Pietre vive - Tempio di Dio
 

Essere cristiani

#

Pietre vive

La fede, alla quale ci appoggiamo per camminare sicuri verso Dio che ci attende, ci insegna che tutto quanto sta attorno a noi, sono strumenti destinati a servirci per il grande lavoro della nostra vita.

Tempio di Dio

Per conseguenza i nostri parenti, i nostri amici, i nostri padroni e generalmente tutti gli uomini, con i quali siamo a contatto, sono per noi degli strumenti.

E la gioia che regola tutti nostri rapporti con il nostro prossimo, è la stessa legge che regola l'uso delle creature, secondo la quale ogni cosa deve essere usata come strumento. A prima vista può sembrare che tale concezione sia troppo egoistica ed utilitaria, ma se vogliamo fermarci su di un'altra profondità, vedremo che questa ci recherà stupore e meraviglia.

Innanzi tutto dobbiamo capire che se gli altri sono per noi degli strumenti, anche noi siamo tali per loro: la reciprocità è assoluta. Se essi debbono servirci, noi pure dobbiamo servire loro. Noi non riceviamo soltanto, ma dobbiamo anche dare: è un mutuo scambio. Scambio di che cosa?

Scambio di vita! Perché gli uni non debbano essere riguardo agli altri che strumenti di vita. Non so se riusciamo ad intravedere la bellezza di questa idea! Non è perché ci divertiamo tutti insieme che Dio ci mette in rapporto gli uni con gli altri! E le gioie delle nostre relazioni non debbano e non possano legittimamente avere altra funzione fuori di quella di facilitare questo sviluppo di vita. Osserviamo quanta nobiltà e serietà in questa concezione cristiana dei rapporti umani.

Osserviamo anche i risultati. A Montmartre le pietre portano iscrizioni indicanti il nome del donatore, e fino a tanto che Montmartre sussisterà, le pietre proclameranno il nome del benefattore.

L'anima nostra è il tempio del Dio vivo; e la nostra vita va ogni giorno costruendosi, pietra su pietra, fino al giorno nel quale la morte porrà fine alla sua costruzione.

Le pietre di questo edificio sono le idee che la nostra mente acquista, le virtù che si formano nel nostro cuore, le abitudini pure e forti che si stabiliscono nei nostri sensi: è tutto quello che dilata il nostro essere secondo il piano divino. E se io, ad esempio, faccio acquistare una virtù ad alcuno, un aumento di vita, c'è qualcosa di me in quella persona, un qualche cosa della mia vita nella sua, è un legame che ci unisce.

E fino a tanto che sussisterà in quella persona questo ingrandimento che le viene da me, io vivrò in qualche modo in lei. Ora noi sappiamo che la vita, intendiamo la vera vita, è eterna. La vita che io ho comunicato sussisterà nell'eternità del cielo. Noi saremo dunque uniti, uniti con i vincoli della vita per tutta l'eternità. Vivremo l'uno per mezzo dell'altro; e questo sarà uno degli splendori della gioia eterna.

Pensiamo ora quanto dovrà essere intima ed intensa la felicità che legherà ai loro figli quei genitori che si saranno interamente dedicati alla loro educazione, quegli amici che sono stati fedeli nel sostenersi e nell'aiutarsi a salire! Vivranno tanto più gli uni negli altri, quanto maggiormente saranno stati strumenti di vita gli uni per gli altri!

Con quali parole raccontare la gloria dei grandi seminatori di idee, dei grandi propagatori di virtù, degli apostoli del bene, degli uomini del sacrificio, che saranno stati utili a tante anime, che avranno contribuito ali'ingrandimento di tante vite? Quali legami per l'eternità! Ed è solo questo che sussisterà dei nostri rapporti nel tempo.

Conclusione: Vogliamo imparare a vivere, imparare ad essere strumento di vita e ad utilizzare tutte le gioie dell'amore mediante il vero zelo per il bene altrui!.

Preghiera

O Madre di Misericordia, poiché sei così pietosa, hai un grande desiderio di provvedere al bene per noi miserabili e di accontentare le nostre domande, oggi io, il più misero di tutti gli uomini, ricorro alla Tua pietà, affinché Tu mi conceda ciò che ti chiedo.

Lascio agli altri domandarTi di esaudire richieste per la salute del corpo o acquisti e vantaggi terreni, io Ti chiedo, Signora, quelle cose che Tu desideri da me e che più si uniformano e sono gradite al Tuo Santissimo Cuore.

Ti potrebbe interessare