Torna alla Home
 
Quattro eroi, un solo titolo.
Tutto iniziò con una rapina.
Il commissario Köster.
La critica all'attacco.
Autori e registi.
Frammenti di vita privata.
Tutti gli uomini del commissario.
Accadde un venerdì...
L'edizione italiana.
Tagli e ritagli.
Morto un commissario se ne fa un altro.
Tutte le donne del commissario.
Da Augusta a Monaco.
L'uomo del K4.
Alte Musik.
L'auto di servizio.
Ultimo atto.
La terza genesi.
Da Amburgo a Monaco.
Quattro.
Licenziati in tronco.
Aspiranti commissari.
Alta definizione.
Ciao Gerd!
Il Catalogo I - Köster
Il Catalogo II - Kress
Il Catalogo III - Herzog
Il Catalogo IV - Voss

 

Dopo 39 anni di onorata carriera, l'8 Aprile 2016 anche Michael Ande ha deciso di mandare in pensione il suo personaggio: Gerd Heymann.

È successo con l'episodio numero 403 dal titolo "Paradiesvogel", l'uccello del paradiso. Un addio che si racchiude solo nell'ultimo minuto e messo finale della puntata.
«Il caso è chiuso. È ora di andare» dice Heymann ai colleghi.

Un addio che non giunge però insapettato: «Ho 71 anni ed è legittimo che vada in pensione anche se Gerd nella serie ne ha solo 65».

Del suo lungo ruolo raccontava: «Il primo giorno di riprese Siegfried Lowitz mi disse: "Non ho bisogno di nessun assistente". Ma alla fine mi sono trovato ad assistere ben quattro diversi commissari e viste le premesse non lo avrei mai immaginato. Mi sa che Lowitz si era proprio sbagliato!»

Da quel Lunedì di Pasquetta del 1977 in cui la serie debuttò per rimpiazzare il vuoto lasciato da «Der Kommissar» sono passati quarant'anni. Come sarà la vita di Michael Ande senza il suo "lavoro in commissariato"? «Mi dedicherò ai viaggi, ho sempre amato le moto ma ora ho optato per una più comoda cabriolet. Cercherò di migliorare il mio italiano, tornerò a dedicarmi alla fotografia e passerò più tempo con mia moglie Alice che è felice di potermi avere un po' di più per sé; sostiene che con me non ci si annoia!».

Ma fuori dal set, cosa guarda Michael Ande in tv? «L'ispettore Barnaby, Rosenheim Cops e SoKo München. Ma anche molti polizieschi francesi. E tutte le puntate di Big Bang Theory e Breaking Bad».

Anche ZDF, tramite il suo portavoce Reinhold Elschot, responsabile delle produzioni seriali, ha voluto salutare l'attore: «Michael Ande ha contribuito a dare forma ai nostri venerdì gialli per quarant'anni. Lo voglio ringraziare a nome di tutti i telespettatori per tutto questo tempo trascorso insieme, ci mancherà».

Al suo posto, dal Marzo 2017, è entrato a far parte della squadra Lennart "Lenny" Waldmann, ventitreenne informatico che collabora con gli uomini di Voss e cui dà corpo il giovane attore Thimo Meither.

Caratteristica assolutamente innovativa di questo personaggio che lo fa entrare di diritto nella storia del poliziesco: la Sindrome di Asperger di cui soffre. Si tratta di un disturbo definito in modo scientifico come "pervasivo dello sviluppo" e in un certo qual modo correlato con l'autismo pur senza che vi siano nel soggetto disturbi legati al linguaggio o nell'intelligenza.

 

Michael Ande (Foto:ZDF/Jacqueline Krause-Burberg))
Un ruolo su misura.

Gerd Heymann va in pensione senza una promozione a capo di una Squadra Omicidi. Sembra una condanna dei protagonisti delle serie nate nell'era di Helmut Ringelmann.

Ma Michael Ande non sembra affatto mortificato per la sorte del suo personaggio.«Non sono il tipo adatto per il ruolo di capo. Non amo prendere decisioni da solo,ma confrontandomi con gli altri».

«Non ho mai chiesto che il mio ruolo dovesse diventare più importante. Credo che un attore debba interpretare un ruolo che può permettersi di interpretare».

Anche nella vita privata Michael Ande è motlo riservato, detesta la folla e le feste troppo mondane. Preferisce vivere nel tranquillo borgo di Schliersee, poco lontano da Bad Wissee dove è nato.

Nella foto: Michael Ande (Foto: ZDF).