Home page

La Filosofia Iniziatica e i Chakra

Psicoanalisi

I Simboli e i Miti

La via alchemica

Astrologia

Pensieri scelti

Link

Corso di Educazione alla cittadinanza nella Rete della Vita

 

 

 

 

 

 

 

Come può l'amore condurci concretamente su questa strada? Come orientare questa straordinaria energia verso la méta predestinata per non fermarsi a metà cammino? Ma qual è la metà predestinata? Come può questa energia alimentare i centri spirituali, i chakra?

Si suggerisce la lettura delle seguenti opere

di Omraam Mikhaël Aïvanhov

La forza sessuale o il drago alato

 

La forza sessuale o il drago alato

Animale fantastico comune a tutte le mitologie e presente anche nell’iconografia cristiana, il drago alato è il simbolo delle forze istintive esistenti nell’uomo e della loro trasformazione. Tutta l’avventura della vita spirituale consiste, infatti, nel domare ed orientare queste forze per utilizzarle come mezzo di propulsione verso le vette più elevate dello spirito.

Indice

Il drago alato- Amore e sessualità- La forza sessuale, condizione della vita sulla terra –Sul piacere- Non cercate il piacere, v’impoverirà - Imparate a rimpiazzare il piacere con il lavoro- I pericoli del tantrismo- Amate senza aspettare di essere amati –L’amore sparso ovunque nell’universo- L'amore spirituale, un modo superiore di nutrirsi.- Un trasformatore dell’energia sessuale: l’alto ideale- Aprire all’amore una via verso l’alto.

coll.izvor - 205

 

Amore e sessualità

Come l'unione di spirito e materia, anche l'unione di uomo e donna può essere creatrice di nuovi mondi, ma affinché lo divenga veramente, l'umanità deve dare all'amore una nuova forma di comprensione e un nuovo modo di vedere le cose, nonché conoscere le regole e i metodi adeguati.

indice

I due principi machile e femminile - Il caduceo di Hermes, I, II e III - Il serpente -Isis svelata - La potenza del dragone- Lo spirito e la materia: gli organi sessuali,I,II e III- Il vuoto e il pieno: povertà e riccheza - L' Insegnamento dell' amore nelle iniziazioni.

opera omnia - vol. 14

 

La sessualità forza del cielo

Amore e sessualità II

Sembra che sia stato detto tutto a proposito dell'amore e della sessualità... eccetto che questa forza che si manifesta in ogni essere può essere utilizzata per la sua più grande elevazione.

indice

L'atteggiamento Sacro I e II - Il vero matrimonio: lo Spirito e la materia - Il sole, fonte dell'amore - Lo scopo dell'amore: la luce – I principi maschile e femminile: loro manifestazioni - Un Maestro, una amante - Le Vestali. La nuova Eva I e II Materialismo, idealismo e sessualità: "Sulla terra come in Cielo" - Il cuore e l'intelletto- La Fratellanza Bianca Universale - Cercate l'anima e lo spirito! I e II – Rendere all'amore la sua purezza I e II - L'amore trasforma la materia - Amore ed identificazione - Il compito del discepolo - Apritevi e sarete amati - Tantra-yoga I e II Il vuoto e il pieno: la coppa di Graal - L'amore diffuso ovunque nell'universo - Cercate l'amore alla sorgente! -I e II - Saper utilizzare le potenze dell'amore I e II - Come ampliare la concezione del matrimonio - "Sale dalla terra e discende dal Cielo" - La felicità si trova nell'espansione della coscienza - "Ciò che legate sulla terra sarà legato in cielo" - Amate Dio per meglio amare il vostro prossimo! - Vivete con amore! I e II - Le vere anni: l'amore e la luce - Non cessate mai di amare! - Verso la grande famiglia I e II

opera omnia - vol. 14

 

I misteri di Iesod

Iesod, nona sefira dell’Albero della vita, di cui parla la cabala, è il simbolo della vita pura. La purezza viene presentata dall'autore come una formula di vita ricca e creativa, fondata su una conoscenza precisa della vita psichica e spirituale dell'uomo.

Iesod rispecchia le virtù delle altre sefire- In cosa consiste la purezza - La nutrizione: punto di partenza per uno studio sulla purezza - La selezione: la purezza e la vita spirituale - La pace e la purezza – La purezza nei tre mondi– Il fiume di vita- Il potere magico della fiducia- La purezza nella parola- .Elevarsi per trovare la purezza - …Beati i puri di cuore……- Le porte della Gerusalemme celeste –L’amore e la sessualità - Il peccato contro lo Spirito Santo è peccato contro l’amore- Note complementari: la sorgente- Il digiuno- come lavarsi- Il vero battesimo- Come lavorare con gli angeli dei 4 elementi durante gli esercizi di respirazione

opera omnia - vol. 10

Centri e corpi sottili

aura, plesso solare, centro hara, chakra

Qualunque sia il grado di perfezionamento che i cinque sensi potranno raggiungere, resteranno comunque limitati perché appartengono al piano fisico e pertanto non esploreranno che questo. Ogni organo, infatti, è specializzato e procura le sensazioni corrispondenti alla propria natura. Per provare sensazioni nuove, più sottili e più spirituali occorre entrare in relazione con altri centri (chakra) posseduti da ogni essere umano.

indice

L’evoluzione umana e lo sviluppo degli organi sottili- L’aura- Il plesso solare- Il centro Hara- La forza Kundalini - I Chakra

" Voi siete dèi "

Vangelo di Giovanni 10,34

L'essenza divina che è in noi

Gesù è stato il più grande rivoluzionario tra gli inviati di Dio, è stato il primo a trasgredire tutte le antiche usanze ed ha espiato sulla croce l’audacia che aveva avuto di affermare che era figlio di Dio e che tutti gli esseri umani sono figli e figlie di Dio. L’insistenza con la quale Gesù sottolineava la filiazione divina dell’uomo scandalizzava e irritava gli scribi e i farisei al punto che un giorno tentarono di lapidarlo. Ma Gesù rispose loro: “Vi ho fatto vedere molte opere buone da parte del Padre mio; per quale di esse mi volete lapidare?” Gli risposero i Giudei: “Non ti lapidiamo per un’opera buona, ma per una bestemmia e perché tu, che sei uomo, ti fai Dio”. Allora Gesù ricordò loro un versetto dei Salmi: “Non è forse scritto nella vostra Legge: Io ho detto: voi siete dèi?”

Indice

I. “Voi siete dèi” - 1 “Siate perfetti come perfetto è il vostro Padre Celeste” - 2 “Mio Padre e io siamo uno” - 3 “Il ritorno alla casa del Padre” - II. Che cos'è la natura umana 1 Natura inferiore e natura superiore - 2 Nessuno può servire due padroni - 3 Le tre grandi tenta-zioni - 4 Prendere e dare - 5 La voce della natura superiore - 6 La sensibilità al mondo divino - 7 “Beati coloro che portano la pace...” -III. “E Dio creò l'uomo a sua immagine” 1 Dio, la Natura e l'uomo - 2 L'Albero della Vita - 3 Dal seme all'albero - 4 Il sole, immagine di Dio e immagine dell'uomo - 5 “Amerai il Signore, Dio tuo...” - IV. Le leggi del destino 1 Leggi della natura e leggi morali - 2 La reincarnazione - V. Risposte al problema del male 1 Dio al di sopra del bene e del male - 2 Si trionfa sul male solo se lo si sa utilizzare - 3 “Il male è paragonabile ad alcuni inquilini” - VI. Il lavoro alchemico 1 Come estrarre la quintessenza - 2 L'immagine dell'albero - L'innesto -3 Il fuoco del sacrificio - 4 Dal movimento alla luce: sostituire il piacere con il lavoro - 5 Imparare a mangiare per imparare ad amare -VII. Gli organi della pratica spirituale 1 L'aura - 2 Il plesso solare -3 Il centro Hara - 4 La forza Kundalini e i chakra - VIII. Vivere la vita eterna 1 La vita eterna è conoscere Te, l’unico vero Dio - 2 “Conosci te stesso” - 3 - La fusione con l'Anima e lo Spirito cosmico - IX. Le vie della divinizzazione 1 La festa del Natale - 2 La seconda nascita - 3 La resurrezione dei morti e il Giudizio finale - 4 Il Corpo di Gloria

Altri suggerimenti

Per una visione olistica del cambiamento individuale e collettivo, suggeriamo

 

LIBRI

"Cittadinanza globale e società fraterna" 2019

Stella mattutina edizioni

 

Indice

CAP. I
1. Fraternità, cooperazione ed empatia

2. La fraternità, da vincolo di sangue a modello relazionale della vita sociale: dalle fratrie alle corporazioni medievali 3. Il quid novi della fraternità nella prospettiva cristiana
4. La fraternità, principio politico: l’esperienza della Rivoluzione francese
5. Le speranze di una “Fraternité vivante” e la pedagogia per la realizzazione della fraternità
6. La fraternità, principio ispiratore dell’ordinamento giuridico e della vita sociale. Uno sguardo all’ordinamento italiano
7. Riflessioni sulle comuni radici spirituali dei diversi progetti di riforma della società. Millenarismo, utopismo e trasformazione interiore
8. Riflessioni sulle diverse percezioni valoriali della fraternità. Dalle fraternità parziali alla fraternità universale
9. Riflessioni sul nostro travaglio individuale e collettivo. L’emergenza di una nuova coscienza

CAP. II
L’appello del pensiero contemporaneo ai principi di cooperazione nell’era della globalizzazione e delle interdipendenze

1. La cooperazione fraterna, principio fondamentale per garantire libertà e uguaglianza
2. La cooperazione fraterna, principio fondamentale per garantire la dignità. Solidarietà, filantropia e fraternità
3. Le relazioni di interdipendenza tra i popoli e i valori di universalità

CAP. III
Il nuovo senso civico dello stare insieme. Le ragioni della cooperazione fraterna

1. La cooperazione fraterna: da opzione etica a necessità individuale e collettiva
2. La società è un sistema vivente
3. La conciliazione tra interesse individuale e interesse collettivo
4. L’uomo si realizza pienamente nella collettività. Il fondamento biologico della socialità
5. Il dare è anche un ricevere in quanto facciamo parte dello stesso organismo
6. La nostra contraddizione: impieghiamo con egocentrismo le energie della vita ottenute grazie al lavoro disinteressato dei nostri organi
7. I contenuti della cooperazione fraterna: “aiutare l’altro a fare ciò che dovrebbe”. La cura del Sé
8. L’apertura alla fraternità e all’universalità non annulla il nostro ’Io”, al contrario, rafforza il nostro Sé superiore
9. L’assoluta separazione tra gli esseri umani è apparente e illusoria. Siamo parte della Rete della Vita. Dall’Io al Noi
10. La cooperazione fraterna, potente agente di educazione civica

CAP. IV
Perché il nostro “Io” si oppone alla cooperazione fraterna?

1. Gli impedimenti interiori all’accettazione dei valori di fraternità

CAP. V
La scelta della vita empatica, cooperativa e fraterna

1. Le relazioni tra vita individuale e società. Perché stiamo insieme in società? Quale acqua ciascuno di noi porta nell’oceano della vita sociale?
2. Dobbiamo compiere la nostra scelta: profittatori o cooperatori?
3. Forse non riusciamo nell’intento di realizzare una società fraterna in quanto non sappiamo come fare
4. Il ruolo della coscienza ai fini del cambiamento comportamentale e civico
5. Identificarsi con il proprio Sé cooperatore nell’interpretare la Vita
6. Perché ampliare la propria coscienza: dalla coscienza di se stessi alla coscienza fraterna
7. Come ampliare la coscienza: la rilevanza cognitiva del modo di vivere, del modo di pensare, di sentire, di nutrirsi, di amare
8. La moralità del modo di vivere influenza il processo cognitivo. Mediante l’azione completiamo il processo di comprensione
9. L’applicazione e la sperimentazione, elementi indefettibili della cultura
10. Gli apporti dell’intelligenza del cuore ai processi cognitivi e comportamentali
11. Intervenire alla fonte: la rilevanza degli atti più semplici del vivere quotidiano
12. Vivere il proprio importante presente
13. Superare il distacco tra cultura e modo di vivere: la cultura, da attività intellettuale sul valore ad attività realizzatrice del valore
14. I luoghi di tirocinio delle attitudini cooperative ed empatiche

CAP. VI
Ripensare le basi dell’educazione alla cittadinanza

1. Il processo di adeguamento interiore alle prescrizioni civiche

CAP. VII
Nuove attitudini di crescita nella Rete della Vita

1. Attitudine a percepire la comune appartenenza alla Rete della Vita. La cura di se stessi
2. Attitudine alla scelta degli Ideali, pensieri e sentimenti per manifestare comportamenti civici
3. Attitudine alla scelta delle intenzioni
4. Attitudine alle relazioni empatiche. La rilevanza civica della empatia
5. Attitudine alla rivalutazione e alla sacralizzazione della vita quotidiana
6. Attitudine alla rivalutazione del corpo fisico e del suo apporto cognitivo
7. Attitudine a sperimentare il gusto e la pienezza della vita: la “scienza della Vita”
8. Attitudine a valorizzare il bene relazionale e i beni comuni
9. Attitudine alla rivalutazione del lavoro
10. Attitudine al dimensionamento dei bisogni individuali
11. Attitudine all'assunzione delle cariche pubbliche. L’esempio
12. Attitudine a relazioni improntate alla giustizia
13. Attitudine al rispetto dell’ambiente interiore ed esteriore
14. Attitudine a vivere come cittadino dell’Universo

 

La Via Luminosa nella Vita Quotidiana secondo l’Opera di Omraam Mikhaël Aïvanhov, 2017

 

Capitolo I: Omraam Mikhaël Aïvanhov: filosofo, pedagogista e Maestro spirituale, fondatore di Scuole di formazione per la vita fraterna

Capitolo II: Approccio metodologico allo studio delle fonti dell'Insegnamento: le conferenze

 

Capitolo III:Nuovi orizzonti nel percorso di crescita spirituale: il lavoro su di sé nell’Insegnamento di O. M. Aïvanhov e nei Vangeli

Capitolo IV: La “Via Luminosa” nella vita quotidiana. Analisi di un percorso

1. L’esperienza interiore dell’Unità della Vita tra sapere mistico e scientifico e il contributo metodologico dell’opera di O. M. Aïvanhov 2. Le tappe del cammino di cambiamento e la tessitura della coscienza di unità e fraternità 3. Le ragioni della sacralizzazione della vita quotidiana 4. Identificarsi con la propria Natura divina al fine di lavorare sulla natura umana 5. La Natura nel percorso di cambiamento. Partecipare interiormente e aprire la coscienza alla vita del Cosmo e ai suoi ritmi. I canti mistici e l’empatia 6. Saper interagire con la legge di causa-effetto e la Provvidenza 7. Sintesi del percorso di cambiamento e dei suoi effetti benefici a livello individuale e collettivo 8. La Tavola sinottica: strumento per autovalutare e migliorare il percorso di cambiamento.

Capitolo V: Riferimenti scientifici

1. L’efficacia dei metodi spirituali per il proprio avanzamento 2. Gli effetti della contemplazione e della meditazione al sorgere del Sole 3. Relazioni tra modo di vivere, intelligenza e coscienza.

 

Capitolo VI: La Via Luminosa e l’Età d’Oro dell’umanità: l’ultimo ciclo di conferenze tenute da O. M. Aïvanhov nel 1985

 

L'edizione elettronica può essere prelevata gratuitamente

Il Codice delle Leggi Morali, approccio olistico al cambiamento, 2012

L'edizione elettronica può essere prelevata gratuitamente