Biografia

#

Antonio Galvao

Fra Antônio di Sant'Anna Galvão nacque nel 1739 a Guaratinguerà, città che si trova nello Stato di São Paulo in Brasile.

Vita di un Santo

Il padre Antônio Galvão de França, era un immigrante portoghese e apparteneva al Terz'Ordine Francescano. Sua madre Izabel Leite de Barros, era figlia di proprietari terrieri, donna estremamente caritatevole, ebbe undici figli e morì a 38 anni.

A tredici anni Antônio fu mandato dal padre per una formazione culturale e religiosa, a studiare nel Seminario dei Padri Gesuiti, nel collegio di Belém a Bahia dove già si trovava suo fratello José. Questo seminario, fondato dal padre gesuita Alexandre de Gusmao, era famoso per l'eccellente insegnamento.

Studió con profitto e progredì nella pratica, ma nel 1756, per la persecuzione contro l'ordine dei Gesuiti voluta dal Marchese di Pombal, si ebbe la chiusura di questo seminario e Antônio, ormai sedicenne e su consiglio di suo padre, decise di entrare nel convento francescano a Taubaté. All'età di 21 anni entró nel noviziato nel convento San Buonaventura a Macau, in Itaborai, Rio de Janeiro, dove ha adottato per la sua vita religiosa il nome di Sant'anna Galvão, in omaggio alla Santa.

Nel 16 Aprile 1761 emise i voti solenni. Un anno dopo, quando aveva 23 anni e nonostante la sua giovane età, fu ordinato sacerdote nella città di Rio de Jeneiro.

Nel trasferimento da Rio a São Paulo, Fra Antônio di Sant'Anna Galvão si fermó a Guaratinguetà per celebrare nella sua terra natale la "prima messa", la principale, per il gaudio della sua famiglia e tutti quelli che erano venuti alla cerimonia, realizzata nella chiesa dove il santo era stato battezzato.

Successivamente fu inviato al convento di San Francesco a São Paulo dove terminó gli studi di filosofia e teologia. Uno dei primi atti di Fra Galvão come sacerdote, fu quello di fare la sua consacrazione come "Servo e schiavo" di Nostra Signora, atto che firmó con il proprio sangue il 9 Novembre 1766. Questo episodio, due secoli dopo, fu riprodotto in un quadro a olio, dal francescano Fra Geraldo Roderfeld, ora esposto nell'Ospedale Fra Galvão di Guaratinguetà.

Terminati gli studi fu nominato predicatore, confessore dei laici e portinaio del convento, conpito considerato molto importante per il contatto con le persone. Come predicatore era straordinario nell'anunciare la parola di Dio. Fu un confessore stimato e ricercato e si recava a piedi anche nei luoghi più distanti per soddisfare le chiamate.

Nel 1769-70 fu nominato confessore di un "Recolhimwento" di pie donne, le Recolhidas de Santa Teresa" a São Pãulo.

Con il passare del tempo la salute divenne malferma per il quale ottenne il permesso di lasciare il convento francescano e di abitare stabilmente presso il Recolhimento, che era la sua opera.

Morì il 23 dicembre del 1822 assistito dal Padre guardiano e dai confratelli, le sue spoglie furono tumolate nella chiesa del "Recolhimento de Luz", su richiesta delle suore e del popolo. La sua tomba e tutt'ora meta di pellegrinaggi dei fedeli.

Fra Galvão pregava, confessava, consigliava, curava i malati, espandeva la sua fama di santo..

Ti potrebbe interessare