Vai all'archivio mesi precedenti

Today island archive

per chi ama la musica ironica e il divertimento...
Il teatro Cabaret piu' famoso di Roma
un fantastico parco pieno di divertimenti
per chi ama la cucina piccante
the greatest swing performer
il vero core de Roma
l'anima soul della musica italiana
il volto nuovo del cinema italiano

     Today Island                  

 

Home
Biography
Yesterday Island
Today Island
Fantasy Island
PIC Island 
What's New 
GD Planet  
Here and There  
Out of my head  
Help & Emergency island  
Italian island  
A.Dipre' Island 
Link Island  
Tag Board Island  
Wine Island  
F.Fiorini/ACN Island  
Movieland 
Credits & Thanks

 

Recensione Shakira  El Dorado 

Nuovo  cd per la talentuosa cantante colombiana. Si inizia con Me enamore :  un ottimo reggaeton. Ritmi ballabili e ottima performance vocale.  Nada e’ meno ballabile. Quasi una latin ballad.  Chantaje ( fr. Maluma) e’ stato un grossoi successo. Ritmi attuali e ballabili. When a woman e’ uno dei pochissimi brano in lingua inglese.  Ballabile al punto giusto. Amarillo rimane sulla stessa strada : ballabile e allegro.  Comme moi ( ft. Black M ) …..molto particolare…con inserti in francese.  Delicatissima e’ Coconut Tree…..con echi anni 80.  Un cd carino : 13 brani ballabili e divertenti. Un cd in linea con il sound tanto di moda adesso : un reggae ton …molto latino. Voto 7- .

Recensione Lee Ann Rimes  Remnant 

Cantante americana trentaquattrenne. Nuovo cd per lei.  Si inizia con The Story. Un bella ballad pop country.  Love line : un altro pezzo pop country. Ritmato e a tratti patinato.  Outrageus Love e’ venato di blues e soul. Un bel pezzo dove la voce di Lee Ann si staglia in alto.  Mother : un lento intenso e molto emozionante.  La title track è un mezzo blues venato di cuntry.  Love is love is love e’ molto motown : frizzante e disimpegnato. Humbled : un pesso soul. Il cd si chiude con Give me Something : non solo country.  Pop, blues..soul.  nella versione deluxe altra tre versioni in versione acustica gia’ presenti nel cd.  Un cd discreto che continua nella strada evolutiva della cantante…partita agli esordi come cantante country. Manca la zampata vincente :  voto 6 1/2

Recensione Tove Lo    Lady Wood  

Tove è una cantante svedese, qui al suo secondo lavoro. Si inizia con Fairy Dust : una intro molto d’atmosfera. Si inizia sul serio con Influence : un brano a meta’ tra il pop…e l’elettronico.  Scarno ed essenziale. La title track si propone con la stessa formula : un po’ misto a campinatori…sintetizzatori.  Carino il ritornello ( un po’ alla Lady Gaga ). True disaster : un po’ anni 80…..China Crises. Imaginary Friend : un pop rarefatto…ma valido. WTF love is e’ il brano che chiude il cd : siamo sempre nel campo di un pop elettrico, indipendente.  Un cd particolare : per molti ma non per tutti. Un lavoro mai scontato che ti aspetta dietro l’angolo per sorprenderti.  Direi….un discreto lavoro. Voto 7 -

Recensione Betty Who   The Valley 

Nuovo cd per questa giovane cantante australiana. Si inizia con la title track : una intro lenta e senza base musicale.  Some kinda wonderful è un brano pop molto ritmato e carino…..tinteggiato un po’ di hip hop.You can try Tomorrow rimane su questi schemi.  Piu’ marcatamente pop. Human Touch ha un sund molto attuale ma mai eccessivamente commerciale.  Free to fly è un duetto con Warren G.  Un brano azzeccato. Pop di un certo livello.  Wanna be e’ una bella ballad…in crescendo.  Idem per Blue Heaven midnight crush. Beautiful è una collaborazione con Superfruit : un bel brano pop dance. Il cd si chiude con I love you always forever : pop attuale ma raffinato.  Il cd ( 13 brani) non è un capolavoro ma mantiene una certa dignita’ che lo mette un gradino sopra la media ( uno..non due). Gradevole, simpatico e frizzante. Questa cantante puo’ dare ancora di piu’. Voto 6/7

Recensione Alison Krauss   Windy City 

Nuovo cd per questa cantante statunitense. Un omaggio ad alcuni classici del country. Si inizia con Losing You : una bella ballad …un po’ patinata.  Si prende ritmo col country tradizionale di It’s Goodbye and so long to you.  La title track e’ invece un’altra gradevole balld.  Gentle on my mind è un classico che ha cantato anche Dean Martin. Qua lo vedo piu’ in versione Keith Carradine. Allegra e briosa e’ Poison Love.  Un cd di 10 canzoni : bel cantanto..ben suonato..ma a tratti monocorde. Alison ha una bella voce mai marcatamente troppo country , ma il prodotto non si eleva dalla mediocrita’. Voto 6 +

Recensione 7/27  Fifth Harmony   

Nuovo album per questo giovane gruppo vocale femminile americano. Si inizia con That’s my girl :  sound attuale , per un pop dance abbastanza monotono e privo di originalita’. Idem per Work from home ( con Ty Dolla Sign). Ripetitivo e piatto.  The life : un sound a cavallo tra gli 80 e i 90 ( vagamente Lisa Stansfield).  Ma sono passati quasi trenta anni e l’effetto è scemato. All in my head  ( con Fetty Warp) : latita il ritmo e l’innovazione. Uno  dei pezzi migliori e’con Missy Elliot : Not that kinda girl ( hip  hop che va bene per un film come Step up…). Il cd ( 12 brani) risulta di un anonimo disarmante. Ripetitivo..monotono e privo di originalita’. La band aveva fatto ben sperare all’inizio…ora e’ in grado di offrire solo un prodotto piatto e assolutamente inespressivo. Voto 5

Recensione Celine Dion   Encore un soir 

Nuovo album per la talentuosa cantante canadese. Si inizia con Olus Qu’ailleurs e si capisce subito che l’album sara’ molto particolare. Un pop francese che purtroppo si manifestera’ in tutto il cd. La lingua francese a mio parere molto poco si sposa col pop. Il pezzo è altalenante e monocorde.  La title track e’ uno dei migliori pezzo di tutto il cd :  ma siamo sul genere di Gilbert Montagne’…e parliamo di trenta anni fa abbondanti…!  Carina Les yeux au ciel…con qualche gorgheggio alla Shakira.  Poco altro da segnalare : un’occasione sprecata per la bravissima cantante. Un album monotono e privo di scossoni.  Non sono riuscito ad ascoltarlo piu’ di tre volte. Rivogliamo la Celine che canta in inglese…e pop all’inglese. Questo cd e’ da semi dimenticare. Voto 5 1/2

Recensione Michael Buble’   Nobody but me 

Nono album in studio per il cantante canadese. Si inizia con l’inedito I believe in you.Un bel pop allegro e ritmeto. Vagamente west coast. My kind of girl e’ un classico dello swing. Ottimamente interpretato. Nobody but me è un altro inedito ( presente in due versioni nella versione deluxe). Caraibico…con un pizzico di calipso. Divertente.  On an evening in Roma e’ un classico di Dean Martin : qua è interpretato con garbo e molto rispetto verso l’originale. Altro classico : The very thought of you.  Molto carino il duetto in Someday con M.Trainor. This love of mine  un classico ottimamente interpretato.  Take you away è un bel iniditi in stile Motown. Il cd si chiude con una bella versione di God only knows ( dei Beac Boys) : delicata…toccante. Un bel cd : si va sul sicuro . Qualche classico e qualche inedito. Buble’ si diverte…interpreta finemente e il cd si fa bene ascoltare. Il meglio lo da sicuramente sui classici….ma tutto il cd e’ discreto Voto. 7-

Recensione Day Breaks    Norah Jones 

Nuovo cd per la talentuosa cantante americana. Si inizia con Burn : un brano pop patinato di un jazz raffinato.  Tragedy si mantiene sulla stessa scia musicale.  Flipside è uno dei pochissimi brani un po’ ritmati : quasi un Joe Jackson attualizzato. Molto bello.  Raffinatissimo And then there was you : molto anni 40 e 50 come sound. Once I had a laugh : siamo sempre in un elegante pop tinto di jazz e un pizzico di soul. Il cd ( 12 tracce) si chiude con Fleurette Africaine :  patinato a avvolgente.  Un cd estremamente di ottima fattura sia nel canto che nel suono. A tratti monocorde, ma Norah rimane un’artista valida e interessante. Per molti ma non per tutti. Molto jazz. Voto 7-

Recensione 50   Rick Astley 

Dopo una lunga assenza discografica Rick , eroe anni 80, torna con un nuovo cd. Si inizia con Keep Singing : un ottimo brano pop soul.  Angels on my side segue la stessa strada : un raffinato pop soul, di quelli di classe. Wish Away e’ un’ottima ballad. Molto efficace This old House , con qualche eco anni 80. God says e’ uno spensierato brano pop. Sorpresa in Somebody loves me . Un rock niente male  : bravo Rick. Il cd ( 12 brani) si chiude con un bel lento : Lei it be tonight. Questo cd ( nr.1 in Inghilterra) non è assolutamente male. Non contiene la zampata vincente, ma ha il pregio di non desiderare mai di saltare una traccia. Tutti i brani sono ottimi brani e la voce di Rick e’ sempre in forma .  Nessun richiamo ai vecchi successi dance dell’artista. Bravo Rick. Voto 7

Recensione Lady Gaga     Joanne 

Nuovo album per la controversa cantante americana. Si inizia con Diamond Heart : un ottimo brano dance pop . Si capisce che Lady è tornata in perfetta forma e con qualche ispirazione delle origini. A-Yo e’ vagamente retro’. Simpatico e ritmato.  Joanne e’ un brano autobiografico ( Joanne e’ uno dei suoi veri nomi). Bella e intensa.  Perfect Illusion : potente e dall’ottimo refrain facilmente memorizzabile.  Come to mama pesca a meta’ tra il soul e il pop ( una sorta di True Blue di madonna anni duemila).   Hey girl : molto anni settanta ( l’inizio echeggia un po’ Benny and the jets ). Il cd ( 14 brani ) si chiude con Angel Down :  una bella ballad, cantata ottimamente.  Dopo qualche prova non proprio entusiasmante, Lady Gaga torna con un bel disco che sicuramente vince e convince . Ottimo lavoro : bello. Voto 7 1/2

Recensione Storyteller  Carrie Underwood  

Album del 2015 per questa cantante statunitense.  Si inizia con renegade Runaway : e’ un bel country rock, deciso e potente. Si prosegue con Dirty Laundry :  un pezzo di country moderno. Ottimi la performance vocale della cantante. Un pizzico di rock. Heartbeat e’ un pezzo pop : gradevole. Immancabile una ballad. Like  I’ll never love you again. Non banale. Un altro ottimo brano country rock : Mexico. Il cd ( 15 brani ) si chiude con la delicata Little girl don’t grow up too fast.  Un cd country abbastanza  digeribile anche per i non amanti del genere. Un bel cd : gradevole nell’ascolto e ottimamente cantato.  Voto 7-

Recensione Carly Ray Jepsen   Emotion : side B 

Nuovo E.P.  per questa cantante canadese.  Si inizia con First Time : un bel pezzo pop. Frizzante , allegro e mai eccessivamente commerciale.  Higher pesca un po’ negli anni 80 : rimaniamo sempre in una bella gradazione di pop.  Anche The One e’ molto 80’s ma con suoni aggiornati a questo decennio. Un simbolico ponte di passaggio.  Body Language :  tra Martika e la prima Madonna. Il CD ( 8 brani ) si chiude con Roses : un pezzo lento, discreto e gradevole.  Un bel disco : onesto e sopra la media. Pop di classe mai becero e devo dire che non è assolutamente da poco.   Voto 6/7

Recensione Britney Spears  Glory   

Nuovo e atteso cd per la ex stellina del pop. Si inizia con Invitation.  Brano leggerino pop : non malvagio , dal ritornello carino. Make me è un duetto con G.Eazy . Carino : in linea con i sound attuali.  Private show e’ allegro…un po’ Motown. Buona la prova vocale della cantante.  Do you wanna come over e’ un brano dance.  Just like me : sound attuale. Ma non troppo. Carino.  What you need e’ sicuramente il pezzo forte del cd : un pop blues soul molto tirato e di un certo impatto.  IL cd nella edizione deluxe ( 17 brani ) si chiude con Coupure electrique. Una ballad un po’ elettronica : di un certo effetto ed atmosfera. Un lavoro onesto. Siamo lontani dai fasti della miglior Speras…ma siamo lontani anche dalla peggiore Spears.  Un lavoro coerente…al passo con i tempi. Non un capolavoro. Troppe attese forse hanno rovinato quello che comunque e’ un cd discreto.  Voto 7-

Recensione  The GetawaY   Red Hot Chili Peppers 

Nuovo cd per la band statunitense ( Los Angeles). Si inizia con la title track.  La prima traccia fa ben sperare : ritmica possente e un riff che e’ abbastanza tipico della band.  Non ha picchi alti e manca la graffiata vincente, ma rimane un discreto brano.  Dark necessities : un brano che non è ne carne ..e neanche pesce. Ripetitivo e poco innovativo. Goodbye rimane forse il brano piu’ bello del cd : ritornello orecchiabile e buona ritmica.  Un brano all’altezza del nome della band. Sick Love ha un inizio che mi ricorda molto Benny and the Jets di Elton John. Un brano pop…piu’ che rock. Detroit : carino ma non sfonda. Un po’ alla Rolling Stones di Miss You. Il cd ( 13 tracce ) si conclude con una mezza ballad : Dreams of a Samurai. Carina ma niente di piu’.  Ci sono dei brani che ricordano piu’ gli Oasis che il passato di questa band. Un cd secondo me molto ma molto fiacco. Si finisce l’ascolto e ci si domanda : che fine hanno fatto i vecchi RHCP. Manca mordente..manca la voglia e il cd risulta troppo piatto. Voto 6

Recensione Ariana Grande   Dangerous woman 

Nuovo cd per una delle nuove stelline del pop.  Statunitense . Si apre con Moonlight.  Una canzone pop molto delicata, con qualche tinta soul.  La title track ha un sound molto attuale ; frasi secche e ben scandite.  Into you è un brano molto ballabile. Fresco e ritmato. Side to side e’ un duetto con la Minaj. Carino, ma niente di piu’. Molto..troppo hip hop. Greedy : brano dal sound attuale. Discreto.  La perla è sicuramente il duetto soul blues con macy Gray : Leave me lonely. Molto bello.  I don’t care è un bel lento.  Touch it : a meta’ tra i duemila e gli ottanta. Step on up e’ molto ballabile. Ideale per quei film di innocenti sfide di ballo tra bande.  Jason’s Song : un mezzo soul. Il cd 18 ,  tracce nella versione giapponese , scorre abbastanza bene. Non sempre lascia la zampata ma direi un prodotto piu’ che dignitoso.  Spero che l’eta’ porti ancora maggiore soul a questa ragazzina..che comunque ha i numeri.  Voto 6 1/2

Recensione Rihanna   Anti  

Nuovo album per la bella cantante barbadiana. Si inizia con Consideration :  un brano dalla battuta quasi ossessiva. Il sound e’ quella ultra moderano attuale ( potrebbe non essere una positivita’).  James Joint e’ un brano lento : non particolarmente interessante.  Work ( ft Drake) nonsi discosta molto dal sound attuale che contraddistingue questo lavoro. Leggermente orecchiabile.  Bisogna arrivare alla undicesima canzone per trovare una canzona degna di nota :  Love on the brain e’ un bellissimo soul stile motown sove la cantante dimostra di avere anche una bella voce.  Stesso per Higher : pop soul di quello buono.  Il cd ( 17 tracce nella versione deluxe ) si chiude con S_x with me : ennesimo insipido brano del cd.  Questo disco infarcito di na na na…la la la…ne ne ne…uh uh uh ….oh oh oh  e’ stato nr 1 in America e questo per me è un bel mistero. Rihanna ha perso la simpatia e lo spumeggiante ritmo dei primissimi cd a favore di una musica assolutamente piatta e inespressiva. Uno dei cd meno efficaci di questa prima meta’ 2016. Voto 5/6

Recensione  Foxes  All I Need   

Giovane  cantante britannica ( classe 1989 )  al suo secondo album. Dopo la breve intro di Rise UP , si inizia con Better Love . Un brano pop delicato e attuale ma sicuramente molto meno commerciali rispetto a tanti brani di sue coetanee.  Bosy Tlak e’ un brano pop dance : anch’esso molto carino. Un pizzico di elettronica. E di sonorita’ moderne, ma anche dei richiami ( vaghi ) a Lady Gaga.  If you leave me now e’ un bel brano lento. Intenso.  Amazing inizia molto tranquilla per poi accendersi inj un variegato pop.  Feet don’t fail me now echeggia anni 80. Scar e’ uno dei brani migliori : orecchiabile ed energico.  Money : frizzante ed allegro. Il cd ( 16 brani nella versione deluxe) si chiude con la outro di Rise Up, qui cantata. Carina.  UN cd gradevole : fa piacere sentire qua e la’ anche la presenza di archi. Una cantante giovane da seguire e non scontata.  Sicuramente ad un livello piu’ alto di tanto teen pop attuale. Voto 7+

Recensione Gwen Stefani   This Is What The Truth Feels Like 

L’ex cantante dei No Doubt approda al suo terzo album solista. Si inizia con Misery : un pop dance abbastanza scontato in linea con il sound ( giovanile) attuale.  You’re my favorite ha un inizio molto scarno . Non decolla..mai.  Make me like you è uno dei brani piu’ carini : un pop un po’ piu’ maturo. Used to love you e’ una mezza ballad : non eccelsa.  Red Flag : un brano hip hop. Il cd ( 12 tracce) si chiude con Rare. Ancora un ripetitivo pop giovanile. La versione giapponese include 6 tracce in piu’ :  Getting Warmer , dal sound vagamente anni 80. Un cd totalmente inutile : non mi ha lasciato nessuna traccia ne emozione. Andave bene se cantato da Kesha..ma da una quasi 50 enne…..suona di una distonia unica. Povero di idee e le presenti….riciclate all’infinito. Decisamente un meno che mediocre lavoro. La Gwen Stefani con i No Doubt era ben altra cosa. Voto 5/6

Recensione Rachel Platten   Wildfire 

Cantante americana classe 1981. Terzo suo album Si inizia con Stand by you.  Un inizio quasi alla S.Vega…poi si apre verso un pop energico. Hey hey Hallelujah e’ un bel blues soul moderno. Beating me up : e’ un pop attuale. Non un capolavoro ma orecchiabile. Fight Song e’ uno dei pezzi piu’ conosciuti del cd.  Dal ritmoi deciso e penetrante specie nel ritornello.  Lone Ranfer e’ molto anni 80. Stesso per Astronauts : quasi stile Kim Wilde o belinda Carlisle.  Il cd ( 12 brani) si chiude con Superman : un bel brano patinato e cantato con molta delicatezza. Un bel lento.   Una cantante che sta ottenendo ottimi riscontri ma che al momento non mi convince totalmente. Un cd carino, niente da dire, ma piu’ adatto ad un sottofondo..che ad una prima fila di ascolto. Voto 6+

Recensione Alessia Cara    Know it all  

Giovanissima cantante canadese di origini italiana. Si inizia con Seventeen. Un brano giovane dal ritornello orecchiabile.  Pop si…ma di quello buono.  Here e’ un brano dove la voce particolare di Alessia ( un po’ soul blues) rende al meglio. Il brano e’ carino. Outlaws e’ un po’ Motown. Stone con S.Kole ) e’ una bella ballad soul.  Stars è un ottimo lento. Ottima la sua performance vocale.  Rivers of tears  e’ un’altra bella ballad. Il cd si chiude con My song, un ottimo brano soul . Sicuramente migliore la seconda parte , questo cd si fa notare comunque ( puyr non essendo un capolavoro) per la volonta’ da parte dell’artista di uscire dal cliche’ della media. Interessante e da tenere d’occhio.  Voto 6/7

Recensione Susan Aquila   Miss Conduct 

L’americana Susan e’ poco conosciuta qua in Italia.  Suona un violino elettrico e ci propone il suo nuovo cd. Si inizia con Dirty Delicious : un bel pezzo rock cantato con cattiveria e tanta grinta.  Chitarre elettriche in evidenza.  Voce graffiante per Miss Conduct. Energia pura.  Why e’ stato un buon singolo. Sembra quasi il rock anni 80 dei Bon Jovi.  I can’t tell you sfocia nell’Hard Rock. Un bel pezzo.  Sooter girl riporta all’anima piu’ rock di Kim Wilde. Un bellissimo pezzo pop rock. Il mio preferito del cd.  Ultimo brano ( dei 12 presenti ) e’ No Where :  rimaniamo sempre in un rock abbastanza duretto che stride un po’ con l’immagine molto femminile di questa artista che vanta numerose collaborazioni al suo attivo (Paul McCartney, Elton John, Billy Joel, Beyonce, Brittney Spears, Kanye West, Alicia Keys, John Mayer, Josh Groban, Roger Daltrey, Steven Tyler, Busta Rhymes, Erykah Badu, Janelle Monae, Jay Z, Barry Manilow ). Un lavoro che in certi tratti puo’ risultare monocorde : ma sicuramente energico e piacevoli per gli amanti del rock. Voto 7

Recensione Ivy Levan     No Good 

Cd d’esordio per la ventottenne cantante americana. Si inizia con The Dame says : un bel brano soul energico e convincente.    Biscuit concede qualcosa al pop ma specie nel ritornello si rivela un bel brano.  Champagne Taste e’ particolare : una leggere spruzzata di elettronica…ma rimane sempre nel campo soul. Like a glove ( ft.Cadre) e’ allegro e disimpegnato. 27 club : un altro brano energico e convincente. Misery si rivela un’ottima ballad. Il cd ( 11 brani) si chiude con It ain’t easy :  un bel lento.  Un cd abbastanza corto ma decisamente intenso. Ivy si colloca tra una Anastacia e una Anouk meno ribelle. E’ energica e dotata di una bella voce…..soul.  Voto 7

Recensione Jana Kramer   Thirty One 

Attrice e cantante americana : secondo cd per lei. Si inizia con Boomerang : inizio scoppiettante e frizzante. Un bel pezzo country.  Si prosegue con Don’t touch my head : siamo sulla stessa falsariga. Ottimo.  Buona ballad con I got the boy. Pop country per Pop the bottle.  Dance in the rain e ‘ un lento molto sentito. Bene interpretato da Jana. Il cd si chiude con Last song : malinconica. Un cd country ma di quel country un po’ moderno..alla Shania Twain. 11 brani carini che scorrono via in maniera ordinata e tranquilla. Il genere alla lunga puo’ risultare monocorde, ma qui il risultato è abbondantemente sopra la sufficienza. Voto 7-

Recensione Demi Lovato   Confident 

Quinto album in studio per la giovane cantante americana. Si inizia con la title track. Inizio in pompa magna e ritmi veloci. Un pop attuale e convincente. Si prosegue con Cool for the summer , il singolo apripista del cd ( presente anche in due remix come traccia 14 e 15 nella versione deluxe).  Il pop degli esordi sembra tingersi di dance. Un brano discreto.  Old ways rimane su questi binari.  For you è un bel lento con un’ottima performance vocale di Demi.  KIngdome come e’ un duetto con la Azalea.  Carino.  Una bella ballad si rivela Lionheart. Il cd versione normale si chiude con Father : un brano molto sentito e intenso.  Versione deluxe con quatro brani ( in totale il cd deluxe si compone di 15 tracce) : vi segnalo Mr.Hughes che all’inizio echeggia vagamente a Baby one more time della Spears. Reputo Demi tra le piu’ talentuose giovani stars di questi anni. Un cd coraggioso che a tratti rompe con il passato. Io preferivo il pop dei suoi esordi : qua si percepisce un tentativo di aggiornare il sound..all’eta’. Un bel cd. Voto 7.

Recensione Kylie Christmas   Kylie Minogue 

Gli album Natalizi sono un genere che salvo rare occasioni non riescono mai a sfondare completamente. Questo di Kylie ha fatto un discreto successo in Inghilterra…e una timida apparizione nella Billboard 200 usa, ma e’ un disco interessante. Si inizia con It’s the most wonderful time of the year : simpatica, con un inizio molto pomposo e stramaledettamente..Vintage. Santa Claus is coming to town e ‘ un duetto virtuale col grande Sinatra : godibile.  Winter Wonderland e’ un classico delle canzoni natalizie. Qui e’ in versione a meta’ tra il classico e il jazzato.  Christmas Wrapping dimostra come anche il natale possa essere rock ( con I.pop). Molto bella.  I’m gonna be warm this winter : un twist versione Christmas. Divertente. Let it snow e’ molto simile all’originale. White december : un soul alla Motown. Santa baby : assolutamente imperdibile, con Kylie che fa la gattina sexy. Passando per un altro brano stile Motown ( Christmas isn’t Christmas’til you get here) il cd si chiude col classivo Have yourself a merry little Christmas. Nella versione deluxe altri tre brani : vi segnalo 100 degrees in duetto con la sorella Dannii e Cried out Christmas, un bel brano stile sixties. In definitiva un bel cd : riesce a ritagliarsi uno spazio del tutto personale ed in questi periodi vi assicuro che non è poco. Brava Kylie.  Voto 7 1/2

Recensione Revival  Selena Gomez 

Secono album in studio per la giovane stellina americana. Si inizia con la title track . Brano dai ritmi dance in linea con la moda. Decisamente allegro : Kill’em with kindness : un brano alla Sinclair. Same old love e’ decisamente piu’ pop.  Sober e’ un lento molto ben cantato da Selena. Non scontato. Good for you e’ stato il primo singolo estratto ( ft. ASAP Rocky). Normale : niente di speciale.  Camouflage : ottima ballad.  Molto 80’s e ‘ il brano Me and the rhythm.Il cd si chiude con Rise : una mezza ballad a tinte reggae.  La versione deluxhe offre altri tre brani ( in totale 14 traccie): vi segnalo Perfect…una ballad dal sound molto moderno.  Tra le tante stelline dl pop forse questo è uno dei pochi cd a tentare di uscire dal solito clice’. Un cd discreto sopra la solita media pre confezionata. Voto 6/7

Recensione Emily West   All for you 

Album di debutto per la trentaquattrenne cantante americana ( dopo una serie di singoli dal 2007 ad oggi). Il cd e’ composto da cover piu’ o meno conosciute in Italia.. Si apre con Chandelier, conosciuta qua in Italia per una famosa pubblicita’.  Nights in white satin ( Ho difeso il mio amore) e’ in una versione molto particolare. Bella. In Without you la cantante offre una bella performance vocale . Sea of love echeggia al country.  Fantastica la versione di You goti t ( del grande Orbison). Distante anni luce dall’originale : particolare. True Colors e’ un duetto con la grande C.Lauper.  Un cd un po’ corto…solo 10 canzoni. Forse un album di debutto ...con canzoni originali, sarebbe stato meglio. Una raccolta di cover me lo aspetto da un Rod Stewart e un Manilow attuale…non in un debutto. L’album rimane comunque gradevole e scivola via senza colpo ferire.  Voto 6 ½   

Recensione Natalie Imbruglia  Male  

A distanza di 6 anni dal suo precedente album, la bella cantante australiana torna con questo nuovo lavoro , fatto di cover. Si inizia con  Instant Crush, singolo apri pista ( originariamente dei Daft Punk) : interpretato con il suo solito garbo e stile, e’ il brano che piu’ si avvicina ai suoi primi successi.  Cannonball ( di Damien Rice) prosegue su questi stile. Cover… delicatissime. Molto carina la cover….quasi country del brano dei Cure : Friday I’m in love.  Bella anche Only love can break your heart di Neil Young …abbastanza minimalista ed essenziale. Il cd si chiude con The Wind :  originariamente di Cat Stevens ne mantiene la grande delicatezza e bellezza. Nella versione speciale e’ presente anche una versione alternativa di Instant Crush.  Natalie non sara’ la Streisand ma possiede comunque una bella voce che ben si sposa al pop. Non è un album indimenticabile ma un buon lavoro che prosegue la…dove si era finito 6 anni fa ( e anche quello non era uno dei suoi album migliuri). A quaranta anni..forse dovrebbe osare di piu’. Brava comunque e coerente con se stessa. Voto 7-

Recensione Miley Cyrus     & her derd petz 

Quinto album in studio della giovane cantante statunitense. Si inizia con Doooo it ! Un minestrone elettronico assolutamente privo di una qualsiasi guida.  Si prosegue con Karen don’t bes ad : voce fltrata …e poche idee.  Potrei continuare a recensire tutto l’album senza che4 ne esca qualcosa di positivo. L’unica canzone degna di nota è l’ultima…Twinkle song : un bellissimo lento molto sentito.  Il resto dell’album e’ un lavoro che prende si le distanze dal precedente pop di Miley…ma le prende decisamente male. Sembra di assistere ad un vecchio album di Dee D.Jacknos…modello Falling into space.  Un calderone assolutamente senza senso che pur ascoltandolo parecchie volte….ho faticato a capire.  Poco spazio alla sua voce…poco spazio ad una canzone degna di nota. Ho parlato sempre discretamente bene di questa cantante…ma sinceramente , questo e’ un lavoro poco felice. Se voleva far disperdere le tracce del suo pop che l’ha resa famosa…ha sbagliato strada. La ragazza ha talento…ma in questo cd…non se ne vede. Voto 5

Recensione Breathe in. Breathe out.      Hilary Duff   

Dopo un lungo periodo di silenzio, torna con un nuovo cd la giovane e talentuosa cantante americana.  Si inizia con il singolo Sparks : un ottima scelta. Un brano che si ricorda dal primo ascolto : fresco e ritmato.  My kind rimane sul pop , ma di quello di un certo livello. One in a million invece vira decisamente sul teen pop. Idema è Confetti . Teen pop aggiornato.  Arms around a memory : ottimo pop.  Immancabile il lento : BBrave Heart. Carino.  IL cd ( 14 tracce) offre nella versione deluxe…due BONUS TRACKS. Molto carina la delicata Belong. Troppi gli anni di distanza tra gli ultimi due nlavoro9 della cantante : i fans crescono e prendono altre direzioni. Questo non toglie che l’album non sia bello e ascoltabile..perchè lo è. Forse Hilary che ora ha 28 anni..doveva essere meno teen. Ma rimane sempre un’artista valida e polivalente.

Voto 7-

 

 

© Copyright 2004. All rights reserved. Contact: ELLERY