Verbo

#

Gesù Messia

"In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio... la luce splende nelle tenebre, ma le tenebre non l'hanno accolta" (Gv 1,1).

Per l'evangelista Giovanni il Verbo si è fatto carne perché conoscessimo l'amore di Dio, per essere il nostro modello di santità e perché divenissimo partecipi della natura divina. Gesù è il Messia, il Salvatore inviato da Dio per realizzare un mondo più giusto.

Venne ad abitare in mezzo a noi

La Parola era ed esisteva fuori dal tempo e da tutta l'eternità, ma in un abisso di luce Dio ha voluto entrare nella storia e si è fatto uomo. Il vangelo ci racconta questa buona novella dove Gesù di Nazareth ci è venuto a raccontare l'amore di Dio.

In quel tempo, la classe sacerdotale aveva oscurato quella legge che Dio aveva dato a Mosè scolpendole sulla pietra. Erano comandamenti concessi per amore, per far camminare il popolo verso la verità. Pertanto nonostante la voce di numerosi profeti quel popolo, mancando di guide, ha perso la conoscenza di Dio, non ha più sentito il suo richiamo e trovandosi in balia dell'idolatria si è abbandonato al peccato.

Non solo Gesù di Nazareth si è incarnato per farci conoscere il Padre che è nei cieli, ma è pure venuto a liberarci dagli spiriti maligni ed a svelarci che la radice di ogni infermità e ogni malattia ci sta Satana. Gesù è venuto, dunque, a sconfiggere l'opera del diavolo per togliere quelle tenebre che oscuravano il volto di Dio.

Per svolgere la sua missione evangelizzatrice e svelare la sua natura divina, Gesù percorreva predicando le strade della Palestina, Samaria, Galilea e Giudea, operando attraverso segni messianici. L'evangelista Matteo sottolinea i segni messianici e, in modo particolare, la guarigione dei malati e la liberazione dagli spiriti immondi. Attraverso la sua narrazione, Matteo ci offre l'opportunità di comprendere la potenza di Gesù su tali spiriti. Non solo, ma attraverso le molteplici guarigioni non naturali ci evidenzia l'irrompere di Dio nella natura.

Gesù ha voluto formare i suoi discepoli, per prepararli alla loro missione. Gli Evangelisti ci presentano un Gesù di Nazareth a cui tutte le forze della natura sono soggette. Come un guaritore, come colui che è venuto a sanare tutte le nostre infermità.

Gli evangelisti raccontano in abbondanza i miracoli compiuti da Gesù per manifestare la sua gloria prima di tutto ai suoi discepoli, i quali credettero in Lui.

Gesù, ridestando una bambina morta si presenta, come racconta Marco, come il Signore della vita e della morte: i miracoli di Gesù rendono evidente la presenza di Dio tra gli uomini e del potere salvifico di Dio.

Il Cristo è l'Uomo, centro d'attrazione dei secoli, di ogni creatura animata. In lui il Padre effonde sé stesso, su lui riposa la pienezza dello Spirito, è da lui che si riversa la sorgente della vita, è alla sua luce che noi vediamo la luce. Attraverso di Lui ogni uomo può ricevere la luce pura e conoscere quella misteriosa energia che Dio ha messo nel cuore dell'uomo per correre incontro all'amore e fondersi nell'estasi della comunione.

Guarigioni:

Liberazioni

Segni

Miracoli

Un invito speciale

Se desideri pervenire a questa gioia e acquisire le virtù, ascolta l'invito di Gesù: "Tutto quello che chiederete con fede nella preghiera, lo otterrete" (Mt 18,20). Difatti, senza la preghiera, non è possibile nessun cammino spirituale, né si possono seguire le Orme di Gesù, nostro Salvatore.

Se vuoi corrispondere all'invito, o semplicemente a pregare dalla tua abitazione, clicca qui e troverai uno straordinario gruppo di preghiera. Potrai, così, unirti spiritualmente a tanti fratelli sparsi in tutti i continenti, e la tua vita cambierà.

Se desideri ricevere il libretto di preghiera compila il modulo e lo riceverai al tuo recapito senza sostenere alcuna spesa.

Puoi visitare il gruppo di preghiera dopo aver letto e meditato le seguenti interessanti pagine.

   Wordpress Instagram Twitter Pinterest Telegram Youtube

Ti potrebbe interessare