UNITED STATES OF AMERICA NAVY

- PORTAEREI -

AIRCRAFT CARRIER


CLASSE FORD

FORD CLASS


  PORTAEREI U.SS. G. FORD (CVN78) -

USS. G. FORD (CVN78) AIRCRAFT CARRIER -

"Integrity at the Helm"

La USS Gerald R. Ford (CVN-78) è la prima nave della nuova classe di portaerei a propulsione nucleare CVN-21 della U.S. Navy. La costruzione è iniziata l'11 agosto 2005 nei cantieri navali di Newport News in Virginia ed è stata consegnata alla US NAVY il 22 Luglio 2017.

La Northrop Grumman ha iniziato i lavori di costruzione con una cerimonia in cui è stata posata la prima sezione della nave: una piastra di acciaio di 15 tonnellate che fa parte di un comparto laterale della nave. La chiglia è stata impostata il 13 novembre 2009. La USS Gerald R. Ford sostituirà la USS Enterprise, messa fuori servizio in dicembre 2012 dopo 51 anni di attività. L'ex segretario della difesa Donald Rumsfeld ha confermato il 3 gennaio 2007 che la portaerei porterà il nome, precedentemente suggerito dal Congresso, del 38º presidente degli Stati Uniti Gerald R. Ford. Come le gemelle USS John F. Kennedy (CVN-79) e USS Enterprise (CVN-80) verrà spinta da due reattori nucleari A1B.

La chiglia di Gerald R. Ford è stata depositata il 13 novembre 2009. La costruzione iniziò l'11 agosto 2005, quando Northrop Grumman tenne un taglio cerimoniale in acciaio per un piatto da 15 tonnellate che fa parte di un'unità di guscio laterale del corriere. È stata battezzata il 9 novembre 2013. Gerald R. Ford è entrato nella flotta per sostituire la USS Enterprise dismessa (CVN-65), che ha concluso i suoi 51 anni di servizio attivo nel dicembre 2012. Originariamente programmato per la consegna nel 2015, Gerald R. Ford è stato consegnato alla Marina il 31 maggio 2017 e formalmente commissionato dal presidente Donald Trump il 22 luglio 2017. Si prevede che partirà per il suo primo dispiegamento intorno al 2022. A partire dal 2017, è la più grande portaerei del mondo e la più grande nave da guerra mai costruita in termini di dislocamento


ORIGINI DEL NOME

Nel 2006, mentre Gerald Ford era ancora vivo, il senatore John Warner della Virginia propose di modificare un disegno di legge per la difesa del 2007 per dichiarare che CVN-78 "si chiamerebbe USS Gerald Ford." La versione finale firmata dal presidente George W. Bush il 17 ottobre 2006 dichiarò solo che "è il senso del Congresso che ... CVN-78 dovrebbe essere chiamato USS Gerald R. Ford." Poiché tale "senso di" linguaggio è tipicamente non vincolante e non porta la forza della legge, la Marina non era obbligata a nominare la nave dopo Ford.
Il 3 gennaio 2007, l'ex Segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Donald Rumsfeld, annunciò che la portaerei avrebbe preso il nome da Ford durante l'elogio del presidente Ford alla Grace Episcopal Church a East Grand Rapids, Michigan. Rumsfeld ha dichiarato di aver personalmente detto a Ford l'onore durante una visita a casa sua a Rancho Mirage poche settimane prima della morte di Ford. Ciò rende la portaerei una delle poche navi statunitensi che prendono il nome da una persona vivente. Più tardi nel corso della giornata, la Marina confermò che la portaerei avrebbe effettivamente preso il nome dall'ex presidente. Il 16 gennaio 2007, il segretario della Marina Donald Winter ha nominato ufficialmente il CVN-78 USS Gerald R. Ford. La figlia di Ford, Susan Ford Bales, è stata nominata sponsor della nave. Gli annunci sono stati fatti durante una cerimonia al Pentagono a cui hanno partecipato il vicepresidente Dick Cheney, i senatori Warner (R-VA) e Levin (D-MI), il generale maggiore Guy C. Swan III, Bales, gli altri tre figli di Ford e altri.
La USS America Carrier Veterans Association (CVA) aveva spinto a nominare la nave USS America. Il CVA è un'associazione di marinai che hanno prestato servizio a bordo di USS America (CV-66). Il vettore è stato dismesso nel 1996 e affondato nell'Atlantico, come parte di un test di danno delle portaerei di grandi dimensioni nel 2005. Il nome "America" ​​è stato invece assegnato a USS America (LHA-6), una nave d'assalto anfibia commissionata nel 2014.


PREMESSA

Le portaerei classe Nimitz hanno mantenuto sempre lo stesso sistema di produzione e utilizzo dell'energia. Una portaerei classe Nimitz può mantenere velocità superiori ai 30 nodi, nonostante la massa a pieno carico di circa 100,000 tonnellate, senza rifornirsi per 90 giorni, garantendo lo svolgimento di operazioni aeree in un raggio di centinaia di miglia marine. Una dimostrazione dell'autonomia delle portaerei classe Nimitz fu data dalla USS Theodore Roosevelt, che rimase in missione per 159 giorni consecutivi in supporto all'operazione Enduring Freedom senza mai visitare un porto o essere rifornita. Durante il periodo intercorso dalla costruzione della prima nave della classe a oggi, queste portaerei sono state aggiornate con molte nuove tecnologie, ma con gli avanzamenti tecnologici degli ultimi due decenni, le possibilità di miglioramento delle navi di questa classe sono limitate. I maggiori problemi che la classe Nimitz deve affrontare sono: la limitata capacità di produzione di energia elettrica; l'aumento del peso della nave e l'erosione del margine nel posizionamento del centro di gravità, necessario a mantenere la stabilità della nave, causati dai miglioramenti tecnologici apportati. Partendo dalla considerazione dei problemi della classe Nimitz, i progettisti hanno sviluppato il progetto denominato CVN-21, che ha portato alla progettazione delle navi USS Gerald R. Ford (CVN-78), USS John F. Kennedy (CVN-79), CVN-80. I miglioramenti tecnologici sono stati apportati adattando il disegno della nave alle nuove tecnologie e rendendolo più efficiente. Le maggiori innovazioni nel disegno vero e proprio consistono in: un ponte di volo più largo, miglioramenti nell'apparato di trasporto di armi e materiali, un nuovo reattore che richiede meno personale e un'isola più piccola e più arretrata rispetto al ponte. Gli avanzamenti tecnologici nel campo dell'elettromagnetismo hanno permesso lo sviluppo di una catapulta elettromagnetica (EMALS), e di un sistema d'arresto avanzato (AAG). Un sistema integrato garantirà la flessibilità per l'adattamento dell'infrastruttura della nave ai futuri aggiornamenti. I nuovi Dual Band Radar (DBR) combinano i radar a banda S e banda X in'unico sistema. Con il nuovo design e gli aggiornamenti tecnologici la Ford avrà un 25% in più di capacità di lancio di aerei, triplicherà la produzione di energia elettrica e aumenterà la disponibilità operativa. La richiesta di una capacità di lancio per circa 160 sortite aeree al giorno, con picchi di 220 sortite in momenti di intensa attività o emergenza, ha portato gli sviluppatori a ridisegnare il ponte di volo.


CONSEGNA

Il 10 settembre 2008, la Marina statunitense ha firmato un contratto da $ 5,1 miliardi con Northrop Grumman Shipbuilding a Newport News, Virginia, per progettare e costruire il vettore. Northrop aveva iniziato la costruzione anticipata della compagnia aerea con un contratto da 2,7 miliardi di dollari nel 2005. La compagnia aerea è stata costruita negli impianti di Huntington Ingalls (precedentemente Northrop Grumman) Newport News Shipbuilding a Newport News, Virginia, che impiega 19.000 lavoratori. [16]
La chiglia della nuova nave da guerra è stata messa in posa il 14 novembre 2009 a Dry Dock 12 dalla figlia di Ford, Susan Ford Bales. In un discorso ai funzionari assemblati e ai funzionari del Dipartimento della Difesa, Bales ha detto: "Papà ha incontrato le incredibili sfide nel ripristinare la fiducia nella presidenza e nel guarire le ferite della nazione dopo Watergate nell'unico modo con cui sapeva, con completa onestà e integrità. l'eredità che ricordiamo stamattina."
Nell'agosto 2011, la compagnia aerea è stata dichiarata "strutturalmente a metà strada completa". Nell'aprile 2012, la costruzione sarebbe stata completata al 75% [31]. Il 24 maggio 2012, l'importante pietra miliare del completamento della nave fino alla linea di galleggiamento è stata raggiunta quando la prua inferiore critica è stata sollevata. [32] Questo era il 390 ° dei quasi 500 ascensori dei componenti modulari integrali da cui è assemblata la nave. Huntington Ingalls ha riferito in un comunicato stampa dell'8 novembre che aveva "raggiunto l'87% di completamento strutturale" . Entro il 19 dicembre 2012, la costruzione aveva raggiunto il 90% di completamento strutturale. "Dei quasi 500 sollevamenti strutturali necessari per completare la nave, 446 sono stati raggiunti."
Gerald R. Ford seduto nel bacino di carenaggio durante la costruzione
L'isola è stata sbarcata e la cerimonia di accompagnamento si è svolta il 26 gennaio 2013.
Il 9 aprile 2013, il ponte di volo del vettore è stato completato a seguito dell'aggiunta della parte superiore dell'arco della nave, portando la nave al completamento strutturale del 96%.
Il 7 maggio 2013 è stato messo in atto l'ultimo di 162 superlift, portando la nave al completamento strutturale al 100%. Il lavoro rimanente che doveva essere fatto includeva la verniciatura dello scafo, il lavoro sulle assi, il completamento dei sistemi elettrici, l'equipaggiamento di ormeggio, l'installazione di array radar e l'allagamento del bacino di carenaggio [38
L'11 luglio 2013, una capsula del tempo è stata saldata in una piccola stanza appena sopra il pavimento, continuando una lunga tradizione navale. La capsula del tempo contiene oggetti scelti dalla figlia del presidente Ford, Susan Ford Bales, e include l'arenaria della Casa Bianca, le monete della Marina e le ali dell'aviatore del primo ufficiale in comando della nave. [39]
La nave era originariamente prevista per il lancio nel luglio 2013 e la consegna nel 2015.  I ritardi di produzione hanno comportato il ritardo del lancio fino all'11 ottobre 2013 e la cerimonia di denominazione fino al 9 novembre 2013, [40] con consegna a febbraio 2016.
Il 3 ottobre 2013, Gerald R. Ford aveva installato quattro eliche in bronzo diametro da 30 piedi (6,4 m). L'installazione delle eliche ha richiesto più di 10 mesi di lavoro per installare l'albero subacqueo.  Susan Ford Bales, figlia del presidente Gerald R. Ford, battezzò Gerald R. Ford.
L'11 ottobre 2013, il bacino di carenaggio della nave è stato inondato per la prima volta al fine di testare vari sistemi a base di acqua di mare. La data del suo lancio era fissata lo stesso giorno della sua cerimonia di nomina il 9 novembre 2013.
Il 9 novembre 2013, la nave è stata battezzata dalla figlia di Ford, Susan Ford Bales, con una bottiglia di spumante americano.
A partire dal 2013, i costi di costruzione sono stati stimati a $ 12,8 miliardi, il 22% rispetto al budget 2008, oltre a $ 4,7 miliardi di costi di ricerca e sviluppo. A causa delle difficoltà di bilancio, il capo delle operazioni navali, l'ammiraglio Jonathan Greenert, ha avvertito che ci potrebbe essere un ritardo di due anni oltre il 2016 nel completamento di Gerald R. Ford. Il GAO riferì che il prezzo massimo sarebbe stato coperto dalla Marina che accettava una nave incompleta per quel costo .
Il 23 settembre 2015, la Marina ha annunciato che diverse settimane di ritardi nei test potrebbero far scivolare la data di consegna in aprile o maggio 2016. Inoltre, la costruzione è stata completata al 93% a partire da settembre 2015.
Nel luglio 2016, un comunicato è stato ottenuto dalla CNN di Michael Gilmore, il Direttore del Dipartimento di Difesa degli Stati Uniti per il test e la valutazione operativa che indica che i problemi con i quattro principali sistemi di volo ritarderebbero ulteriormente la prontezza al combattimento della nave. La nave non avrebbe dovuto essere consegnata fino a novembre 2016 e questi problemi sono stati suggeriti per ritardare ulteriormente tale obiettivo. La costruzione della nave è stata descritta come completa al 98%, con l'88% dei test terminati.
A marzo 2018, a causa di problemi con il sistema di propulsione nucleare e gli elevatori di munizioni, i costi di costruzione avevano raggiunto $ 13,027 miliardi, rendendo Gerald R. Ford la nave da guerra più costosa mai costruita. La consegna prevista alla Marina è stata ritardata di tre mesi, a ottobre del 2019.
Newport News Shipbuilding ha pubblicato un documentario video sulla costruzione di Gerald R. Ford.


OPERAZIONI

Nel gennaio 2014, il rapporto annuale del Direttore, Test operativo e valutazione (DOT & E) registrava che i sistemi navali critici in ambienti di laboratorio e di test (inclusi EMALS, Advanced Arresting Gear (AAG), Dual Band Radar ed elevatori di armi) non erano abbastanza affidabili e aveva bisogno di più test e miglioramenti. La Marina ha implementato un rigoroso programma di test per garantire che i problemi di prestazioni sarebbero stati risolti prima che i sistemi fossero installati sulla portaerei.
I principali problemi con i principali generatori di turbine sono stati trovati nel giugno 2016. La correzione, che richiede modifiche alla progettazione, è stata installata ed è stata verificata durante le prove di accettazione a maggio 2017.
Il traguardo della prova operativa iniziale e della valutazione è stato raggiunto nell'aprile 2017.
L'8 aprile 2017, Gerald R. Ford è partito per la prima volta sotto il suo potere mentre si dirigeva verso mare per le prove del costruttore. [61] [62] Ha completato le prove e è tornata in porto alla Naval Station Norfolk il 14 aprile 2017.
Il 24 maggio 2017, è partita per le prove di accettazione e le ha completate il 26 maggio 2017.


CONSEGNA
 

Il 31 maggio 2017, Newport News Shipbuilding consegnò Gerald R. Ford alla US Navy e il suo status fu cambiato in Special, in servizio. Gerald R. Ford è stato formalmente incaricato nella Marina degli Stati Uniti il ​​22 luglio 2017. Si prevede che sarà schierata intorno al 2020, dopo ulteriori test.
Il 28 luglio 2017, Lt. Cmdr. Jamie "Coach" Struck of Air Test and Evaluation Squadron 23 (VX-23) ha eseguito il primo atterraggio e catapulta con catapulta da parte di Gerald R. Ford in un Super Hornet F / A-18F.


COSTI

Il 10 settembre 2008 la U.S. Navy firmò un contratto da 5,1 miliardi di dollari con la Northrop Grumman Shipbuilding di Newport News, Virginia, per la costruzione della CVN-78. La Northrop Grumman aveva già iniziato la costruzione con un contratto da 2,7 miliardi, nel 2005. Dopo quasi 12 anni di lavoro, la spesa per la portaerei è lievitata enormemente rispetto a quanto preventivato, arrivando a costare 12,9 miliardi di dollari.


CARATTERISTICHE TECNICHE

Nave CVN 78 USS. G. Ford
Tipo CVN
Cantiere Newport News
Costruttori Northrop Grumman Shipbuilding
Ordine 2005
Impostazione 13.11.2009
Varo 11.10.2013
Entrata in servizio 22.07.2017
Lunghezza 320 metri
Larghezza 41 metri
Lunghezza ponte di volo 337 metri
Larghezza ponte di volo 78 metri
Immersione  
Altezza 76 metri
Dislocamento standard 104.000 tonnellate
Dislocamento pieno carico 101.000 tonnellate
Apparato motore 2 reattori nucleari A1B
Potenza  
Velocità 30 nodi (55,56 Km/h)
Combustibile -
Autonomia 20 - 25 anni di navigazione
Elevatori 3
Catapulte 4
Aerei 75
Armamento RIM-162 ESSM, RIM-116 Rolling Airframe Missile, Close-in weapon system (CIWS)
Ponti 25
Equipaggio 2.600

PONTE DI VOLO

La torretta di controllo (da cui il personale osserva le operazioni aeree) è più piccola, in modo da destinare più spazio sul ponte ai veicoli aerei. Il sistema elettrico di bordo, riesce a generare 104 MW di corrente (circa il 250% di elettricità in più rispetto alle portaerei precedenti) non solo per alimentare correttamente l’EMALS, ma anche per supportare una possibile installazione di armi laser.

I sistemi elevatori, riescono a sollevare munizioni ed aerei dagli hangar al ponte molto più velocemente. I sistemi di condizionamento dell’aria a bordo inoltre, sono molto più efficienti, rendendo gli ambienti più confortevoli anche in caso di condizioni climatiche estreme: non si sa in quale parte del globo l’unità potrebbe prestare servizio.


VEICOLI TRASPORTATI

I 75 aerei presenti a bordo includono i seguenti aerei:

Boeing F/A -18E;
Boeing F/A – 18F Super Hornet (aerei multiruolo twin engine, varianti basati sui McDonnel Douglas);
Lockheed Martin F-35C Joint Strike Fighters;

Mentre tra i 19 elicotteri previsti per ASW (Anti-submarine warfare) o per trasporto dei Navy Seals si annoverano:

Sikorsky SH-60 R;
Sikorsky SH-60 s Seahawk ;

Sono presenti ancora 5 aerei per la guerra elettronica (disturbano le emissioni radio, mettendo fuori uso sensori ed armi nemici)

Boeing E/A-18G Growler (detto “il ruggente”)

Ed ancora 4 aerei per AWACS (sistemi radar aviotrasportati utilizzati per la sorveglianza aerea e per tutte le funzioni C3 (Comando, Controllo e Comunicazione):

Northrop Grumman E-2 Hawkeye (a turboeliche);
Northrop Grumman E-2 Hawkeye
Northrop Grumman E-2 Hawkeye Ph.Wikipedia

Grumman C-2 Greyhound (a turboeliche).

Ed infine 2 aerei “supply” cargo per il rifornimento delle navi.


TECNOLOGIE

EMALS

Innanzitutto troviamo il rivoluzionario sistema di lancio degli aerei elettromagnetico (EMALS), che utilizza onde elettromagnetiche per lanciare gli aerei dal ponte di volo piuttosto che il vapore.
EMALS
PH: Usninews.com

Questo sistema è progettato per lanciarli gradualmente, estendendo la loro vita e permettendo di lanciarne anche di piccola taglia (inclusi droni). Con questo sistema, la US Navy prevede di effettuare il 25% di lanci in più rispetto alla classe Nimitz. Sfortunatamente, in passato, l’impianto ha avuto numerosi problemi tecnici, risultando addirittura un fallimento durante il primo lancio nel 2016: tuttavia i tecnici sembrano aver risolto quasi del tutto i problemi.
AAG

Altra innovazione impiantistica che troverà posto sul ponte di volo sarà il “meccanismo di arresto avanzato” (AAG), che permette di fermare del tutto gli aerei in fase di atterraggio, (indispensabile, date le ridotte dimensioni della pista di volo rispetto a quella di un comune aeroporto).
AAG
PH: quora.com

Il sistema è stato progettato per ridurre al minimo l’intervento dell’uomo (manutenzione).


PORTAEREI DI CLASSE FORD


U.S. NAVY - PORTAEREI AMERICANE


PORTAEREI NELLA STORIA / AIRCRAFT CARRIER


NAVI DA GUERRA / WARSHIPS AND BATTLESHIPS

 

PORTAEREI NELLA STORIA USA NAVY- PORTAEREI USS FORD CVN 78 - AIRCARFT CARRIER USS FORD CVN 79 -