Beatitudini

Beatitudini evangeliche

Verso la vittoria

Questa è l'unica strada per salire sul monte per essere chiamato nel regno.

La Scala

Gesù annunzia ai suoi discepoli "la via" per raggiungere le Beatitudini, ossia il cammino per chi desidera ascendere alle più alte vette della spiritualità, per coloro che desiderano dare una risposta all'anelito della loro anima e raggiungere quella felicità agognata, ma mai trovata. È un cammino a tappe, ognuna delle quali permette di elevarsi sempre più in alto verso la conquista della meta.

LA VIA

  1. Liberati da ogni ricchezza terrena, perché genera la superbia che alimenta i vizi.
    Liberati da tutti i mali, a partire dalla cupidigia, e cerca con fermezza l'umiltà, in quanto è la capostipite di tutte le virtù.

  2. Trova la misura dell'agire tramite le virtù, per non lasciarti attrarre dall'impeto delle passioni e per ritrovare la calma necessaria a sgominare i vizi.

  3. Il pentimento è indispensabile per liberarti dal peccato e prendere consapevolezza della propria miseria, la quale a sua volta suscita il rimorso degli errori commessi, l'unico mezzo che può alimentare quel pianto liberatorio per il male compiuto.

  4. Con l'aiuto di Dio discerni tra ciò che è bene e ciò che è male per la tua anima. Devi avere sete della volontà divina, predisponendoti a fare la Sua volontà, per riportare i sentieri dell'ascesi nel tuo cuore.

  5. Offri all'afflitto quello che il suo spirito angosciato cerca. L'uomo ha innanzitutto fame di amore che è, in sintesi, l'unica risposta all'estrema miseria.

  6. Se sei riuscito a purificare il cuore, liberandolo dal sudiciume delle passioni alimentate dai vizi, vedrai nella bellezza dell'anima l'immagine di Dio.

  7. Se hai raggiunto la pace, ossia hai riportato concordia tra corpo e spirito, in quanto hai sconfitto ogni desiderio malsano dal tuo corpo, potrai aiutare anche coloro che ancora si dibattono nell'odio e nel rancore.

  8. Se sei stato perseguitato a causa del Signore, avrai ottenuto, attraverso la sofferenza, l'estinzione di ogni energia malsana dettata dal piacere. Sei ora giunto allo stato di purezza indispensabile per entrare nel Regno dei Cieli.

Beati i vostri occhi perché vedono e i vostri orecchi perché sentono. In verità vi dico: molti profeti e giusti hanno desiderato vedere ciò che voi vedete, e non lo videro, e ascoltare ciò che voi ascoltate, e non l'udirono! [...] Colui che semina il buon seme è il Figlio dell'uomo. Il campo è il mondo. Il seme buono sono i figli del regno; la zizzania sono i figli del maligno, e il nemico che l'ha seminata è il diavolo. La mietitura rappresenta la fine del mondo, e i mietitori sono gli angeli. Come dunque si raccoglie la zizzania e si brucia nel fuoco, così avverrà alla fine del mondo. Il Figlio dell'uomo manderà i suoi angeli, i quali raccoglieranno dal suo regno tutti gli scandali e tutti gli operatori di iniquità e li getteranno nella fornace ardente dove sarà pianto e stridore di denti. Allora i giusti splenderanno come il sole nel regno del Padre loro». (Mt 13,16-17; 37-43)

Ti potrebbe interessare