BATTAGLIA NAVALE DI LEYTE

(23 - 26 OTTOBRE 1944)

NAVAL BATTLE OF LEYTE  (23 - 26 October 1944)

 

STORIA / HISTORY

BATTAGLIA NAVALE DEL GOLFO DI LEYTE

La battaglia del Golfo di Leyte fu uno scontro aeronavale del teatro del Pacifico della seconda guerra mondiale che, fra il 23 e il 26 ottobre 1944, vide fronteggiarsi le forze alleate e quelle dell'Impero giapponese. Si svolse circa 200 miglia a largo dell'omonima isola filippina in quattro scontri principali (la battaglia per il Mar di Sibuyan e quelle dello Stretto di Surigao, dell'isola di Samar e di Capo Engaño) oltre a diversi scontri minori.  Citata talvolta come battaglia per il Golfo di Leyte e negli Stati Uniti anche come seconda battaglia del Mare delle Filippine (la prima Battaglia Navale del Mar delle Filippine fu la battaglia delle Marianne), è generalmente considerata la più grande battaglia navale della seconda guerra mondiale ed anche, secondo alcune stime, la più grande battaglia navale della storia moderna, in termini di stazza totale delle navi coinvolte. La battaglia è inoltre la prima in cui aerei giapponesi attaccarono i nemici impiegando la tattica kamikaze. In realtà data la vastità del campo di battaglia è difficile considerarla come un unico scontro, è più corretto parlare di quattro battaglie indipendenti combattute per uno scopo comune la conquista (o la difesa) delle isole Filippine. (Shinano)

PROLOGO / THE BEGINNING


FORZE IMPEGNATE
Navi U.S. Navy Marina Imperiale
portaerei pesanti 8 1
portaerei leggere 8 3
portaerei di scorta 16 0
corazzate 12 9
incrociatori pesanti 9 12
incrociatori leggeri 14 4
cacciatorpediniere 88 36
sommergibili 22 11
motosiluranti 49 0
aerei imbarcati 1504 116
aerei con base a terra 0 800
navi affondate 6 26
tonn. navi affondate 36.000 306.000
morti 3.000 22.000
comandanti Ammiraglio William F. Halsey Contrammiraglio Takata
 

MUSASHI

CV11 INTREPID

BATTAGLIA NAVALE DEL MAR DI SIBUYAN

La battaglia navale del Mar di Sibuyan costituisce la prima fase della battaglia navale di Leyte ed è il prologo della battaglia navale di Samar. Lo scontro viene combattuto dagli americani per impedire ai giapponesi di attraversa con il grosso della flotta di Kurita lo stretto di San Bernardino. La battaglia viene combattuta tra gli aerei americani provenienti dalle portaerei e il fior fiore delle navi di linea giapponesi. Come all'epoca dell'affondamento della Repulse e della Prince of Walles viene confermato l'assioma che una corazzata senza copertura aerea è vulnerabile di fronte agli attacchi aerei avversari. La vittoria tattica è americana con l'affondamento della super corazzata Musashi e degli splendidi incrociatori pesanti Atago, Maya, Chokai. La vittoria strategica è però giapponese in quanto il grosso della forza di attacco di Kurita riesce a superare lo sbarramento ed ad attraversare senza colpo ferire lo stretto di San Bernardino. (Shinano)

BATTAGLIA NAVALE DEL MAR DI SIBUYAN / NAVAL BATTLE OF SIBUYAN SEA

FUSO

USS MISSISSIPI

LA BATTAGLIA NAVALE DELLO STRETTO DI SURIGAO

La battaglia navale dello Stretto di Surigao riveste un ruolo di importanza storica tra le battaglie navali dell'era moderna. Fu infatti l'ultima battaglia navale tra corazzate mai combattuta e l'ultima in cui il contributo aereo non fu determinante. La battaglia fu combattuta per impedire alle navi giapponesi di Nishimura di attraversare lo stretto di Surigao e di unirsi alla squadra principale di Kurita nell'attacco ai convogli americani che stavano sbarcando a Leyte.  Gli americani vinsero sia sul piano tattico che su quello strategico in quanto annientarono la forza giapponese impedendo di fatto che si congiungesse con il gruppo principale di Kurita nel mar di Samar. (Shinano)

BATTAGLIA NAVALE DELLO STRETTO DI SURIGAO / NAVAL BATTLE OF SURIGAO STREET

I protagonisti: capitano di vascello Coward e Mac Names: VOTO 9

Dirigono con sapienza e maestria il suo gruppo di cacciatorpediniere i quali feriscono a morte la corazzata Fuso e danneggiano la corazzata Yamashiro e i caccia torpediniere Yamaguno, Michisio, Asagumo. (Shinano)

YAMATO

CVL23   PRINCETON

LA BATTAGLIA NAVALE DI SAMAR

La Battaglia Navale di Samar è la battaglia delle occasioni perdute! Per gli americani perché non riuscirono, grazie alla condotta suicida dell'ammiraglio Halsey, ad affrontare e distruggere il corpo centrale della flotta giapponese. Per i giapponesi perché, malgrado il sacrificio calcolato di Ozawa a Capo Engano, non riuscirono ad attuare il proprio piano che consisteva nello distruggere i convogli carichi di truppe che stavano sbarcando a Leyte e stavano quindi iniziando l'invasione delle Filippine. (Shinano)

BATTAGLIA NAVALE DI SAMAR / NAVAL BATTLE OF SAMAR

Il protagonista: contrammiraglio Clifton A. F. Sprague VOTO 9,5

Si riprende subito dalla sorpresa di vedersi sbucare dalla stretto di San Bernardino la forza di Kurita e reagisce in maniera rapida ed efficace mandando all'attacco i propri cacciatorpediniere. Dirige in modo sublime il proprio gruppo di portaerei di scorta con una tattica prima di "toccata e fuga", poi di violento attacco quando si accorge che il nemico si ritira. Magistrale! (Shinano)

ZUIKAKU

CV6 ENTERPRISE

LA BATTAGLIA NAVALE DI CAPO ENGANO

La Battaglia Navale di Capo Engano è stata l'ultima battaglia navale della Seconda Guerra Mondiale combattuta tra due gruppi di portaerei. Il nome del promontorio di fronte al quale si combatte Capo Engano (capo dell'inganno) fu quasi profetico in quanto l'intera battaglia fu concepita dai giapponesi come esca per trascinare quante più navi possibili della flotta americana il più lontano possibile dallo Stretto di San Bernardino in modo da permettere alla squadra di corazzate di Kurita di annientare indisturbato i convogli americani che stavano sbarcando le truppe di invasione sulle spiagge dell'isola di Leyte. Dal punto di vista strategico l'esca riuscì in pieno in quanto Ozawa attirò verso di sè la Task Force 34 e la Task Force 38, ovvero quasi tutta la flotta americana. (Shinano)

BATTAGLIA NAVALE DI CAPO ENGANO / NAVAL BATTLE OF CAPE ENGANO

Il protagonista: vice ammiraglio Jisaburo Ozawa: VOTO  8

Per un ammiraglio che durante lo scontro perde quattro portaerei e non riesce a danneggiare l'avversario questo voto potrebbe sembrare un'eresia. In realtà il suo compito tattico consisteva nell'attirare a nord il maggior numero di forze nemiche possibili in modo da lasciare campo libero a Kurita per sferrare il suo attacco a Samar contro i convogli da sbarco americani. Riesce a svolgere pienamente il compito affidategli attirando verso di sé la Task Force 38 e la Task Force 34 americana. Le sue portaerei non riescono ad offendere in quanto semivuote e con un'aviazione imbarcata composta da pivellini che non vedevano l'ora di scappare verso i sicuri aeroporti filippini. Con la sua condotta durante la Battaglia delle Marianne e la Battaglia di Leyte si dimostra il miglior ammiraglio che il Giappone ha avuto durante la guerra del Pacifico. Encomiabile! (Shinano)


APPROFONDIMENTI:

FORZE IMPEGNATE / FORCES


BILANCIO DELLA BATTAGLIA


MAPPE / MAPS


FOTOGRAFIE / PHOTOES


I PROTAGONISTI / PROTAGONISTS


CRONOLOGIA / CRONOLOGY


LE PAGELLE DELLO SHINANO / VOTES


GIUDIZIO FINALE DELLO SHINANO / FINAL SENTENCE OF SHINANO


LE PIU' GRANDI BATTAGLIE NAVALI / NAVAL BATTLES


NAVI DA GUERRA / WARSHIPS AND BATTLESHIPS


PORTAEREI NELLA STORIA / AIRCRAFT CARRIERS

PORTAEREI NELLA STORIA - LE PIU' GRANDI BATTAGLIE NAVALI - BATTAGLIA NAVALE DI LEYTE - NAVAL BATTLE OF LEYTE -