 1994.

Bon Homme Richard (CV33)

La USS Bon Homme Richard (CV / CVA-31) è stato una delle 24 portaerei di classe Essex completate durante o subito dopo la seconda guerra mondiale per la Marina degli Stati Uniti . Fu la seconda nave della Marina degli Stati Uniti a portare il nome, il primo ad essere chiamato per la famosa fregata rivoluzionaria da guerra di John Paul Jones con lo stesso nome . Jones aveva chiamato quella nave, di solito resa in francese più corretto come Bonhomme Richard, per onorare Benjamin Franklin, il commissario americano a Parigi, il cui Poor Richard's Almanac era stato pubblicato in Francia con il titolo Les Maximes du Bonhomme Richard .

Kearsarge (CV33)

La USS Kearsarge (CV / CVA / CVS-33), è stato una delle 24 portaerei di classe Essex completate durante o subito dopo la seconda guerra mondiale per la Marina degli Stati Uniti . La nave è stata la terza nave della US Navy a portare il nome. La portaerei Kearsarge è stato commissionata nel marzo 1946. Rimodernata nei primi anni 1950 come una portaerei di attacco (CVA), ha servito durante la Guerra di Corea , per il quale ha ottenuto due stelle di battaglia . Alla fine del 1950 è stata ulteriormente modificata per diventare una portaerei anti-sommergibile (CVS). Kearsarge era la nave di recupero per gli ultimi due capsule delle missioni spaziali Mercury in 1962-1963. Ha completato la sua carriera al servizio nella guerra del Vietnam , guadagnando cinque stelle di battaglia. Lei è stato dismesso nel 1970, e venduto per rottami nel 1974.

Shangri-La (CV38)

La USS Shangri-La (codici e numeri d'identificazione CV/CVA/CVS-38) è stata una delle 24 portaerei della classe Essex, appartenente alla United States Navy.
Entrata in servizio nel 1944 partecipò a varie campagne nel teatro di guerra di Pacifico ed Estremo oriente durante la seconda guerra mondiale, guadagnandosi due service star per il suo servizio. Come molte unità gemelle fu radiata poco dopo il termine delle ostilità ma, in seguito, reimmessa in servizio dopo un rapido processo di modernizzazione avvenuto nei primi mesi del 1950. Ridenominata come portaerei d'attacco (CVA), operò nel Pacifico, nell'Atlantico e in Mediterraneo per diversi anni; fu infine riconvertita al ruolo di portaerei antisommergibile (CVS). Fu decorata con tre service star per le operazioni completate nel corso della guerra del Vietnam. Nel 1971 fu definitivamente ritirata dal servizio attivo, venendo venduta per la demolizione nel 1988.

Classe Midway

La classe Midway è una classe di portaerei della United States Navy, entrate in servizio al termine della seconda guerra mondiale e ritirate nei primi anni '90. Le tre portaerei di questa classe, la Midway, la F. D. Roosevelt e la Coral Sea, furono impostate durante la seconda guerra mondiale, ma non fecero in tempo a partecipare alle operazioni militari contro il Giappone. Furono le portaerei di maggior dislocamento costruite in quegli anni. Il progetto rispondeva a specifiche che richiedevano di coniugare il concetto americano di portaerei dalle grandi capacità offensive con il concetto inglese che privilegiava la corazzatura del ponte di volo e delle strutture, necessaria per ridurre i danni in caso di colpi, a scapito del numero di aerei imbarcati. Il dislocamento salì così a oltre 45.000 tonnellate, molto alto per gli standard dell'epoca. Le grandi dimensioni però ben si prestarono alle modifiche che si resero necessarie nei decenni successivi per consentire di imbarcare i nuovi aerei a reazione. Ammodernate e parzialmente ricostruite più volte, rimasero in servizio rispettivamente sino al 1977 la F.D. Roosevelt, sino al 1990 la Coral Sea e sino al 1992 la Midway.

Midway (CV41)

La portaerei Uss Midway (CV-41) è stata la prima nave di questa classe (superata dalla successiva classe Nimitz); commissionata durante la seconda guerra mondiale fu consegnata a guerra terminata ma ha comunque prestato servizio dal 1945 al 2002, e trasformata nel 2004 in museo galleggiante all'ancora al molo n. 2 nella baia di San Diego in California. Concepita secondo le teorie in voga durante la seconda guerra mondiale, è stata modificata ed ampliata per ben due volte per rispondere alle nuove esigenze belliche e alle maggiori prestazioni degli aerei a reazione (anche se non è mai stata idonea per gli F-14). Ha partecipato alla guerra di Corea, del Vietnam, ed alla prima guerra del Golfo, oltre anche a progetti della NASA come il lancio di una V2 tedesca ed il recupero di varie missioni Apollo.

F. D. Roosevelt (CV42)

La USS Franklin D. Roosevelt (CVB / CVA / CV-42) era la seconda di tre portaerei della classe Midway. Per il suo equipaggio, era conosciuta come " Swanky Franky ", " Foo-De-Roo " o " Rosie ", con l'ultimo soprannome probabilmente il più popolare. La Roosevelt ha trascorso gran parte della sua attiva carriera operativa nel Mar Mediterraneo come parte della Sesta flotta degli Stati Uniti . La nave fu dismessa nel 1977 e fu rottamata poco dopo. Fu la prima portaerei della Marina degli Stati Uniti ad essere nominata in onore di un Presidente degli Stati Uniti.

Coral Sea (CV43)

La USS Coral Sea (CV / CVB / CVA-43) , una portaerei di classe Midway , fu la terza nave della Marina degli Stati Uniti ad essere nominata per la Battaglia del Mar dei Coralli . Ha guadagnato il soprannome affettuoso di " Ageless Warrior " nella sua lunga carriera. Inizialmente classificato come portaerei con il simbolo di classificazione dello scafo CV-43 , il contratto per costruire la nave è stato assegnato a Newport News Shipbuilding di Newport News, Virginia il 14 giugno 1943. È stata riclassificata come "Grande portaerei" con il simbolo di classificazione dello scafo CVB-43 il 15 luglio 1943. La sua chiglia fu posata il 10 luglio 1944. Fu lanciata il 2 aprile 1946, patrocinata dalla signora Thomas C. Kinkaid e commissionata il 1 ° ottobre 1947 con il comandante AP Storrs III al comando.

Senza nome (CV44) - Mai realizzata -

Senza nome (CV56) - Mai realizzata -

Senza nome (CV57) - Mai realizzata -

Classe United States

United States (CV58) - Mai realizzata -

La USS United States (CVA-58) avrebbe dovuto essere la prima di una nuova classe di portaerei con funzioni di attacco nucleare nella complessa situazione strategica dei primi anni della Guerra Fredda. Progettata per alcuni anni[3], fino alla posa della chiglia nel 1949, sarebbe stata la prima superportaerei della storia con una lunghezza di 332 metri e un dislocamento di 65.000 tonnellate. Si trattava di un design radicalmente nuovo che comprendeva soluzioni innovative quali un'isola retrattile, elevatori esterni e moderne catapulte a vapore. Venne impostata il 18 aprile 1949 ma la neonata US Air Force non vide di buon occhio il tentativo della US Navy di offrire una deterrenza nucleare alternativa a quello dei costosissimi bombardieri intercontinentali Convair B-36 e riuscì ad ottenere già il 23 aprile 1949 la cancellazione della nave. Questo contrasto condusse alla famosa "rivolta degli ammiragli" e a una fase di ostilità tra i due corpi.

Classe Forrestal

"Forrestal", "Saratoga", "Ranger","Indipendence" furono le prime grandi costruzioni navali della Marina degli Stati Uniti nel dopoguerra. Queste quattro unità differivano lievemente fra di loro, la "Forrestal", prima unità costruita, era leggermente più piccola.  Erano le più grandi portaerei costruite dopo la giapponese Shinano nel 1944. Il loro progetto era basato su quello della "United States" ma modificato per trarre vantaggio dal nuovo ponte angolato britannico. Nel 1952, quest'ultimo fu sottoposto con esito favorevole a prove sulla portaerei "Antienam" (CV-36) della classe "Essex" e procurò lo spazio necessario in copertura pur mantenendo un'isola fissa e il fumaiolo.


Forrestal (CV59)

La USS Forrestal (CV-59) fu la prima nave dell'omonima classe. Contribuì molto all'evoluzione delle portaerei, poiché su di essa vennero applicate concezioni nuove. Benché a propulsione convenzionale, presentava dimensioni enormi per l'epoca: 80000 tonnellate a pieno carico. (Le portaerei classe Essex pesavano quasi la metà). Con l'adozione di un nuovo tipo di ponte si guadagnò molto spazio per gli aerei imbarcati: la nave arrivò a portarne più di 90. Furono introdotte due nuove catapulte, posizionate su una seconda rampa di lancio, con un'angolatura di 30° rispetto a quella principale, permettendo così a 4 aerei di decollare contemporaneamente. Prestò servizio nell'Oceano Atlantico fino al 1965, quando fu rimodernata e mandata in Vietnam. Nel luglio del 1967 fu danneggiata da un'esplosione causata da un razzo scoppiato sul ponte di volo, che riuscì a raggiungere le bombe di uno degli aerei pronti al decollo. Nell'incidente morirono 132 marinai. La Forrestal è stata demolita a Brownsville, Texas, nel 2014.

Saratoga (CV60)

La USS Saratoga (nome d'identificazione CV-60), appartenente alla classe Forrestal, è stata una delle prime superportaerei della US Navy e la sesta nave dedicata alla battaglia di Saratoga della rivoluzione americana. Questa nave è entrata più volte in azione: dislocata nel Mediterraneo, fu impiegata in Vietnam, ove fu decorata per le imprese dei suoi piloti. Nel 1986 alcuni suoi aerei contribuirono al bombardamento della Libia e nel 1990 partecipò all'operazione Desert Storm. Fu ritirata dal servizio dopo quasi 40 anni, nel 1994.

Ranger (CV61)

La settima USS Ranger (CV/CVA-61) è una delle quattro super portaerei  di classe classe costruite per la Marina degli Stati Uniti nel 1950.  Anche se tutte e quattro le navi della classe sono stati completati con i ponti angolati , la portaerei Ranger ha avuto l'onore di essere la prima portaerei statunitense costruita fin dall'inizio come un ponte angolato. Commissionato nel 1957, ha lavorato estensivamente nel Pacifico, in particolare la guerra del Vietnam , per cui ha guadagnato 13 stelle di battaglia.  Verso la fine della sua carriera ha anche operato nell'Oceano Indiano e nel Golfo Persico. Ranger è apparso in televisione in The Six Million Dollar Man , Baa Baa Black Sheep e nel film Top Gun , Star Trek IV: Rotta verso la Terra (al posto della portaerei USS Enterprise CVN 65 ) e Flight of the Intruder . Ranger è stato dismesso nel 1993, e viene conservato a Bremerton, Washington . Un piano per acquisire il suo come un museo per essere ormeggiata sul fiume Columbia a Fairview, Oregon, è stato respinto a fine 2012, in modo che il piano attuale è di rottamare la nave.

Indipendence (CV62)

La portaerei Independence entrò in servizio nel 1959, con gran parte i suoi primi anni spesi nella Mediterranean Fleet.La portaerei Independence ha fatto un solo giro al largo delle coste di Vietnam nel 1965, durante la guerra del Vietnam , e anche effettuato raid aerei contro le forze siriane durante la guerra civile libanese e le operazioni in Iraq durante l' operazione Southern Guarda , l'applicazione della no-fly zone sopra sud dell'Iraq . La portaerei Independence è stato dismessa nel 1998, dopo 39 anni di servizio attivo.

Classe America

Le portaerei "Constellation", "Kitty Hawk" e "America" costituiscono la terza serie della classe "Forrestal". Le portaerei "Constellation", "Kitty Hawk" in origine dovevano essere la quinta e la sesta unità della classe Forrestal., la quale, secondo i programmi doveva essere costituita da sette unità di cui l'ultima fu cancellata. Le due unità per circa sette anni sono state incluse nella classe di origine, sia pure come gruppo a sè, dall'anno 1968 sono state ufficialmente trasferite nella classe America alla quale ancora oggi appartegono. La loro costruzione subì notevoli ritardi così che fu possibile apportarvi delle modifiche, in particolare nella sistemazione degli elevatori, che le hanno rese uguali alla CVA 66 America e alla CVA 67 J. F. Kennedy. Di dislocamento e dimensioni maggiori, differiscono dalle unità delle prime due serie per la diversa sistemazione dei locali interni, per linea e posizione dell'isola, per le sistemazioni aereonautiche.


Kitty Hawk (CV63)

La supercarrier USS Kitty Hawk (CV-63) , precedentemente CVA-63 , era la seconda nave navale che portava il nome di Kitty Hawk, nella Carolina del Nord , sede del primo volo aereo dei fratelli Wright . Kitty Hawk era sia la prima che l'ultima nave attiva della sua classe , e l'ultima portaerei a petrolio in servizio con la Marina degli Stati Uniti .

Constellation (CV64)

La USS Constellation (CV-64) , una supercarrier di classe Kitty Hawk , fu la terza nave della Marina degli Stati Uniti ad essere nominata in onore della "nuova costellazione di stelle" sulla bandiera degli Stati Uniti . Una delle navi più veloci della Marina, come dimostrato dalla sua vittoria durante una gara di battlegroup tenuta nel 1985, fu soprannominata "Connie" dal suo equipaggio e ufficialmente come "America's Flagship".

America (CV66)

La USS America (CVA-66) è stata una portaerei statunitense della classe Kitty Hawk, attiva nella U.S. Navy dal 1965 al 1996. Il 9 maggio 2005 la nave è stata "autoaffondata" con cariche esplosive per valutare gli effetti su una nave di queste dimensioni (319 metri di lunghezza, 84.900 tonnellate) di un attacco sottomarino. È la più grande nave militare finora affondata.

Classe Enterprise

Enterpise (CVN65)

La portaerei USS Enterprise CVN 65 può considerarsi la capostipite delle portaerei a propulsione nucleare e per questo la sua genesi fu molto travagliata. E' stata infatti il prototipo delle portaerei del futuro ed a lungo ha rischiato di essere l'unica portaerei nucleare della storia. E' una delle poche portaerei della storia americana che non ha avuto una gemella (come la Langley e la Wasp), in quanto è nata come nave sperimentale

Classe Kennedy

La portaerei CV 67 John Kennedy è' sta l'ultima portaerei a propulsione convenzionale, se pur successiva alla nucleare "Enterprise" ad essere costruita dalla Marina degli Stati Uniti. Molte delle sistemazioni, delle apparecchiature e della disposizione generale della nave hanno risentito di tale esperienza, se pur la si può considerare una derivazione naturale della serie delle grandi portaerei iniziatesi con la "Forrestal".

J.F. Kennedy (CV67)

Portaerei di classe Nimitz

La classe Nimitz comprende tutte le dieci portaerei a propulsione nucleare attualmente in servizio con la US Navy. Prende il nome dell'ammiraglio Chester Nimitz, comandante delle forze statunitensi e alleate del Pacifico durante la seconda guerra mondiale. La classe Nimitz rappresenta la massima evoluzione delle portaerei a decollo orizzontale. La grandissima autonomia, il potente armamento e l'enorme capacità offensiva dei suoi caccia e dei suoi bombardieri ne fanno una macchina da distruzione poderosa. L'unica critica che si può fare sta nel rischio di concentrare una così grande e costosa capacità bellica su un'unica nave.

Mentre i progetti delle ultime sette navi, a cominciare da Theodore Roosevelt , sono leggermente diversi da quelli delle navi precedenti, la Marina USA considera tutti e dieci i vettori come una singola classe. Quando i vettori più anziani arrivano per il rifornimento e la revisione complessa (RCOH), le loro centrali nucleari vengono rifornite di carburante e vengono aggiornate agli standard dei portatori successivi. Altre modifiche possono essere eseguite per aggiornare l'equipaggiamento delle navi.


Tutti e dieci i vettori della classe Nimitz sono stati costruiti tra il 1968 e il 2006 presso Newport News Shipbuilding, a Newport News, VA nel più grande bacino di carenaggio nell'emisfero occidentale, bacino di carenaggio 12, ora lungo 662 m dopo una recente espansione.

Dalla USS Theodore Roosevelt , le portaerei erano costruite con una costruzione modulare. Ciò significa che è possibile saldare intere sezioni insieme a impianti idraulici ed elettrici già installati, migliorando l'efficienza. Usando gru a portale , i moduli sono stati sollevati nel bacino di carenaggio e saldati. Nel caso delle sezioni di prua, queste possono pesare oltre 1.500.000 sterline (680 t). Questo metodo è stato originariamente sviluppato da Ingalls Shipbuilding e aumenta il tasso di lavoro perché gran parte dell'allestimento non deve essere eseguita entro i confini dello scafo già finito.  Il costo totale di costruzione per ciascuna nave era di circa $ 4,5 miliardi.


Nimitz (CVN68)

La portaerei statunitense USS Nimitz (CVN-68) è la prima nave della classe Nimitz ed è una nave della United States Navy. Si prevede che la sua demolizione avverrà una volta varata la nuova CVN-79. È tutt'oggi tra le più grandi portaerei di tutto il mondo e fu tra le prime della nuova generazione. La prima traversata oceanica della Nimitz ebbe luogo il 7 luglio 1976, alla volta del Mar Mediterraneo assieme alla South Carolina e alla California, navi che in seguito avrebbero formato il suo corpo d'azione.

Eisenhower (CVN69)

La portaerei americana USS Dwight D. Eisenhower (CVN-69) è la seconda nave della classe Nimitz ed è una nave della United States Navy. È chiamata come il 34º Presidente americano, Dwight D. Eisenhower. Originariamente, la portaerei sarebbe stata chiamata Eisenhower ma il 25 maggio 1970, il suo nome fu allungato, quindi Dwight D. Eisenhower.

Carl Vinson (CVN70)

La USS Carl Vinson (CVN-70) è una portaerei a propulsione nucleare della U.S. Navy, la terza in ordine di costruzione della classe Nimitz.  Come le altre della sua classe, può ospitare fino a 85 aerei ad ala fissa o rotante, ed è spinta da due reattori nucleari Westinghouse A4W. Può imbarcare fino a 5.680 persone (3.200 marinai + 2480 aviatori). Porta il nome di Carl Vinson, membro del Congresso degli Stati Uniti e promotore della costruzione delle prime portaerei nucleari americane verso la fine degli anni cinquanta. La sua base di appoggio è attualmente la Naval Air Station North Island di San Diego, in California.

Portaerei di classe Nimitz sottoclasse T. Roosevelt

Sono le più grandi navi da guerra e le maggiori ad energia nucleare. Le prime tre unità della classe furono autorizzate nel 1967, nel 1970 e nel 1974. Seguì nel 1981 l'ordine per la costruzione della quarta unità, cioè la T. Roosevelt. Le altre quattro entrarono in servizio dal 1989 al 1998. Le linee generali dello scafo derivano da quelle delle portaerei della classe "Kitty hawk", come pure la pianta del ponte di volo, la sistemazione delle catapulte, la disposizione degli ascensori. Le unità della classe Nimitz di seconda generazione sono state dotate di un sistema di controllo per le operazioni A.S: e di apparecchiature per l'impiego di aereo mobili A.S.

Le portaerei di classe Theodore Roosevelt hanno leggere differenze strutturali rispetto ai precedenti portaerei di classe Nimitz , come una migliore protezione per gli ordigni immagazzinati nelle loro riviste . Altri miglioramenti includono la protezione balistica aggiornata della piattaforma di volo, installata per la prima volta su George Washington , e l' acciaio a bassa lega ad alta resistenza (HSLA-100) utilizzato per la costruzione di navi a partire da John C. Stennis .


T.Roosevelt (CVN71)

La USS Theodore Roosevelt, soprannominata the Big Stick o TR, è la quarta portaerei appartenente alla classe Nimitz, in forze alla United States Navy. Entrata in servizio nell'ottobre 1986, prende il nome dal 26º presidente degli Stati Uniti d'America, Theodore Roosevelt.

Lincoln (CVN72)

La portaerei statunitense, USS Abraham Lincoln, soprannominata Abe, è la quinta unità della classe Nimitz ed è una nave della United States Navy. In servizio dal 1989, è intitolata al presidente americanoAbraham Lincoln. Varata nei cantieri navali di Newport News nel 1984, la Lincoln entrò in servizio nel 1989 e l'anno seguente raggiunse la flotta del Pacifico.

G. Washington (CVN73)

La portaerei USS George Washington (CVN-73) è una portaerei a propulsione nucleare della U.S. Navy, la sesta in ordine di costruzione della classe Nimitz. È intitolata a George Washington, primo Presidente degliStati Uniti, ed è la quarta unità della U.S. Navy a portare il suo nome. Come le altre portaerei nucleari della sua classe, la USS George Washington è lunga 333 metri ed ha un dislocamento a pieno carico di 99.000 t. Il ponte di volo ha un'area di 18.000 mq, circa 2,5 volte quella di un campo di calcio. Può imbarcare fino a 80 velivoli ad ala fissa o rotante ed è spinta da due reattori nucleari Westinghouse A4W. Le quattro eliche, ciascuna del peso di 30 tonnellate, possono imprimere alla nave una velocità di oltre 30 nodi (56 km/h). In piena operatività ha un equipaggio di 5.680 persone (3.200 marinai + 2.480 aviatori). Dal settembre 2008 la sua base di appoggio (Home Port) è la Yokosuka Naval Base, in Giappone. È l'unica portaerei della U.S. Navy ad avere la base permanente fuori degli Stati Uniti.

C.Stennis (CVN74)

La USS John C. Stennis (CVN-74) è una portaerei a propulsione nucleare della U.S. Navy, la settima in ordine di costruzione della classe Nimitz, entrata in servizio in dicembre del 1995. Prende il nome delsenatore statunitense John C. Stennis. La sua base di appoggio è attualmente a Bremerton, nello stato di Washington.

Harry S. Truman  (CVN75)

La USS Harry S. Truman (CVN-75) è l'ottava portaerei di classe Nimitz della Marina degli Stati Uniti , dal nome del Presidente 33 ° degli Stati Uniti, Harry S. Truman . Il nominativo della nave è Lone Warrior , ed è attualmente ospitata nella Naval Station Norfolk , in Virginia.


Portaerei di classe Nimitz sottoclasse R. Reagan

Il vettore finale della classe, George HW Bush, è stato progettato come una "nave di transizione" dal Nimitz di classe alla sostituzione Gerald R. Ford di classe. George HW Bush incorpora nuove tecnologie, tra cui il miglioramento dell'elica e dell'arco a bulbo , una sezione trasversale del radar ridotta e aggiornamenti elettronici e ambientali, il costo della nave è stato di $ 6,2 miliardi. Le precedenti navi di classe Nimitz costavano circa $ 4,5 miliardi. Per ridurre i costi, sono state incorporate alcune nuove tecnologie e funzionalità di progettazione nella USS Ronald Reagan, il precedente vettore, inclusa un'isola ridisegnata .


R. Reagan (CVN76)

La USS Ronald Reagan è la nona super-portaerei di Classe Nimitz appartenente alla US Navy ed alla omonima sottoclasse. La nave fu intitolata all'ex presidente Ronald Reagan quand'egli era ancora in vita. Si tratta di una nave a propulsione nucleare servita da due reattori nucleari A4W con velocità di oltre 30 nodi e un'autonomia, senza necessità di rifornimenti di combustibile nucleare, di 20 anni. Alta come un palazzo di 20 piani, misura 333 metri da poppa a prua. La Ronald Reagan ospita 6.000 persone, come l'intera popolazione di Aspen in Colorado. Porta provviste sufficienti per rimanere in mare per 3 mesi: ci sono 30.000 impianti di illuminazione e 1.400 telefoni. Lungo i corridoi si snodano 2.100 km di cavi.

G. Bush (CVN77)

La USS George H. W. Bush (CVN-77) è una portaerei a propulsione nucleare della US Navy, la più recente della classe Nimitz nonché l'ultima programmata di questa classe. È intitolata al 41º Presidente degli Stati Uniti, George H.W. Bush. Come le altre portaerei della classe Nimitz, è spinta da due reattori nucleari Westinghouse, e può ospitare uno stormo imbarcato di oltre 80 mezzi aerei ad ala fissa o rotante. È stata varata nel cantiere Newport News Shipbuilding il 9 ottobre 2006 ed è entrata ufficialmente in servizio con la US Navy l'11 maggio 2009. La sua base di appoggio è la Naval Station Norfolk, in Virginia.

Portaerei di classe G. Ford

La classe Gerald R. Ford (conosciuta anche come progetto CVN-21) è l'ultima classe di superportaerei a propulsione nucleare della U.S. Navy, che sostituirà le unità della classe Nimitz. Il nome di questa classe, e della prima unità, è quello di Gerald Ford, 38° Presidente degli Stati Uniti. C'è un nuovo disegno del reattore nucleare A1B, una caratteristica più stealth per ridurre la visibilità ai radar e una forte presenza di apparecchiature avanzate per l'automazione della nave, per ridurre il personale imbarcato e quindi i costi di esercizio. La prima portaerei della classe Gerald R. Ford è la USS Gerald R. Ford (CVN-78), la cui costruzione è incominciata nel 2007, e ultimata nel 2015. Sostituisce la USS Enterprise (CVN-65), che è stata posta in disarmo nel 2012, dopo 50 anni di servizio.

USS Gerald Ford (CVN78)

La USS Gerald R. Ford (CVN-78) è la prima nave della nuova classe di portaerei a propulsione nucleare CVN-21 della U.S. Navy. La costruzione è iniziata l'11 agosto 2005 nei cantieri navali di Newport News in Virginia ed è stata consegnata alla US NAVY il 22 Luglio 2017.  La nave è stata varata il 09.11.2013 ed è stata consegnata il 21.07.2017.

USS John F. Kennedy (CVN79) -  in costruzione

La USS John F. Kennedy (CVN-79) sarà la seconda imbarcazione della Classe Gerald R. Ford, dopo la CVN-78. Vi sono poche indiscrezioni intorno a questa portaerei a parte il nome. Indicativamente, dovrebbe vedere il mare nel 2018/2019. Userà i nuovi reattori nucleari A1B. Dovrebbe sostituire la USS Nimitz (CVN-68), assumendo che la CVN-78 sostituirà la USS Enterprise (CVN-65) e che la USS Nimitz (CVN-68) è la prima delle portaerei della classe Nimitz ed è stata varata nel 1972.

USS Enterprise  (CVN80) -  in costruzione

La USS Enterprise (CVN-80) dovrebbe essere la terza unità del programma di portaerei avanzate CVN-21. Secondo i progetti della US Navy, dovrebbe entrare in servizio nel 2020/2025. Le notizie ufficiali, come per le portaerei gemelle della stessa classe, sono molto poche. Dovrebbe essere confermato l'utilizzo dei nuovi reattori nucleari A1B. Sostituirà la USS Dwight D. Eisenhower (CVN-69), assumendo che la CVN-79 sostituirà la USS Nimitz (CVN-68).

Nel corso della cerimonia per l'inattivazione della USS Enterprise (CVN-65), il Segretario della Marina, Raymond Edwin Mabus ha annunciato che questa portaerei prenderà il nome "Enterprise".
Le navi CVN-80 saranno costruite da Huntington Ingalls Industries-Newport News Shipbuilding di Newport News, Virginia. L'Enterprise è attualmente programmato per iniziare la costruzione attiva intorno al 2018 e la consegna è stimata nel 2025. Tuttavia, nel tentativo di ridurre i costi, il Congressional Research Service indica che il Dipartimento della Marina sta esaminando la possibilità di estendere il periodo di tempo utilizzato per costruire sia il John F. Kennedy (CVN-79) e l'Enterprise in due anni. Se approvata, la nave non entrerebbe in servizio fino al 2027 impedendo qualsiasi istanza di 12 navi di entrare in servizio in qualsiasi momento.  La nave è attualmente prevista per sostituire la USS Dwight D. Eisenhower (CVN-69).

Senza nome (CVN 81) - sostituirà la portaerei USS Carl Vinson (CVN 70)

Senza nome (CVN 82) - sostituirà la portaerei USS  Theodore Roosevelt (CVN 71)


NAVE DI ASSALTO ANFIBIA - LANDING HELICOPTER DOCK (LHD)

Landing Helicopter Dock ( LHD ), è la US Navy (USN), Royal Australian Navy (RAN) e la NATO  simbolo di classificazione dello scafo per le navi d'assalto anfibie polivalenti che sono in grado di far funzionare gli elicotteri e dispongono di un pozzetto. Queste navi sono costruite con un ponte di volo completo simile in apparenza ad una portaerei per operare con elicotteri da combattimento e di attacco. Alcuni possono anche operare su velivoli a rotore inclinabile come il velivolo MV-22 Osprey e VSTOL come l' AV-8 Harriere l' F-35B Lightning II . Esempi di questo tipo di nave comprendono del USN Wasp classe , Francese della Marina Mistral classe e navi della marina spagnola 's Juan Carlos I di classe tra cui quei disegni basati sulla classe, come la Royal Australian Navy ' s Canberra classe. Altre nazioni usano anche la designazione per le loro navi, come la Marina della Repubblica di Corea per la sua classe Dokdo.  Le classi di navi USN che precedono e seguono le navi classificate LHD sono designate come LHA (Landing Helicopter Assault) e sono intercambiabili con LHD, hanno anche mazzi ben fatti con l'eccezione delle prime due navi America- class , LHA-6 e LHA-7 , che prendono lo spazio per le più grandi strutture dell'aviazione.


Classe Wasp

La classe Wasp è una classe di navi di assalto anfibie di Landing Helicopter Dock (LHD) gestite dalla Marina degli Stati Uniti . Basato sulla classe Tarawa , con modifiche per operare con velivoli e mezzi da sbarco più avanzati , la classe Wasp è in grado di trasportare quasi tutta la forza di un'unità di spedizione marittima dei corpi marini (MEU) degli Stati Uniti e di atterrarli in territorio ostile tramite mezzi da sbarco o elicotteri oltre a fornire supporto aereo tramite velivoli da attacco AV-8B Harrier II o F-35B Lightning II combattenti sciopero stealth. Tutte le navi  di classe Wasp furono costruite da Ingalls Shipbuilding , a Pascagoula, nel Mississippi , con la nave principale, USS Wasp , commissionata il 29 luglio 1989. Furono costruite otto navi di classe Wasp e, dal giugno 2018 , tutte e otto sono attive.


USS Wasp (LHD-1)

La USS Wasp (LHD-1) è una nave d'assalto anfibia multiuso della Marina degli Stati Uniti e la nave principale della sua classe . È la decima nave USN a portare il nome dal 1775, con le ultime due navi chiamate Wasp come portaerei . È stata costruita dalla divisione Ingalls Shipbuilding di Litton a Pascagoula, nel Mississippi. La Wasp e le sue navi gemelle sono le prime specificamente progettate per ospitare il nuovo Landing Craft Air Cushion (LCAC) per il movimento rapido delle truppe sulla spiaggia, e Harrier II(AV-8B) Jet verticale / corto di decollo e atterraggio (V / STOL) che forniscono un supporto aereo ravvicinato per la forza d'assalto. Può anche ospitare l'intera gamma di elicotteri della marina e del corpo marino, il convertiplano MV-22 Osprey , il caccia multiruolo F-35B Lightning II , mezzi da sbarco convenzionali e veicoli anfibio.

USS Essex (LHD-2)

La USS Essex (LHD-2) è è una nave d'assalto anfibia multiuso di classe Wasp in servizio con la Marina degli Stati Uniti . La nave d'assalto anfibia fu costruita in quella che oggi è Huntington Ingalls Industries a Pascagoula, nel Mississippi . È stata lanciata il 23 febbraio 1991 e commissionata il 17 ottobre 1992 mentre era ancorata al NAS di North Island . È la quinta nave chiamata Essex County, Massachusetts . L'Essex è stato la nave di comando per Expeditionary Strike Group Seven fino alla sua sostituzione con USS Bonhomme Richard , 23 aprile 2012.

USS Kearsarge (LHD-3)

La USS Kearsarge (LHD-3) è la  terza  nave d'assalto anfibio di classe Wasp della Marina degli Stati Uniti chiamata in onore della USS Kearsarge , una corvetta da guerra che ha guadagnato la fama caccia incursori Confederati durante la guerra civile americana . Lo sloop è stato chiamato per Mount Kearsarge nel New Hampshire . È la quinta nave ad essere così chiamata, ma quarta in generale, dato che la terza fu ribattezzata Hornet (CV-12) , dopo che il primo Hornet (CV-8) fu affondato e servito durante il resto della Seconda Guerra Mondiale.

USS Boxer (LHD-4)

La USS Boxer (LHD-4) è la  quarta  nave d'assalto anfibio di classe Wasp della Marina degli Stati Uniti . È la sesta nave della US Navy a portare il nome ed è stata nominata per l'originale HMS Boxer , che era stato catturato dagli inglesi durante la Guerra del 1812.

USS Bataan (LHD-5)

La USS Bataan (LHD-5) è la  quinta  nave d'assalto anfibio di classe Wasp della Marina degli Stati Uniti . La nave prende il nome dalla Battaglia di Bataan nelle Filippine, durante la seconda guerra mondiale .  Lo sponsor della nave , Linda Sloan Mundy, moglie dell'ex comandante del Corpo dei Marine Gen. Carl E. Mundy, Jr. , ha battezzato la nuova nave "nel nome degli Stati Uniti e in onore degli eroici difensori di Bataan". a Ingalls Shipbuilding , Pascagoula, Mississippi . Più di 100 membri di gruppi di veterani associati sia alla Battaglia di Bataan che alla famigerata " Marcia della morte di Bataan " che seguì, così come la Battaglia di Corregidor , e la portaerei Bataan (CVL-29) , erano alla cerimonia di battesimo.

USS Bonhomme Richard (LHD-6)

La USS Bonhomme Richard (LHD-6) è una nave assalto anfibio di classe Wasp, e la terza nave della Marina degli Stati Uniti di portare il nome. Fu chiamata in onore della famosa fregata di John Paul Jones , che aveva chiamato in francese "Good Man Richard", in onore di Benjamin Franklin , l'ambasciatore statunitense in Francia all'epoca; "Richard" è derivato dal povero Richard's Almanac di Franklin. La missione principale di Bonhomme Richard è quella di imbarcare, dispiegare e sbarcare elementi di una forza di sbarco marina in operazioni di assalto anfibio da parte di elicotteri , mezzi da sbarco e veicoli anfibi e, se necessario, di fungere da portaerei leggera.

USS Iwo Jima (LHD-7)

La USS Iwo Jima (LHD-7) è una una nave assalto anfibio di classe Wasp della Marina degli Stati Uniti . La nave è stata nominata per la Battaglia di Iwo Jima della seconda guerra mondiale. La nave è stata commissionata nel 2001 ed è attualmente in servizio.

USS Makin Island (LHD-8)

USS Makin isola (LHD-8) , una una nave assalto anfibio di classe Was, è la seconda nave della Marina degli Stati Uniti di essere chiamato per Makin Island , bersaglio dei predatori marini ' raid di makin presto negli Stati Uniti' coinvolgimento nella seconda guerra mondiale . Il compito di Makin Island è quello di imbarcare, dispiegare e sbarcare elementi di una forza di sbarco marina in un Assalto anfibio da parte di elicotteri, mezzi da sbarco e veicoli anfibio. La missione secondaria o convertibile per Makin Island è quella del controllo del mare e della proiezione di potenza.


NAVE PER ELICOTTERI DI ASSALTO  - LANDING HELICOPTER DOCK (LHA)

Le navi di atterraggio per elicotteri d'assalto ( LHA ) sono per la Marina degli Stati Uniti un simbolo di classificazione dello scafo per l'uso generale elicottero -realizzazione navi da assalto anfibio dei Tarawa e di classe America. Il loro scopo è quello di proiettare il potere e mantenere la presenza servendo come la pietra angolare del gruppo di anfibi pronto o del gruppo d'attacco di spedizione. Sono utilizzati per trasportare il personale e le attrezzature della flotta marina militare mentre operano in un'unità di spedizione marittima (MEU) o Marine expeditionary brigade (MEB). Normalmente viaggiano in task force chiamati gruppi anfibi pronti. Queste navi e le loro scorta sono in grado di eseguire qualsiasi operazione, dalle operazioni di atterraggio militare alle operazioni umanitarie.  Queste navi sono costruite con un ponte di volo completo simile in apparenza ad una portaerei per operare con elicotteri di utilità e attacco. Possono anche operare su velivoli a rotore inclinabile come il velivolo MV-22 Osprey e STOVL come l' AV-8 Harrier e l' F-35B Lightning II .


Classe Tarawa

La classe Tarawa è una classe di navi di tipo anfibio di tipo Landing Helicopter Assault (LHA) gestite dalla US Navy (USN). Cinque navi furono costruite da Ingalls Shipbuilding tra il 1971 e il 1980; altre quattro navi furono progettate, ma successivamente cancellate. A partire da marzo 2015 , tutte le navi sono state dismesse. La classe è stata sostituita dalla dell'America di classe navi da assalto anfibio dal 2014 in poi.


LHA-1 USS Tarawa

La USS Tarawa (LHA-1) è una nave di assalto anfibio della Marina degli Stati Uniti , la nave principale della sua classe , e la seconda nave che prende il nome dalla Battaglia di Tarawa durante la seconda guerra mondiale . Tarawa è stato dismesso il 31 marzo 2009, presso la base navale di San Diego.

LHA-2 USS Saipan

La USS Saipan (LHA-2) era una nave da assalto anfibio di classe Tarawa , la seconda nave della Marina Militare degli Stati Uniti chiamata in onore della Battaglia di Saipan della Seconda Guerra Mondiale . Commissionato nel 1977, la nave ha assistito fino al 2007 quando è stata dismessa . Nel 2009 la nave è stata venduta per la demolizione.

LHA-3 USS Belleau Wood

USS Belleau Wood (LHA-3) , soprannominato "Devil Dog", fu la seconda nave che prese il nome dalla battaglia di Belleau Wood nella prima guerra mondiale . La sua chiglia fu posata il 5 marzo 1973 a Pascagoula, nel Mississippi , da Ingalls Shipbuilding . Fu lanciata l'11 aprile 1977 e commissionata il 23 settembre 1978, con il comandante TC Steele al comando.

LHA-4 USS Nassau

La USS Nassau (LHA-4) è un dismesso Tarawa -class nave d'assalto anfibia . Quando era attiva, era in grado di trasportare più di 3.000 membri del personale della Marina degli Stati Uniti e della Marina degli Stati Uniti . Ingalls Shipbuilding in Pascagoula, Mississippi , ha gettato la chiglia della nave il 13 agosto 1973; è stata incaricata il 28 luglio 1979. È stata dismessa il 31 marzo 2011.

LHA-5 USS Peleliu

La USS Peleliu (LHA-5) è una nave di assalto anfibio di classe Tarawa della Marina degli Stati Uniti , così chiamata per la Battaglia di Peleliu della Seconda Guerra Mondiale . Entrata in servizio nel 1980, è stata dispiegata nel Golfo Persico in diverse occasioni, effettuando l'evacuazione della base navale della US Subic Bay in seguito all'eruzione del Monte Pinatubo , operata con la task force INTERFET per la pace, partecipando a schieramenti della Pacific Partnership e fornendo assistenza dopo le massicce inondazioni in Pakistan nel 2010. È stata dismessa a San Diego, in California, il 31 marzo 2015. Attualmente si trova, fuori servizio e in riserva, presso l'ufficio di manutenzione in loco di Navsea Inactive Ships, Pearl Harbor, Hawaii.


Classe America

Le navi da assalto anfibio di classe America (ex LHA (R) di classe) della US Navy sono stati progettati per mettere a terra un Expeditionary Unit Marine utilizzando elicotteri e MV-22B Osprey V / STOL aerei da trasporto, supportati da AV-8B Harrier II o Velivoli F-35 Lightning II V / STOL e vari elicotteri d'attacco. La prima di queste navi da guerra fu commissionata dalla Marina degli Stati Uniti nel 2014 in sostituzione della USS Peleliu della classe Tarawa ; ne verranno costruiti ben undici. Il design della classe America si basa su quello di USS Makin Island , l'ultima nave della classe Wasp, ma le navi "Flight 0" della classe americana non avranno mazzi ben attrezzati e hanno ospedali più piccoli a bordo per dare più spazio agli usi dell'aviazione. Anche se portano solo elicotteri e aerei V / STOL, USS America del , con un dislocamento di circa 45.000 tonnellate lunghe (46.000 t), è di dimensioni simili a quelle della portaerei francese Charles de Gaulle e dell'indiana Vikramaditya ala fissa portaerei . Inoltre, mentre più di 120 piedi (37 m) più brevi, sono di spostamento paragonabile alla ex US Navy Midway portaerei di classe . La USS America può essere utilizzata come una piccola portaerei con uno squadrone di caccia a reazione più diversi elicotteri multiuso, come il MH-60 Seahawk . Può trasportare circa 20 AV-8B, F-35B o una miscela dei due, ma le future navi di questa classe, a partire da USS Bougainville (LHA-8), avranno gli hangar più piccoli per lasciare spazio a una più ampia guerra anfibia bene ponti .


USS America (LHA-6)

La USS America (LHA-6), è una nave anfibia di assalto della Marina degli Stati Uniti e la nave principale della sua classe . La quarta nave da guerra americana da nominare per gli Stati Uniti d'America, è stata consegnata nella primavera del 2014, in sostituzione di Peleliu della classe Tarawa . La sua missione è quella di essere il fiore all'occhiello di un gruppo d'attacco di spedizione o di un gruppo anfibio pronto a trasportare parte di un'unità di spedizione marina in battaglia e metterli a terra con elicotteri e velivoli a pale orientabili V-22 Osprey , supportati daVelivoli F-35B Lightning II e elicotteri da combattimento.

USS Tripoli (LHA-7)

USS Tripoli (LHA-7) è la seconda nave d'assalto anfibia di classe America costruita per la Marina degli Stati Uniti.  La Tripoli è la terza nave della US Navy chiamato per la battaglia di Derne nel 1805. E 'stata la vittoria decisiva di un esercito mercenario guidato da un distaccamento di Marines degli Stati Uniti e soldati contro le forze del Tripoli durante la prima guerra Barberia . Fu la prima battaglia terrestre registrata degli Stati Uniti a combattere oltreoceano. Falluja , dopo la Seconda Battaglia di Falluja , fu suggerito come un nome ma alla fine non fu scelto

USS Bougainville (LHA-8)

La USS Bougainville (LHA-8) è una nave pianificata di classe America, nave assalto anfibio, ad essere costruita per la Marina degli Stati Uniti . Sarà la seconda nave della Marina ad essere chiamata Bougainville . La USS Bougainville sarà costruita da Huntington Ingalls Industries nel suo cantiere di Pascagoula, nel Mississippi e dovrebbe essere consegnata alla Marina degli Stati Uniti nel 2024.  La Bougainville ha iniziato ufficialmente la fabbricazione il 16 ottobre 2018

PORTAEREI LEGGERE (Light Carriers)

Classe Independence

All'entrata in guerra degli Stati Uniti i cantieri navali del paese erano impegnati in un grande programma di costruzione di portaerei: 5 unità della classe Essex già in costruzione e 8 in ordinazione per un totale di 13 unità.  Anche lavorando giorno e notte con tre turni di personale, i cantieri non potevano completare una nave in meno di due anni, inoltre occorreva un altro anno per averla addestrata e pronta al combattimento.  Per abbreviare questo lungo tempo di approntamento, la Marina si orientò verso scafi già costruiti e disponibili: a questo scopo furono scelti nove incrociatori leggeri della classe Cleveland, il primo dei quali l'Amsterdam, fu completato nel gennaio 1943 come portaerei leggera con il nome di Independence (CVl 22).

Indipendence (ex Amsterdam) CVL22

La USS Independence (CVL-22) (anche CV-22 ) è una portaerei leggera della Marina degli Stati Uniti , nave principale della sua classe e servita durante la seconda guerra mondiale. Trasformata dallo scafo di una nave da crociera, fu costruita dalla New York Shipbuilding Corporation e commissionata nel gennaio 1943. Prese parte agli attacchi a Rabaul e Tarawa prima di essere silurata dagli aerei giapponesi, necessitando di riparazioni a San Francisco da gennaio a luglio 1944 .
Dopo le riparazioni, ha lanciato numerosi attacchi contro obiettivi a Luzon e Okinawa. L'indipendenza faceva parte del gruppo di trasportatori che affondò i resti della flotta mobile giapponese nel Golfo di Leyte e molte altre navi giapponesi nello Stretto di Surigao. Fino alla resa del Giappone, è stata assegnata ai doveri di sciopero contro obiettivi nelle Filippine e in Giappone.

Princeton (ex Tallahasse) CVL 23

La portaerei USS Princeteon CVL 23 entrò in servizio il 25/02/1943 ed affondò il 24/10/1944 durante il prologo della battaglia navale di Leyte.

Belleau Wood (ex New Haven) CVL 24 - Bois Beallu R97

La USS Belleau Wood (CVL-24), era una portaerei leggera della classe Independence di costruzione statunitense che combatté tra la fine del 1943 e l'agosto 1945 nella guerra contro l'Impero giapponese, partecipando anche alle importanti battaglie navali del Mare delle Filippine e del Golfo di Leyte. Nel 1953 fu noleggiata dalla Francia e utilizzata dalla Marine nationale per i successivi sette anni, sotto il nuovo nominativo Bois Belleau (R 97). Nel 1960 fu dismessa e restituita agli Stati Uniti.

Cowpens (ex Huntington) CVL25

La USS Cowpens (CVL-25), era una portaerei leggera della classe Independence di costruzione statunitense che servì la United States Navy dal 1943 al 1947. Il nome deriva dalla Battaglia di Cowpens combattuta durante la Guerra d'Indipendenza. Durante la Seconda Guerra Mondiale partecipò al bombardamento di Wake il 5-6 ottobre del 1943,  alla Battaglia delle Marianne (19 -20 giugno del 1944) ed alla Battaglia di Leyte (25 -26 ottobre 1944), fu infine la prima portaerei ad entrare nella baia di Tokio il 15 agosto del 1945.

Monterey (ex Dayton) CVL26)

La USS Monterey fu una portaerei leggera della Classe Independence, in servizio con la United States Navy durante la Seconda guerra mondiale ed utilizzata come nave scuola per alcuni anni nel periodo post-bellico. Il nome deriva dalla Battaglia di Monterey combattuta il 7 luglio del 1846 nella guerra tra Messico e U.S.A..

Langley (ex Crown Point) CVL27 - La Fayette R96

La La Fayette (R 96), già USS Langley (CVL-27), era una portaerei leggera della classe Independence di costruzione statunitense noleggiata dalla Francia dopo il termine della seconda guerra mondiale ed utilizzata dalla Marine nationale, la marina militare francese, tra il 1951 e il 1963, quando fu dismessa e restituita agli USA.

Cabot (ex Wilmington) CVL 28 - Dedalo

Nata come incrociatore leggero, le era stato originariamente assegnato il nome USS Wilmington (CL-79), ma insieme alle altre portaerei della classe venne trasformata in portaerei leggera; come tale era in grado di operare a velocità di squadra (oltre 30 nodi) e di far operare un gruppo di volo di poco più di 30 velivoli, tra caccia, bombardieri e aerosiluranti. Assunto il nome di USS Cabot, questa nave partecipò alla seconda guerra mondiale nel teatro di guerra dell'Oceano Pacifico.

Bataan (ex Buffalo) CVL29

La USS Bataan (CVL-29 / AVT-4), originariamente prevista come USS Buffalo (CL-99) e anche classificati come CV-29 , era una portaerei leggera di classe Independence da 11.000 tonnellate che è stata commissionata nel Marina degli Stati Uniti durante la Seconda Guerra Mondiale.

San Jacinto (ex Newark) CVL30

Il secondo USS San Jacinto (CVL-30) della Marina degli Stati Uniti è stato una portaerei leggera di classe Independence che ha servito durante la seconda guerra mondiale . È stata chiamata per la Battaglia di San Jacinto durante la Rivoluzione del Texas . L'ex presidente degli Stati Uniti George HW Bush ha servito a bordo della nave durante la seconda guerra mondiale.

Classe Saipan

Le due portaerei leggere Saipan e Wright furono costruite utilizzando gli scafi di due incrociatori pesanti della classe Baltimore, classe costituita da 12 incrociatori contraddistinti dalle sigle da CA 68 a CA 75 e da CA 130 a CA 136.  Come le portaerei leggere della classe Independence furono costruite utilizzando scafi destinati a diventare incrociatori della classe Cleveland, così per accelerare i tempi di costruzione, agli inizi dell'anno 1944 fu deciso di utilizzare altri due scafi di incrociatori che dovevano ancora essere impostati nel cantiere della New York shipbuilding Corporation a New jersey, perchè la Marina aveva riconosciuto che erano più necessarie portaerei piuttosto che incrociatori.

Saipan CVL48

La prima USS Saipan (CVL-48) era una portaerei leggera della Marina degli Stati Uniti , la nave principale della sua classe di portaerei. Successivamente è stata selezionata per la conversione in una nave di comando nel 1963-1964, ma invece di diventare una nave di comando è stata convertita alla Major Communications Relay Ship Arlington (AGMR-2) nel 1965.

Wright CVL49

La USS Wright (CVL-49) era una portaerei di classe Saipan della Marina degli Stati Uniti , successivamente convertita nella nave di comando CC-2 . È la seconda nave chiamata "Wright". Il primo Wright (AV-1) è stato nominato per Orville Wright; il secondo ha onorato entrambi i fratelli Wright: Orville e Wilbur

PORTAEREI DI SCORTA (Escort Carriers)

Classe Long Island

La Long Island fu la prima portaerei di scorta della Marina degli Stati Uniti e fu anche la prima del mondo, precedendo la inglese Empire Audacity anch'essa del giugno 1941 e la giapponese Unyo del maggio 1942. In base alle esperienze conseguite in oltre un anno di convogli in Atlantico, fu sentita la necessità di disporre di portaerei di prestazioni ridotte da im piegare nella scorta dei convogli. Il problema fu discusso nel dicembre 1940-gennaio 1941, e nel marzo successivo furono comperati gli scafi delle motonavi Mormacmail e Molmacland, la prima delle quali, trasformata nel giro di tre mesi, divenne la A VG 1 Long Island: la sigla di classifica fu cambiata in ACV nell'agosto 1942 e infine in C VE nel luglio 1943.

Long Island CVE1

La USS Long Island (CVE-1) (originariamente AVG-1 e ACV-1 ) era la nave principale della sua classe e la prima portaerei di scorta della Marina degli Stati Uniti . Era anche la seconda nave ad essere intitolata a Long Island, New York . Fu deposta il 7 luglio 1939, come la nave da carico C-3 Mormacmail , sotto contratto della Commissione Marittima , dalla Sun Shipbuilding and Drydock Company , Chester, Pennsylvania come Yard n. 185, lanciata l'11 gennaio 1940, sponsorizzata dalla signora Dian B. Holt , acquisito dalla Marina il 6 marzo 1941, e commissionato il 2 giugno 1941 come Long Island (AVG-1) , il comandante Donald B. Duncan al comando.

Archer HMS D.78

La HMS Archer era una portaerei di scorta di classe Long Island costruita dagli Stati Uniti nel 1939-1940 e gestito dalla Royal Navy durante la seconda guerra mondiale . È stata costruita come nave cargo Mormacland , ma è stata convertita in un vettore di scorta e ribattezzata HMS Archer . La sua trasmissione è stata una costante causa di problemi che l'hanno portata a ritirarsi dal servizio di prima linea. Fu utilizzata come nave da deposito e poi come nave da alloggio prima di un refit e successivamente come nave da carico per i mercantili, l' Empire Lagan . È stata restituita alla Marina degli Stati Uniti, poi abbandonata come Archer prima di essere venduta al servizio di mercantile e convertita in una nave passeggeri , Anna Salén . Era abituata a portare gli emigrati in Australia e in Canada nei primi anni '50. Fu venduta e ribattezzata Tasmania e dopo un ulteriore servizio come nave emigrante fu riconvertita in nave mercantile. Successivamente è stata venduta e ribattezzata Union Reliance . Fu scartata dopo una collisione e un incendio nel 1961.

Classe Avenger

Oltre alla Mormacmail divenuta portaerei di scorta C VE I Long Island, la Marina americana comperò altri 50 scafi mercantili del tipo C 3 da trasformare.  La Mormacland, gemella della Long lsland fu ceduta alla Marina inglese divenendo H.M.S. Archer; altre 4 unità (Rio Hudson, Rio Paranà, Rio de la Plata e Rio de Janeiro} furono completate nella seconda metà del 1941 diventando le portaerei di scorta Avenger, Biter, Charger e Dasher di cui solo Charger rimase alla Marina degli Stati Uniti inizialmente con la sigla BA VG 4, sostituita poi da C VE 30; 1e altre tre furono consegnate alla Marina inglese nel corso del 1942.  L'unità nel suo aspetto si differenziava dalla Long Island perchè aveva un'Isola sul lato destro, costituita da una piccola sovrastruttura esternamente la plancia e sormontata da un albero a traliccio di forma irregolare.  Non vi era fumaiolo e gli scarichi dei diesel venivano espulsi ai due lati del ponte di volo da un collettore trasversale.

Avenger HMS D.14

La HMS Avenger era una portaerei della scorta della Royal Navy durante la seconda guerra mondiale. Nel 1939 fu deportata come la nave mercantile Rio-Hudson presso il cantiere Sun Shipbuilding & Drydock Company a Chester, in Pennsylvania . Lanciata il 27 novembre 1940, fu convertita in una portaerei di scorta e trasferita sotto contratto di leasing con la Royal Navy. Fu commissionata il 2 marzo 1942. La capacità della portaerei consentiva un massimo di 15 aeromobili. Nel settembre del 1942 partecipò a quello che era il convoglio russo più grande e di maggior successo fino ad oggi. Al suo ritorno a casa, dopo aver osservato un certo numero di difetti di progettazione, il capitano dell'Avenger ha elaborato raccomandazioni per la progettazione futura portaerei di scorta. Nel novembre 1942 partecipò all'operazione Torch , l'invasione alleata del Nord Africa, dove subì problemi al motore. Mentre lasciava il Nord Africa per iniziare il viaggio di ritorno a casa Avenger fu affondato dal sottomarino tedesco U-155 il 15 novembre 1942 alle 3:20 GMT, 9 ore dopo aver lasciato Gibilterra per la Gran Bretagna, con una grave perdita di vite umane tra il suo equipaggio.
Biter HMS D.97

La HMS Biter era una portaerei della Royal Navy durante la seconda guerra mondiale. Fu deposta come mercantile nel cantiere della Sun Shipbuilding & Drydock Company a Chester, in Pennsylvania . Lanciata il 28 dicembre 1939, fu convertita in una portaerei di scorta e fu commissionata alla Royal Navy il 6 maggio 1942. Fu restituita negli Stati Uniti nel 1945 e successivamente prestata in Francia.
Charger CVE 30

La portaerei USS Charger (CVE-30) (originariamente BAVG-4 , quindi AVG-30 , poi ACV-30 ) era una portaerei di scorta della Marina degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale . Progettata come la terza di quattro navi da carico / passeggero CP-3 del progetto C3 per la società Moore-McCormack , la nave fu lanciata il 1 ° marzo 1941 da Sun Shipbuilding e Drydock Co., Chester, Pennsylvania ; chiamato Rio de la Plata , è stato sponsorizzato dalla signora Felipe A. Espil ( Courtney Letts de Espil ). Il 20 maggio 1941, la Commissione marittima degli Stati Uniti requisì tutti e quattro i combiliner incompiuti, per la conversione in uso militare.
Dasher HMS D.37

La HMS Dasher (D37) era una portaerei britannica della Royal Navy, della classe Avenger, navi mercantili convertite  e una delle portaerei di scorta più corte. La Dasher è iniziato come il commerciante Rio de Janeiro costruito da Sun Shipbuilding (contratto della Commissione Marittima (Hull Sun-62). Fu convertita a Tietjen & Lang, trasferita alla Royal Navy e infine incaricata nel servizio RN come HMS Dasher (D37) il 2 luglio 1942. Partecipò all'operazione Torch , con sua sorella HMS Biter , trasportando Sea Hurricanes dell'804 Naval Air Squadron . Dopo aver effettuato alcune operazioni di traghetti aerei nel Mediterraneo , Dasher salpò per il Clydenel marzo 1943 e, dopo aver allungato il ponte di coperta di 42 piedi, imbarcò gli aerei Fairey Swordfish. Ha scortato un convoglio con successo, ma poco dopo aver lasciato con il secondo, Dasher ha avuto problemi al motore e ha girato indietro. Poco dopo essere arrivato al Firth of Clyde, il 27 marzo 1943, subì una grande esplosione interna e affondò.
 

Classe Bogue

La classe di Bogue era una classe di portaerei di scorta costruiti negli Stati Uniti per il servizio con la Marina degli Stati Uniti e (in prestito-locazione) la Royal Navy durante la Seconda Guerra Mondiale. Dopo la guerra, dieci navi della classe Bogue furono tenute in servizio dalla Marina degli Stati Uniti e furono usate per operazioni di trasporto di elicotteri e aerei. Le navi gestite dalla Royal Navy furono rinominate e raggruppate come la classe di Attacker e la classe Ruler; quest'ultimo ha tutti nomi di "Ruler". Dopo la guerra, quelle navi che servivano con la Royal Navy furono restituite negli Stati Uniti e furono o demolite o convertite per uso mercantile.

Tracker HMS D.24

La HMS Tracker (BACV-6 / D24) era una portaerei di scorta di classe Attacker costruito negli Stati Uniti, ma servito nella Royal Navy durante la seconda guerra mondiale. Tracker è stato depositato il 3 novembre 1941, sotto un contratto MARCOM (Maritime Commission), MC Hull 233, da Seattle-Tacoma Shipbuilding a Tacoma, Washington. Originariamente era destinata a diventare la seconda nave mercantile sostitutiva Mormacmail per Moore-McCormack Lines, Inc., tuttavia, prima del completamento, la nave fu acquistata dalla Marina statunitense. Nel 1942, le fu assegnata la designazione BACV-6 e trasformata in una compagnia di scorta a Willamette Iron & Steel, Portland, Oregon. Fu lanciata il 7 marzo 1942 e commissionata il 31 gennaio 1943; è stata trasferita alla Royal Navy e ribattezzata HMS Tracker. Il 10 giugno 1944, mentre faceva parte dello schermo antisommergibile del Comando Approaches Occidentali per gli sbarchi del D-Day, entrò in collisione con una fregata della classe fluviale della Royal Canadian Navy, HMCS Teme, causando danni a entrambe le navi. HMS Tracker continuò le sue operazioni nonostante gli archi prosciugati fino al 12 giugno 1944. Successivamente, fu riparata e parzialmente riparata a Liverpool, fino al 7 settembre 1944. L'8 dicembre 1944, la nave salpò per gli Stati Uniti per essere utilizzata come trasporto aereo, e trascorse il resto della guerra trasportando aerei e personale nel Pacifico. Nell'agosto del 1945, fece un ultimo viaggio nel Regno Unito, tornando alla Marina degli Stati Uniti nel novembre 1945. Fu venduta nel novembre del 1946 ed entrò in servizio come nave mercantile Corrientes, con sede in Argentina. Fu rottamata nel 1964.

Altamaha CVE 6 / Battler HMS D.18

HMS Battler (D18) era una portaerei di scorta di classe Attacker che serviva con la Royal Navy durante la Seconda Guerra Mondiale. Fu commissionata dalla Marina degli Stati Uniti come USS Altamaha (CVE-6), una compagnia di scorta di classe Bogue, e trasferita sotto il programma Lend-Lease nel Regno Unito e commissionata dalla Royal Navy come HMS Battler lo stesso giorno. Battler prestò servizio nella Royal Navy dal novembre 1942 fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale, servendo per la maggior parte come scorta di convogli nel Nord Atlantico e nell'Oceano Indiano. Ha viaggiato in tutto il mondo - USA, Regno Unito, Gibilterra, Malta, Salerno, Palermo, Suez, Aden, Cochin (India), Bombay, Sri Lanka, Mauritius, Madagascar, Seychelles, Maldive, Sydney e il Canale di Panama. Nel settembre del 1943, Battler sostenne l'invasione alleata dell'Italia a Salerno. Nel marzo del 1944, come parte della forza CS4, aiutò a interrompere le operazioni con le imbarcazioni U nell'Oceano Indiano quando il suo aereo guidò i cacciatorpediniere sulla nave di rifornimento tedesca, la Brake e due U-boat. Il freno fu distrutto dai colpi di arma da fuoco del cacciatorpediniere Roebuck e uno degli U-Boot fu danneggiato dagli aerei di Battler.  Battler fu restituito agli Stati Uniti il 12 febbraio 1946 e colpito dal registro navale della nave il 28 marzo. Fu venduta il 14 maggio alla Patapsco Steel Scrap Co., a Bethlehem, in Pennsylvania, e fu successivamente demolita.

Barnes CVE 7 / Attacker HMS D.2

HMS Battler (D18) era una portaerei di scorta di classe Attacker che serviva con la Royal Navy durante la Seconda Guerra Mondiale. Fu commissionata dalla Marina degli Stati Uniti come USS Altamaha (CVE-6), una compagnia di scorta di classe Bogue, e trasferita sotto il programma Lend-Lease nel Regno Unito e commissionata dalla Royal Navy come HMS Battler lo stesso giorno. Battler prestò servizio nella Royal Navy dal novembre 1942 fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale, servendo per la maggior parte come scorta di convogli nel Nord Atlantico e nell'Oceano Indiano. Ha viaggiato in tutto il mondo - USA, Regno Unito, Gibilterra, Malta, Salerno, Palermo, Suez, Aden, Cochin (India), Bombay, Sri Lanka, Mauritius, Madagascar, Seychelles, Maldive, Sydney e il Canale di Panama. Nel settembre del 1943, Battler sostenne l'invasione alleata dell'Italia a Salerno. Nel marzo del 1944, come parte della forza CS4, aiutò a interrompere le operazioni con le imbarcazioni U nell'Oceano Indiano quando il suo aereo guidò i cacciatorpediniere sulla nave di rifornimento tedesca, la Brake e due U-boat. Il freno fu distrutto dai colpi di arma da fuoco del cacciatorpediniere Roebuck e uno degli U-Boot fu danneggiato dagli aerei di Battler.  Battler fu restituito agli Stati Uniti il 12 febbraio 1946 e colpito dal registro navale della nave il 28 marzo. Fu venduta il 14 maggio alla Patapsco Steel Scrap Co., a Bethlehem, in Pennsylvania, e fu successivamente demolita.

Block Island CVE 8 / Hunter HMS D80

USS Block Island (CVE-8) (originariamente AVG e ACV) era una portaerei di scorta di classe Attacker che servì durante la seconda guerra mondiale. Fu deposta il 15 maggio 1941 come Mormacpenn sotto contratto della Comportaerei block island missione Marittima a Pascagoula, Mississippi da Ingalls Shipbuilding, acquisita dalla Marina degli Stati Uniti il 9 gennaio 1943 e trasferita simultaneamente attraverso il programma Lend-Lease nel Regno Unito come Trailer. L'11 gennaio 1943 la nave fu ribattezzata HMS Hunter (D80) e commissionata dalla Royal Navy. Nel marzo del 1945 fu assegnato al 21esimo velivolo. Ha partecipato all'Operazione Jurist e all'operazione Tiderace nell'agosto del 1945, la rioccupazione di Malaya e Singapore dai giapponesi. La nave fu restituita alla custodia degli Stati Uniti il 29 dicembre 1945 e venduta al merchant service il 17 gennaio 1947 come Almdijk. Nell'ottobre del 1965 la nave fu venduta per la demolizione in Spagna.

Bogue CVE9

USS Bogue (CVE-9) è stata la nave principale nella classe Bogue di corrieri di scorta nella Marina degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale. Originariamente era stata classificata come AVG-9, ma è stata cambiata in ACV-9, 20 agosto 1942; CVE-9, 15 luglio 1943; e CVHP-9, 12 giugno 1955. Gli aerei che operavano da Bogue affondarono undici sottomarini tedeschi e due giapponesi, rendendola la nave da trasporto anti-sommergibile di maggior successo nella seconda guerra mondiale.Bogue è stato deposto il 1 ° ottobre 1941 come Steel Advocate (scafo 170) sotto contratto della Commissione Marittima da Seattle-Tacoma Shipbuilding a Tacoma, Washington. Bogue fu lanciato il 15 gennaio 1942; sponsorizzato dalla signora W. Miller, Jr., moglie del tenente comandante Miller; trasferito alla Marina degli Stati Uniti il 1 maggio 1942; e commissionato il 26 settembre 1942, Capitano G. E. Short in command. La nave è stata nominata per Bogue Sound in North Carolina..

Breton CVE 10 / Chasser HMS D.32

USS Breton (CVE-10) (originariamente AVG-10 e poi ACV-10) era un corriere di classe Bogue che servì durante la seconda guerra mondiale come il vettore di scorta di classe Attacker britannico HMS Chaser (D32). Fu licenziata il 28 giugno 1941 con il contratto della Commissione marittima a Pascagoula, nel Mississippi da Ingalls Shipbuilding. La nave fu commissionata dalla Marina degli Stati Uniti il ​​9 aprile 1943 e trasferita simultaneamente attraverso il programma Lend-Lease nel Regno Unito. Lo stesso giorno, la nave fu ribattezzata HMS Chaser e commissionata dalla Royal Navy. Chaser fu assegnato alla scorta di convogli sulle rotte artiche, assistendo al naufragio dell'U-472 del 4 marzo 1944 e dell'U-366 e dell'U-973 nei due giorni successivi. Da marzo ad agosto del 1945 faceva parte della flotta britannica del Pacifico collegata al 30 ° velivoli. La portaerei è stata restituita alla custodia degli Stati Uniti il ​​12 maggio 1946 e venduto al servizio mercantile il 20 dicembre 1946 come Aagtekerk. La nave fu ribattezzata E Yung nel 1967. La nave ha avuto un grave incendio nel 2 ° posto il 3 dicembre 1972 ed è stata demolita a Kaohsiung, Taiwan poco dopo.

Card CVE 11

La USS Card (AVG-11 / ACV-11 / CVE-11 / CVHE-11 / CVU-11 / T-CVU-11 / T-AKV-40) era una portaerei americana di scorta di classe Bogue. Il suo scafo fu deposto il 27 ottobre 1941 come nave di classe C3 (tipo C3-S-A1), ma fu acquistata dalla Commissione Marittima mentre era in costruzione e fu trasformata in un vettore di scorta. Fu varata come Hull 178 il 27 febbraio 1942 da Seattle-Tacoma Shipbuilding, Tacoma, Washington, sponsorizzata dalla signora J. Perry. Acquistata dalla Marina il 1 ° maggio 1942, fu designata AVG 11 (Nave di scorta aeromobili n. 11), successivamente riclassificata come ACV-11 (Portaerei aereo ausiliario) il 20 agosto 1942 e convertita in un vettore di scorta con una dislocazione di 9,800 tonnellate . Fu commissionata l'8 novembre 1942 con il Capitano J. B. Sykes al comando e divenne la nave ammiraglia del Task Group 21.14 (TG 21.14), un gruppo cacciatore-assassino formato per distruggere sottomarini tedeschi nel Nord Atlantico. Nel 1964 fu affondata da azioni nemiche nel porto di Saigon, rimessa a nuovo e rimessa in servizio.

Copahee CVE 12

La USS Copahee (CVE-12) era una compagnia di scorta di classe Bogue che prestava servizio nella marina degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale. Originariamente classificato AVG-12, è stato modificato in ACV-12, 20 agosto 1942; CVE-12, 15 luglio 1943; e CVHE-12, 12 giugno 1955. Fu stabilita il 18 giugno 1941, come Steel Architect, sotto contratto di Maritime Commission (scafo 169) a Tacoma, Washington dai cantieri navali di Todd Pacific, lanciato il 21 ottobre 1941; sponsorizzato dalla signora W. Wells; acquisito dalla Marina degli Stati Uniti l'8 febbraio 1942; e commissionato il 15 giugno 1942, comandante J. G. Farrell al comando.

Core CVE13

USS Core (CVE-13), una portaerei di scorta di classe Bogue chiamata per il Core Sound in North Carolina, era originariamente classificata come AVG-13, ma è stata riclassificata ACV-13, 20 agosto 1942; CVE-13, 15 luglio 1943; CVHE-13, 12 giugno 1955; CVU-13, 1 luglio 1958; e T-AKV-41, 7 maggio 1959. Fu lanciata il 15 maggio 1942 da Seattle-Tacoma Shipbuilding di Tacoma, Washington, sotto un contratto della Commissione Marittima; sponsorizzato dalla signora B. B. Smith, moglie del tenente comandante Smith; acquisito dalla Marina, 1 maggio 1942; e incaricato il 10 dicembre 1942, capitano M. R.

Croatan CVE 14 / Fencer HMS D.64

HMS Fencer (D64) era una portaerei di scorta di classe Attacker che serviva con la Royal Navy durante la Seconda Guerra Mondiale. Fu commissionata dalla Marina degli Stati Uniti come USS Croatan (CVE-14) (originariamente AVG-14 e ACV-14), una compagnia di scorta di classe Bogue, ma fu trasferita il 20 febbraio 1943 sotto il programma Lend-Lease negli Stati Uniti Regno e commissionato dalla Royal Navy come HMS Fencer lo stesso giorno. Come portatore di guerra anti-sottomarino, Fencer scortò convogli nel Nord Atlantico e in Russia. Ha anche partecipato allo sciopero dell'operazione Tungsten sulla nave da guerra tedesca Tirpitz, dove ha fornito la copertura ASW per le compagnie aeree dello sciopero prima di essere trasferito nel Pacifico come nave da trasporto nell'ottobre del 1944. Dopo la seconda guerra mondiale, è tornata negli Stati Uniti il ​​21 dicembre 1946 , colpito per lo smaltimento il 28 gennaio 1947 e venduto a servizio mercantile il 30 dicembre come Sydney. La nave passò attraverso una serie di rinominazioni, prima a Roma nel 1967, poi a Galaxy Queen nel 1970, Lady Dina nel 1972 e infine a Caribia nel 1973, prima di essere demolita a Spezia nel settembre 1975.

Hamlin CVE 15 / Stalker HMS D.91

L'USS Hamlin (CVE-15) era uno di un grande gruppo di portaerei di scorta costruito sugli scafi della C-3 della Commissione Marittima e trasferito alla Royal Navy in prestito-prestito durante la seconda guerra mondiale. Lanciata da Western Pipe and Steel Company, San Francisco, California, il 5 marzo 1942, come AVG-15, nave di scorta di aerei, fu sponsorizzata dalla signora William H. Shea. La sua designazione fu cambiata in ACV-15, portaerei ausiliario, il 20 agosto 1942, e fu acquisita e trasferita simultaneamente nel Regno Unito il 21 dicembre 1942. La designazione di Hamlin fu cambiata in CVE-15, portaerei portaerei, il 15 luglio 1943. Ribattezzato HMS Stalker (D91), il vettore di scorta ha svolto un ruolo vitale nelle operazioni alleate nell'Atlantico. Ha partecipato allo sbarco di Salerno nel settembre del 1943, fornendo un supporto aereo in loco per le forze d'assalto. Stalker prese parte anche agli importanti sbarchi nel sud della Francia nell'agosto del 1944. Da marzo ad aprile 1945 fu assegnata al 21esimo velivolo. Tornata negli Stati Uniti il ​​29 dicembre 1945, fu colpita dal Navy Register il 20 marzo 1946 e venduta alla Waterman Steamship Corp. di Mobile, Alabama, il 18 dicembre 1946. Waterman a sua volta la vendette ai Paesi Bassi nell'agosto del 1947 dove fu convertita alla nave mercantile Riouw. In seguito ribattezzata Lobito nel 1968, fu rottamata a Taiwan nel settembre 1975.

Nassau CVE16

La USS Nassau (CVE-16) (originariamente AVG-16 e ACV-16) fu depositata il 27 novembre 1941 dalla Seattle-Tacoma Shipbuilding Corporation di Tacoma, Washington, come M.C. Scafo n. 234; lanciato il 4 aprile 1942; sponsorizzato dalla signora G. H. Hasselman, Tongue Point, Oregon; acquisito dalla Marina il 1 maggio, rimorchiato al Puget Sound Navy Yard, Bremerton, Washington, e convertito in una portaerei di scorta; e commissionato il 20 agosto, il capitano Austin K. Doyle al comando. Nassau era uno dei trentasette CVE C3 costruiti da Tacoma, di cui ventisei erano andati alla Royal Navy. Era uno dei dieci portaerei di scorta di classe Bogue che prestavano servizio nella marina statunitense. Nassau lasciò Alameda il 13 maggio 1946 per Tacoma, Washington. Il 28 ottobre, ha ritirato la nave ed è entrata nella Pacific Reserve Fleet. Designata per modifiche a scopi di trasporto aereo, la sua classificazione fu cambiata in CVHE-16, il 12 giugno 1955. Poco dopo si trasferì al Bremerton Reserve Group, e fu colpita dal Navy Register, il 1 ° marzo 1959. Nel giugno 1961 fu rimorchiata in Giappone per la demolizione. Il 15 gennaio 1946, Altamaha si diresse a Tacoma, Washington. I preparativi per la disattivazione furono iniziati lì, e il vettore fu messo fuori servizio, in riserva, il 27 settembre 1946. La nave fu ridesignata CVHE-18 il 12 giugno 1955. Il suo nome fu preso dal Registro Navale dei Veli il 1 marzo 1959, e la nave fu venduta il 25 aprile 1961 a Eisenberg & Co., New York City, New York, e, più tardi in quell'anno, fu demolita in Giappone.

St. George CVE 17 / Pursuer HMS D.73

USS St. George (CVE-17) (originariamente AVG-17 poi ACV-17) è stato depositato il 31 luglio 1941 come C3-S-A2 da Ingalls Shipbuilding, Hull 296 di Pascagoula, Mississippi, sotto contratto della Commissione Marittima come (secondo) SS Mormacland per Moore-McCormack Lines, Inc. (MC Hull 163). Fu ribattezzata St. George (AVG-17) dalla Marina degli Stati Uniti il 7 gennaio 1942; e assegnato al Regno Unito sotto Lend-Lease come HMS Pursuer il 24 febbraio 1942. Lanciato il 18 luglio 1942; è stata sponsorizzata dalla signora Mary Ann S. Bartman, riclassificata ACV-17 il 20 agosto 1942, acquisita dalla marina statunitense e contemporaneamente trasferita in Gran Bretagna il 14 giugno 1943. È stata riclassificata CVE-17 il 15 luglio 1943. La nave servì nella flotta di casa durante la seconda guerra mondiale, principalmente in servizio di scorta di scorta. Tuttavia, il 3 aprile 1944, fornì supporto combattente per un attacco aereo sulla nave da guerra tedesca Tirpitz ad Altenfjord, Norvegia. Il 26 aprile 1944 Grumman Wildcats dell'882 Naval Air Squadron prese parte all'attacco di successo su un convoglio tedesco al largo di Bodo, nel nord della Norvegia. Consisteva di quattro navi di rifornimento di medie dimensioni e cinque navi di scorta. Tutte e quattro le navi di rifornimento e una delle scorte sono state colpite con bombe e tre delle navi di rifornimento sono state bruciate, la più grande delle quali si è arenata. Mentre questo attacco era in corso, altri velivoli navali penetrarono nel porto di Bodo, dove una grande nave di rifornimento fu colpita da bombe e incendiata a mezza nave. L'inseguitore ha subito danni da tempesta durante questa operazione e le riparazioni sono state completate per un mese. Ha servito come nave da guerra anti-sottomarino nella Battaglia di Normandia e in agosto e settembre 1944 faceva parte di un gruppo di trasportatori britannico che forniva copertura aerea per gli sbarchi nel sud della Francia. Il vettore fu restituito alla custodia degli Stati Uniti il ​​12 febbraio 1946, colpito dal Registro della Marina il 28 marzo 1946, e venduto per la demolizione il 14 maggio di quell'anno al Patapsco Steel Scrap Co., Bethlehem, Pennsylvania.

Altamaha CVE18

USS Altamaha (AVG-18 / ACV-18 / CVE-18) era una portaerei di scorta nella Marina degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale. È stata chiamata per il fiume Altamaha in Georgia. Il 19 dicembre 1941, a Tacoma, Washington, la società di costruzione navale di Seattle-Tacoma stabilì che Altamaha era stato posto sotto contratto con la Commissione marittima (scafo MC 235); lanciato il 25 maggio 1942; sponsorizzato dalla signora Thomas S. Combs, moglie del comandante Combs, che era l'ufficiale comandante di Casco, e incaricato il 15 settembre 1942 del comando del capitano J. R. Tate.

Prince William CVE 19 / Striker HMS D.12

Il nome Prince William (CVE-19) (prima AVG-19 poi ACV-19) fu assegnato allo scafo MC 198, un C3 convertito stabilito dalla Western Pipe and Steel Company, San Francisco, California, il 15 dicembre 1941. Designata per il trasferimento alla Royal Navy in base all'accordo Lend-Lease, è stata ribattezzata e lanciata come HMS Striker (D12), 7 maggio 1942; riprogettato ACV-19, 20 agosto 1942; consegnato alla Marina degli Stati Uniti il 28 aprile 1943; e trasferito alla Royal Navy il 18 maggio 1943. CVE-19 ridisegnato, nella US Navy List, il 15 luglio 1943. Da marzo ad agosto 1945 la nave faceva parte della flotta britannica del Pacifico collegata al 30 ° Aircraft Carrier Squadron come sua nave di bandiera . Ha servito con la Royal Navy per tutto il resto della seconda guerra mondiale. È stata restituita alla US Navy, a Norfolk, il 12 febbraio 1946; colpito dal registro navale, il 28 marzo 1946; e venduto a Patapsco Steel Scrap Co., Bethlehem, Pennsylvania, il 5 giugno 1948 e demolito.

Barnes CVE20

La USS Barnes (AVG-20 / ACV-20 / CVE-20) era una portaerei di classe Bogue nella Marina degli Stati Uniti. Era la seconda nave a portare il nome. Barnes fu deposto sotto un contratto della Commissione Marittima e fu trasferito alla Marina degli Stati Uniti il 1 maggio 1942. La nave fu varata il 22 maggio 1942 da Seattle-Tacoma Shipbuilding, Tacoma, Washington, sponsorizzata dalla signora GL Hutchinson, la vedova di Tenente Hutchinson. Barnes fu incaricato il 20 febbraio 1943 con il Capitano Cato Douglas Glover al comando. Originariamente classificato AVG-20, è stata riclassificata ACV-20 il 20 agosto 1942, CVE-20 il 15 luglio 1943 e CVHE-20 il 12 giugno 1955.

Block Island CVE21

La USS Block Island (CVE-21 / AVG-21 / ACV-21) era una portaerei di classe Bogue per la Marina degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale. Era la prima di due corrieri di scorta intitolata a Block Island Sound al largo di Rhode Island. Block Island fu lanciato il 6 giugno 1942 dalla Seattle-Tacoma Shipbuilding Corporation a Tacoma, Washington, sotto un contratto della Commissione Marittima; sponsorizzato dalla signora H. B. Hutchinson, moglie del comandante Hutchinson; trasferito alla Marina degli Stati Uniti il 1 maggio 1942; e commissionato l'8 marzo 1943 al comando del comandante Logan C. Ramsey. Originariamente classificato AVG-21, divenne ACV-21 il 20 agosto 1942 e CVE-21 il 15 luglio 1943. Prende il nome da Block Island, un'isola nel Rhode Island a est di New York.

AVG 22 / Searcher HMS D.40

HMS Searcher era un corriere di classe Righer della Royal Navy. Costruita a Seattle negli Stati Uniti (come classe Bogue), è stata trasferita nel Regno Unito con Lend-Lease. Lanciata nel 1942, prestò servizio fino al 29 novembre 1945. Fu venduta al servizio mercantile e ribattezzata Captain Theo. Nel 1966 fu ribattezzata di nuovo in Oriental Banker e alla fine fu demolita a Taiwan nel 1976.

Breton CVE23

USS Breton (CVE-23) (precedentemente AVG-23 e ACV-23) era una portaerei di classe Bogue della Marina degli Stati Uniti. Breton era in servizio come vettore di scorta dal 1943 al 1946 e come trasportatore di aerei dal 1958 al 1970. Breton fu lanciato il 27 giugno 1942 da Seattle-Tacoma Shipbuilding di Tacoma, Washington sotto un contratto della Commissione Marittima; sponsorizzato dalla signora A. H. Rooks, vedova del capitano Albert Harold Rooks, un mediatore postumo della medaglia d'onore della marina militare nella seconda guerra mondiale; e commissionato il 12 aprile 1943, con il comandante E. C. Ewen al comando.

Ravager HMS D.70

HMS Ravager (D70) era una portaerei di scorta di classe Righer costruito negli Stati Uniti (come classe Bogue) e gestito dalla Royal Navy durante la seconda guerra mondiale. Ravager fu inizialmente costruito negli Stati Uniti dalla Seattle-Tacoma Shipbuilding a Tacoma nel 1942. Fu acquistata dalla Marina degli Stati Uniti e convertita in una compagnia di scorta presso la Commercial Iron Works, Portland, Oregon. Alla fine del 1943 fu trasferita alla Royal Navy e denominata HMS Ravager. La nave inizialmente serviva come scorta di convogli nel teatro atlantico. Più tardi nel corso della guerra fu usata principalmente come corriere per l'atterraggio di ponti. Nel febbraio del 1946 fu riportata nella Marina degli Stati Uniti e venduta per uso civile nel luglio del 1947, ribattezzata con il nome di Robin Trent e in seguito di Trento. Fu demolita nel 1973.

Croatan CVE25

USS Croatan (CVE-25) (precedentemente AVG-25 e ACV-25) era un vettore di scorta lanciato il 1 ° agosto 1942 dalla Seattle-Tacoma Shipbuilding Corporation di Seattle, Washington, con un contratto della Commissione marittima; sponsorizzato dalla signora J. S. Russell; e commissionato il 28 aprile 1943 al comando del comandante J. B. Lyon.


Classe Bogue / Sottoclasse Ruler / Prince William

La maggior parte delle navi della classe Bogue furono trasferite alla Royal Navy in base alle disposizioni del programma Lend-Lease; hanno ricevuto nuovi nomi per il loro servizio RN e sono tornati nella marina statunitense dopo la guerra. Il primo gruppo da trasferire era conosciuto dal RN come classe di attaccante; al loro posto furono costruiti sostituti con gli stessi nomi della flotta americana. Un secondo gruppo di navi venne costruito e inviato quasi nella sua interezza alla Royal Navy, conosciuta come la classe Ameer o "Ruler" nel servizio britannico, e talvolta come classe Prince William nella Marina degli Stati Uniti. Al momento della consegna, questi vettori richiedevano modifiche per conformarsi agli standard della Royal Naval e, per alcune navi, i lavori iniziali furono eseguiti da Burrard Dry Dock a Vancouver, British Columbia, Canada. Questi includevano l'estensione del ponte di volo, il montaggio di controlli di volo ridisegnati e la disposizione della direzione del combattente, modifiche all'hangar, alloggi e magazzini, misure di sicurezza supplementari, oliatura in mare, cannoni e altre comunicazioni interne, strutture extra wireless e radio, nave nera disposizioni e altri elementi ritenuti necessari per il servizio britannico. I conseguenti ritardi nell'attivazione di queste navi in servizio attivo hanno causato commenti critici da parte di alcuni membri della Marina statunitense.

Prince William CVE31

USS Prince William (CVE-31) (originariamente AVG-31, successivamente ACV-31), ex MC Hull 242, fu depositato dalla Seattle-Tacoma Shipbuilding Corporation di Tacoma, Washington, il 18 maggio 1942 come AVG-31; riprogettato ACV-31 il 20 agosto 1942; lanciato il 23 agosto 1942; sponsorizzato dalla signora Paul Foley; e commissionato il 9 aprile 1943, il capitano Herbert E. Regan al comando. La nave prende il nome dal suono del principe William, in Alaska.

Chatham CVE 32 / Slinger HMS D.26

USS Chatham (CVE-32) (originariamente designato AVG-32, poi ACV-32) fu costruito presso il Seattle-Tacoma S / Y, Hull # 27, Seattle, Washington e trasferito nel Regno Unito l'11 agosto 1943 sotto prestito- contratto di locazione e ribattezzato HMS Slinger (D26). Equipaggiato dagli inglesi come trasportatore, la nave fu estratta il 5 febbraio 1944 ma tornò in servizio, il 17 ottobre. Nel 1945, fu trasferita per il servizio nel Pacifico come portaerei da combattimento e fu assegnata al 30 ° Squadrone di portaerei. Dopo la guerra, fu restituita alla custodia degli Stati Uniti il 27 febbraio 1946 e fu venduta / convertita da Robin Line il 21 novembre 1946 come Robin Mowbray. Moore-McCormack Lines, Inc acquistò Robin Line nel 1958. Fu rottamata a Kaohsiung Taiwan nel 1969-1970.

Glacier CVE 33 / Atheling HMS D.51

HMS Atheling (D51) era un corriere di classe Righer della Royal Navy della Seconda Guerra Mondiale. Era una nave costruita negli Stati Uniti fornita in prestito e restituita negli Stati Uniti alla fine delle ostilità. Dal novembre 1944 al 1945, fu impiegata per operazioni di traghetti aerei per flotte britanniche e statunitensi. Dopo la guerra fu utilizzata come truppa prima di tornare negli Stati Uniti. Dall'ottobre 1945 all'aprile 1946, il suo comandante era il capitano John Inglis, che sarebbe diventato direttore dell'intelligence navale nel luglio del 1954. Atheling si trasferì a Norfolk, in Virginia, il 6 dicembre 1946 per il ritorno negli Stati Uniti. Il suo nome fu cancellato dal registro navale il 7 febbraio 1947 e fu venduta alla National Bulk Carriers come mercantile Roma 26 novembre 1947. Fu rottamata in Italia nel novembre 1967.

Pybus CVE 34 / Emperor HMS D.98

USS Pybus (CVE-34) era inizialmente un corriere di classe Bogue della Marina degli Stati Uniti. La nave fu trasferita nel Regno Unito per il servizio nella Royal Navy come vettore di scorta della classe Righer HMS Emperor (D98) come parte del programma Lend-Lease della Seconda Guerra Mondiale. Entrato in servizio nel 1943, la nave partecipò alle operazioni contro la nave da guerra tedesca Tirpitz e le invasioni della Normandia e della Francia meridionale. Ritornato negli Stati Uniti dopo la guerra, la compagnia fu venduta per rottami nel 1946.

Baffins CVE 35 / Ameer HMS D.01

La portaerei  di scorta USS Baffins (CVE-35) (originariamente AVG-35, poi ACV-35) fu lanciato il 18 ottobre 1942 da Seattle-Tacoma Shipbuilding, Tacoma, Washington; sponsorizzato dalla signora Laurence Bennett, moglie del comandante Bennett; e incaricato il 28 giugno 1943, il comandante W. L. Rees al comando. Prende il nome da Baffin Bay nel sud del Texas. HMS Ameer è stato restituito alla Marina degli Stati Uniti a Norfolk, in Virginia, il 17 gennaio 1946 e successivamente venduto al servizio mercantile il 17 settembre 1946 come Robin Kirk. In seguito fu demolita a Taiwan nel 1969.

Bolinas CVE 36 / Begum HMS D.38

USS Bolinas (CVE-36) (originariamente AVG-36, poi ACV-36) era una portaerei di scorta lanciato l'11 novembre 1942 da Seattle-Tacoma Shipbuilding, Tacoma, Washington; sponsorizzato dalla signora G. B. Sherwood, moglie del comandante Sherwood; e commissionato il 22 luglio 1943 al comando del capitano H. L. Meadow. Dopo il suo ritorno è stata dichiarata eccedentaria dalla US Navy. Fu colpita per la cessione 19 giugno 1946 e venduta dalla Marina in servizio mercantile il 16 aprile 1947 come Raki e in seguito I Yung. Fu demolita a Taiwan nel marzo 1974.

Bastian CVE 37 / Trumpeter HMS D.09

La USS Bastian (CVE-37) (originariamente AVG-37 e poi ACV-37) era una portaerei di scorta di classe Bogue costruita da Seattle-Tacoma Shipbuilding di Tacoma, Washington, stabilita il 25 agosto 1942 e lanciata il 15 dicembre 1942. Fu trasferita nel Regno Unito, sotto Lend-Lease e commissionata il 4 agosto 1943 come portavoce di classe Righer HMS Trumpeter (D09). Il 4 maggio 1945 un aereo della 846 Naval Air Squadron volò da Trumpeter per prendere parte a Operation Judgment, un attacco al deposito di U-boat a Kilbotn, in Norvegia, con la partecipazione di otto Grumman Avengers e quattro Grumman Wildcats a un attacco da 44 aerei che distrusse diversi navi compreso il deposito "Black Watch" e U-711. La portaerei fu restituita alla custodia degli Stati Uniti il 6 aprile 1946, colpito dal registro navale della nave 19 giugno 1946 e venduto al mercantile come Alblasserdijk (in seguito ribattezzato Irene Valmas). Fu venduta per rottame in Spagna nel 1971.

Carneige CVE 38 / Empress HMS D.42

La USS Carnegie (CVE-38) (precedentemente AVG-38 e poi ACV-38) era una portaerei di scorta costruita nel 1942-43 per il trasferimento nel Regno Unito. È stata riclassificata ACV-38 il 20 agosto 1942 e CVE-38 il 15 luglio 1943. È stata incaricata il 9 agosto 1943 per un periodo di tre giorni prima di essere consegnata nel Regno Unito, sotto la quale ha prestato servizio come HMS Empress (D42). Durante la seconda guerra mondiale, ha prestato servizio nell'Oceano Pacifico e nell'Oceano Indiano. Nel settembre del 1945, l'imperatrice fu coinvolta nell'operazione Tiderace, la rioccupazione di Singapore dai giapponesi. Il 28 gennaio 1946, fu restituita alla custodia degli Stati Uniti, fu colpita dal registro navale della nave il 28 marzo 1946 e fu venduta per demolizione il 21 giugno 1946.

Cordova CVE 39 / Khedive HMS D.62

La USS Cordova (CVE-39) (originariamente AVG-39 poi ACV-39) era una portaerei di scorta lanciata il 27 dicembre 1942 da Seattle-Tacoma Shipbuilding di Tacoma, Washington; sponsorizzato dalla signora A. E. Mitchell. Riclassificato CVE-39 il 15 luglio 1943, Cordova fu trasferito alla Royal Navy il 25 agosto 1943, quando HMS Khedive (D62) Khedive servì come nave da comando per l'invasione del Sud della Francia nel giugno 1944. Da aprile ad agosto del 1945 fu con la flotta delle Indie orientali come parte del 21 ° velivolo. Khedive avrebbe preso parte all'invasione di Singapore nel settembre del 1945, nome in codice Operation Tiderace. Ma con la resa giapponese, è stata semplicemente dispiegata nell'isola per sicurezza. Fu restituita alla custodia degli Stati Uniti il 26 gennaio 1946 e venduta al servizio mercantile il 23 gennaio 1947 come Rempang (in seguito Daphne). Fu venduta per rottame in Spagna nel 1975.

Delgada CVE 39 / Speaker HMS D.90

Speaker HMS (D90), una portaerei di classe Ruler, basato su uno scafo "C3", era originariamente la USS Delgada di classe Bogue (AVG / ACV / CVE-40), che è stata trasferita nel Regno Unito sotto il Lend- Programma di affitto. Il 27 luglio 1946 HMS Speaker fu restituito negli Stati Uniti dopo essere arrivato a Norfolk Navy Yard il 20 luglio. Il mazzo di volo fu rimosso e fu venduto in servizio mercantile il 22 aprile 1947 come Lancero (in seguito ribattezzato Presidente Osmena nel 1965 e Lucky One nel 1971). La nave fu venduta per rottame a Taiwan nel 1972.

CVE 41 Edisto / Nabob HMS D.77

HMS Nabob (D77) era una portaerei di scorta di classe Ruler che prestò servizio nella Royal Navy nel 1943 e nel 1944. La nave fu costruita negli Stati Uniti come la Bogue-class USS Edisto (CVE-41) (originariamente AVG-41 quindi successivamente ACV-41) ma non ha funzionato con la Marina degli Stati Uniti. Nell'agosto del 1944 la nave fu silurata dal sottomarino tedesco U-354 mentre partecipava ad un attacco alla nave da guerra tedesca Tirpitz. Nabob sopravvisse all'attacco, ma al ritorno in porto fu considerato troppo danneggiato per riparare. La portaerei di scorta rimase in porto per il resto della guerra e fu riportato negli Stati Uniti dopo di esso. Nabob è uno dei due corrieri di scorta della Royal Navy costruiti negli Stati Uniti, elencati come persi nell'azione (entrambi danneggiati irreparabilmente, ma restituiti) durante la seconda guerra mondiale. La nave fu venduta per rottami dagli Stati Uniti ma trovò una seconda vita quando fu acquistata e convertita per uso mercantile con il suo nome britannico, Nabob. Successivamente ribattezzato Glory, la nave fu venduta per la demolizione nel 1977.

CVE 42 Estero / Premier HMS D.23

Il primo USS Estero (CVE-42) (precedentemente AVG-42 e poi ACV-42) era una portaerei di scorta lanciata il 22 marzo 1943 dalla Seattle-Tacoma Shipbuilding Corporation, a Seattle, Washington, e sponsorizzata dalla signora C. N. Ingraham. Fu riclassificata CVE-42 il 15 luglio 1943. Completata nell'ottobre del 1943, fu trasferita alla Royal Navy il 3 novembre 1943 e commissionata lo stesso giorno dell'HMS Premier. Ha prestato servizio nella Seconda Guerra Mondiale come trasportatore di scorta ASW in acque europee e in aggiunta come vettore di traghetti. Fu restituita alla custodia degli Stati Uniti il 2 aprile 1946, fu colpita il 21 maggio 1946 e fu venduta al servizio mercantile come la Rhodesia Star (in seguito ribattezzata Hong Kong Knight) nel 1947. Fu rottamata a Taiwan nel 1974.

CVE 43 Jamaica / Shah HMS D.21

USS Jamaica (CVE-43) (originariamente AVG-43 e poi ACV-43), fu un vettore di scorta della Seconda Guerra Mondiale che servì nella British Royal Navy come HMS Shah (D21). Ritornata negli Stati Uniti alla fine della guerra, fu trasformata in una nave mercantile e fu venduta nel servizio civile nel 1946 come Salta. Alla fine fu rottamata nel 1966.

CVE 44 Keweenaw / Patroller HMS D.07

HMS Patroller era una portaerei di scorta nella Royal Navy durante la seconda guerra mondiale. Presentata nel 1942 presso la compagnia navale Seattle-Tacoma, fu originariamente battezzata USS Keweenaw (CVE-44). USS Keweenaw (precedentemente AVG-44 e poi ACV-44) era un vettore di scorta depositato sotto contratto della Commissione Marittima da Seattle-Tacoma Shipbuilding di Tacoma, Washington, il 27 novembre 1942; lanciato il 6 maggio 1943; sponsorizzato dalla signora R. G. Risley; assegnato al Regno Unito il 10 giugno 1943; CVE-44 riclassificato il 15 luglio 1943; e trasferito nel Regno Unito con il prestito-leasing il 22 ottobre 1943. Durante il resto della guerra, servì la Royal Navy come Holler Patroller e operò nell'Atlantico con scorta di scorta e servizio di pattuglia, con brevi periodi come trasportatore per l'esercito e la marina. Arrivata a Norfolk, in Virginia, il 9 dicembre 1946, fu riportata nella Marina degli Stati Uniti lo stesso giorno. Il suo nome è stato cancellato dal registro navale della nave 7 febbraio 1947 e fu venduta alla Waterman Steamship Corp., il 26 agosto 1947 come Almkerk (in seguito ribattezzato Pacific Reliance). Fu demolita a Taiwan nel 1974.

CVE 45 Prince / Rajah HMS D.10

La USS Prince (CVE-45) (originariamente chiamato McClure, designato 'AVG-45' poi in seguito 'ACV-45') era una portaerei di scorta depositata il 17 dicembre 1942 dalla Seattle-Tacoma Shipbuilding Corporation di Tacoma, Washington. Fu ribattezzata Principe il 13 novembre 1942 e varata il 18 maggio 1943. Fu sponsorizzata dalla signora J. L. McGuigan, riclassificata CVE-45 il 15 luglio 1943 e trasferita nel Regno Unito sotto Lend-Lease il 17 ottobre 1943. La Prince ha servito il Regno Unito come HMS Rajah (D10). È stata restituita alla Marina degli Stati Uniti a Norfolk, in Virginia, il 13 dicembre 1946. È stata colpita dal registro navale dei pescherecci il 7 febbraio 1947 e consegnata al suo acquirente, Waterman Steamship Corporation, il 7 luglio. Divenne la nave mercantile Drente (in seguito ribattezzata Lambros, poi Ulisse) nel 1948. Fu rottamata a Taiwan nel 1975.

CVE 46 Niantic / Ranee HMS D.03

La USS Niantic (CVE-46), era una portaerei di scorta statunitense, che servì nella Royal Navy come HMS Ranee (D03). La Niantic, che in origine aveva ricevuto la designazione AVG-46, fu riprogettato come ACV-46 il 20 agosto 1942. La chiglia della nave fu approntata dalla Seattle-Tacoma Shipbuilding Corporation nel loro cantiere di Tacoma, Washington il 5 gennaio 1943. La nave fu lanciata il 2 giugno, sponsorizzato dalla signora Ray V. Blanco. È stata nuovamente ridisegnata al CVE-46 il 15 luglio di quell'anno e trasferita nel Regno Unito sotto Lend-Lease l'8 novembre, quando è stata commissionata alla Royal Navy. Mentre uno dei 38 vettori di scorta C3 convertiti trasferiti nel Regno Unito, Ranee si unì alle portaerei mercantili a guardia delle rotte del convoglio atlantico. Assegnato agli Approcci Occidentali, il suo velivolo ha contribuito a rovesciare i tavoli per la caccia agli U-Boot nel Nord Atlantico e ha anche assistito nelle operazioni per chiudere il loro transito settentrionale nell'Atlantico e rintracciarli nel Golfo di Biscaglia. Servendo con Squadrone addestratore, Approcci occidentali, alla fine del 1945, fu restituita alla custodia degli Stati Uniti a Norfolk, in Virginia, il 21 novembre 1946. Fu dichiarata non essenziale per la difesa degli Stati Uniti, e colpita dalla Lista della Marina il 22 gennaio 1947. Fu venduta al servizio mercantile il 9 giugno 1947 alla Waterman Steamship Corporation, a Mobile, in Alabama come Friesland (successivamente Pacific Breeze). Fu venduta per rottame a Taiwan nel 1974.

CVE 47 Perdido / Trouncer HMS D.85

La USS Perdido (CVE-47) (precedentemente AVG-47, successivamente ACV-47) era una portaerei di scorta di classe Bogue depositato come ACV-47 sotto contratto della Maritime-Tacoma Shipbuilding di Tacoma, Washington, 1 febbraio 1943; lanciato il 16 giugno 1943; patrocinato dalla sig.ra H. M. Bemis, riclassificato come CVE-47 il 15 luglio 1943; e completato presso la Commercial Iron Works, Portland, Oregon. Assegnato al Regno Unito sotto contratto di prestito il 23 giugno 1943, Perdido fu acquisito dalla Royal Navy a Portland, il 31 gennaio 1944. Durante il resto della Seconda Guerra Mondiale, prestò servizio nella Royal Navy come portavoce di classe Righer HMS Trouncer (D85 ) e ha preso parte alla scorta di convogli e alle operazioni di pattuglia ASW. Il corriere di scorta tornò a Norfolk, in Virginia, il 21 febbraio 1946. Perdido fu restituito alla Marina degli Stati Uniti il ​​3 marzo 1946, e il 25 marzo il Segretario della Marina la autorizzò a disposizione. Il suo nome fu battuto dal registro navale il 12 aprile 1946. Fu venduta a William B. St. John, consegnata al suo acquirente il 6 marzo 1947 e fattorizzata in servizio mercantile come Greystroke Castle (ribattezzata Gallic nel 1954 e Berinnes nel 1959). Fu venduta per rottame a Taiwan nel 1973.

CVE 48 Sunset / Thane HMS D.48

USS Sunset (CVE-48) (precedentemente AVG-48 e ACV-48) era una portaerei di scorta di classe Bogue. Assegnato il 23 agosto 1942 a MC scafo 259, un C3-S-A1 modificato depositato il 23 febbraio 1943 da Seattle-Tacoma Shipbuilding di Tacoma, Washington; lanciato il 15 luglio e CVE-48 riprogettato lo stesso giorno; sponsorizzato dalla signora C.E. Taylor. È stata trasferita nel Regno Unito in base all'accordo Lend-Lease il 19 novembre; e commissionato lo stesso giorno di HMS Thane (D48), un corriere di classe Ruler nella Royal Navy. HMS Thane operava nel Nord Atlantico proteggendo convogli e trasportando aerei da usare nel teatro europeo. Il 15 gennaio 1945, mentre traghettava gli aerei nel Mare d'Irlanda, fu silurata dal sottomarino tedesco U-1172 e gravemente danneggiata, perdendo la sua postazione di poppa a 5 pollici e il suo sponsor, disattivando la propulsione e perdendo 10 uomini. Portata alla Gare Loch nel Firth of Clyde, nel sud-ovest della Scozia, fu esaminata, dichiarò una perdita totale costruttiva e ritirò la riserva. È stata restituita alla custodia degli Stati Uniti mentre si trovava nel Regno Unito il 12 maggio. Determinata a non essere utile alla Marina Militare degli Stati Uniti, era pronta per lo smaltimento a ottobre; e fu successivamente demolita.

CVE 49 St Andrews / Queen HMS D.19

La USS St. Andrews (CVE-49) (originariamente AVG-49, in seguito ACV-49) fu assegnata a MC Hull 260 il 23 agosto 1942, una nave da costruire per modificare i piani C3-S-A1. Fu licenziata il 12 marzo 1943 dalla Seattle-Tacoma Shipbuilding Corporation di Tacoma, Washington; CVE-49 riprogettato il 15 luglio; e lanciato il 31 luglio; sponsorizzato dalla signora Robert W. Morse; trasferito nel Regno Unito con Lend-Lease il 7 dicembre; e commissionato lo stesso giorno di HMS Queen (D19) nella Royal Navy. La HMS Queen servì le ​​forze di scorta britanniche e alleate nel proteggere lo sforzo vitale di rifornimento di convoglio attraverso l'Atlantico del Nord nel 1944, e nel Pacifico nel 1945. Il 4 maggio 1945 l'aereo della Queen's 853 Squadron, Fleet Air Arm, prese parte all'operazione Judgment, l'ultimo raid aereo della guerra europea, a Kilbotn, in Norvegia. Dopo che le ostilità cessarono, fu convertita in una nave da truppa e fu usata per riportare le forze britanniche dall'Estremo Oriente, prima di essere restituita negli Stati Uniti a Norfolk, in Virginia, il 31 ottobre 1946. Al suo arrivo, la Regina fu ritirata dalla Royal Navy e fu rilevata dalla Marina degli Stati Uniti. In eccesso di esigenze della Marina, CVE-49 è stato previsto, a dicembre, per lo smaltimento; colpito dal Navy Register nel luglio 1947, venduto al N.V. Stoomv, Maats, Nederland Co., Amsterdam, Paesi Bassi e pressato in servizio mercantile come Roebiah il 29 luglio 1947 (ribattezzato Presidente Marcos nel 1967 e Lucky One nel 1972). Fu demolita a Taiwan nel 1972.

CVE 50 St. Joseph / Ruler HMS D.72

La HMS Ruler era una portaerei di scorta di classe Righer della Royal Navy britannica durante la seconda guerra mondiale. È stata costruita negli Stati Uniti come trasportatore di classe Bogue St. Joseph (AVG / CVE / ACV-50) per Lend-Lease nel Regno Unito. Il 23 agosto 1942, il 23 agosto 1942, il nome di St. Joseph (che la fece diventare la prima nave della Marina Militare degli Stati Uniti intitolata a St. Joseph Bay, in Florida) fu assegnata allo scafo MC 261, una nave da carico convertita C3-S-A1. 25 marzo 1943 dalla Seattle-Tacoma Shipbuilding Corporation di Tacoma, Washington. È stata ridisegnata CVE-50 il 15 luglio, lanciata il 21 agosto 1943 e sponsorizzata dalla signora W.W. Smyth. Il corriere fu trasferito nel Regno Unito il 22 dicembre 1943 e commissionato lo stesso giorno dell'HMS Ruler con il numero di stendardo D72. HMS Ruler prestò servizio nell'Atlantico del Nord nel 1944, proteggendo il flusso vitale di uomini e materiale bellico dagli Stati Uniti alla Gran Bretagna e ai fronti di combattimento nel continente europeo. All'inizio del 1945, si trasferì al Pacific Theatre dove sostenne un raid su Truk e la campagna per prendere Okinawa. Da marzo ad agosto del 1945 faceva parte della flotta britannica del Pacifico collegata al 30 ° velivoli. Dopo la fine della guerra, righello ritornò negli Stati Uniti a Norfolk, in Virginia, il 28 gennaio 1946. E 'stata dismessa dal servizio RN il 29 gennaio, ed è stato accettato dalla US Navy lo stesso giorno. Oltre alle necessità della Marina, era pronta per essere eliminata e colpita dal Registro della Marina il 20 marzo 1946. La nave fu venduta il 13 maggio e demolita entro l'anno.

CVE 51 St. Simon / Arbiter HMS D.31

USS St. Simon (CVE-51) (originariamente AVG-51 poi ACV-51), una portaerei di scorta originariamente classificata come portaerei ausiliaria, è stata depositata il 26 aprile 1943 a Tacoma, Washington, dal Seattle-Tacoma Shipbuilding Corporation, sotto un contratto di Commissione Marittima (scafo MC 262); riclassificato come portaerei di scorta, CVE-51, il 15 luglio 1943; lanciato il 9 settembre 1943; sponsorizzato dalla signora R. H. Lewis, moglie del maggiore generale R. H. Lewis, comandante generale del settore nord-occidentale, Fort Lewis, Washington; assegnato alla Commercial Iron Works, Portland, Oregon, per il completamento della costruzione; e consegnato alla Royal Navy, in prestito-locazione, il 31 dicembre 1943. Rinominato HMS Arbiter (D31) (mentre veniva trasportato nel registro navale degli Stati Uniti con la classificazione BCVE-51), la portaerei di scorta prestò servizio nella Royal Navy per tutta la durata della seconda guerra mondiale. Guadagnò "onori di battaglia" nell'Atlantico durante il 1944, servendo negli approcci occidentali alle isole britanniche, e nel 1945 servì come una delle sette navi simili impegnate a operare come un velivolo che supportava il treno della flotta britannica del Pacifico, allevando aerei sostitutivi o fornire pattuglie aeree da combattimento per le navi di rifornimento. Ritornata a Norfolk, in Virginia, il 23 marzo 1946, fu accettata dalla Marina degli Stati Uniti il ​​3 marzo 1946. Scortata dalla lista della marina il 12 aprile 1946, la nave fu venduta alla Newport News Shipbuilding and Dry Dock Company, Newport News , Virginia, il 30 gennaio 1947. Trasformato nella nave da carico Coracero, l'ex vettore di scorta servì sotto altri due nomi, il presidente Macapagal dal 1965 al 1972 e Lucky Two nel 1972 prima di essere demolito a Kaohsiung, Taiwan, nel 1972.

CVE 52 Vermillion / Smiter HMS D.55

La USS Vermillion (CVE-52) (precedentemente AVG-52 e successivamente ACV-52) è stato depositato il 10 maggio 1943 dalla Seattle-Tacoma Shipbuilding Corporation come portaerei ausiliaria di classe Bogue; ridisegnato una portaerei di scorta, il 10 giugno 1943; assegnato al Regno Unito con il Lend-Lease il 23 giugno 1943; lanciato il 27 settembre 1943; e accettato dalla Gran Bretagna il 20 gennaio 1944. Commissionato nella Royal Navy come HMS Smiter (D55) (pronunciato "smite · er"), designato un vettore di scorta di classe Ruler, servì gli inglesi per tutto il resto della Seconda Guerra Mondiale. Tornò negli Stati Uniti alla base navale di Norfolk, in Virginia, il 20 marzo 1946 e fu trasferita ufficialmente alla Marina degli Stati Uniti il 6 aprile 1946. Fu immediatamente determinata ad essere in eccedenza rispetto ai bisogni della Marina ed era destinata alla vendita. Il suo nome è stato cancellato dal Registro della Marina il 6 maggio 1946. Il 28 gennaio 1947, fu venduta alla Newport News Shipbuilding and Drydock Company, a Norfolk, in Virginia, per la conversione al servizio mercantile. Successivamente è stata rivenduta alla Compania Argentina de Navigacion Dodero, S.A., ed è entrata nel servizio mercantile nel 1948 a Buenos Aires come SS Artillero (ribattezzata Presidente Garcia nel 1965). Fu distrutta da Guernsey nel luglio del 1967, ritenuta una perdita totale e fu demolita ad Amburgo nel novembre dello stesso anno.

CVE 53 Willapa / Puncher HMS D.79

La USS Willapa (AVG-53 / ACV-53 / CVE-53) era una portaerei di classe Bogue (originariamente una portaerei ausiliaria) costruita durante la seconda guerra mondiale per la Marina degli Stati Uniti. Mai visto il servizio americano, la nave è stata trasferita nel Regno Unito come parte di Lend-Lease. Il vettore di scorta è stato ribattezzato HMS Puncher (D79) della classe British Ruler e con equipaggio della Royal Canadian Navy con l'equipaggio del Fleet Air Arm. Utilizzato principalmente come trasporto aereo, Puncher prese parte alle operazioni lungo la costa norvegese verso la fine della guerra. Dopo la guerra, la nave fu convertita per servizio mercantile e ribattezzata Castello di Muncaster, Bardic e Ben Nevis, prima di essere demolita nel 1973.

CVE 54 Winiah / Reaper HMS D.82

La USS Winjah (CVE-54) (originariamente AVG-54, poi ACV-54), era un corriere di classe Bogue della Marina degli Stati Uniti, affittato alla Royal Navy durante la seconda guerra mondiale. La Winjah è stato deposto il 5 giugno 1943 a Tacoma, Washington, dalla Seattle-Tacoma Shipbuilding. È stata assegnata al Regno Unito in prestito-affitto il 23 giugno; è stata ridenominata CVE-54 il 15 luglio; lanciato il 22 novembre; e consegnato agli inglesi il 18 febbraio 1944. Da marzo ad agosto 1945 faceva parte della flotta britannica del Pacifico collegata al 30 ° velivoli. Ribattezzato HMS Reaper (D82), il vettore operato nella Royal Navy per la durata della seconda guerra mondiale. Dopo essere arrivato a Norfolk, in Virginia, il 13 maggio 1946, Reaper fu messo fuori servizio il 20 maggio e restituito al governo degli Stati Uniti. Autorizzato per la vendita il 14 giugno, Winjah è stato catturato dal registro della marina l'8 luglio e venduto alla compagnia navale Waterman di Mobile, Alabama, il 12 febbraio 1947 come Star del Sudafrica. Fu scartata a Nikara, in Giappone, nel maggio del 1967. Subito dopo la seconda guerra mondiale, Reaper fu responsabile di portare dal porto di Cherbourg molti esempi di aerei della Luftwaffe tedeschi catturati dall'operazione militare americana Lusty nel Nord America, come gli unici esempi del bombardiere di ricognizione del jet Arado Ar 234, e l'Heinkel Ha 219 combattenti notturni, che esistono nei musei americani dell'aviazione del 21 ° secolo. L'aereo è arrivato in aereo dalla Germania all'Aeroporto di Querqueville, che si trova a meno di un chilometro da Cherbourg.

Classe Sangamon

Dopo l'attacco giapponese a Pearl Harbor, la Marina americana comprò 25 scafi da convertire in portaerei di scorta: 21 erano del tipo C 3 con una sola elica e 4 erano petroliere veloci con due eliche, che costituirono la classe Sangamon.  Le 4 unità erano state ultimate nel 1940 come petroliere per la marina con i nomi AO 28 Esso Trenton, AO 29 Seakay, AO 31 Esso New Orleans e AO 33 Markay.  Esse non differivano molto da quelle della classe Bogue per la disposizione del ponte di volo, dell'isola, dei due elevatori e della catapulta. Dalla fine del 1942 fino alla fine della guerra, le navi videro un servizio attivo nelle campagne del Mediterraneo, dell'Atlantico e del Pacifico. Tre della classe furono danneggiati dagli attacchi giapponesi di kamikaze nella battaglia del Golfo di Leyte, ma tutti sopravvissero alla guerra. Nel Pacifico, i vettori hanno operato spesso insieme come Carrier Division 22.  Le navi furono ritirate dal servizio attivo poco dopo la fine della guerra. Alcuni di essi sono stati tenuti in riserva e riclassificati come corrieri di scorta di elicotteri (CVHE). Tutti erano stati venduti o demoliti all'inizio degli anni '60.

CVE 26 Sangamon

USS Sangamon (CVE-26) era una portaerei di scorta convertito da un oliatore T3 Tanker, la seconda nave a portare il suo nome. Era uno dei 12 oliatori della classe Cimarron costruiti su un disegno congiunto della Navy-Maritime Commission, successivamente duplicato dal tipo T3-S2-A1. Sangamon fu depositato come Esso Trenton (scafo MC 7) il 13 marzo 1939 dalla Federal Shipbuilding and Dry Dock Company, Kearny, nel New Jersey; lanciato il 4 novembre 1939, sponsorizzato dalla signora Clara Esselborn; operato dalla Standard Oil del New Jersey, corre dai porti della costa del Golfo alla costa orientale; e acquisita dalla Marina degli Stati Uniti il 22 ottobre 1940. Rinominata Sangamon e designata petroliera della flotta, AO-28, fu incaricata il 23 ottobre 1940, con il comandante J. H. Duncan al comando. Successivamente è stata venduta alla Hillcone Steamship Company, a San Francisco, ed è stata consegnata al rappresentante di quella società a Norfolk l'11 febbraio 1948. Passò attraverso più proprietari negli anni '50 e alla fine fu demolita ad Osaka, in Giappone, a partire dall'agosto del 1960.

CVE 27 Suwanee

USS Suwannee (CVE-27) (originariamente un petroliere AO-33, convertito in un vettore AVG / ACV / CVE-27) è stato depositato il 3 giugno 1938 a Kearny, nel New Jersey, dalla Federal Shipbuilding and Drydock Company, sotto un contratto della Commissione marittima come Markay (MC scafo 5); lanciato il 4 marzo 1939, patrocinato dalla signora Marguerite Vickery (nata Blanchard), moglie di Howard L. Vickery; consegnato alla Keystone Tankship Corporation e gestito da tale compagnia fino all'acquisizione da parte della Marina degli Stati Uniti il 26 giugno 1941; ribattezzato Suwannee (AO-33); e commissionato il 16 luglio 1941, il comandante Joseph R. Lannom al comando. Suwannee rimase di riserva a Boston per i successivi 12 anni. Il 12 giugno 1955 è stata ridisegnata una portaerei di elicotteri di scorta, CVHE-27. Il suo nome è stato cancellato dalla Lista della Marina il 1 ° marzo 1959. Il suo relitto è stato venduto alla Isbrantsen Steamship Company, di New York City il 30 novembre 1959 per conversione al servizio mercantile. Il progetto fu successivamente cancellato e, nel maggio 1961, il suo carcere venne rivenduto alla J.C. Berkwit Company, anch'essa di New York City. Fu infine demolita a Bilbao, in Spagna, nel giugno del 1962.

CVE 28 Chenango

La seconda USS Chenango (CVE-28) (originariamente designata come petroliera T3 AO-31, dopo la ridesignazione come portaerei di scorta, fu la prima ACV-28) fu lanciata il 1 aprile 1939 come Esso New Orleans dalla Sun Shipbuilding and Dry Dock Company , a Chester, in Pennsylvania, sponsorizzato dalla signora Rathbone; acquisito dalla Marina degli Stati Uniti il 31 maggio 1941; e commissionato il 20 giugno 1941 come AO-31, con il comandante W. H. Mays al comando. Dopo il cessate il fuoco, Chenango ha sostenuto le forze di occupazione e ha evacuato circa 1.900 prigionieri di guerra alleati e 1.500 civili da campi di lavoro forzato. Ha liberato Tokyo Bay il 25 ottobre e, dopo una breve revisione a San Diego, è tornata al servizio di "Magic Carpet", trasportando i veterani da Okinawa e Pearl Harbor alla costa occidentale. Chenango salpò da San Pedro, in California, il 5 febbraio per Boston, e fu messo fuori servizio in riserva lì il 14 agosto 1946. Fu riclassificata CVHE-28 il 12 giugno 1955, colpita dal registro navale della nave il 1 ° marzo 1959, venduta e rimosso dalla custodia navale il 12 febbraio 1960.

CVE 29 Santee

La USS Santee (CVE-29) (originariamente lanciata come AO-29, quindi ACV-29) era una portaerei di scorta americana. La seconda nave con questo nome, fu lanciata il 4 marzo 1939 come Esso Seakay sotto un contratto della Commissione Marittima (scafo MC 3) dalla Sun Shipbuilding and Dry Dock Company a Chester, in Pennsylvania, sponsorizzata dalla signora Charles Kurz. Fu acquisito dalla Marina degli Stati Uniti il 18 ottobre 1940 e commissionato il 30 ottobre 1940 come AO-29, con il comandante William G. Batch al comando. Prima della sua acquisizione da parte della Marina, Esso Seakay era stata operata dalla Standard Oil of New Jersey (Esso) sulla costa occidentale. Durante il suo servizio commerciale, ha stabilito diversi record per il trasporto veloce di petrolio. Il suo modello originale era una petroliera di tipo T3-S2-A1. La Santee ha lasciato Wakanoura Wan il 3 ottobre, lasciando la sua formazione il 6 ottobre alla ricerca di una nave volante PBM dispersa che trasportava il contrammiraglio William D. Sample, il primo ufficiale comandante della nave dopo la sua conversione in una compagnia di scorta. Il 20 ottobre, Santee partì per Okinawa, arrivando due giorni dopo a Buckner Bay. Il 23 ottobre, Santee ha preso il via per Pearl Harbor, sbarchando 375 passeggeri laggiù il 4 novembre. Il giorno successivo, Santee ha continuato il suo ruolo in "Operation Magic Carpet" imbarcando 18 marines diretti per la costa occidentale. Ancoraggio a San Diego l'11 novembre, Santee è rimasto lì fino al 26 novembre, quando ha preso il via per Guam in aggiunta al "Magic Carpet". Il 27 febbraio 1946, Santee lasciò San Diego e arrivò al porto di Boston il 25 marzo, attraverso il Canale di Panama. Il CVE è stato messo in riserva il 21 ottobre. La Santee è stata riclassificata il 12 giugno 1955 come portaerei per elicotteri da scorta, CVHE-29, e colpita dal registro navale della nave il 1 ° marzo 1959. Il 5 dicembre è stata venduta alla Master Metals Company per rottame.

Classe Casablanca

Dopo il primo gruppo di 25 portaerei di scorta definito nel dicembre 1941, la Marina degli Stati Uniti nel 1942 ordinò altre 76 navi di questo tipo per un totale di 101 unità. Di queste furono consegnate alla Marina inglese 12 unità del primo gruppo e 26 del secondo. Le altre 50 navi costituirono la classe Casa bianca (poi Anzio) e furono navi di tipo speciale. che invece di turbine montavano macchine alternative. I vettori di scorta della classe Casablanca erano la classe più numerosa di portaerei mai costruita. Cinquanta furono gettati, lanciati e commissionati nell'arco di meno di due anni, dal 3 novembre 1942 all'8 luglio 1944. Questi erano quasi un terzo dei 151 vettori costruiti negli Stati Uniti durante la guerra. Nonostante i loro numeri e la conservazione di navi più famose e più grandi come musei, nessuna di queste navi modeste sopravvive oggi. Cinque sono stati persi per l'azione dei nemici durante la seconda guerra mondiale e il resto è stato demolito. Casablanca è stata la prima classe ad essere progettata dalla chiglia come portavoce. Aveva un ponte hangar più grande e più utile delle precedenti conversioni. Aveva anche un ponte di volo più grande della classe Bogue. A differenza dei corrieri più grandi che avevano un'armatura estesa, la protezione era limitata alla placcatura delle schegge. Le loro dimensioni ridotte li rendevano utili per il trasporto di aerei assemblati di varie dimensioni, ma i caccia si limitavano a velivoli più piccoli e leggeri come il Grumman F4F Wildcat. I numeri dello scafo furono assegnati consecutivamente, da CVE-55 Casablanca a CVE-104 Munda.

CVE 55 Casablanca

La USS Casablanca (AVG / ACV / CVE-55) era una portaerei americana di scorta destinata al trasferimento alla Royal Navy britannica e denominata Ameer. Sarebbe stata ingaggiata nella Marina degli Stati Uniti come nave principale della sua classe, dal nome della battaglia navale, nella città con lo stesso nome, che aveva avuto luogo nel 1942. Casablanca operò nello Stretto di Juan de Fuca come nave da addestramento per i membri del personale di scorta dal momento della sua messa in servizio fino all'agosto del 1944. Il 24 agosto, liberò San Francisco, portando uomini, aerei e benzina per l'isola di Manus, un'importante base per le operazioni del Pacifico occidentale. Tornata a Seattle, l'8 ottobre, riprese le sue operazioni di addestramento a Puget Sound fino al 22 gennaio 1945, quando iniziò un periodo di riparazione a San Diego. Mettendosi in mare il 13 marzo, Casablanca ha chiamato a Pearl Harbor, quindi ha consegnato i passeggeri e gli aerei portati dalla costa occidentale all'isola di Guam. Operando come una nave da trasporto per passeggeri, aerei e benzina per l'aviazione, ha operato tra Samar, Manus e Palau, fino al 12 maggio, quando è tornata per una revisione della costa occidentale. Tornò con passeggeri a Pearl Harbor, il 24 giugno, e durante l'estate trasportò marinai e aviatori dalla costa occidentale a Pearl Harbor e Guam. Dopo un breve periodo di addestramento per la qualifica di carrier al largo di Saipan ad agosto, ha portato a San Francisco i militari statunitensi diretti verso homeward, arrivando il 24 settembre. Continuando ad aiutare nel ritorno a casa di soldati, marinai e marines del Pacific Theatre, Casablanca trasportava passeggeri in viaggio dalla costa occidentale a Pearl Harbor a settembre e ottobre, e poi a novembre, fece un viaggio da Pearl Harbor, per Espiritu Santo e Nouméa per recuperare più passeggeri. Il suo ultimo viaggio in questo incarico nell'operazione Magic Carpet, dall'8 dicembre 1945 al 16 gennaio 1946, fu da San Francisco a Yokohama. Casablanca ha liberato San Francisco, il 23 gennaio, per Norfolk, in Virginia, il 10 febbraio. Lì fu disarmata il 10 giugno 1946 e venduta il 23 aprile 1947.

CVE 56 Liscome Bay

USS Liscome Bay (ACV / CVE-56) era una portaerei americana di classe Casablanca durante la seconda guerra mondiale; era l'unica nave della Marina degli Stati Uniti ad essere nominata per Liscome Bay nell'isola di Dall nell'arcipelago di Alexander dell'Alaska. Fu persa per un attacco sottomarino dal sottomarino giapponese I-175 durante l'operazione Galvanic, con una catastrofica perdita di vite umane, il 24 novembre 1943. Alle 05:33, solo 23 minuti dopo l'esplosione, Liscome Bay elencò a destra e affondò, portando alla morte 54 ufficiali e 648 uomini arruolati, [5] incluso l'Ammiraglio Mullinix, il Capitano Wiltsie, [4] e l'eroe di Pearl Harbor Ship's Cook Di terza classe Doris Miller. Dei 916 membri dell'equipaggio, 272 furono salvati dai cacciatorpediniere Morris, Hughes e Hull. Compresi i marinai persi a Liscome Bay, le perdite degli Stati Uniti nell'assalto a Makin Island hanno superato la forza dell'intera guarnigione giapponese. Il futuro studioso legale Robert Keeton, allora tenente della Marina, sopravvisse all'attacco.

CVE 57 Anzio

USS Anzio (ACV / CVE / CVHE-57), era un portaerei di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti che ha visto il servizio durante la seconda guerra mondiale nella Guerra del Pacifico. Originariamente classificata come una portaerei ausiliaria ACV-57, la nave fu posata nel 1942, a Vancouver, Washington, dalla Kaiser Shipbuilding Company. La nave fu inizialmente denominata Alikula Bay, ma fu ribattezzata Coral Sea e riprogettata CVE-57 nel 1943. Coral Sea prese parte a operazioni navali a sostegno di attacchi contro le isole Gilbert e Marshall, la Nuova Guinea e le isole Marianne. Nel settembre del 1944, la nave fu ribattezzata Anzio. Come Anzio, il corriere ha preso parte ad assalti alle Isole Bonin e ad Okinawa. A seguito della cessazione delle ostilità nel 1945, Anzio era tra i portatori di scorta utilizzati nell'operazione Magic Carpet, che riportava i soldati statunitensi negli Stati Uniti. A seguito di questo servizio, Anzio fu deposto in riserva a Norfolk, Virginia, nel 1946. Il vettore di scorta fu ridisegnato CVHE-57 il 15 giugno 1955, prima di essere venduto per rottami nel 1959.

CVE 58 Corregidor

USS Corregidor (CVE-58) era un portaerei della classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu deposta come Auguilla Bay (AVG-58), fu riclassificata ACV-58 il 20 agosto 1942 e varata come Corregidor il 12 maggio 1943 dalla Kaiser Shipbuilding Company, di Vancouver, Washington, sotto un contratto della Commissione Marittima; sponsorizzato dalla signora J. Hallett. È stata riclassificata CVE-58 il 15 luglio 1943, acquisita dalla Marina il 31 agosto 1943; e commissionato lo stesso giorno, il comandante R. L. Bowman al comando. Riacquistato il 19 maggio 1951, Corregidor fu incaricato di operare con il Comando Navale Militare. Trasferì uomini, aerei e carichi di aviazione alle nazioni della NATO sotto il Mutual Defense Assistance Assistance, ma fece anche cinque viaggi attraverso il Canale di Panama per portare uomini e merci alle forze delle Nazioni Unite in Corea nel 1952-1954. Corregidor fu riclassificato T-CVU-58 il 12 giugno 1955. Quando scoppiò la crisi del Libano nell'estate del 1958, Corregidor fu a Brindisi, in Italia, e immediatamente sollevò due aerei da ricognizione della 24a Divisione di Fanteria e 10 elicotteri per sostenere gli sbarchi. in Libano. Ritornata negli Stati Uniti, la nave ha subito danni da scafo nell'Oceano Atlantico a causa dell'alta marea nella notte del 2 aprile 1958. Stava transitando da Barcellona, in Spagna, al NAS di Pensacola, in Florida, con 20 ufficiali e 150 uomini d'arruolamento. Ha fatto una sosta di emergenza nelle Azzorre. [1] Corregidor è stato dismesso il 4 settembre 1958 e venduto per rottame il 28 aprile 1959.

CVE 59 Mission Bay

USS Mission Bay (CVE-59) era un portaerei di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Nominata Mission Bay, in California, era l'unica nave navale degli Stati Uniti a portare il nome. Originariamente programmato per essere costruito come AVG-59, USS Mission Bay (CVE-59), è stato riprogettato ACV-59 il 20 agosto 1942; stabilito da Kaiser Co., Inc., Vancouver, Washington, il 28 dicembre 1942; lanciato il 26 maggio 1943; sponsorizzato da Mrs. James McDonald; CVE-59 ridisegnato il 15 luglio 1943; acquisito dalla Marina dalla Commissione Marittima il 13 settembre 1943; e commissionato ad Astoria, Oregon lo stesso giorno, con il comandante William L. Rees al comando. Il 19 dicembre 1945, Mission Bay fu assegnata alla 16a flotta, con Norfolk come suo cortile di casa, per servire in un magazzino, in stato di riserva l'anno successivo. Messa in servizio il 21 febbraio 1947, entrò nella flotta della riserva atlantica a Norfolk per rimanere lì fino a quando si unì al gruppo di New York il 30 novembre 1949. Il 12 giugno 1955, fu ridestinata CVU-59. La nave portaerei è stata colpita dal registro navale dei pescherecci il 1 ° settembre 1958 e venduta a Hugo Neu Corp di New York il 30 aprile 1959, dove è stata successivamente demolita.

CVE 60 Guadalcanal

La USS Guadalcanal (CVE-60) era un corriere di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti, che servì durante e dopo la seconda guerra mondiale. Fu la prima nave a portare il suo nome. Era la nave ammiraglia del Task Group 22.3, un gruppo cacciatore-assassino che catturò il sottomarino tedesco U-505 nel 1944. Dopo un'altra breve crociera di addestramento al Mar dei Caraibi, il 15 marzo è stata trasportata a vapore a Mayport per un altro giro di servizio come nave di qualificazione dell'aviazione, per poi trasferirsi a Pensacola, in Florida, per operazioni simili. Dopo aver qualificato circa 4.000 piloti, Guadalcanal tornò a Norfolk e vi rimise in servizio il 15 luglio 1946. Guadalcanal entrò nella flotta della riserva atlantica a Norfolk e fu ridisegnato CVU-60 il 15 luglio 1955, mentre era ancora in riserva. Fu infine colpita dal registro navale dei pescherecci il 27 maggio 1958 e fu venduta per rottame a Hugo Neu Corp. di New York il 30 aprile 1959. Fu rimorchiata in Giappone per demolizione quando ora - Rear Admiral Gallery realizzò l'ultima atterraggio e decollo dalla nave, utilizzando un elicottero, fuori Guantanamo, Cuba.

CVE 61 Manila Bay

USS Manila Bay (CVE-61) era una compagnia di scorta classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu deposta come Bucareli Bay (ACV-61) sotto contratto di Maritime Commission da Kaiser Company, Inc., Vancouver, Washington, il 15 gennaio 1943; ribattezzato Manila Bay il 3 aprile 1943; lanciato il 10 luglio 1943; sponsorizzato dalla signora Robert W. Bockius; CVE-61 riclassificato il 15 luglio 1943; acquisito dalla Marina il 5 ottobre 1943; e commissionato lo stesso giorno ad Astoria, Oregon, al comando del comandante Boynton L. Braun. Assegnato al dovere di "Magic Carpet", Manila Bay ha imbarcato 1.031 veterani a Eniwetok, e dal 6 all'18 ottobre è salpato per San Francisco. A novembre, il vettore ha aiutato il disabile Boeing 314 Honolulu Clipper a 650 miglia ad est di Oahu. Dopo aver completato altre 2 piste "Magic Carpet", partì da Pearl Harbor il 27 gennaio 1946 e raggiunse Norfolk, in Virginia, il 18 febbraio.Andò a Boston a vapore dal 15 al 17 aprile, e lì si ritirò dal servizio il 31 luglio 1946 ed entrò nella flotta della riserva atlantica. È stata riclassificata CVU-61 il 12 giugno 1955; il suo nome fu tratto dalla lista della marina il 27 maggio 1958; e fu venduta per rottame a Hugo New Corp., il 2 settembre 1959.

CVE 62 Natoma Bay

USS Natoma Bay (CVE-62) era una portaerei della classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu deposta come Begum (scafo MC 1099), il 17 gennaio 1943, dalla Kaiser Shipbuilding Co., Inc., a Vancouver, Washington, sotto contratto della Commissione Marittima, chiamata Natoma Bay il 22 gennaio 1943, dopo una baia [1] nelle isole Graham al largo della costa sud-occidentale dell'Alaska; lanciato il 20 luglio 1943; sponsorizzato da Lady Halifax, moglie dell'ambasciatore del Regno Unito negli Stati Uniti; e commissionato il 14 ottobre 1943 al comando del capitano Harold L. Meadow. Segnalando il 20 febbraio 1946, la nave fu ritirata dal servizio il 20 maggio, facendo scalo a Norfolk. Nell'ottobre del 1949 fu riassegnata al Boston Reserve Group. Riclassificato CVU-62 il 12 giugno 1955, è stata dichiarata inadatta per ulteriori servizi nel 1958 e il suo nome è stato cancellato dal registro navale della nave il 1 ° settembre. Fu venduta il 30 luglio 1959 per rottamare ai giapponesi.

CVE 63 St. Lo

USS St. Lo (AVG / ACV / CVE-63) era un corriere di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale. Il 25 ottobre 1944, St. Lo divenne la prima grande nave da guerra a affondare come risultato di un attacco kamikaze. L'attacco è avvenuto durante la battaglia del Golfo di Leyte. Alle 10:50, l'unità operativa venne sottoposta a un attacco aereo concentrato dall'Unità di Attacco Speciale di Shikishima. [Citazione necessaria] Durante il combattimento di quaranta minuti con i kamikaze nemici, tutte le navi di scorta eccetto la Baia di Fanshaw degli Stati Uniti furono danneggiate. Una Mitsubishi A6M2 Zero, forse pilotata dal tenente Yukio Seki, si schiantò contro il ponte di volo di St. Lo alle 10:51. La sua bomba penetrò nella cabina di pilotaggio ed esplose sul lato sinistro del ponte dell'hangar, dove gli aerei stavano per essere riforniti e riarmati. Scoppiò un incendio a benzina, seguito da sei esplosioni secondarie, comprese le detonazioni del siluro e della bomba della nave. St. Lo fu inghiottito dalla fiamma e affondò 30 minuti dopo Degli 889 uomini a bordo, 113 furono uccisi o dispersi e circa 30 altri morirono a causa delle loro ferite. I sopravvissuti furono salvati dall'acqua dagli USS Heermann, USS John C. Butler, USS Raymond e USS Dennis (che raccolse 434 sopravvissuti).

CVE 64 Tripoli

USS Tripoli (CVE-64) era una portaerei di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Tripoli è la prima nave della marina statunitense ad essere battezzata per la Battaglia di Derne nel 1805. È stata la vittoria decisiva di un esercito mercenario guidato da un distaccamento di marines e soldati statunitensi contro le forze di Tripoli durante la prima guerra di barbarie. Fu la prima battaglia terrestre registrata degli Stati Uniti a combattere oltreoceano.  Ad Alameda, nel maggio del 1954, cinquanta aerei F-86D furono caricati a bordo di Tripoli e rinchiusi per un viaggio di 21 giorni attraverso il Canale di Panama a St Nazaire, in Francia. 13 giugno circa 500 membri della US Air Force del 440 ° FIS di Spokane WA e 441 ° FIS di Hamilton AFB a San Francisco, California, salirono a bordo della nave. Una fonte identifica le unità come il 496th Fighter Squadron di Hamilton AFB e il 440 ° dalla Geiger Air Force Base. Il 2 luglio la nave arrivò al porto di St Nazaire, in Francia. I due squadroni erano diretti a Landstuhl AFB, in Germania. Ricevendo i premi "nave intelligente" negli anni intermedi, Tripoli è stata riclassificata da un vettore di servizi pubblici e riprogettata CVU-64 il 12 giugno 1955. Di nuovo ridisegnato T-CVU-64 il 1 ° luglio 1958, Tripoli fu dismesso a New Orleans, La., il 25 novembre 1958 e successivamente colpito dal registro navale della nave il 1 ° febbraio 1959. Il suo scafo fu quindi demolito da una ditta giapponese nel gennaio 1960.

CVE 65 Wake Islands

La USS Wake Island (CVE-65) era una portaerei di scorta della classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu deposta sotto un contratto della Commissione Marittima (scafo MC 1102) il 6 febbraio 1943 a Vancouver, Washington, dai Cantieri navali Kaiser; lanciato il 15 settembre 1943, sponsorizzato dalla signora Frederick Carl Sherman, moglie del contrammiraglio Frederick Sherman; e commissionato il 7 novembre 1943, al comando del capitano Hames R. Tague. Nel 1946, Wake Island si preparò per l'inattivazione. È stata dismessa il 5 aprile; colpito dal Naval Vessel Register il 17; e successivamente venduto per rottame alla Boston Metals Company, Baltimora, Maryland, il 19 aprile 1946.

CVE 66 White Plains

USS White Plains (CVE-66) era una portaerei di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu deposta l'11 febbraio 1943 a Vancouver, a Washington, dalla Kaiser Shipbuilding Company, Inc., con un contratto della Commissione Marittima (scafo MC 1103) come Elbour Bay (ACV-66); ribattezzato White Plains il 3 aprile 1943; CVE-66 ridisegnato il 15 luglio 1943; lanciato il 27 settembre 1943; sponsorizzato dalla signora Marc A. Mitscher; consegnato alla Marina il 15 novembre 1943 ad Astoria, Oregon; e incaricato lo stesso giorno, il capitano Oscar A. Weller al comando. La USS White Plains fu dismessa il 10 luglio 1946 e fu attraccata con il Boston Group, Atlantic Reserve Fleet. Rimase con la flotta di riserva per 12 anni. Il 12 giugno 1955, fu ridesignata una portaerei (CVU-66). Alla fine, il suo nome fu estratto dal registro navale della nave il 1 ° luglio 1958. Fu venduta il 29 luglio alla Hyman Michaels Company, di Chicago per la demolizione.

CVE 67 Solomons

USS Solomons (CVE-67) era una portaerei di classe classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti, la seconda nave a portare il nome. Fu convertita da uno scafo della Commissione marittima (scafo MC 1104) costruito dalla Kaiser Shipbuilding Company di Vancouver, Washington. La sua chiglia fu posata il 19 marzo 1943. Poco dopo, le fu assegnato il primo dei suoi tre nomi, Imperatore. Dopo essere stata designata una portaerei ausiliaria, ACV-67, è stata ribattezzata Nassuk Bay il 28 giugno 1943. Il 15 luglio, è stata ridisegnata una compagnia di scorta, CVE-67. Fu lanciata il 6 ottobre 1943 dalla signora F. J. McKenna mentre portava ancora il nome Nassuk Bay. Un mese dopo, ricevette il suo terzo e ultimo nome, Solomons, e come tale fu commissionato il 21 novembre 1943 al comando del comandante M. E. Crist. Solomons passò il resto del suo servizio attivo impegnato in piloti qualificati della Marina e della Marina in atterraggi di portaerei, inizialmente al largo di Quonset Point RI. Nel gennaio 1945, si trasferì a Port Everglades, in Florida, e continuò il suo incarico di qualificazione per l'atterraggio del vettore nel 1945. Per una settimana a dicembre, partecipò a una ricerca senza successo per i 14 aviatori del Volo 19, e il 13 dello sfortunato missione di salvataggio. Il 15 maggio 1946, Solomons fu ritirato dal cantiere navale di Boston e colpito dal registro navale della nave il 5 giugno. Venduta per rottame alla Patapsco Scrap Corp., Bethlehem, Pennsylvania, è stata consegnata al suo agente il 22 dicembre a Newport, RI.

CVE 68 Kalinin Bay

La USS Kalinin Bay (CVE-68) era una portaerei di scorta della classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Originariamente designò un AVG, fu classificata ACV-68 il 20 agosto 1942; stabilito con un contratto della Commissione marittima il 26 aprile 1943 da parte della Kaiser Shipbuilding Co., Inc., Vancouver, Washington; CVE-68 riclassificato il 15 luglio 1943; lanciato il 15 ottobre 1943; sponsorizzato dalla signora Anna Mary Updegraff, madre del capitano William N. Updegraff, US Navy; e commissionato il 27 novembre ad Astoria, Oregon, al comando del capitano C. R. Brown. L'USS Kalinin Bay prende il nome da una baia sulla costa settentrionale dell'isola di Kruzof nell'arcipelago Alexander dell'Alaska sudorientale. Dopo aver condotto altri due viaggi tra la California e Pearl Harbor, Kalinin Bay è partito da San Diego l'8 dicembre per l'estremo oriente. Il 25 dicembre, mentre lei andava a vapore a Yokosuka, in Giappone, una tempesta intensa ha danneggiato pesantemente il suo ponte di volo. Arrivato il 27, ha ricevuto le riparazioni di emergenza, poi ha navigato il 3 gennaio 1946 per la costa occidentale ed è arrivato a San Diego il 17 gennaio. Il 13 febbraio, ha proceduto verso la costa orientale, raggiungendo Boston il 9 marzo. Kalinin Bay è stata dismessa il 15 maggio, ed è stata venduta per rottame l'8 dicembre a Patapsco Steel Co., Baltimora, nel Maryland.

CVE 69  Kasaan Bay

USS Kasaan Bay (CVE-69) era una portaerei di classe di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. È stata classificata ACV-69 il 20 agosto 1942, lanciata come CVE-69 il 24 ottobre 1943 dalla Kaiser Shipbuilding Company a Vancouver, Washington, con un contratto della Commissione marittima; sponsorizzato dalla signora R. W. Morse; acquisito e commissionato dalla Marina il 4 dicembre 1943, il Capitano B. E. Diventa al comando. Al termine delle ostilità, il 14 agosto, Kasaan Bay è tornata a Guam, dove le è stato assegnato il compito di "Magic-Carpet". Ha lasciato Saipan il 13 settembre con il suo primo gruppo di veterani di ritorno in arrivo a San Diego il 30 settembre. Per i successivi 3 mesi, fece tre crociere alle Hawaii e alle Filippine per trasportare truppe confinate verso gli Stati Uniti. Tornò a San Francisco il 28 dicembre e salpò per la costa orientale il 29 gennaio 1946, arrivando a Boston il 22 febbraio. Fu disarmata il 6 luglio 1946 e si unì alla flotta della riserva atlantica. Mentre era in riserva, il 12 giugno 1955, fu riclassificata CVHE-69. Fu venduta per rottame il 2 febbraio 1960.

CVE 70 Fanshaw Bay

La USS Fanshaw Bay (CVE-70) era una portaerei della Marina della Marina statunitense di classe Casablanca, lanciata il 1 ° novembre 1943 dalla Kaiser Shipbuilding Company di Vancouver, a Washington, sponsorizzata dalla signora J. L. Kenworthy, Jr .; e commissionato il 9 dicembre 1943 al comando del capitano Douglass P. Johnson. È stata riclassificata CVHE-70 il 12 giugno 1955. Dopo aver chiamato Guam ed Eniwetok per caricare gli aerei e rifornirsi, Fanshaw Bay salpò per Adak, e da lì prese parte all'occupazione del Giappone settentrionale fino a tornare a Pearl Harbor il 24 settembre 1945; qui atterrò il contrammiraglio E. W. Litch, che aveva sollevato l'ammiraglio Sprague durante l'operazione di Okinawa. Arrivò sulla costa occidentale con i passeggeri del Corpo dei Marines il 3 novembre, e dopo un viaggio verso la Baia di Tokyo per restituire uomini di tutti i servizi militari a San Diego, fu messa fuori servizio nella riserva di Tacoma, Washington, il 14 agosto 1946. Fu venduta 26 settembre 1959.

CVE 71 Kitkum Bay

USS Kitkun Bay (CVE-71) era un corriere di classe di classe US Navy Casablanca lanciato l'8 novembre 1943. Originariamente designato come AVG, è stato classificato come ACV-71 il 20 agosto 1942 e riclassificato come CVE-71 il 15 luglio 1943. Presentato il 3 maggio 1943, fu lanciato l'8 novembre 1943 da Kaiser Company, Inc., Vancouver, Washington, sotto un contratto di commissione marittima; sponsorizzato da Mrs. Edward A. Cruise; e commissionato il 15 dicembre 1943 al comando del capitano J. P. Whitney. Kitkun Bay entrò nel cantiere navale navale di Puget Sound, Bremerton, il 18 febbraio e dismesso il 19 aprile. Venduta il 18 novembre 1946 a Zidell Machinery & Supply di Portland, Oregon, fu demolita all'inizio del 1947. Oltre alla Citation Unit presidenziale, Kitkun Bay ha guadagnato sei stelle da battaglia durante la seconda guerra mondiale.

CVE 72 Tulagi

USS Tulagi (CVE-72) era una portaerei di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu deposta il 7 giugno 1943 a Vancouver, Washington, Stati Uniti, dalla Kaiser Company, Inc., come Fortazela Bay (ACV-72); e ridisegnato CVE-72 il 15 luglio 1943. Tuttavia, il suo nome fu corretto per leggere Fortaleza Bay il 19 ottobre 1943 e la nave fu ribattezzata Tulagi il 6 novembre 1943; lanciato il 15 novembre 1943; sponsorizzato dalla signora James Duke Earner; e incaricato il 21 dicembre 1943, capitano Joseph Campbell Cronin al comando. Dopo questo lungo e faticoso tour, Tulagi arrivò a Guam il 6 giugno 1945. Il corriere lasciò le Marianne l'8, diretto a San Diego. Rimase sulla costa occidentale per tutta l'estate sottoponendosi a revisione, prove e addestramento. La pace arrivò mentre era a San Diego, ma lei partì di nuovo la costa occidentale il 4 settembre e andò a vapore via Hawaii per le Filippine. A Samar, imbarcò gli aerei per il trasporto verso gli Stati Uniti e raggiunse Pearl Harbor a ottobre. Dopo il ritorno a San Diego nel gennaio 1946, il veterano operatore di scorta riferì alla 19ª flotta a Port Angeles, Washington, il 2 febbraio 1946 per l'inattivazione. Fu disarmata il 30 aprile 1946 e fu estromessa dalla Lista della Marina l'8 maggio 1946.

CVE 73 Gambler Bay

USS Gambier Bay (CVE-73) era una portaerei di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu affondata nella Battaglia di Samar durante la battaglia del Golfo di Leyte, dopo aver contribuito a respingere una forza di superficie giapponese d'attacco molto più grande. Era l'unica portaerei americana affondata da colpi di arma da fuoco nemici durante la seconda guerra mondiale. Nominata Gambier Bay nell'Ammiragliato, nell'Alaska Panhandle, fu originariamente classificata come AVG-73, fu riclassificata ACV-73 il 20 agosto 1942 e riclassificata nuovamente CVE-73 il 15 luglio 1943; il 22 novembre 1943 fu varato da un contratto della Commissione marittima con la Kaiser Shipbuilding Company, a Vancouver, Washington; sponsorizzato dalla signora H. C. Zitzewitz, moglie del tenente comandante Herbert C. Zitzewitz, l'ufficiale di collegamento navale senior (SNLO) assegnato al Kaiser's Vancouver Yard dall'ufficio della marina delle navi; e commissionato ad Astoria, Oregon, il 28 dicembre 1943, al comando del capitano Hugh H. Goodwin. Intorno all'820, Gambier Bay fu gravemente danneggiata da un colpo di proiettile che le inondò la sala macchine, riducendone la velocità a metà. Mentre la maggior parte degli Stati Uniti riporta questo come un guscio da 8 pollici (200 mm) dall'incrociatore pesante giapponese Chikuma, le fonti giapponesi riferiscono che era più probabile una dannosa mancanza vicino di Yamato, in quanto sia Yamato che Kongo rivendicavano colpi su una portaerei in quel momento ma Yamato aveva la gamma più corta e un angolo di mira migliore.  Gambier Bay fu presto morta nell'acqua mentre la corazzata Yamato si chiudeva a bruciapelo. Yamato è chiaramente visto sullo sfondo delle fotografie scattate durante l'attacco a "Taffy 3". Gli incendi infuriavano attraverso la crociata compagnia di escort, che si capovolse a 0907 e affondò alle 0911. La maggior parte dei suoi quasi 800 sopravvissuti furono salvati due giorni dopo dall'atterraggio e dalla motovedetta spedita dal Golfo di Leyte. Gli squali hanno ucciso molti membri dell'equipaggio alla deriva. Gambier Bay era l'unica portaerei della Marina degli Stati Uniti affondata da cannoni navali di superficie durante la seconda guerra mondiale. Gambier Bay ha ricevuto quattro stelle di battaglia per il servizio nella Seconda Guerra Mondiale e ha condiviso l'assegnazione della Citazione presidenziale a "Taffy 3" per uno straordinario eroismo nella Battaglia di Samar. Posizione approssimativa di affondamento 11 ° 46'N 126 ° 09'ECoordinate: 11 ° 46'N 126 ° 09'E.

CVE 74 Nathenta

La USS Nehenta Bay (CVE-74) era una portaerei di scorta della classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu lanciata dalla Kaiser Shipbuilding Co., a Vancouver, Washington, il 28 novembre 1943, sotto contratto della Commissione marittima: sponsorizzato dalla signora Robert H. Smith; acquisito il 3 gennaio 1944: e commissionato ad Astoria, Oregon, lo stesso giorno, il comandante Horace A. Butterfield al comando. A novembre salpò per le Filippine con un servizio simile, tornando sulla costa occidentale il 27 novembre. Navigando attraverso il Canale di Panama, la Baia di Nehenta arrivò a Boston il 31 gennaio 1946 per l'inattivazione. Decommissionata e entrata in riserva a Boston il 15 maggio 1946. Riclassificata CVU-74 il 12 giugno 1955 e AKV-24 il 7 maggio 1959, Nehenta Bay fu venduta a Coalmarket, Inc., il 29 giugno 1960 e demolita. Nehenta Bay ha ricevuto 7 stelle da battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

CVE 75 Hoggatt Bay

USS Hoggatt Bay (CVE-75) era una portaerei di classe di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu lanciata sotto contratto della Commissione Marittima dalla Kaiser Co. Inc., a Vancouver, Washington, il 4 dicembre 1943. Originariamente classificata come AVG-75, era stata riclassificata ACV-75 il 20 agosto 1942. Sponsorizzata da Mrs Victor Sundrik, era riclassificato nuovamente al CVE-75 il 15 luglio 1943, e fu commissionato ad Astoria, Oregon l'11 gennaio 1944, con il comandante WV Saunders al comando. Il vettore di scorta partì da Tokyo il 30 settembre e, dopo un breve servizio con la flotta "Magic Carpet", tornò a Boston e fu ritirato dal servizio il 20 luglio 1946. Collocata nell'Atlantic Reserve Fleet, Boston, la nave fu ri-classificata CVHE- 75 il 12 giugno 1955, e AKV-25 il 7 maggio 1959. Fu venduta per rottame il 31 marzo 1960.

CVE 76 Kadashan Bay

USS Kadashan Bay (CVE-76) era un corriere di classe di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Prende il nome per Kadashan Bay Alaska. La portaerei fu varata l'11 dicembre 1943 dalla Kaiser Shipbuilding Company a Vancouver, Washington, con un contratto della commissione marittima; sponsorizzato da Miss Audrey Ackerman e commissionato il 18 gennaio 1944 al comando del comandante R. N. Hunter. Kadashan Bay è entrata a far parte della flotta "Magic-Carpet" a Guam in settembre ed è arrivata a San Francisco il 26 settembre con il suo primo gruppo di veterani. Per i prossimi tre mesi il corriere di scorta ha fatto scappare da Pearl Harbor, Guam, Okinawa e la Cina per riportare a casa gli americani stanchi della battaglia. Arrivò a San Pedro il 22 dicembre dalla sua ultima crociera del Pacifico e partì da San Diego il 10 gennaio 1946 per Boston. La baia di Kadashan arrivò a Boston il 29 gennaio, dismessa il 14 giugno 1946, e fu collocata nella flotta della riserva atlantica. È stata riclassificata CVU-76 il 12 giugno 1956 e rottamata il 13 agosto 1959. Kadashan Bay ha ricevuto due stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

CVE 77 Marcus Island

La USS Marcus Island (CVE-77) era una compagnia di scorta della classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu deposta come Baia di Kanalku sotto contratto della Commissione Marittima da Kaiser Co., Inc., Vancouver, Washington, il 15 settembre 1943; ribattezzato Marcus Island il 6 novembre 1943; lanciato il 16 dicembre 1943; sponsorizzato dalla signora S. L. La Hache; acquisito dalla Marina il 26 gennaio 1944; e commissionato ad Astoria, Oregon, il 26 gennaio 1944, al comando del capitano Charles F. Greber. Marcus Island è partita da Okinawa il 29 aprile, e dopo aver caricato gli aerei danneggiati a Guam, ha navigato il 5 maggio per gli Stati Uniti, arrivando a San Diego il 22 maggio. Il 10 luglio è tornata a ovest, trasportando truppe e aerei sostitutivi a Pearl Harbor e Guam prima di tornare ad Alameda, in California, nel V-J Day. Navigando ancora una volta via Pearl Harbor e Guam, ha raggiunto Okinawa il 28 settembre e si è imbarcata nelle truppe di ritorno, arrivando a San Francisco il 24 ottobre. All'inizio del gennaio 1946, completò ulteriori "Magic Carpet" per Guam e Pearl Harbor. Partendo da San Diego il 12 gennaio, Marcus Island navigò attraverso il Canale di Panama e Norfolk, arrivando a Boston il 2 febbraio. Rimase a Boston, ritirata lì il 12 dicembre 1946 ed entrò nella flotta della riserva atlantica. Riclassificò a CVHE-77 il 12 giugno 1955 e ad AKV-27 il 7 maggio 1959. Fu venduta a Boston a Comarket, Inc. il 29 febbraio 1960.

CVE 78 Savo Islands

USS Savo Island (CVE-78), era una portaerei di scorta classe Casablanca costruito per la Marina degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale. Nominata in memoria di una battaglia navale combattuta al largo dell'isola di Savo nei Solomons il 9 agosto 1942, fu l'unica nave navale degli Stati Uniti a portare il nome. Originariamente designata Kaita Bay (AVG-78), fu riclassificata ACV-78 il 20 agosto 1942 e CVE-78 il 15 luglio 1943; stabilito in base al contratto della Commissione marittima (scafo MC 1115) il 27 settembre 1943 da Kaiser Shipbuilding Co., Vancouver, Washington; ribattezzata Savo Island il 6 novembre 1943; lanciato il 22 dicembre 1943; sponsorizzato da Miss Margaret Taffinder; e commissionato il 3 febbraio 1944, il comandante C. E. Eckstrom al comando. Il vettore è stato dismesso il 12 dicembre 1946 e assegnato al gruppo di Boston della flotta della riserva atlantica. Savo Island è stata riclassificata CVHE-78 il 12 giugno 1955 e AKV-28 il 7 maggio 1959. È stata colpita dal registro navale dei pescherecci il 1 ° settembre 1959; venduto il 29 febbraio 1960 a Comarket, Inc .; e rotto per rottami a Hong Kong nel giugno 1960. L'isola di Savo ha ricevuto 4 stelle da battaglia per il suo servizio durante la seconda guerra mondiale. Inoltre, ha ricevuto una Citation Unit presidenziale per il suo servizio nelle Caroline occidentali, nelle Filippine e a Okinawa dal 6 settembre 1944 al 29 aprile 1945. Mentre la portaerei trascorreva la guerra di Corea in palline di naftalina come parte della flotta della riserva atlantica, l'autore James Michener lo aveva in commissione (come portaerei della classe Essex) e partecipando a quella guerra come scenario principale per il suo romanzo The Bridges at Toko-Ri. La versione cinematografica del 1954 fu girata a bordo della USS Oriskany (CV-34) con le sue marcature originali CV-34, ma la nave era ancora chiamata Savo Island.

CVE 79 Ommaney Bay

USS Ommaney Bay (CVE-79) era un corriere di classe Casablanca della marina statunitense, chiamato Ommaney Bay, Baranof Island, Alaska]. Ommaney Bay, precedentemente scafo MC 1116, fu deposto sotto un contratto della Commissione Marittima il 6 ottobre 1943 da Kaiser Company, Inc., Vancouver, Washington; lanciato il 29 dicembre 1943, sponsorizzato dalla signora P. K. Robottom; acquisito dalla Marina l'11 febbraio 1944; e commissionato lo stesso giorno, il comandante Howard L. Young al comando. Ommaney Bay è partita il primo dell'anno 1945 e ha attraversato lo stretto di Surigao due giorni dopo. Il pomeriggio successivo, il 4 gennaio 1945, mentre sul Mare di Sulu, un aereo suicida bimotore è penetrato nello schermo senza essere individuato e realizzato per Ommaney Bay. L'aereo ha scalfito la sua isola e poi si è schiantata contro il ponte di volo sul lato di dritta in avanti. Sono state rilasciate due bombe; uno di loro penetrò nel ponte di volo e fece detonare sotto, scatenando una serie di esplosioni tra gli aerei completamente gasati sul terzo di prua del ponte dell'hangar. La seconda bomba passò attraverso il ponte dell'hangar, spaccò il fuoco principale sul secondo ponte ed esplose vicino al lato di dritta.  La pressione dell'acqua in avanti è stata persa immediatamente, insieme alla potenza e alle comunicazioni del ponte. Gli uomini alle prese con i terrificanti incantesimi sul ponte dell'hangar presto dovettero abbandonarlo a causa del pesante fumo nero degli aerei in fiamme e delle munizioni esplosive in calibro .50. Le scorte non potevano prestare il loro potere al combattimento a causa delle esplosioni di munizioni e del calore intenso degli incendi. Alle 17:50 l'intera area del lato superiore era diventata insostenibile e le testate dei siluri immagazzinati minacciavano di esplodere in qualsiasi momento. È stato dato l'ordine di abbandonare la nave.  Alle 19:45 la nave fu affondata da un siluro del cacciatorpediniere Burns. Un totale di 95 uomini della Marina furono persi, inclusi due uccisi da un cacciatorpediniere quando le torpedo testate sul ponte dell'hangar della nave finalmente se ne andarono mentre stavano raccogliendo i sopravvissuti dall'acqua nella loro barca a motor

CVE 80 Petrof Bay

La USS Petrof Bay (CVE-80) era una portaerei di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu sottoposta a un contratto della commissione marittima dalla Kaiser Shipbuilding Company, a Vancouver, Washington, il 15 ottobre 1943; lanciato il 5 gennaio 1944; sponsorizzato dalla signora JG Atkins, moglie del Farragut, Idaho, dirigente esecutivo della stazione di addestramento navale; acquisito il 18 febbraio 1944 e commissionato lo stesso giorno ad Astoria, Oregon, al comando del capitano Joseph L. "Paddy" Kane. In partenza da San Pedro, il 29 gennaio 1946, toccò a San Diego, transita nel Canale di Panama, e raggiunse la costa orientale a Norfolk, in Virginia, arrivando il 15 febbraio. Da lì si diresse nuovamente verso nord, e fece il suo ultimo ormeggio sotto il suo potere a Boston, in Massachusetts, il 23 febbraio. Fu disarmata e posta nel Gruppo di Boston della flotta della riserva atlantica il 31 luglio 1955, riclassificata CVU-80 il 12 giugno 1955, colpita dal registro navale della nave il 27 giugno 1958. La nave fu venduta a J. Berkurt il 30 luglio 1959, e successivamente rottamato.

CVE 81 Rudyerd Bay

La USS Rudyerd Bay (CVE-81) era una portaerei di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu sottoposta al contratto della Commissione Marittima (scafo MC 1118) il 24 ottobre 1943 dalla Kaiser Shipbuilding Company, a Vancouver, Washington; lanciato il 12 gennaio 1944, sponsorizzato dalla signora Scott E. Peck; acquisito dalla Marina il 25 febbraio 1944, e commissionato lo stesso giorno, con il comandante C. S. Smiley al comando. Decommissionato l'11 giugno 1946, Rudyerd Bay, ridisegnato CVU-81 il 12 giugno 1955 e AKV-29 nel 1959, rimase nella flotta della riserva atlantica, attraccato a Boston, nel Massachusetts, fino a quando fu colpito dalla lista della marina il 1 ° agosto 1959. In Gennaio 1960, fu venduta ai Cantieri Navali Santa Maria, Genova, Italia, per la demolizione.

CVE 82 Saginaw Bay

USS Saginaw Bay (CVE-82) era una portaerei di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu deposta come scafo MC il 1 novembre 1943 dalla Kaiser Shipbuilding Company, Inc., di Vancouver, a Washington; lanciato il 19 gennaio 1944, sponsorizzato dalla signora Howard L. Vickery; consegnato alla Marina il 2 marzo 1944 ad Astoria, Oregon; e commissionato lo stesso giorno, con il capitano Frank C. Sutton al comando. Il dizionario delle navi da combattimento navali americane afferma che Saginaw Bay prese il nome da un'insenatura sull'isola di Kuiu nell'arcipelago di Alexander dell'Alaska, ma si è discusso che la nave in realtà prende il nome da Saginaw Bay, una grande baia del lago Huron situata in Michigan. Tuttavia è estremamente probabile che il riferimento originale per il nome di Saginaw Bay fosse l'insenatura in Alaska, dato che ogni altra nave nella classe di Casablanca aveva almeno inizialmente un nome di "Baia" derivato dalle numerose baie e insenature dell'Arcipelago di Alexander e che c'è una baia di Saginaw sull'isola di Kuiu. L'insenatura prese il nome da USS Saginaw, una nave da guerra della Marina degli Stati Uniti che trascorse 1868-1869 esplorando e catalogando la costa dell'Alaska. Entrò nel cantiere navale di Boston il 23 febbraio per l'inattivazione; è stato dismesso il 19 giugno 1946; ed è stato assegnato al gruppo di Boston della flotta della riserva atlantica degli Stati Uniti. È stata riclassificata CVHE-82, efficace il 12 giugno 1955 ma non è mai stata convertita. Saginaw Bay fu colpita dalla lista della Marina il 1 ° marzo 1959 e fu venduta a Louis Simons il 27 novembre 1959.

CVE 83 Sargent Bay

La portaerei di scorta USS Sargent Bay (CVE-83), originariamente classificato AVG-83, è stato riclassificato ACV-83 il 20 agosto 1942, assegnato al Regno Unito con Lend Lease l'11 novembre, riallocato negli Stati Uniti il 21 giugno 1943, riclassificato CVE-83 il 15 luglio. stabilito l'8 novembre 1943 dalla Kaiser Shipbuilding Company di Vancouver, Washington sotto contratto della Commissione marittima (scafo MC 1120), lanciato il 31 gennaio 1944, patrocinato dalla signora Edith W. DeBaun, e commissionato il 9 marzo 1944, il capitano William Theodore Rassieur al comando. Al termine delle riparazioni, Sargent Bay è stata assegnata al servizio "Magic Carpet". Ha fatto due viaggi portando truppe dalle Hawaii in ottobre, e altre due in novembre e dicembre da Eniwetok e Okinawa. Arrivò a Boston, in Massachusetts, per inattivazione il 23 marzo 1946. Il 28 marzo, il capitano Oliver fu sollevato dal comandante Milton S. Worley, e Sargent Bay fu dismesso e messo lì in riserva il 23 luglio. Sargent Bay è stata riclassificata CVU-83 il 12 giugno 1955. È stata colpita dal registro navale dei pescherecci il 27 giugno 1958, venduta il 30 luglio 1959 alla J. C. Berkwitt Co. e demolita ad Anversa, in Belgio, nel settembre 1959.

CVE 84 Shamrock Bay

La USS Shamrock Bay (CVE-84) era un corriere di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu deposta con il codice dello scafo ACV-84 il 15 marzo 1943 dalla Kaiser Co., Vancouver, Washington, sotto un contratto della Commissione Marittima (scafo MC 1121); ri-designato CVE-84 il 10 giugno 1943; lanciato il 4 febbraio 1944; sponsorizzato dalla signora James R. Dudley; e incaricato il 15 marzo 1944, al comando del capitano Frank T. Ward, Jr. Dopo la fine della guerra, Shamrock Bay fece una corsa di trasporto fino a Guam, trasportando aerei dell'esercito e della marina e rimettendo veicoli. Poi assegnato al "Magic Carpet", ha scaricato i suoi negozi di aviazione e distaccato il suo personale di aviazione ad Alameda; e, il 20 ottobre, si diresse verso Pearl Harbor per imbarcare il suo primo contingente di veterani di ritorno, membri della quarta divisione marina. Completò quella corsa a San Diego il 2 novembre 1945, quindi fece due piste transpacifiche, una a Okinawa e una a Honshū. Completò la seconda corsa a Seattle il 26 gennaio 1946. Il 2 febbraio, salpò per Alameda; e, il 7, partì per tornare sulla costa orientale per l'inattivazione. Shamrock Bay arrivò a Boston il 1 ° marzo; subì revisione; e fu disarmato il 6 luglio 1946. Riclassificato CVU-84 il 12 giugno 1955, rimase nella flotta di riserva fino a quando fu colpito dalla lista della marina il 27 giugno 1958. Nel maggio 1958, fu venduta per la demolizione alla Hyman-Michaels Co. , di Chicago.

CVE 85 Shipley Bay

La USS Shipley Bay (CVE-85) era una portaerei di classe di Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu sottoposta al contratto della Commissione Marittima (scafo MC 1122) il 22 novembre 1943 da Kaiser Co., Inc., Vancouver, Washington; lanciato il 12 febbraio 1944; sponsorizzato dalla signora L. B. Richardson; e commissionato il 21 marzo 1944 al comando del capitano Edgar T. Neale. Il 26 settembre 1945, Shipley Bay salpò da San Diego per partecipare a "Operation Magic Carpet", il ritorno delle forze americane dall'estero. L'operatore trasferì da San Francisco a Pearl Harbor, Okinawa e Kwajalein, restituendo diverse migliaia di truppe negli Stati Uniti. Shipley Bay salpò per Boston nel febbraio 1946 per disattivazione e lay-up, arrivando lì il 9 marzo. Il 28 giugno, il vettore è stato messo "fuori servizio, in riserva", con la flotta della riserva atlantica. Shipley Bay fu colpita dalla lista della Marina il 1 ° marzo 1959 e venduta per rottame il 2 ottobre dello stesso anno.

CVE 86 Shamrock Bay

USS Sitkoh Bay (CVE-86), una portaerei di scorta, è stata convertita da uno scafo della Commissione marittima (scafo MC 1123) dalla Kaiser Shipbuilding Company di Vancouver, Washington. La sua chiglia fu posata il 23 novembre 1943 e fu lanciata il 19 febbraio 1944; sponsorizzato dalla signora Kathryn Mullinnix; e commissionato ad Astoria, Oregon, il 28 marzo 1944, al comando il capitano Robert G. Lockhart. Il 29 luglio 1950, Sitkoh Bay fu rimessa in servizio con il comandante C. W. Lord al comando. Fu assegnata al servizio di trasporto marittimo militare e, per i successivi quattro anni, navigò tra la costa occidentale e il Giappone, supportando le forze armate statunitensi in Corea. I suoi principali porti di scalo erano San Francisco, San Diego e Pearl Harbor e Yokohama e Yokosuka in Giappone. Sitkoh Bay partì da questa rotta da costa ovest a Giappone tre volte in quei quattro anni. Nel marzo 1951, consegnò un carico di F8F Bearcats alle forze francesi a Saigon nell'Indocina francese e poi visitò Manila, P.I., prima di tornare alle corse dalla California al Giappone. A settembre, ha visitato Pusan, in Corea. Sitkoh Bay si avventurò nuovamente dalle sue normali rotte marittime nel maggio del 1952, quando tornò a San Francisco da Yokosuka. Il vettore di scorta ha cessato le operazioni nel 1954 ed è stato messo fuori servizio, in riserva, il 27 luglio. Si unì alla Pacific Reserve Fleet e fu attraccata a San Francisco. Il 12 giugno 1955, il vettore di scorta in naftalina fu ridisegnato da una portaerei, CVU-86. A metà marzo 1958, cambiò aree di attracco, passando da San Francisco a San Diego. Il 1 ° aprile 1960, Sitkoh Bay, da allora riclassificata come nave da carico e traghetto per aerei, AKV-86, fu colpita dal registro navale. Il suo hulk fu venduto il 30 agosto 1960 ad Eisenberg & Co. di New York per la demolizione.

CVE 87 Steamer Bay

USS Steamer Bay (CVE-87) era un corriere di classe di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu stabilita il 4 dicembre 1943 a Vancouver, a Washington, dalla Kaiser Shipbuilding Company; lanciato il 26 febbraio 1944; sponsorizzato dalla signora Henry S. Kendall; e commissionato il 4 aprile 1944, il capitano Steadman Teller al comando. Steamer Bay ha condotto prove in mare a Puget Sound e ha navigato per San Diego il 2 maggio. Il 14, si diresse verso le Nuove Ebridi, trasportando gli uomini e gli aerei di Marine Air Group (MAG) 61. Arrivò a Espiritu Santo il 30, scaricò, e iniziò il suo viaggio di ritorno a San Diego il 2 giugno. La compagnia aerea si trovava sulla costa occidentale dal 20 giugno al 19 luglio quando tornò a vapore ad ovest, con 298 marines e 72 aerei, diretti alle Isole Marshall. Steamer Bay si trovava nel bacino di carenaggio al termine delle ostilità con il Giappone, e le furono dati ulteriori letti per ospitare i veterani di ritorno dall'estero. Ha navigato per Pearl Harbor, il 28 settembre, nel suo primo incarico "Magic Carpet". Steamer Bay fu assegnato alla flotta della Pacific Reserve il 4 febbraio 1946 e attraccò a Tacoma, nello stato di Washington. Nel gennaio 1947, fu messa in riserva, fuori uso. La sua designazione è stata cambiata da CVE-87 a CVHE-87 il 12 giugno 1955. Il vettore è stato cancellato dalla lista della marina il 1 ° marzo 1959 e venduto alla Hyman-Michaels Co., Chicago, Illinois, il 29 agosto 1959 per il rottame. Steamer Bay ha ricevuto sei stelle da battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

CVE 88 Cape Esperance

USS Cape Esperance (CVE-88) era una portaerei di classe di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu ordinata sotto il nome di Tananek Bay, ma il nome fu cambiato il 6 novembre 1943. Fu lanciata il 3 marzo 1944 da Kaiser Co., Inc., Vancouver, Washington, con un contratto della Commissione Marittima; sponsorizzato dalla signora W. M. McDade; trasferito alla Marina il 9 aprile 1944; e commissionato lo stesso giorno, con il comandante R. W. Bockius al comando. Rimessa in servizio il 5 agosto 1950, Cape Esperance riferì al servizio di trasporto marittimo militare per il servizio di trasporto aereo. Durante i successivi nove anni, fece una grande crociera nel Pacifico, consegnando aerei in Giappone per l'uso nella Guerra di Corea, sostenendo i test atomici a Eniwetok e compiendo due viaggi per portare aerei alla Royal Thai Air Force a Bangkok. Nel 1952, salpò per Hong Kong, per evacuare velivoli nazionalisti cinesi in pericolo di sequestro da parte dei comunisti cinesi. Riclassificato CVU-88 il 12 giugno 1955, Cape Esperance fece la sua prima traversata transatlantica nel 1956 per traghettare aerei da e verso l'Italia, la Francia e il Portogallo. Tornando al Pacifico sotto un programma operativo che la trovò quasi costantemente in mare, Capo Esperance portò aerei in Pakistan nel 1956. Continuò a compiere ben otto viaggi transpacifici in un anno, sostenendo le forze degli Stati Uniti e del Trattato del Sud-Est asiatico Paesi dell'organizzazione. Cape Esperance fu dismesso il 15 gennaio 1959 e venduto il 14 maggio 1959. Cape Esperance ha ricevuto due stelle di battaglia per il servizio della seconda guerra mondiale.

CVE 89 Takanses Bay

La USS Takanis Bay (CVE-89) (anche CVU-89) era una portaerei di scorta della classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti, dal nome della baia di Takanis sul lato ovest dell'isola di Yakobi in Alaska (vicino a Sitka). Fu deposta sotto contratto della Commissione Marittima (scafo MC 1126) il 16 dicembre 1943 a Vancouver, Washington, dalla Kaiser Shipbuilding Company, lanciata il 10 marzo 1944, sponsorizzata dalla signora Alden R. Sanborn, e commissionata il 15 aprile 1944, Capitano AR Brady al comando. Takanis Bay è arrivata a San Pedro, in California, dal suo ultimo viaggio, il 2 gennaio 1946. Si è trasferita a Puget Sound ad aprile, dove sono iniziati i lavori di inattivazione, ed è stata dismessa il 18 giugno. Takanis Bay è stata riclassificata CVU-89 il 12 giugno 1955 ed è stata cancellata dal registro navale della nave il 1 ° agosto 1959. È stata venduta il 29 giugno 1960 alla Hyman-Michaels Company, Chicago, Illinois, per rottame e demolizione a Portland, Oregon .

CVE 90 Thetis Bay

USS Thetis Bay (CVE-90 / CVHA-1 / LPH-6) era un corriere di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Sebbene non fosse l'ultima della classe da costruire, fu l'ultimo scafo della classe di Casablanca ad essere demolito. Thetis Bay è stata depositata sotto il contratto della Commissione Marittima (scafo MC 1127) il 22 dicembre 1943 a Vancouver, Washington, dalla compagnia navale Kaiser; lanciato il 16 marzo 1944; sponsorizzato dalla signora Ricco Botta; e commissionato il 21 aprile 1944 al comando del capitano Donald E. Wilcox. Il dizionario delle navi da combattimento navali americane afferma che Thetis Bay è "un'insenatura all'estremità sud della baia di Tebenkof sulla costa occidentale dell'isola di Kuiu nell'arcipelago di Alexander dell'Alaska."  Thetis Bay fu schierata nel Pacifico occidentale nella primavera del 1961. Dopo il ritorno della nave d'assalto a Long Beach, fu trasferita nella flotta atlantica. Arrivò a Norfolk, il suo nuovo porto di casa, all'inizio del dicembre 1961. Durante i tre anni successivi, la nave operò lungo la costa atlantica e nei Caraibi. Il momento saliente del suo servizio con la flotta atlantica avvenne durante la crisi missilistica cubana nell'ottobre del 1962, quando si recò nella zona di quarantena con la squadra di sbarco marina imbarcata e lo squadrone di elicotteri pronti all'azione. Nel settembre del 1963 Thetis Bay proseguì verso l'Haiti, colpita dall'uragano. Ha ancorato al largo di Port-au-Prince e ha lanciato elicotteri marini che trasportano aiuti medici e generi alimentari a migliaia di vittime dell'uragano Flora. Thetis Bay si trovava fuori dal Norfolk il 5 gennaio 1964 in rotta verso Philadelphia per la disattivazione e arrivò il giorno dopo. Fu disarmata e fu estromessa dalla Lista della Marina il 1 ° marzo 1964. La sua carcassa fu venduta nel dicembre 1964 a Peck Iron & Metal Co., Inc., Portsmouth, Virginia, per rottami.

CVE 91 Makassar Bay

Lo stretto di USS Makassar (CVE-91) era una portaerei di classe di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. La nave prese il nome dallo stretto di Makassar, lo stretto tra Kalimantan e Sulawesi, in Indonesia. Originariamente era classificata come AVG-91, riclassificata ACV-91 il 20 agosto 1942 e riclassificata CVE-91 il 15 luglio 1943; originariamente chiamato Ulitaka Bay e ribattezzato Stretto di Makassar il 6 novembre 1943; stabilito da Kaiser Co., Inc., Vancouver, Washington, con contratto della Commissione marittima il 29 dicembre 1943; lanciato il 22 marzo 1944; sponsorizzato dalla signora Ysabel Weyse Hedding, moglie del capitano Truman J. Hedding, capo di stato maggiore, comandante della divisione di divisione tre; e commissionato ad Astoria, Oregon, il 27 aprile 1944, al comando del capitano Warren K. Berner. Partendo da San Diego il 5 gennaio 1946, lo Stretto di Makassar attraversò a vapore via San Francisco, in California, fino a Tacoma, Washington, dove arrivò il 12 gennaio 1945. Subì la disattivazione e fu dismesso il 9 agosto 1946. Lo Stretto di Makssar entrò nella flotta della Riserva del Pacifico a Tacoma e, mentre era attraccato, fu riclassificato come portaerei di utilità, CVU-91, il 12 giugno 1955. Il 28 agosto 1958 il Segretario della Marina degli Stati Uniti la autorizzò ad essere utilizzata come bersaglio. Il suo nome è stato cancellato dalla lista della Marina il 1 ° settembre 1958. Nell'aprile 1961, mentre rimorchiava all'isola di San Clemente, al largo della California, si incagliò sull'isola di San Nicholas nelle Isole del Canale, e fu venduta per la demolizione in situ il 2 maggio 1961. Fino all'autunno del 1965, non aveva stato rotto e veniva usato come bersaglio.

CVE 92 Windham Bay

La USS Windham Bay (CVE-92) era una portaerei di scorta della classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu deposta sotto un contratto della Commissione Marittima (scafo MC 1129) il 5 gennaio 1944 a Vancouver, Washington, dalla Kaiser Shipbuilding Co .; lanciato il 29 marzo 1944; sponsorizzato da Mrs. Henry M. Cooper; e incaricato il 3 maggio 1944, al comando del capitano Charles W. Oexle. Windham Bay continuò il suo aereo traghettando viaggi tra Stati Uniti e Giappone durante il 1953. La guerra in Corea, tuttavia, cominciò a diminuire di intensità all'incirca nello stesso periodo, ei suoi passaggi iniziarono ad assumere più di un carattere di pace. Iniziò a fare più soste e viaggi secondari oltre a Yokosuka, in particolare alle Hawaii, alle Filippine e in altri porti giapponesi. L'Indocina francese tornò al suo itinerario nel maggio del 1954 e di nuovo a febbraio e marzo 1955, quando fece visita a Saigon, capitale della Repubblica del Vietnam di recente costituzione. Il 12 giugno 1955, fu ridesignata CVU-92. Nel maggio 1957, aggiunse Naha, Okinawa, alla sua lista di scali; e, a dicembre, fece un'altra sosta a Saigon. Altrimenti, il resto della sua carriera consisteva nel normale viaggio di rifornimento di aerei della costa occidentale-giapponese a sostegno dei corrieri veloci assegnati al Pacifico occidentale. La sua carriera durò fino alla fine del 1958. Nel gennaio 1959, fu ritirata dal servizio militare e fu attraccata con il San Francisco Group, Pacific Reserve Fleet. Il suo nome è stato cancellato dalla Lista della Marina il 1 ° febbraio 1959 e successivamente è stato venduto alla Hugo Neu Steel Products Corp., di New York City. La nave fu demolita in Giappone nel febbraio 1961.

CVE 93 Makin Island

USS Makin Island (CVE-93) era una portaerei di classe di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Nominata per il raid Makin del 1942, fu deposta il 12 gennaio 1944 dalla Kaiser Shipbuilding Company, Vancouver, Washington; lanciato il 5 aprile 1944; sponsorizzato dalla signora B. B. Nichol; e commissionato ad Astoria, Oregon, il 9 maggio 1944, al comando del comandante W. B. Whaley. Salpò di nuovo l'11 luglio, per fornire una copertura aerea per le navi che conducevano operazioni di dragaggio e minatori nel Mar Cinese orientale e per lanciare attacchi aerei contro obiettivi giapponesi sulla costa cinese. Il 13 agosto si radunò a Buckner Bay, a Okinawa, e il 9 settembre si recò a Wakanoura Wan, nel sud di Honshū, per il servizio militare. Tra le sue missioni stava fornendo una copertura aerea per l'evacuazione dei prigionieri di guerra alleati. Salpò per San Francisco il 18 ottobre, arrivò il 5 novembre, quindi viaggiò a Shanghai per riportare truppe (comprese le famose Tigri Volanti) negli Stati Uniti a Seattle il 30 dicembre. Makin Island è stata dismessa il 19 aprile 1946 a Puget Sound, è stata colpita dalla lista della marina l'11 luglio e venduta il 1 ° gennaio 1947.

CVE 94 Lunga Point

USS Lunga Point (CVE-94), in origine Alazon Bay, era una portaerei di scorta di  classe Casablanca. E 'stato chiamato per Lunga Point sulla costa settentrionale di Guadalcanal, il sito di una battaglia navale durante la seconda guerra mondiale. Fu istituito dalla Kaiser Shipbuilding Co., a Vancouver, Washington, il 19 gennaio 1944; lanciato l'11 aprile 1944, sponsorizzato dalla signora Mary Elizabeth McKay; e commissionato il 14 maggio 1944, il comandante G. A. T. Washburn al comando. Il 24 ottobre 1946, la nave fu dismessa e divenne parte del Gruppo Tacoma, Pacific Reserve Fleet. È stata riclassificata CVU-94 il 12 giugno 1955 e AKV-32 il 7 maggio 1959. È stata colpita dalla lista della Marina il 1 aprile 1960 e venduta a San Diego a Hyman Michaels Co. il 3 agosto 1960.

CVE 95 Bismarck Sea

USS Bismarck Sea (CVE-95) era un corriere di classe di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu lanciata il 17 aprile 1944 dalla Kaiser Co., Inc., a Vancouver, Washington, con un contratto della Commissione Marittima come Alikula Bay; sponsorizzato dalla signora M. C. Wallgren, moglie del senatore Monrad Wallgren; ribattezzato Mare di Bismarck il 16 maggio 1944; trasferito alla Marina il 20 maggio 1944; e commissionato lo stesso giorno, con il comandante J. L. Pratt al comando. Il 21 febbraio 1945, nonostante i pesanti spari, due kamikaze giapponesi colpiscono il mare di Bismarck, prima a dritta sotto il primo cannone da 40 mm (a poppa), schiantandosi contro il ponte dell'hangar e colpendo i caricatori della nave. Il fuoco era quasi sotto controllo quando il secondo aereo colpì il pozzo dell'ascensore di poppa, esplodendo all'impatto e distruggendo il sistema di distribuzione dell'acqua salata antincendio, impedendo così ogni ulteriore controllo del danno. Poco dopo, fu dato l'ordine di abbandonare la nave. L'USS Bismarck Sea affondò con la perdita di 318 uomini, e fu l'ultima portaerei della US Navy a essere persa durante la seconda guerra mondiale. Tre cacciatorpediniere e tre scortecciatrici distruggevano i sopravvissuti nelle successive 12 ore, tra cui un totale di 605 ufficiali e uomini dal suo equipaggio del 923. I sopravvissuti furono poi trasferiti a Dickens e nelle Highlands. Secondo il dizionario delle navi da combattimento navali americane, la USS Edmonds ha diretto le operazioni di salvataggio delle rimanenti mani, salvando 378 membri dell'equipaggio della compagnia aerea, compreso l'ufficiale comandante, nonostante l'oscurità, il mare grosso e gli attacchi aerei continui. L'equipaggio di Trenta di Edmonds si spostò di lato per mettere in salvo i corrieri feriti ed esausti.

CVE 96 Salamaya

USS Salamaua (CVE-96) era una portaerei di scorta di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Originariamente si chiamava Anguilla Bay (ACV-96). La nave fu riclassificata CVE-96 il 15 luglio 1943 e ribattezzata Salamaua il 6 novembre 1943. Il vettore di scorta fu depositato sotto un contratto della Commissione marittima (MC scafo 1133) il 4 febbraio 1944 dalla Kaiser Shipbuilding Co., Vancouver, Washington e lanciato il 22 aprile 1944; sponsorizzato dalla signora W. J. Mullins. Salamaua fu commissionato il 26 maggio 1944, al comando del capitano Joseph I. Taylor Jr. Il 25 agosto, Salamaua ritornò a Leyte, rifornì, quindi scortò un convoglio di truppe nella baia di Tokyo. Il convoglio arrivò il 2 settembre e gli aerei della compagnia di scorta fotografarono lo sbarco delle truppe di occupazione a Yokohama lo stesso giorno. Dopo aver sorvegliato un secondo convoglio nella baia di Tokyo, si unì alla flotta "Magic Carpet", imbarcò veterani per il trasporto negli Stati Uniti e sbarcò ad Alameda il 3 ottobre. Prima della fine dell'anno, Salamaua completò altri due giri "Magic Carpet". Nel 1946, si preparò per l'inattivazione. Venne disarmata il 9 maggio 1946, colpita dal registro navale dei pescherecci il 21 maggio, e successivamente venduta alla Zidell Ship Dismantling Co., Portland, Oregon, per la demolizione il 18 novembre 1946.

CVE 97 Hollandia

USS Hollandia (CVE-97), precedentemente AVG-97 e ACV-97, era una portaerei  della classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Hollandia fu lanciato sotto contratto della Commissione Marittima come Astrolabe Bay (CVE-97) da Kaiser Co., Inc., Vancouver, Washington il 28 aprile 1944; sponsorizzato da Mrs. William H. Wheat; ribattezzato Hollandia il 30 maggio 1944; e commissionato il 1 ° giugno 1944 al comando del capitano Charles L. Lee. Dopo la resa del Giappone, Hollandia subì la conversione a Guam per l'uso come nave passeggeri e si unì all'operazione Magic Carpet, incaricata del gigantesco compito di restituire le decine di migliaia di militari americani nel Pacifico compresi i 317 stremati, ma deliranti felici, sopravvissuti dalla USS Indianapolis dopo il loro trattamento medico su Guam. Dopo quattro viaggi del genere, la nave tornò a San Pedro, in California. Partendo il 4 febbraio 1946, arrivò a Puget Sound il 15 febbraio e fu ritirata dal servizio il 17 gennaio 1947. Fu riclassificata mentre era in riserva al CVU-97 il 12 giugno 1955 e all'AKV-33 il 7 maggio 1959. Hollandia fu venduta a Eisenberg & Co., New York, il 31 dicembre 1960, e successivamente demolito a Portland, nell'Oregon.

CVE 98 Kwajalein

USS Kwajalein (CVE-98), precedentemente Bucareli Bay, era un corriere di classe di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Fu lanciato il 4 maggio 1944 dalla Kaiser Co., Inc., a Vancouver, Washington, con un contratto della commissione marittima; sponsorizzato da Mrs. Rudolf L. Johnson; acquisito dalla Marina il 7 giugno 1944, e commissionato lo stesso giorno, il comandante R. C. Warrack al comando. Da marzo ad agosto, Kwajalein ha trasportato aerei su tre crociere da Pearl Harbor al Pacifico occidentale, mantenendo a pieno regime gruppi aerei basati sulle compagnie aeree per i massicci raid delle compagnie aeree giapponesi. Con la cessazione delle ostilità il 14 agosto 1945, al vettore fu assegnato il compito di restituire veterani del Pacifico negli Stati Uniti. Ha fatto quattro crociere per le isole del Pacifico prima di arrivare a San Pedro il 2 febbraio 1946, dalla sua missione finale di Operation Magic Carpet. Il 23 aprile Kwajalein ha liberato San Pablo Bay per Mukilteo, Wash., Arrivando lì 3 giorni dopo. Si è ritirata dal servizio militare a Tacoma, Washington, il 16 agosto, e si è unita alla flotta della riserva del Pacifico. Il suo nome è stato cancellato dal registro navale dei pescherecci il 1 aprile 1960, e fu demolito in Giappone l'anno seguente.

CVE 99 Admiralty Islands

La USS Admiralty Islands (CVE-99) era una portaerei di scorta della classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti, che prese il nome dal gruppo delle Isole dell'Ammiragliato a nord della Nuova Guinea, teatro di combattimenti all'inizio del 1944. Presentato come USS Chaplin Bay, sotto il contratto della Commissione marittima (scafo MC 1136) il 26 febbraio 1944 dai cantieri navali Kaiser, a Vancouver, Washington, fu rinominato Isole dell'Ammiragliato il 26 aprile 1944, lanciato il 10 maggio 1944; sponsorizzato dalla signora Homer N. Wallin, e commissionato ad Astoria, Oregon, il 13 giugno 1944, il capitano J. D. Barner in comando temporaneo. Più tardi quel giorno, il comando della nave passò al Capitano M. E. A. Gouin. I doveri di "Magic Carpet" occuparono la portaerei  fino alla sua disarmo il 24 aprile 1946. Il suo nome fu estratto dal Naval Vessel Register l'8 maggio 1946 e la nave fu venduta il 2 gennaio 1947 alla Zidell Machinery and Supply Company, Portland, Oregon. Zidell rastrellò le sue uniche miglia dai cantieri navali di Kaiser dove era stata costruita solo pochi anni prima.

CVE 100 Bouganville

USS Bougainville (CVE-100) era una nave di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti, costruita e utilizzata durante la seconda guerra mondiale. Fu lanciata il 16 maggio 1944 dai Kaiser Shipyards di Vancouver, a Washington, sotto un contratto della Commissione Marittima; sponsorizzato dalla signora Sally A. Montfort, moglie del capitano Montfort, acquisita il 18 giugno 1944; e commissionato lo stesso giorno, il comandante C. A. Bond al comando. A settembre, ha fatto il bagno ad Okinawa, dove è rimasta fino al 6 ottobre 1945 per consegnare aerei e personale di occupazione a diversi porti cinesi. Ritornato ad Okinawa il 19, partì il giorno seguente per San Diego. A San Diego, ha subito un breve periodo di cantiere fino al 28 novembre, per poi fare il suo ultimo viaggio a Pearl Harbor ed Eniwetok. Tornò a San Diego il 12 gennaio 1946 e riferì alla 19 ° Flotta per inattivazione. Salpò da San Diego il 19 gennaio in rotta verso Port Angeles Wash., E poi a Tacoma. Bougainville fu messa fuori riserva nella riserva il 3 novembre 1946. Fu riclassificata CVU-100 il 16 giugno 1955. Bougainville fu colpita e demolita nel 1960.

CVE 101 Matanikan

USS Matanikau (CVE-101) era una portaerei di classe di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Matanikau fu depositato come Baia di Dolomoi sotto contratto della Commissione Marittima dalla Kaiser Co., Inc. a Vancouver, Washington, il 10 marzo 1944; ribattezzato Matanikau il 26 aprile 1944; lanciato il 22 maggio 1944, sponsorizzato dalla signora Robert A. Grant, consegnato alla Marina il 24 giugno 1944, e commissionato ad Astoria, Oregon lo stesso giorno, il comandante W. L. Erdmann al comando. Matanikau salpò per gli Stati Uniti il 9 gennaio e entrò nel porto di San Diego il 29. Dal 1 ° febbraio, ha fatto il bagno a Tacoma, Washington, dove è rimasta nei successivi 8 mesi in stato di inattività. È stata ritirata dall'11 ottobre ed è entrata nella Pacific Reserve Fleet. Mentre era attraccato a Tacoma, Matanikau fu riclassificato CVHE-101 il 15 giugno 1955, e di nuovo riclassificato AKV-36 il 7 maggio 1959. Ordinato nel marzo del 1960, Matanikau fu colpito dalla lista della Marina il 1 aprile 1960. Fu venduta a Jacq. Pierot, Jr. & Sons of New York, il 27 luglio 1960.

CVE 102 Attu

USS Attu (CVE-102) era una portaerei di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti, dal nome di Attu nelle Isole Aleutine. Originariamente Elbour Bay, CVE-102 fu ribattezzata Attu il 6 novembre 1943. Fu deposta il 16 marzo 1944 a Vancouver, Washington, dalla Kaiser Shipbuilding Company sotto un contratto della Commissione Marittima (scafo MC 1139), lanciato il 27 maggio 1944, sponsorizzato dalla signora George W. Steele, e commissionato il 30 giugno 1944 al comando del capitano HF MacComsey. L'operatore è tornato sulla costa occidentale l'11 novembre e, il 25 novembre, ha iniziato la sua partecipazione all'operazione Magic Carpet. In questa veste, Attu viaggiò verso numerosi punti nel Pacifico. Ha fatto vapore per oltre 38.000 miglia e ha restituito oltre 4.000 uomini di servizio negli Stati Uniti. Nel maggio del 1946, Attu era in programma per lo smaltimento. Il corriere di scorta salpò per Norfolk, in Virginia, attraverso il Canale di Panama e Jacksonville, in Florida. Attu dismesso a Norfolk l'8 giugno 1946 e il suo nome è stato cancellato dalla lista della marina il 3 luglio 1946. Fu venduto il 3 gennaio 1947. Dopo la dismissione di Attu, è stata acquisita dai rappresentanti dell'Agenzia ebraica di New York. L'agenzia ebraica era il rappresentante della popolazione ebraica che viveva nel Palestine britannico, i rappresentanti, guidati da Yehuda Arazi, acquistarono la nave perché poteva trasportare oltre 10.000 sfollati in quello che sarebbe diventato Israele, oltre a trasportare una grande quantità di armamenti per l'Haganah che cosa sarebbe diventato l'esercito israeliano nel 1948. Il denaro fu trasferito, ~ $ 10.000, e fu programmato un refit per preparare la nave. Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha preso il volo del piano e ha annullato l'accordo; permettendo ad Attu di essere demolito.

CVE 103 Roi

USS Roi (CVE-103), originariamente scafo MC 1140 e in seguito proiettato come un AVG e un ACV, è stato depositato come Alava Bay (CVE-103) il 22 marzo 1944 da Kaiser Shipbuilding Co., Vancouver, Washington; ribattezzato Roi il 26 aprile 1944; lanciato il 2 giugno 1944; sponsorizzato dalla signora William Sinton; acquisito dalla commissione marittima e incaricato il 6 luglio 1944 al comando del comandante P. H. Lyon. Dopo la fine della guerra, Roi fu utilizzato nelle operazioni "Magic-Carpet", restituendo veterani negli Stati Uniti per la dimissione. Roi fu ritirato a Bremerton il 9 maggio 1946, colpito dal registro navale dei pescherecci il 21 maggio, e venduto il 31 dicembre 1946 a Zidell Machinery & Supply di Portland, Oregon.

CVE 104 Munda

USS Munda (CVE-104) era una portaerei di scorta di classe Casablanca della Marina degli Stati Uniti. Era l'ultima della serie da costruire. Più vettori di classe Casablanca furono costruiti rispetto a qualsiasi altra singola classe di portaerei nella storia, e l'ultimo ad essere costruito sulla piattaforma della nave della Libertà; il vettore di scorta della classe di Commencement Bay che seguì fu progettato dalla chiglia su come un vettore. Fu deposta il 29 marzo 1944 sotto contratto della Commissione marittima come scafo MC 1141 dai Cantieri navali Kaiser, Vancouver, Washington, originariamente designati ACV-104, e CVE-104 riprogettato il 15 luglio 1944. Originariamente battezzata Tonowek Bay il 23 settembre 1944, il vettore fu ribattezzato Munda il 6 novembre 1944, in onore della battaglia per conquistare Munda Bay nelle Isole Salomone. Fu durante questa battaglia che Rodger Wilton Young fu ucciso. Alcune fotografie commemorative della nave hanno dato il nome a Munda Bay. Munda fu lanciato il 27 maggio 1944 (sponsorizzato dalla signora James E. Dyer), per essere accettato e commissionato l'8 luglio 1944, sotto il comando del Capitano LA Pope (un aviatore della Marina che aveva, negli anni Venti, letteralmente "scritto il libro "sulla fotografia aerea per la Marina". Partendo da Tokyo il 2 ottobre, si unì alle navi assegnate all'operazione Magic Carpet e, l'anno successivo, trasferì i militari negli Stati Uniti. Dopo il completamento di tale dovere, il 18 gennaio 1946, Munda si preparò per l'inattivazione a Port Angeles, Washington. Rimpatriato il 13 settembre 1946, si unì alla Pacific Reserve Fleet, approdando a Tacoma, Washington. Ridisegnata CVU-104 il 12 giugno 1955, fu trasferita a Bremerton il 29 aprile 1958. Munda fu colpita dal registro navale dei pescherecci il 1 ° settembre 1958 e venduta come rottame il 17 giugno 1960 alla General Ore Company di New York.

Classe Commencement Bay

Dopo la costruzione delle 50 portaerei di scorta della classe Casablanca, la Marina americana impostò un altro programma di costruzione in serie di 35 unità che dovevano rappresentare un miglioramento dei tipi Sangamon.  Solo le prime 11 unità furono però ultimate, e solo tre ebbero effettivo impiego nella guerra in Pacifico: C VE 106 Block Island, C VE 107 Gilbert Island e C VE 109 Cape Gloucester. Le portaerei di scorta della classe Bay di Commencement erano l'ultima classe di corrieri di scorta costruiti per la Marina degli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale. Le navi erano basate sullo scafo Tanker del tipo T3 della Maritime Commission, che forniva loro uno spostamento di circa 23.000 tonnellate e una lunghezza di 557 piedi (170 m). Diversamente dalla maggior parte delle precedenti classi di corrieri di scorta, che sono state depositate come qualcos'altro e convertite in portaerei a metà costruzione, le baie Commencement sono state costruite come trasportatori dalla chiglia in su. La loro disposizione generale era simile ai vettori di scorta della classe Sangamon, ma alcune delle carenze ingegneristiche di Sangamon erano state affrontate. Entrarono in servizio alla fine della seconda guerra mondiale: la USS Commencement Bay fu lanciata il 9 maggio 1944, quindi la maggior parte di loro vide pochi o nessun servizio operativo. Trentatré di questi sono stati ordinati ma molti sono stati cancellati prima del completamento. Diciannove hanno visto il servizio su commissione nella Marina degli Stati Uniti, quattro sono stati suddivisi sulle strade alla fine della guerra, due sono stati accettati dai costruttori, ma non sono mai stati commissionati e il resto è stato cancellato prima di essere deposto. Dopo la guerra furono visti come potenziali elicotteri, anti-sottomarini o ausiliari (trasporti), e un certo numero di navi servì in questi ruoli durante la guerra di Corea. L'eterna guerra del jet terminò le loro vite, poiché le navi non erano più abbastanza grandi da trasportare in sicurezza il velivolo molto più grande della fine degli anni '50, e tutte le unità erano fuori servizio o riclassificate entro il 1960.

CVE.105 Commencement Bay

USS Commencement Bay (CVE-105) (ex St. Joseph Bay), la nave principale della sua classe, era un vettore di scorta e successivamente portaerei per elicotteri della Marina degli Stati Uniti, usato principalmente come nave da addestramento. Commencement Bay è stato lanciato il 9 maggio 1944 da Todd Pacific Shipyards, Tacoma, Washington; sponsorizzato dalla signora F. Eves; e commissionato il 27 novembre 1944, il comandante Roscoe Leroy Bowman al comando. Commencement Bay riferì a Seattle, il 1 ° febbraio 1945, come nave da addestramento a Puget Sound fino al 2 ottobre. Durante questo periodo ha addestrato 545 ufficiali e 5.053 uomini di equipaggi precommissioning per i corrieri di scorta, e ha qualificato 249 piloti di otto gruppi aerei in decollo e atterraggio di vettori. Salpò da Bremerton il 21 ottobre 1945 e arrivò a Pearl Harbor il 4 novembre per allenarsi e condurre le qualifiche di portatore fino al 27 novembre a Seattle per Seattle e Tacoma. Dopo le visite a Los Angeles e San Pedro, è tornata a Tacoma il 28 gennaio, dove è stata messa fuori servizio nella riserva il 30 novembre 1946. È stata ri-classificata CVHE-105, il 12 giugno 1955; e AKV-37, 7 maggio 1959.

CVE.106 Block Island

USS Block Island (CVE-106) era una nave di scorta della classe Commencement Bay della Marina degli Stati Uniti. Fu la seconda nave a portare il suo nome, fatta in onore del primo, che fu lanciata 12 giorni dopo che l'originale fu affondato. Fu lanciata il 10 giugno 1944 come Sunset Bay da Todd-Pacific Shipyards, Inc. Tacoma, Washington; sponsorizzato dalla signora E. J. (Grace) Hallenbeck (madre del maggiore Pappy Boyington, poi prigioniero di guerra dei giapponesi) e commissionata come Block Island il 30 dicembre 1944, al comando del capitano F. M. Hughes. La nave fu rimessa in servizio il 28 aprile 1951 e riportata alla flotta atlantica. Dal giugno 1951 al novembre 1953, ha effettuato operazioni locali al largo della Virginia Capes, effettuato quattro crociere verso i Caraibi e una verso il Regno Unito, la Francia e l'Italia dal 17 aprile al 26 giugno 1953. Il pittore Thomas Hart Benton è stato ospite nel viaggio di ritorno dall'Europa. USS Block Island in corso, estate 1953 Il 15 gennaio 1954, fu messa in commissione nella riserva di Filadelfia e fuori dalla riserva di riserva il 27 agosto 1954. Nel 1957-1958, fu ridestinata LPH-1 in previsione della conversione in una nave d'assalto anfibia, ma la conversione fu cancellato e la sua designazione è ritornata a CVE-106 prima che qualsiasi lavoro fosse fatto. Block Island fu colpita dal registro navale della nave il 1 ° luglio 1959.

CVE.107 Gilbert Islands

La USS Gilbert Islands (CVE-107) (ex St. Andrews Bay) era una compagnia di scorta della Marina degli Stati Uniti. Fu lanciata il 20 luglio 1944 dai cantieri navali di Todd-Pacific a Tacoma, nello stato di Washington. Era sponsorizzata dalla signora Edwin D. McMorries, moglie del capitano Edwin D. McMorries, chirurgo dell'ospedale navale di Puget Sound Naval Yard, e commissionata il 5 febbraio 1945 al comando del capitano L. K. Rice. È stata riclassificata come AGMR-1 il 1 ° giugno 1963, ribattezzata USS Annapolis il 22 giugno 1963 e infine riaperta il 7 marzo 1964. Riclassificato AKV-39 il 7 maggio 1959, le isole Gilbert rimasero in riserva fino a quando il suo nome fu battuto dal Naval Vessel Register nel giugno 1961. Fu riclassificata AGMR-1 il 1 ° giugno 1963 e ribattezzata USS Annapolis (AGMR-1) il 22 giugno 1963. Annapolis è stata rimessa in servizio il 7 marzo 1964, al comando del comandante John J. Rowan. Come prima importante nave di comunicazione della Marina, Annapolis era impegnata con prove di accettazione per il resto dell'anno. In autunno, ha gestito le comunicazioni durante Operations Teamwork e Steel Pike prima dell'ammissione definitiva alla flotta il 16 dicembre.

CVE.108 Kula Gulf / ex Vermillion Bay

USS Vermillion Bay (CVE-108) era un corriere di scorta della Marina degli Stati Uniti. È stata ribattezzata Kula Gulf il 6 novembre 1943; stabilito da Todd-Pacific Shipyards, Inc., Tacoma, Wash. il 16 dicembre 1943; lanciato il 15 agosto 1944; sponsorizzato da Miss Dorothy Mott; completato da Willamette Iron & Steel Corp., Portland, Oregon; e commissionato a Portland il 12 maggio 1945, il comandante J. W. King al comando. Con l'aumento dell'aggressione comunista nel Vietnam del Sud, gli Stati Uniti hanno esteso gli sforzi per proteggere l'integrità e l'indipendenza della Repubblica del Vietnam (Vietnam del Sud). Questa assistenza ha posto ampie richieste logistiche e ha creato la necessità di un'ulteriore potenza marittima. A causa di questa necessità urgente, il Golfo di Kula fu trasferito al Comando di sollevamento di navi militari il 30 giugno 1965 per essere utilizzato come traghetto per aerei. Nell'estate del 1965, trasportava elicotteri e truppe della 1a divisione di cavalleria dalla costa orientale al Vietnam. Ha continuato le operazioni di navetta aerea tra i porti della West Coast e le basi americane lungo la costa del Vietnam del Sud nel 1967. La nave fu dismessa il 6 ottobre 1969, colpito dal registro navale dei pescherecci il 15 settembre 1970, e venduto al rottame nel 1971.

CVE.109 Cape Gloucester

USS Cape Gloucester (CVE-109) era una portaerei di classe Commencement Bay della Marina degli Stati Uniti, in servizio dal 5 marzo 1945 al 5 novembre 1946. Dopo aver trascorso altri 25 anni nella flotta di riserva, la nave fu demolita nel 1971. Cape Gloucester (nome cambiato da Willapa Bay il 26 aprile 1944) fu lanciato il 12 settembre 1944 da Todd-Pacific Shipyards, Inc., Tacoma, Washington; sponsorizzato dalla signora R. M. Griffin; commissionato il 5 marzo 1945 al comando del comandante J. W. Harris; e riferito alla Flotta del Pacifico. Dopo l'addestramento operativo a Pearl Harbor, Cape Gloucester arrivò a Leyte, P.I. il 29 giugno 1945 per unirsi alla 3a flotta. I suoi aerei volarono in pattugliamento d'aria combattendo contro i kamikaze giapponesi che tentavano di attaccare dragamine che operavano ad est di Okinawa dal 5 al 17 luglio. Hanno poi partecipato a raid aerei e ricognizioni fotografiche di navi e aeroporti lungo la costa cinese fino al 7 agosto. Durante questo periodo, il suo aereo abbatté diversi aerei giapponesi e aiutò a danneggiare una nave da carico di 700 tonnellate. Dopo un periodo che copriva il dragaggio di mine lungo le coste giapponesi, e solo due settimane dopo che i giapponesi si erano arresi formalmente a bordo degli Stati Uniti. Missouri il 2 settembre 1945, la Cape Gloucester salpò per Nagasaki, spogliata dei suoi aerei, per servire come primo partecipante della celebre flotta "Magic Carpet" che restituì migliaia di prigionieri di guerra stracciati e mezzi affamati dall'Australia, Nuova Zelanda, Gran Bretagna e Olanda, insieme a una manciata di americani, nelle loro case. Molti di questi prigionieri di guerra provenivano da campi di prigionia su Kyūshū. In quel ruolo, Cape Gloucester salpò per Okinawa per scaricare i prigionieri di guerra alleati, e fece quattro viaggi di ritorno di militari statunitensi da Okinawa e Pearl Harbour verso la costa occidentale. Il corriere di scorta ritornò a Tacoma, Washington, il 22 maggio 1946, e fu messo fuori riserva nella riserva il 5 novembre 1946. Ancora in riserva, fu riclassificata CVHE-109 il 12 giugno 1955 e ulteriormente riclassificata AKV-9 su 7 maggio 1959.

CVE.110 Salerno Bay

USS Salerno Bay (CVE-110) (ex-Winjah Bay) era un vettore di scorta della classe Bay avvenuto il 7 febbraio 1944 dalla Seattle-Tacoma Shipbuilding Corporation, Tacoma, Washington; lanciato il 26 settembre 1944; sponsorizzato dalla signora Ward Gilbert; trasferito alla Commercial Iron Works, Portland, Oregon, per il completamento il 29 settembre 1944; e commissionato il 19 maggio 1945, il comandante W. C. Holt al comando. Rimesso in servizio il 4 ottobre, rimase nella flotta di riserva fino alla sua riapertura il 20 giugno 1951. Seguì l'addestramento dello Shakedown; e, in ottobre, ha iniziato le operazioni con la divisione Carrier 18. Durante i mesi di novembre e inizio dicembre, ha condotto esercizi al di fuori del Virginia Capes e nei Caraibi. Il 18 dicembre, è tornata a Norfolk. Il 7 gennaio 1952, ha di nuovo navigato a sud per operazioni nei Caraibi. Tornata a Norfolk all'inizio di febbraio, ha operato al largo di Porto Rico a marzo e al largo delle coste della Virginia e della Carolina da aprile a luglio. Si è quindi preparata per lo spiegamento europeo. Il 26 agosto, partì da Norfolk; raggiunto TF 173 lungo il percorso; e, nel mese di settembre, ha partecipato agli esercizi della NATO al largo della Norvegia. All'inizio di ottobre, ha proceduto a Gibilterra, quindi ha navigato nel Mediterraneo per le operazioni con la sesta flotta. Alla fine di novembre, ha ritrasmesso lo Stretto di Gibilterra; e, il 7 dicembre, tornò a Norfolk per riprendere gli esercizi locali, nell'Atlantico occidentale e nei Caraibi, che continuò nel 1953. Nella primavera di quell'anno, mentre la guerra in Corea si muoveva verso una tregua, il CVE fu nuovamente ordinato inattivato. L'8 giugno, tornò a Boston, dove fu disarmata una seconda volta il 16 febbraio 1954. Riclassificata AKV-10 nel 1959, la baia di Salerno rimase nella flotta della riserva atlantica fino a quando fu estromessa dalla lista della marina il 1 ° giugno 1961. Fu venduta il 30 ottobre a Revalorizacion de Materiales, SA, attraverso il loro agente Jacq. Pierot, Jr. e Figli, New York City, e rimosso dalla custodia della Marina il 14 dicembre 1961.

CVE.111 Vela Gulf

USS Vella Gulf (CVE-111) (ex-Totem Bay) era una portaerei di scorta della classe US della Marina degli Stati Uniti. Fu deposta come Totem Bay il 7 marzo 1944 a Tacoma, Washington dai Cantieri Todd-Pacific. È stata ribattezzata Vella Gulf il 26 aprile 1944 e varata il 19 ottobre 1944, sponsorizzata dalla signora Donald F. Smith. Il 9 aprile 1945, fu incaricata del comando del capitano Robert W. Morse. Collocato in riserva a Tacoma, la nave rimase lì negli anni '60. Riclassificato come portaerei per elicotteri (CVHE-111) il 12 giugno 1955, il golfo di Vella fu successivamente trasferito al servizio di trasporto marittimo militare; e fu nuovamente riclassificata - questa volta a T-AKV-11. Tuttavia, non è mai tornata al servizio attivo. Colpita dalla lista della Marina il 1 ° giugno 1960, fu reintegrata il 1 ° novembre dello stesso anno. Colpito per la seconda volta il 1 ° dicembre 1970, il precedente vettore di scorta fu venduto alla nave americana Dismantlers, Inc., a Portland, Oregon, il 22 ottobre 1971 e demolito.

CVE.112 Siboney

USS Siboney (CVE-112 / AKV-12) (ex-Frosty Bay) era una portaerei di classe Commencement Bay della US Navy. Era la seconda nave di nome Siboney, Cuba, il villaggio cubano vicino al quale le truppe dei Rough Riders di Theodore Roosevelt combatterono durante la guerra ispano-americana. Siboney fu deposto come Frosty Bay il 1 aprile 1944 dai Cantieri Todd-Pacific a Tacoma, nello stato di Washington; ribattezzato Siboney il 26 aprile 1944; lanciato il 9 novembre 1944; sponsorizzato dalla signora Charles F. Greber; e commissionato il 14 maggio 1945, al comando il capitano Stanhope Cotton Ring. 1954-1955 passarono nelle operazioni di flotta lungo la costa orientale, dal New England ai Caraibi e in crociere a bordo di una nave da crociera in Spagna durante le estati. Siboney è stata revisionata presso il Cantiere Navale di Filadelfia dal 28 settembre 1954 al 22 gennaio 1955. Ha operato lungo la costa orientale fino al 4 ottobre, quando le è stato ordinato di caricare il maggior numero di rifornimenti possibili e di imbarcarsi per le acque messicane nel Golfo. Fino al 19 ottobre, gli elicotteri della compagnia aerea hanno volato missioni di soccorso e trasportato rifornimenti agli abitanti di Tampico, che erano stati devastati da un uragano e dalle successive inondazioni. Il 1956 fu l'ultimo anno di servizio attivo di Siboney con la flotta. Ha operato lungo la costa orientale da gennaio a maggio, per poi fare una crociera finale con la 6ª flotta dal 26 maggio al 6 luglio. Il vettore salpò per Filadelfia il 27 luglio e, quattro giorni dopo, fu messo in riserva, fuori uso, con la flotta della riserva atlantica. Siboney è stato colpito dal registro navale della nave il 1 ° giugno 1970 e venduto a Union Minerals and Alloys Corps. un anno dopo per il rottame.

CVE.113 Puget Sound

USS Puget Sound (CVE-113) era una portaerei di classe Commencement Bay della US Navy. Fu deposta il 12 maggio 1944 a Todd-Pacific Shipyards, Inc., Tacoma, Washington; lanciato il 20 novembre 1944; sponsorizzato dalla signora Bert A. Teats di Sheridan, Oreg .; e commissionato il 18 giugno 1945 a Tacoma, al comando del capitano Charles F. Coe. Da febbraio-maggio 1946, Puget Sound realizzò due "Magic Carpet" tra San Diego e Pearl Harbor e uno tra Alameda, California e Okinawa, trasportando 1.200 soldati e surplus di aerei. Ha fatto il bagno a nord il 24 maggio 1946 per prepararsi all'inattivazione, entrando nel cantiere navale navale di Puget Sound il 1 ° giugno. Decommissionando lì il 18 ottobre, entrò nella Pacific Reserve Fleet a Tacoma. La sua classificazione e il numero dello scafo furono cambiati in CVHE-113, in vigore il 12 giugno 1955, e poi in AKV-13, nave da carico e traghetto. Colpita dal registro navale della nave il 1 ° giugno 1960, fu venduta per rottame il 10 gennaio 1962 a Nicholai Joffee Corp.

CVE.114 Rendova

USS Rendova (CVE-114) era una portaerei di classe Commencement Bay della Marina degli Stati Uniti. In origine le fu assegnato il nome di Mosser Bay e completato come Willamette, fu deposta da Todd-Pacific Shipyards, Inc., Tacoma, Washington, il 15 giugno 1944; lanciato il 29 dicembre 1944; sponsorizzato da Anna-Marie H. Kurtz; e incaricato il 22 ottobre 1945, capitano R. W. Ruble al comando. endova ha completato la sua ultima operazione di supporto il 6 dicembre. Entro il 22, tornò a San Diego e con il nuovo anno, 1952, riprese le operazioni di addestramento della West Coast con la 1a flotta. A settembre, ha navigato di nuovo verso ovest e per due mesi ha partecipato all'operazione "Ivy" - una serie di test atomici nelle Marshall, quindi è tornata in California. In commissione, in riserva nel 1953, ha continuato le sue attività di addestramento al largo della costa occidentale, e nel 1954 è tornata alla flotta attiva e in un altro dispiegamento del WestPac, questa volta come una nave da cacciatore-assassino. Tornato in California a metà giugno, ha condotto esercizi a Long Beach fino a ottobre, per poi trasferirsi a Mare Island per la revisione della preinattivazione. Ha fatto rapporto alla Pacific Reserve Fleet, San Francisco Group, il 2 febbraio 1955 ed è stata ritirata dal servizio il 30 giugno. Riclassificato AKV-14 nel 1959, rimase nella flotta di riserva fino a quando fu estromessa dalla lista della marina 1 aprile 1971. Rendova ha guadagnato due stelle di battaglia per il servizio di guerra coreano.

CVE.115 Bairoko

USS Bairoko (CVE-115) era un corriere di classe Commencement Bay della Marina degli Stati Uniti in servizio dal 1945 al 1955. Bairoko prese il nome dalla Battaglia di Bairoko, una battaglia sul porto di Bairoko - una piccola insenatura sulla costa settentrionale della Nuova Georgia, Isole Salomone - che ebbe luogo il 20 luglio 1943 tra le forze americane e giapponesi. Bairoko fu infine occupato dalle forze americane il 26 agosto 1943. Inizialmente chiamato Portage Bay, CVE-115 fu ribattezzato Bairoko il 6 giugno 1944; lanciato il 25 gennaio 1945 da Todd-Pacific Shipyards, Inc., Tacoma, Washington; sponsorizzato dalla signora J. J. Ballentine, moglie del contrammiraglio John J. Ballentine; e incaricato il 16 luglio 1945, comandante del capitano H. B. Temple. Tornato sulla costa occidentale alla fine di agosto del 1953, Bairoko rimase lì fino al gennaio del 1954, quando partì per assistere ai test con l'idrogeno nella zona dell'Eniwetok Bikini. Durante il test Bravo del castello, il 1 ° marzo 1954, sedici membri dell'equipaggio ricevettero ustioni da radiazioni beta. Da maggio a giugno 1954 ha operato fuori da San Diego per esercitazioni di allenamento. Nel luglio 1954 fece rapporto al Cantiere Navale di Long Beach per iniziare la revisione prima dell'inattivazione e andò fuori servizio nella riserva a San Francisco il 18 febbraio 1955. Bairoko fu colpito per essere smantellato il 1 aprile 1960 e demolito a Hong Kong nel 1961. Bairoko ha ricevuto tre stelle di battaglia per il suo servizio in Corea.

CVE.116 Badoeng Strait

Lo stretto di USS Badoeng (CVE-116) era un corriere di scorta della Marina degli Stati Uniti durante la guerra di Corea. Prende il nome dallo stretto di Badung, situato tra le isole indonesiane di Bali e Nusa Besar, che fu teatro di una battaglia della seconda guerra mondiale nel febbraio del 1942 tra le forze navali americane e olandesi. Inizialmente chiamata Baia di San Alberto, la nave fu ribattezzata Stretto di Badoeng il 6 novembre 1944; lanciato il 15 febbraio 1945 da Todd-Pacific Shipyards, Inc., Tacoma, Washington; sponsorizzato dalla signora T. H. Binford, moglie del capitano Binford; commissionato il 14 novembre 1945, il capitano Thomas A. Turner, Jr. al comando; e riferito alla Flotta del Pacifico. Dopo il 1953 la nave subì la modernizzazione (da aprile a settembre 1953); continuò il vasto lavoro sperimentale nella guerra anti sottomarino con nuovi velivoli ed elicotteri navali, partecipò a vari esercizi di addestramento della flotta del Pacifico e svolse numerosi esercizi con elicotteri d'assalto marino. Ha anche completato un altro tour dell'Estremo Oriente e ha partecipato all'operazione Redwing nel Pacific Proving Grounds nel febbraio-luglio 1956. Il 14 gennaio 1957 lo stretto di Badoeng salpò per Bremerton, Washington, per l'inattivazione. Andò fuori servizio in riserva il 17 maggio 1957 e fu demolita nel 1972. Venduta per demolizione alla Nicolai Joffre Corporation, lo Stretto di Badoeng fu demolito nella sede della San Francisco Bay, a Richmond, in California, l'ex Kaiser Shipbuilding Yard No. 3. A partire dal 2016, nessun'altra nave della Marina statunitense è stata nominata Stretto di Badoeng.

CVE.117 Saidor

USS Saidor (CVE-117) era una portaerei di classe Commencement Bay della Marina degli Stati Uniti. Denominata originariamente Saltery Bay, fu ribattezzata il 5 giugno 1944, fu depositata il 29 settembre 1944 da Todd-Pacific Shipyards, Inc., Tacoma, Washington; lanciato il 17 marzo 1945; sponsorizzato dalla signora Walter F. Boone; e commissionato il 4 settembre 1945, il capitano A. P. Storrs al comando. Dopo essersi sbarazzato della costa occidentale degli Stati Uniti, ha prestato servizio a Pearl Harbor dal 12 dicembre 1945 al 20 marzo 1946. Navigando attraverso il Canale di Panama, ha operato a Norfolk, in Virginia, dal 16 aprile al 22 aprile, prima di tornare attraverso il Canale di Panama sulla costa occidentale In partenza da San Diego il 6 maggio, Saidor è arrivato a Bikini il 24 per servire come laboratorio fotografico per il programma di test sulla bomba atomica, Operation Crossroads. Ha elaborato film, documentando il potere distruttivo delle armi atomiche su obiettivi selezionati in varie gamme, durante le esplosioni nucleari del 1 ° luglio e 25 luglio. Lasciò Bikini il 4 agosto e tornò a San Diego dove rimase nel 1947, quando iniziò l'inattivazione. Saidor fu messo fuori servizio il 12 settembre 1947 e attraccato con la flotta della riserva del Pacifico a San Diego. Riclassificato CVHE-117 il 12 giugno 1955 e AKV-17 il 7 maggio 1959, rimase nella flotta di riserva fino al 1 dicembre 1970, quando fu estromessa dalla marina. Fu venduta a American Ship Dismantlers, Portland, Oreg., Per la demolizione il 22 ottobre 1971.

CVE.118 Sicily

La USS Sicily (CVE-118) era una portaerei di scorta della classe Bay nella Marina degli Stati Uniti. Fu battezzata in onore dell'isola siciliana, che fu teatro di un'importante invasione durante la seconda guerra mondiale. La Sicilia fu posta il 23 ottobre 1944 dai cantieri navali di Todd-Pacific, Tacoma, Washington, come Sandy Bay; lanciato il 14 aprile 1945; sponsorizzato da Julius Vanderwiele; ribattezzata Sicilia il 5 giugno 1945; e incaricato il 27 febbraio 1946, capitano B. W. Wright al comando. La Sicilia allestì a Portland, in Oregon, caricò rifornimenti a Seattle, e poi salpò per San Diego dove tenne un corso di shakedown tra aprile e maggio. Il 15 maggio, le fu ordinato di procedere a New York, attraverso il Canale di Panama e Norfolk, in Virginia. Il corriere entrò nel Brooklyn Navy Yard il 6 giugno e vi rimase fino al 30 settembre quando salpò per NS Argentia, Newfoundland, per condurre un allenamento per il freddo. Durante il resto del 1946 e fino al 3 aprile 1950, la Sicilia operò con la flotta americana degli Stati Uniti fuori dal suo porto natio di Norfolk. A quel tempo, fu riassegnata alla flotta del Pacifico con San Diego come porto di casa, arrivando lì il 28 aprile. La compagnia aerea aveva in programma di condurre esercitazioni antisommergibili durante l'estate, ma l'invasione della Corea del Sud da parte dei nordcoreani, il 25 giugno, causò un cambiamento radicale nei suoi piani operativi. Il 2 luglio è stata notificata alla Sicilia che era necessaria in Estremo Oriente; e salpò, due giorni dopo, per il primo di tre spiegamenti nelle acque coreane. La Sicilia fu designata nave ammiraglia della Carrier Division (CarDiv) 15 e il 3 agosto lanciò gli aerei della VMF-214 sul loro primo attacco aereo a sostegno delle forze di terra alleate. Durante questo tour, sostenne le operazioni di terra a Pohang, lo sbarco di Inchon, l'avanzata a Seoul e il ritiro dei marine dal bacino di Chosin a Hungnam prima di tornare a San Diego il 5 febbraio 1951. Nel suo secondo tour con la 7a flotta , dal 13 maggio al 12 ottobre 1951, la Sicilia operava sia sulla costa orientale sia sulla costa occidentale della Corea. Il suo ultimo tour durante la guerra di Corea fu dall'8 maggio al 4 dicembre 1952, e servì con la scorta delle Nazioni Unite e la Forza di blocco. La Sicilia fu di nuovo schierata in Estremo Oriente dal 14 luglio 1953 al 25 febbraio 1954.

CVE.119 Point Cruz

USS Point Cruz (CVE-119) era un corriere di classe Commencement Bay della US Navy. Originariamente chiamato Trocadero Bay fino al 5 giugno 1944, quando fu ribattezzato dopo il sobborgo di Honiara, Point Cruz, [citazione necessaria] che era un luogo importante durante la Campagna di Guadalcanal. Fu deposta il 4 dicembre 1944 da Todd-Pacific Shipyards Incorporated, Tacoma, Washington; lanciato il 18 maggio 1945, sponsorizzato dalla signora Earl R. DeLong; e commissionato il 16 ottobre 1945, con il capitano Douglas T. Day al comando. Il CVE tornò a San Diego alla fine di dicembre del 1953 e, dopo l'addestramento e la revisione aggiuntiva, fu di nuovo schierato a WestPac nell'aprile del 1954, sotto il comando del capitano John T. Hayward. Il capitano Frederick J. Brush assunse il comando della nave nel maggio 1954. In Estremo Oriente il vettore servì come nave di comando per la divisione di trasporto 17 sotto il contrammiraglio James S. Russell. La nave tornò a San Diego nel novembre del 1954, e dispiegò di nuovo il 24 agosto 1955 (poco dopo il capitano Brush fu sollevato dal capitano AR Matter). Mentre nel Pacifico operava con la 7a flotta, servì come portabandiera della divisione Carrier 15. Punto Cruz partì da Yokosuka il 31 gennaio 1956 e arrivò a Long Beach, in California, all'inizio di febbraio per l'inattivazione a Puget Sound Naval Shipyard. Disattivato il 31 agosto 1956, CVE-119 è stato collocato nel gruppo Bremerton della Pacific Reserve Fleet. Mentre era in stato di riserva, fu sottoposta a un nuovo trasporto aereo, AKV-19, il 17 maggio 1957. Point Cruz è stato riattivato il 23 agosto 1965 e posto sotto il controllo operativo del Military Sea Transportation Service (MSTS) come USNS Point Cruz (T-AKV-19) nel settembre 1965. Inizio del servizio come traghetto per MSTS, Point Cruz ha fornito supporto logistico per le forze americane nel Sud-est asiatico.

CVE.120 Mindoro

USS Mindoro (CVE-120) è stato un corriere di classe Commencement Bay lanciato durante la seconda guerra mondiale, ma è stato completato troppo tardi per vedere il servizio attivo. Dopo il servizio nei Caraibi, nell'Atlantico e nel Mediterraneo durante la prima Guerra Fredda, fu colpita dalla Lista della Marina il 1 ° dicembre 1959 e demolita. Dopo la sua crociera di shakedown lungo la costa occidentale, Mindoro salpò per la costa orientale alla fine di gennaio del 1946 e arrivò a Norfolk, in Virginia, il 15 febbraio. Assegnata alla Divisione Carrier 14, ha iniziato le operazioni di addestramento aereo della compagnia aerea lungo la costa orientale. A maggio si unì alle navi dell'ottava flotta per esercitazioni nelle acque delle Indie Occidentali. Durante il resto dell'anno ha messo in rotta l'Atlantico dal New England a Cuba, addestrando aviatori navali e prendendo parte ad esercitazioni anti-sommergibili Hunter Killer.  Mentre la nazione subiva una smobilitazione generale, Mindoro continuava a svolgere un fitto calendario di operazioni di addestramento e preparazione. Durante i nove anni successivi operò fuori da Norfolk. Le sue numerose esercitazioni di addestramento di tipo e di flotta le mandarono la lunghezza della costa orientale del Nord America, dallo Stretto di Davis ai Caraibi, e attraverso l'Atlantico fino alle isole britanniche e al Mediterraneo. Nel 1950 e ancora nel 1954 si schierò nel Mediterraneo dove rafforzò le forze della 6a flotta.  Dopo aver completato gli esercizi al largo della Virginia Capes, Mindoro si recò a Boston il 17 gennaio 1955. Si ritirò a Boston il 4 agosto 1955 e si unì alla flotta della riserva atlantica. Mentre era attraccata a Boston, fu classificata come AKV-20 (Cargo Ship and Aircraft Ferry-20) il 7 maggio 1959. Più tardi nello stesso anno fu autorizzata per lo smaltimento, e il suo nome fu preso dalla Lista della Marina il 1 ° dicembre. Successivamente, fu destituita nel giugno 1960 e demolita ad Hong Kong più tardi quell'anno

CVE.121 Rabaul

USS Rabaul (CVE / CVHE / AKV-21) era una portaerei di scorta della classe Bay della Marina degli Stati Uniti. Fu consegnata il 30 agosto 1946, ma non fu mai commissionata. Dopo aver trascorso 26 anni in riserva, è stata rottamata nel 1973. Rabaul fu deposto il 29 gennaio 1945 da Todd Pacific Shipyards, Tacoma, Washington, lanciato il 14 giugno 1945, sponsorizzato da Alice Schade (moglie dell'architetto navale della marina statunitense Commodore Henry Adrian "Packy" Schade), completata dalla Commercial Iron Works, Portland , Oregon, e consegnato alla Marina il 30 agosto 1946. Rabaul fu chiamato per Rabaul, un porto strategicamente significativo nel teatro del Pacifico della Seconda Guerra Mondiale. Accettato nella 19esima flotta, (la flotta della riserva del Pacifico), Rabaul fu attraccato a Tacoma senza vedere alcun servizio attivo. La nave da guerra fu messa fuori servizio durante i primi anni della Guerra Fredda e servì come riserva di mobilitazione in caso di guerra con l'Unione Sovietica. Riclassificato CVHE-121 nel giugno del 1955, fu trasferito al gruppo di San Diego, Pacific Reserve Fleet nel giugno 1958 e riclassificato AKV-21 nel maggio dell'anno successivo. Rimase in riserva a San Diego fino al 1 settembre 1971 quando fu colpita dal registro navale. Rabaul fu venduto il 25 agosto 1972 alla Nicolai Joffe Corporation di Beverly Hills, in California, per la demolizione nella sua area di San Francisco Bay a Richmond, in California, l'ex cantiere navale Kaiser No. 3. Poco prima della demolizione, fu usato nel scene di chiusura del film del 1973 Magnum Force.

CVE.122 Palau

USS Palau (CVE-122) era una portaerei di classe Commencement Bay della Marina degli Stati Uniti. Fu deposta dal Todd-Pacific Shipyards Inc., Tacoma, Washington, 19 febbraio 1945; lanciato il 6 agosto 1945; sponsorizzato dalla signora J. P. Whitney; e incaricato il 15 gennaio 1946, Capitano W. E. Cleaves al comando. Commissionato mentre la Marina iniziava la smobilitazione post-bellica, Palau completò lo shakedown al largo della California, attraversò il Canale di Panama, subì la disponibilità post shakedown a Boston, e l'11 maggio spostò la costa a Norfolk dove fu immobilizzata fino al maggio 1947. Il 22 maggio andò a sud a Cuba per un corso di aggiornamento, dopodiché si diresse a nord verso Norfolk e New York, da dove andò a Recife, da lì in Africa occidentale. Tornò sulla costa orientale il 16 agosto e dopo un'altra disponibilità a Boston fu nuovamente immobilizzata a Norfolk, dicembre 1947 - marzo 1948. Durante la primavera del 1948 condusse operazioni al largo della costa orientale e il 3 giugno partì per il Mediterraneo per consegnare aerei, nell'ambito del programma di aiuto turco, ai rappresentanti di quel paese a Yesilkoy. Durante questa missione, la nave e l'equipaggio aiutarono l'evacuazione della delegazione U.N. e dei funzionari da Haifa l'8 luglio durante la seconda fase della guerra arabo-israeliana. Transito sull'isola di Rodi e soggiorno qui fino al 24 luglio con il loro ritorno a Haifa dopo una tregua fu negoziata in guerra. Ritornando a Norfolk il 7 agosto, rimase nell'Atlantico occidentale, che andava dalle Province Marittime alle Indie Occidentali, fino ad aprile 1952. Poi, partendo da Norfolk, torna nel Mediterraneo per operare con la 6a flotta fino a giugno inoltrato, quando riprende i compiti con la 2ª flotta sulla costa orientale.
USS Palau con elicotteri HRP, nel 1951. Il Palau, che è stato designato per l'inattivazione all'inizio del 1953, è stato trattenuto in commissione per eseguire un ultimo incarico in traghetto, aerei per Yokosuka (8 agosto - 22 ottobre). Al suo ritorno entrò nel Cantiere Navale di Filadelfia, in disarmo il 15 giugno 1954. Attraccata con il Gruppo di Filadelfia, Flotta della Riserva Atlantica, Palau rimase un'unità di quella flotta fino a quando fu estromessa dalla Lista della Marina il 1 aprile 1960 e venduta, il 13 luglio 1960, a Jacques Pierot, Jr. e Figli, New York. Alcune parti furono recuperate dal deposito di Sestao e installate in Picos de Europa come rifugio di alpinisti.

CVE.123 Tinian

USS Tinian (CVE-123) era un corriere di scorta della classe Stati Uniti della Marina degli Stati Uniti. Ordinato e costruito durante la seconda guerra mondiale, Tinian non è mai entrato in servizio attivo ed è stato assegnato alla flotta della riserva del Pacifico dopo essere stato completato. Nel giugno 1955, la nave fu riclassificata da una compagnia di elicotteri e nel maggio 1959, una nave mercantile e un traghetto per aerei. La nave rimase in riserva per tutta la sua carriera e fu colpita dal registro navale dei pescherecci il 1 ° giugno 1970 e venduta per rottame. Il vettore di scorta fu deposto il 20 marzo 1945 a Tacoma, Washington, da Todd-Pacific Shipyards, Inc. Tinian fu lanciato il 5 settembre 1945; sponsorizzato da Miss Grace L Woods; e accettato dalla Marina degli Stati Uniti il ​​30 luglio 1946. Mai commissionato, il vettore di scorta fu assegnato alla flotta della Riserva del Pacifico, 19a flotta, a Tacoma, Washington. Il 12 giugno 1955, la nave fu riclassificata come portaerei di elicotteri di scorta e ri-designata CVHE-123. All'inizio di giugno del 1958 Tinian fu portato a rimorchio a Tacoma, Washington, dal rimorchiatore USST Yuma della US Navy MSTS, destinato a San Diego, in California. Mentre molto vicino alla nave faro della Swiftsure Bank, Neah Bay, Washington; all'ingresso dello stretto di Juan de Fuca, Yuma ha sviluppato problemi ai motori. La chiamata di soccorso di Yuma ha portato in aiuto l'USCGC Fir. L'equipaggio della nave ammiraglia Swiftsure andò in quartieri generali, pronto ad assistere. Fir ha quindi scortato Yuma e Tinian in salvo. Il 9 giugno 1958, Tinian arrivò a San Diego, sotto il controllo di Yuma, e fu attraccato al South Tee Pier. Nel maggio 1959, fu nuovamente riclassificata, questa volta come nave da carico e traghetto per aerei, AKV-23. Tinian rimase con il gruppo di San Diego della flotta di riserva fino al 1 giugno 1970 quando fu colpita dalla lista. Il suo hulk fu venduto alla Levin Metals Company, San Jose in California, il 15 dicembre 1971 per il rottame.

CVE 124 Bastogne

La USS Bastogne (CVE-124) era una portaerei di scorta della classe Bay, depositato il 20 aprile 1945 dal Todd-Pacific Shipyards, Inc., a Seattle, Washington, ma la costruzione fu cancellata il 12 agosto 1945.

CVE 125 Eniwetok

Presentato a Todd-Pacific il 20 aprile 1945; sospeso il 12 agosto 1945 e rottamato sul documento di costruzione.

CVE 126 Lingayen

Presentato a Todd-Pacific il 1 ° maggio 1945; sospeso il 12 agosto 1945 e rottamato sul documento di costruzione.

CVE 127 Okinawa

Presentato a Todd-Pacific il 22 maggio 1945; sospeso il 12 agosto 1945 e rottamato sul documento di costruzione.

CVE 128 - 139 Senza nome (mai realizzate)

Una versione migliorata della classe di Commencement Bay, che continua l'evoluzione del tipo CVE. L'intera classe fu cancellata alla fine della guerra.


PORTAEREI DI ADDESTRAMENTO  (Training Carriers)

USS Sable (IX-81)

USS Sable (IX-81) era una nave da addestramento della Marina degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale. Originariamente costruita come la nave passeggeri Greater Buffalo, un piroscafo a escursione laterale, fu acquistata dalla Marina nel 1942 e convertita in una portaerei da addestramento da utilizzare sui Grandi Laghi. Mancante di un ponte di un hangar, di ascensori o di armi, non era una vera nave da guerra, ma forniva addestramento avanzato di aviatori navali in operazioni di decollo e atterraggio. Nel suo primo giorno di servizio, cinquantanove piloti divennero qualificati entro nove ore di operazioni, con ciascuno che effettuò otto decolli e atterraggi. L'addestramento del pilota è stato condotto sette giorni su sette in tutti i tipi di condizioni meteorologiche. [6] Un aviatore addestrato sullo Sable fu il futuro presidente George H. W. Bush. Dopo la seconda guerra mondiale, Sable fu dismesso il 7 novembre 1945. Fu venduta per la demolizione il 7 luglio 1948 alla H.H. Buncher Company. Sable e sua sorella, la USS Wolverine, detengono la distinzione di essere le uniche portaerei a pale a pale laterali con acqua dolce, a carbone, usate dalla Marina degli Stati Uniti.

USS Wolverine (IX-64)

USS Wolverine (IX-64) era una nave da addestramento usata dalla Marina degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale. Originariamente si chiamava Seeandbee ed è stata costruita come nave da crociera a vapore a vapore laterale di Great Lakes per la Cleveland e la Buffalo Transit Company. Seeandbee fu lanciato il 9 novembre 1912 e veniva normalmente utilizzato sulla rotta da Cleveland, Ohio a Buffalo, New York, con crociere speciali verso altri porti. Dopo che i proprietari originali andarono in bancarotta nel 1939, Seeandbee fu acquistata dalla C & B Transit Company di Chicago e continuò a funzionare fino al 1941. Seeandbee fu acquisito dalla Marina degli Stati Uniti nel 1942 e fu rapidamente convertito in una portaerei d'acqua dolce per l'addestramento avanzato degli aviatori navali nei decolli e negli sbarchi delle compagnie aeree. Ribattezzata USS Wolverine, non era equipaggiata con armature, hangar, ascensori o armamenti. Wolverine era più basso e più basso rispetto all'acqua di molte delle portaerei della giornata, ma è stata determinante nella sua missione di addestramento del pilota. Il primo aereo in atterraggio su USS Wolverine si è verificato nel settembre del 1942. Dal 1943 fino alla fine della guerra, nel 1945, la USS Wolverine insieme alla nave sorella USS Sable vennero utilizzate per addestrare 17.000 piloti, ufficiali di atterraggio e altri membri della marina con perdite minime. Dopo la fine della seconda guerra mondiale, la Marina ritirò Wolverine il 7 novembre 1945 e fu venduta per rottami nel dicembre 1947.


NAVI DA GUERRA (WARSHIPS)


PORTAEREI NELLA STORIA (AIRCRAFT CARRIERS)


PORTAEREI NELLA STORIA (AIRCRAFT CARRIERS)


INCROCIATORI E CORAZZATE (BATTLECRUISERS, CRUISERS AND BATTLESHIPS)


BATTAGLIE NAVALI (NAVAL BATTLES)

- PORTAEREI NELLA STORIA USA NAVY - PORTAEREI AMERICANE - UNITED STATES AIRCRAFT CARRIES -