BATTAGLIA NAVALE DI LEYTE

(23 - 26 OTTOBRE 1944)

NAVAL BATTLE OF LEYTE  (23 - 26 October 1944)

BATTAGLIA NAVALE DI CAPO ENGANO

- NAVAL BATTLE OF CAPE ENGANO -

(26 OTTOBRE 1944)

ZUIKAKU CHIYODA CHITOSE ZUIHO
CV 6 ENETERPRISE CV 11 INTREPID CV 9 ESSEX CV 15 FRANKLIN

La Battaglia Navale di Capo Engano è stata l'ultima battaglia navale combattuta tra due gruppi di portaerei. Il nome del promontorio di fronte al quale si combatte Capo Engano (capo dell'inganno) fu quasi profetico in quanto l'intera battaglia fu concepita dai giapponesi come una gigantesca esca per trascinare quante più navi possibili della flotta americana il più lontano possibile dallo Stretto di San Bernardino in modo da permettere alla squadra di corazzate di Kurita di annientare indisturbato i convogli americani che stavano sbarcando le truppe di invasione sulle spiagge dell'isola di Leyte. Dal punto di vista strategico l'esca riuscì in pieno in quanto Ozawa attirò verso di sè la Task Force 34 e la Task Force 38, ovvero quasi tutta la flotta americana. L'esito tattico dello scontro fu la distruzione totale della flotta di portaerei giapponesi da parte della Task Force americana e la fine gloriosa della Kido Butai.


FORZE IMPEGNATE
Navi U.S. Navy Marina Imperiale
portaerei pesanti 5 1
portaerei leggere 5 3
corazzate 6 2
incrociatori pesanti 2 0
incrociatori leggeri 7 3
cacciatorpediniere 29 10
aerei imbarcati 650 116
navi affondate 0 7
comandanti Ammiraglio William F. Halsey vice ammiraglio Jisaburo Ozawa

STORIA DELLA BATTAGLIA / HISTORY OF THE BATTLE


FORZE IMPEGNATE / FORCES


CARTINA DELLA BATTAGLIA / MAP OF THE BATTLE


I PROTAGONISTI/ THE PROTAGONISTS


CRONOLOGIA / CRONOLOGY


FOTOGRAFIE / PHOTOES


GIUDIZIO FINALE DELLO SHINANO / FINAL SENTENCE OF THE SHINANO


LE PAGELLE DELLO SHINANO / VOTES OF THE SHINANO


IL MOMENTO TOPICO DELLA BATTAGLIA

La terza ondata di attacco americana decollò alle 11.45 e giunse verso le 13 sopra la Kido Butai. Questo attacco fu uno dei più precisi della giornata e nello spazio di pochi istanti tre siluri colpirono la Zuikaku e tre bombe raggiunsero la Zuiho.

Alle 13.10 una quarantina di aerei si accanirono con particolare foga contro la Zuiho che pareva godere di una insolente invulnerabilità. Pur essendo in preda alle fiamme conservava una grande velocità, ma alle 13.30 fu mortalmente colpita.

Gli apparecchi americani rientrarono e scorsero, passando, la Zuikaku che si capovolgeva e colava a picco alle 14.14. Con essa affondava l'orgoglio della flotta giapponese e la migliore portaerei mai costruita dai nipponici.

La quarta ondata di attacco americana, formata da un minor numero di apparecchi, partì alle 13.15 e giunse alle 14.45 sul grosso delle forze di Ozawa. Scelse per obiettivo la corazzata Ise, ma la nave di linea nipponica oppose un tiro contraereo estremamente intenso che mise in seria difficoltà gli aviatori americani. Nessuna bomba la raggiunse nonostante l'accanimento dei piloti americani. 27 apparecchi attaccarono invece la Zuiho e le infersero il colpo di grazia ed infatti la nave scomparve alle 15.26 affondando.

La quinta ondata di attacco americana partì dalle proprie portaerei alle 16.10 e raggiunse gli obiettivi verso le 17. Prese di mira l'Ise ma quest'ultima, comandata in maniera magistrale dal contrammiraglio Nakase effettuò tali manovre per sottrarsi agli attacchi e sparò con tanta frenesia da riuscire ad evitare ben 34 bombe!

Quando alle 11:15 Halsey fece virare verso sud la Task Force 34, distaccò da essa un gruppo di 4 incrociatori (Wichita, New Orleans, Santa Fe e Mobile) e 9 cacciatorpediniere agli ordini del contrammiraglio Laurance T. Du Bose (Task Group 30.3), inviandolo a finire i relitti delle unità di Ozawa già colpite: le navi di DuBose trovarono lo scafo della portaerei Chiyoda, che si trovava ad essere la più arretrata delle navi di Ozawa e lo colarono a picco alle 16:25 con la perdita di tutto l'equipaggio; intorno alle 19:00 le unità statunitensi agganciarono un gruppo di tre cacciatorpediniere giapponesi, ma dopo una lunga lotta riuscirono ad affondarne solo uno, lo Hatsuzuki, alle 20:59.


BATTAGLIA NAVALE DI LEYTE / NAVAL BATTLE OF LEYTE


LE PIU' GRANDI BATTAGLIE NAVALI / NAVAL BATTLES


NAVI DA GUERRA / WARSHIPS AND BATTLESHIPS


PORTAEREI NELLA STORIA / AIRCRAFT CARRIERS


- LE PIU' GRANDI BATTAGLIE NAVALI - BATTAGLIA NAVALE DI LEYTE - NAVAL BATTLE OF LEYTE -