per chi ama la musica ironica e il divertimento...
Il teatro Cabaret piu' famoso di Roma
per chi ama la cucina piccante
the greatest swing performer
un fantastico parco pieno di divertimenti
il vero e sincero core de Roma
l'anima soul della musica italiana
il volto nuovo del cinema italiano
 
 
         Wine Island

 

Home
Biography
Yesterday Island
Today Island
Fantasy Island
PIC Island 
What's New 
GD Planet  
Here and There  
Out of my head  
Help & Emergency island  
Italian island  
A.Dipre' Island 
Link Island  
Tag Board Island  
F.Fiorini/ACN Island  
Movieland 
Credits & Thanks

 

 

 

Questa nuova isola, che va ad arricchire il mio sito, nasce dalla volontà di poter offrire a tutti i visitatori della web page la possibilità di poter trovare qualche utilissimo consiglio riguardante una bevanda il cui secolare uso e la cui rinomatà bontà, la rendono per molti una compagna insostituibile della nostra tavola.  Buona bevuta by Ellery.

Il primo articolo della pagina riguarda un argomento molto interessante circa gli abbinamenti delle imminenti feste Natalizie.And now...direct from the bar...the star of the show : il vino. Buona lettura

I consigli del Vostro "Sommelier"

 

Gentili lettori, eccoVi alcuni semplici consigli per fare un “figurone” al pranzo (o al cenone, a seconda delle vostre tradizioni…) di Natale, grazie ad una oculata scelta dei vini.Premetto che i vini che consiglio sono, in linea di massima, accessibilissimi a tutte le tasche, considerato che si può spendere qualcosina in più una volta all’anno!Per cominciare, anzi, prima di cominciare, si può sorseggiare un buon prosecco, e quelli di Conegliano/Valdobbiadene sono una garanzia.Se servite un antipasto di salumi, restando sui vini bianchi consiglierei un Lugana, un Collio Tocai friulano, o un Alto Adige Gewurztraminer.Con i primi a base di pesce la scelta è vastissima, posso citare il Collio Sauvignon, il Frascati, il Cinque Terre, il Verdicchio dei Castelli di Jesi, l’Orvieto, il Soave classico.Per un primo diverso dal pesce si potrebbe passare ai vini rossi, magari ad un Lambrusco di Sorbara per i tortellini, un Bardolino, un Rosso di Montalcino, un Valpolicella.Dopo un sorbettino a metà pranzo(o cena!) passiamo ai secondi a base di carne (soprattutto carne rossa) e selvaggina.Anche qui i vini rossi da abbinare sono centinaia, ne ricordo solo alcuni: Sangiovese di Romagna, Sangue di Giuda, Barbera, Barolo, Grignolino D’Asti, Chianti Classico, Marzemino, Valpolicella Superiore, ecc. ecc. Se potete spendere qualcosa in più consiglio il Brunello di Montalcino e, soprattutto, l’Amarone della Valpolicella (come avrete ormai capito, essendo di Verona, tendo a “spingere” molto i vini della mia zona, ma non solo per motivi campanilistici, ma perché sono quelli che meglio conosco e su cui potete andare sul sicuro…). E siamo al dolce; con il pandoro la scelta cade inevitabilmente sul Recioto della Valpolicella, per la pasticceria secca opterei per un Moscato o un Passito di Pantelleria, un Moscato D’Asti, un Recioto di Gambellara…

Per il brindisi con le bollicine c’è lo champagne, ma io non andrei a scomodare i cugini d’oltralpe, poiché abbiamo degli spumanti di assoluto livello qualitativo, come quelli del Trentino, del Veneto, del Piemonte e, per la Lombardia, i grandi spumanti della Franciacorta! Spero di esserVi stato d’aiuto, conscio del fatto di averVi dato brevi indicazioni molto sommarie e incomplete (e non ho volutamente fatto i nomi delle aziende produttrici per non scontentare nessuno); e ricordate che il vino è un grande piacere della vita se lo si gusta usando la testa (chi si ubriaca non ama né il vino né la vita…). Grazie per la Vostra attenzione, tanti auguri di Buon Natale e Vi lascio con il mio motto: “bevete poco ma buono”. ( articolo di Mario N. )

Buone feste a tutti.

Ni scrivo ora di un vino che personalmente adoro : Il Frascati. Chiamatelo di facile beva o beverino( come si dice a Roma) un Frascati servito fresco è eccezionale.  E'un vino prodotto nei seguenti territori : Frascati(ovviamente),Monteporzio Catone, Montecompatri,Grottaferrata e Roma. La base principale è composta da Uve Malvasia di candia e/o Trebbiano Toscano, con eventuale aggiunte di Malvasia del Lazio,Greco e in minura minore di uve bianche locali(max 10%). Va servito ad una temperatura di circa 11° e si abbina slendidamente con primi piatti romani ( spaghetti alla carbonara per esempio)  e piatti di pesce, ma è un vino che puo' piacevolmente accompagnarvi per tutto il pasto. Di colore paglierino e dal sapore secco ma morbido e vellutato, esiste anche in versione amabile ( il Cannellino)  e Spumante. Buona bevuta.( Ellery)

Dopo aver parlato di un bianco,vi propongo un rosso abbastanza impegnativo : Il Buttafuoco. Proveniente da una zona di grandi tradizioni vinicole come l'Oltrepo' Pavese, questo vino di colore rosso rubino intenso  ha un profumo molto fruttato ( sentori di ribes) e un sapore molto corposo . La gradazione parte da un minimo di 12° e va servito non freddo,  ma come tutti i rossi corposi a circa 16-18°. Si abbina molto bene con carni rosse e salumi. (Ellery)    

 Un vino forse poco conosciuto ma dall'ottima qualità è il Candia dei Colli Apuani. Si produce nei comuni di Massa, Carrara e Montignoso ( MS ) .Ideale per antipasti di mare e piatti di pesce( vista la zona); ma direi che ben si sposa con primi piatti leggeri e secondi non impegnativi. Un bianco dalla gradazione abbastanza alta( 13°) il cui uvaggio si basa per la maggior parte sul Vermentino(Circa 80%).Il colore è un giallo paglierino intenso. Il piu' comune è secco, ma esiste anche la versione amabile( molto buona). Un bianco particolare insomma che non mancherà di stupirvi. ( by Ellery)  

Rimaniamo sempre in terra toscana per un bianco molto particolare che offre un ottimo rapporto qualità/prezzo : Bianco di Pitigliano. Prodotto in territori di origine vulcanica e su terreni tufacei, ha un colore paglierino e un profumo delicato. La gradazione alcolica si aggira sugli 11°( superiore 12°) e matura dagli 8 ai 12 mesi.Abbinabile con aperitivi,antipasti e pesce.(by Ellery)

 

Visto che siamo in periodo Natalizio, vorrei proporVi un piccolo menu' vinicolo che risulti essere un felice connubio qualità/prezzo.

Come aperitivo, Vi consiglio un Prosecco di Valdobbiadene. Se ne trovano di ottimi anche entro i 5 euro a bottiglia. Di colore giallo paglierino, si abbina perfettamente agli aperitivi , ma anche agli antipasti leggeri. Continuando con gli antipasti, vi consiglio un Est!Est!Est!(servire a 10°), lo trovate anche in fascia economica. Per i primi piatti il mio orientamento è verso il Lapillo, un vino dall'elevato rapporto qualità/prezzo . Nella versione bianco(servire a 8-10°) si sposerà benissimo a tutti i vostri primi. Per primi invece non troppo strutturati ( sughi leggeri) andrà benissimo anche un Bardolino doc(servire a 16°).Un vino a tutto pasto che ben si adatta alla quasi totalità dei vostri piatti e' Il Castelli Romani Doc. Rosso per carni bianche e rosse, Bianco è ottimo con le verdure e Rosato (versione secco) per tutto il pasto. Lapillo rosso ( servire a 16°)adattissimo per formaggi e nel caso alla sera non aveste voglia di cucinare....ottimo con la pizza. Per secondi di carne piu' strutturati, consiglio un Valpolicella o un Chianti , da servire entrambi sui 18°( lasciandoli ossigenare preventivamente). Per i dolci io direi di non fare gli esterofili: un classico Spumante Gancia o Martini andrà piu' che bene per abbinarsi a panettoni e simili. Se volete provare qualche cosa di diverso vi consiglio il Cannellino , che altro non è che la versione amabile del Frascati. Il suo sapore delicatamente dolce e non invasivo, Vi conquisterà. Tutto quello che vi ho elencato rimane entro i 5 euro, dimostrando che potrete bere bene anche spendendo cifre tutto sommato abbordabili. Nella speranza di averVi ottimamente consigliato, auguro a tuti Voi : Buone Feste. By Ellery

Andiamo in Piemonte per un grande vino : Il Barolo. Viene prodotto in una ristretta area delle Langhe ( il cui epicentro è Barolo). Il colore è un rosso tendente al granato; profumo molto intenso  e gradazione alcolica che va da un minimo di 13°.Si serve a temperatura ambiente: sui 18-20°, avendo la accortezza di stapparlo almeno due ore prima del servizio. Abbinabile con arrosti, carni rosse e selvaggina. Un vino impegnativo (anche economicamente) che non dovrebbe deluderVi.By Ellery  

Rimaniamo sempre in terra piemontese con il Brachetto d'Acqui.Prodotto nei comuni di Asti e Alessandria ( Acqui Terme è in questa provincia) questo vino ha un colore rosso rubino mediamente intenso. Puo' essere sia fermo che frizzante ( anche spumante) e ben si abbina con i dolci  da forno, dolci a base di frutta e frutta secca. Ha un minimo di gradaziona alcolica di 12° e va servito ad una temperatura di  12-14° il fermo e a 8-10° lo spumante e il mosso. Un grande vino tradizionale della viticoltura italiana che si matura presto( 1 anno)  ed è preferibile quindi consumarlo giovane.By Ellery  

Torniamo alla zona Oltrepo'Pavese con il Sangue di Giuda.Trattasi di un vino dolce dal colore rosso rubino molto intenso. Il suo profuno è fruttato; sapore morbido e dotato di un buon equilibrio.  La gradazione alcolica è di almeno 12°. Va servito ad una temperatura di circa 12° e si abbina ad una tipologia di dolci come le crostate(marmellata a frutta) ed ai formaggi piccanti. by Ellery 

Natale 2007. Eccoci per un altro appuntamento con il pranzo natalizio. Compito di questa isola è fornirVi una indicazione di massima per orientarsi in maniera economica verso la marea di vini presenti nella nostra penisola. Per cio' che riguarda l'aperitivo vi consiglio due cose .Una e' un repechage anni 70 e 80. Si trova ancora in qualche iper mercato : si tratta del Nano Ghiacciato. Servitelo freddo( come dice il nome). E' un vino secco frizzante che ben si adatta alla duplice richiesta di qualità e praticita'(si stappa ed è pronto nella sua nonodose).L'altra proposta e' un Bianco di Pitigliano . E' un doc che viene prodotto nel Grossetano che ben si adatta ( servire 10°) ad antipasti misti. Per classci primi piatti Natalzi ( tortellini in brodo per es) consiglio il Pignoletto(servire a 10°) oppure l'Ortrugo( servire a 10 °) adattissimo a piatti a base di pesce e minestre.Per i secondi piatti consiglio un Buttafuoco ( servire 18°) adattissimo per carni rosse e salumi e la Bonarda ( servire 16°) che ben si sposa con arrosti e carni bianche. Per cio' che riguarda il dolce Vi propongo una coa che rappresenta una valida alternativa a nomi piu' blasonati e famosi : Sangue di Giuda (servire 12°). un morbido vino da dessert che vi conquisterà. In alternativa, il veneto ci offre un prodotto dalle ampie garanzie. Questo costa un po' di piu' degli altri ( si parte da almeno 10-15 euro) : il Recioto della Valpolicella(servire 16 °). Qualche cosa di piu' economico ci arriva dalla Toscana : il Vin Santo ( adattissimo con cantucci e pasticceria secca) : i prezzi sono molto variabili e si parte tranquillamente dai 5 euro. Colgo l'occasione per auguraVi un buon pranzo Natalizio ( le indicazioni vanno bene anche per il cenone di fine anno). by Ellery

Tre Castelli Bianco. Nasce dalle uve della zona delle  colline a sud di Roma.E'un  vino leggermente vivace dal colore giallo paglierino .Il l profumo e' fragrante e piacevolmente fruttato.Uvaggio : Malvasia di Candia, Trebbiano Toscano. Va servito fresco( 8°). Si accompagna specialmente con i primi piatti, secondi piatti a  base di pesce e carni bianche. Ottimo anche da solo come aperitivo. Elevato il rapporto qualità/prezzo. by Ellery 

Dolcetto d'Acqui.Siamo in Piemonte,e il vino viene prodotto in una ventina di comuni intorno ad Acqui terme. E' un rosso tra i piu' amati in Italia: rosso rubino che tende al mattone dopo l'invecchiamento.Il sapore è leggermente tendente al madorlato o leggermente amarognolo. Va servito ad una temperatura di circa 16-18° e ben si abbina con tortellini, pollame e antipasti di salume.  by Ellery

Gattinara.Rimaniamo sempre in terre piemontesi.I vigneti ( situati nel territorio di Gattinara)crescono su un territorio molto fertile di origine glaciale.Il colore è di un rosso granato; profumo vinoso  con sentori floreali. Gradazione alcolica sui 12.5° , va servito tra i 18 e i 22 °. Bene si abbina con arrosti e grigliate, ma anche con risotto alla milanese . by Ellery

Brunello di Montalcino : uno dei vini piu' famosi italiani, è prodotto solo ed esclusivamente nel territorio dell'omomimo comune ( provincia di Siena). Dotato di un profumo intenso,colore tendente al mattonato ( dopo una partenza rosso rubino) e sapore tannico e robusto.  La gradaziona alcolica parte da un minimo di 12.5°. Va servito ad una temperatura che va dai 18-22°. SI abbina con formaggi piccanti e stagionati, grigliate(carni rosse),fegato d'oca. fiorentina( ai ferri) e arrosti in genere. E' considerato da sempre un grande vino da meditazione. by Ellery

Natale 2008 : come di consueto eccoci al nosto appuntamento per cercare di approntare per le imminenti festività,  un menu' di vini che permetta di bere bene rimanendo in un budget contenuto. Come apertivo vado a pescare negli anni addietro. Il Cinzanino : un aperitivo monodose a bassa gradazione alcolica(3°). Gusto giovane e profumi mediterranei.Si trova in parechi supermercati e il costo è abbordabile. Per i primi piatti, consiglio un Verdicchio dei Castelli di Jesi : si sposa bene con la classica pasta fatta in casa : tagliatelle, ravioli, gnocchi e lasagne. Il suo sapore delicatamente amarognolo vi conquisterà(servitelo a 8-10°). SE invece optate per minestre o piatti di pesce, un buon Chardonnay del Veneto è il vino che fa per voi(servitelo a 8-10°). Per i secondi piatti a base di carni rosse, il mio consiglio va sul Santa Cristina: vino toscano dal profumo di frutta fresca. Va servito tra i 18-20°. Se come secondi piatti avete pesce , vi consiglio un Vermentino dei Colli di Luni : colore giallo paglierino e profumo fruttato. Va servito a 10°. Per i vostri dolci un Moscato d'Asti non delude mai : servitelo a 8°. SE volete spendere un po' di piu' vi consiglio un Recioto di Gambellara : nei supermercati se ne trovano anche a prezzi accettabili. Buona Natale e Buone feste by Ellery .

Dolcetto D'Acqui : prodotto in circa una ventina di comuni intorno ad Acqui Terme. Si presenta con un colore rosso rubino, discretamente intenso. Il sapore  e' amarognolo o mandorlato. Gradazione : 11.5°. Va servito sui 16° e si abbina con antipasti di salumi, carne di pollo e ravioli.By ellery  

Gavi ( o Cortese di Gavi DOCG) : e' un vino prodotto in circa 10 comuni( tra cui Gavi) in provincia di Alessandria. E' di un colore paglierino abbastanza intenso. Il sentore e' di fieno fresco e il gusto e' fresco e armonico. La gradazione e' di 10.5° e puo' essere sia fermo,che frizzante e che spumante. Va servito a 10-11° il fermo e tra i 6 e i 9° il frizzante e lo spumante. Si abbina con atipasti freddi,corstacei e frutti di mare.( by Ellery)

 

Natale 2009: appuntamento classico di questo sito che vi offre la possibilità di bere bene senza spendere cifre astronomiche. Come aperitivo possiamo usare un buon Prosecco : se ne trovano da tutti i prezzi e servito bello fresco in flute è ottimo. Il Galestro ( vino toscano )è un vino a tutto pasto che bene si abbina a primi piatti non troppo strutturati. Idem per il Bianco di Custoza di Verona ( entrambi serviti a 8-10°). Per primi strutturati vi consiglio invece un buon Sangiovese ( ottimo per pasta con ragu' di carne) : servitelo a 20°. Per i secondi piatti , vi consiglio un vino dell'Oltrepo' Pavese che risponde al nome di Bonarda : adatto per cotechini , zamponi e carni rosse , va servito a 18°. Idem anche il Merlot : un vino che possiede un ottimo rapporto qualità prezzo ( anche quello servito a 18°). Per i dolci , non è facile da trovare , ma il Raretto è veramente un vinello ottimo : dolci in generale, pasticceria e crostate. Va servito a 12-14° e possiede una ridotta gradazione alcolica ( sui 6°). In alternativa un classico Asti Cinzano ( servito a 8-10°) non vi deluderà mai ( ideale col panettone). by Ellery

Il Bardolino è un vino DOC prodotto nella provincia di Verona.Ha un colore rosso rubino , profumo delicato e sapore leggermente amarognolo e asciutto. Va servito a 16-18° e ben si abbina con pastasciutta, pollame, fritti e formaggi. (by Ellery)

Syrah : è un vino di un colore rosso rubino con sfumature tendenti al violaceo. In Italia viene coltivato in Toscana, Lazio e in Sicilia . Ha un bouquet speziato e fruttato. Gusto pieno ed intenso. Va servito a 18-20° e si abbina con carni rosse e formaggi stagionati.(by Ellery) 

Natale 2010.Eccoci con il nostro appuntamento classico che cerca di coniugare prezzo e qualità per un bere bene durante le feste, senza esagerare con i prezzi. Come aperitivo vi consiglio un Bellini : è un aperitivo a base di succo di pesca e vino frizzante ( meglio se Prosecco). Si trovano bottiglie da 0.75 lt già preparate e pronte all'uso in tutti i supermercati . E' gradevole e stuzzicante.Se non amate il frizzante : Tre Castelli bianco ( servitelo a 11°). Etichetta Fontana di Papa .  Per gli antipasti vi consiglio un Colli Albani Superiore Doc : servitelo a 10°. In alternativa un buon Pinot Grigio ( da servire a 10°). Per primi piatti ( specialmente pastasciutte), vi consiglio un Bardolino ( da servire a 16°) , e per primi tipici , tipo i tortellini, un Grignolino ( servitelo a circa 15°). Per i secondi piatti a base di carne vi consiglio il Barbera D'Asti  ( da servire a 16°) e un Morellino di Scansano ( 16°).  Per piatti a base di pesce e' ottima la Vernaccia di San Gimignano ( servitela sui 10°). Per il dolce : Moscato di pantelleria. Ben si abbina ai dolci da forno e va servito su 10-12°.  In alternativa il classico spumante dolce ( per es Il Martini Grandi Auguri) : servitelo a 6 - 8°...e si sposerà  con qualsiasi dessert a fine pasto). by Ellery

Galestro : vino bianco proveniente da uve coltivate in toscana ( preferibilmente sulle colline). E' dotato di un sapore fruttato e si presenta di un verdolino chiaro con riflessi sul paglierino. Va servito a 8° e ben si sposa con antipasti, pesce e carni bianche.(by Ellery) 

Grigolino D'Asti : E' un vino prodotto in ben 35 comuni dell'Astigiano.Il suo colore è di un roso rubino ( tendente all'arancione se invecchiato). Sapore asciutto tendente al tannico. Ha una gradazione alcolica di 11° e va servito a 16°.Si abbina con primi piatti,minestre asciute e fritto misto. (by Ellery) 

Natale 2011.Come di consueto Vi propongo un menu' vinicolo economico....ma per bere comunque bene.  Come aperitivo io direi di andare su un prodotto molto in voga : Lo Spritz. Trovate in commercio prodotti già niscelati. Se no : Vino bianco ( un buon prosecco va bene), acqua e generalmente Aperol ( o Campari).  Come antipasti vi consiglio un Est Est Est . Da servire a 10°. Versione secca per gli antipasti.  Per i primi piatti potete dirigervi su un Bianco di Custoza ( primi piatti leggeri ) da servire a 10° o un Oltrepo' Pavese Rosso ( per primi piatti piu' robusti ) da servire a 16-18°. Per i classici arrosti e salumi vari ,va benissimo un Teroldego, da servire a 18-20°. Per carni bianche invece vi consiglio un Montecarlo DOC, da servire a 18°.  Per il dessert consiglio sempre un ASTI Spumante DOCG : da servire a 6-8°. Perfetto con panettone...e brindisi . Come sempre spero di esservi stato utile. Per qualsiasi domanda : scrivetemi ( ellery64@libero.it ).  by Ellery

Cisterna D'asti DOC : Vino prodotto ad Asti e Cuneo. Ha un colore rosso rubino e un profumo frutato. Va servito a 16-18° ed e' un vino a tutto pasto ( primi piatti,salumi,carni rosse e bianche).  Ha una gradazione alcolica che parte dagli 11.5°. (by Elery)

Valle D'aosta : E' un vino novello dal colore rosso rubino. Ha un profumo molto fresco e armonico. Almeno il 30% delle uve sono sottoposto a macerazione carbonica. Gradazione 10°,va servito a 15°.Si abbina con primi piatti valdostani e carni bianche.(by Ellery) 

Puntuali come sempre, eccomi per proporre un menu’ vinicolo per coniugare qualita’ e prezzo in vista delle prossime festivita’. Come aperitivo potete orientarVi verso quelli in botiglietta : Campari soda ( 10°)n e Aperol Soda ( 3 °).  Un Crodino per chi non ama gli alcolici. Serviteli lisci nel flute.  Con primi piatti a base di carne Vi consiglio una Bonarda dell’Oltrepo’Pavese (servitela a 18° o temperatura da cantina). Per piatti di pesce , sempre dell’Oltrepo’Pavese , vi consiglio Il Cortese ( servitelo a 10°). Per i secondi piatti se si trata di pesce Vi troverete bene con un Lessini Doc ( servitelo a 10°) prodotto tra Vicenza e Verona. In caso di carni bianche o salumi , un buon Pignoleto Doc ( dei coli Bolognesi) fara’ al caso vostro. Per le classiche carni rosse e arrosti Un Sovana Cabernet Sauvignon del Grossetano ( servitelo a 18°).  Come dolci le possibilita’ sono tante. Oltre ai classici spumanti , potreste provare una Cagnina di Romagna ( da servire a 14°).  Come sempre vi auguro buone feste ed un felice anno nuovo. ( by Ellery)  

Albugnano doc:  il rosato ( vino piemontese prodotto in provincia di Asti) va servito a 13°. Ha una gradazione alcolica di 1° ed ha un colore roso ciliegia o rosato. Si abbina a primi piatti saporiti , pesce e carni bianche. ( by Ellery)

    

Barbaresco: E' un vino prodotto in una area molto piccola della provincia di Cuneo.E' di un colore rosso granato e va servito a 20° ( stappatelo almeno un'ora e mezzo prima di servirlo..meglio due). Si abbina con Selvaggina, arrosti,carne alla griglia. 12.5 di gradazione. ( by Ellery)  

Ed eccoci per il consueto menu' vinicolo delle feste : bere bene e spendere poco. Come aperitivo...oltre ai classici gingerini alcolici o analcolici...possiamo provare con un buon sidro fresco ( tipo lo Strongbow Gold). Per gli antipasti andrei con un Rosato Rabosello ( servitelo a 10°)  che accontentera' un po' tutti i palati. Per i primi piatti.....( e a tutto pasto ) io consiglio un Novello : per Natale e' ancora piu' che degustabile. Un bel Merlot...ben si adattera' alla stragrande maggioranza dei primi piatti ( servitelo a 12°) .  Idem il Badolino Rosso di Verona ( che andra' servito a 16°).  Per i secondi piatti a base di arrosti....grigliate e comunque elaborati  ....visto che siamo sotto le feste...concediamoci un buon Amarone della Valpolicella : se ne trovano anche sotto i venti euro. Per qualcosa di piu' abbordabile vi consiglio il Riesling , che ben si adatta a pollo, pesce e maiale ( servitelo a 10 gradi). Per i dolci ..io vado sul clasico Asti ..uno spumante dal metodo classico ( servito freddo) . Marsala e Porto andranno bene per dolci al cioccolato( serviti a 18°). Detto questo..vi auguro buone feste. Bevete senza esagerare e con questi miei menu' ( ne trovate anche sopra)..potrete bere bene senza dilapidare una fortuna. ( by Ellery)

Refosco dal peduncolo rosso : E' un vino caratterizzato ( zona Pordenone e Udine )  da un colore rubino molto acceso. Ampi sentori di frutti di bosco. E' un vino molto tannico che si esalta con piatti di salumi...formaggi e ovviamente carne. Va servito a temperatura di cantina.11 gradi alcol.( By Ellery)  

Ed eccoci…per questo nuovo menu’ vinicolo  Natalizio ( targato 2014 ) ..che vi permettera’ di bere con un ottimo rapporto qualita’ prezzo.  Per quello che riguarda gli aperitivi vi consiglio un classico prosecco : se ne trovano a tutti i prezzi e va servito a circa 8-10°. Nei banconi del supermercato…trovete un’ampia scelta. Un prosecco normale…di media marca…soddisfera’ i vostri palati. L’alternativa e’ un Raboso Rosato Frizzante ( o Rabosello).  Servito alla stessa temperatura del prosecco….si abbina anche con antipasti di salumi.  Con i primi piatti…un bel rosso giovane puo’fare al caso vostro : un Vitiano Rosso fara’ sicuramente una bella figura . Servitelo a 18° facendolo ossigenare un’ora prima.  Re’ di Bric e’ un rosso adattissimo per secondi…corposi. Servitelo tra i 18 e i 20 °. Per secondi piu’ leggerei…un ottimo Charm Bianco ( servitelo a 10°).  Per il dolce….un classico : un Gran Cinzano..da servire a 10°…una garanzia.  Buone feste a tutti.  By Ellery 

Ed eccoci al nostro appuntamento Natalizio , ossia come poter imbastire un menu’ vinicolo per le imminenti festivita’, senza dover spendere un capitale e bevendo bene. Come aperitivo vi segnalo un ottimo bianco denominato :  Vino Frizzante Garda doc. Va servito a 10° di temperatura ed ha una gradaziona alcolica di 11°. Ha un bouquet molto fresco e delicato.  Se volete potete aggiungerlo al classico gingerino analcolico ( ¾ gingerino e ¼ di Garda).  Per i primi piatti possiamo optare per un rosso giovane : un Merlot delle Venezie andra’ benissimo per esempio. Di un colore rosso rubino, va servito a 18°. Ideale anche per i secondi a base di arrosti.  Alternativa : un ottimo Gewurztraminer che è un vino a tutto pasto. Se fate pesce tra i primi piatti e secondi andra’ benissimo. Ottimo anche con salumi quali lo speck. Va servito a 12° avendo l’accortezza di stapparlo qualche minuto prima.  Disponibile anche nella versione rose’, direi ideale dalla A alla Z del vostro pranzo ( dolci esclusi).  Colli Piacentino Doc Malvasia : e siamo al dessert. Servito a 10° per la versione dolce. Ovviamente l’alternativa sono i classici spumanti dolci Gancia, Cinzano e simili che da anni e anni garantiscono sempre una buona bevuta. Come sempre spero di esservi stato utile e come sempre ricordate di bere poco…ma bene.  Buone feste a tutti quanti ( by Ellery).  

Il Cinque Terre e' un vino bianco prodotto nella zona di La Spezia. Colore giallo paglierino piu' o meno intenso. Va servito a 13°. Ben si sposa con antipasti e primi piatti. Di normas comunque accompagna la cucina di mare dall'antipasto al secondo, acciughe sotto sale o ripiene , impanate e fritte, torte salate, focacce liguri, pasta con crostacei, risotto alla marinara, pesce nobile di mare al forno (rombo, spigola, orata, san pietro). Sicuramente un buon vino quasi a tutto pasto. ( By Ellery)  

 Ed eccoci arrivati al consueto appuntamento natalizio per cercare di poter avere un ottimo menu' vinicolo per le imminenti feste natalizia...con un ottimo rapporto qualita' prezzo. Come aperitivo punto sul Vintage : Biancosarti ( liscio...o con ghiaccio o con selz). Per i non amanti dell'alcolico..i classici gingerini ( incluso il Crodino).  Con gli antipasti vi consiglio un buon bianco delle 5 terre, servito a 13°.  Oppure un ottimo Bianco di Custoza Redetzky che va bene anche per i primi piatti delicati ( servire a 10-12°).  L'alternativa e' un buion trebbiano ( servire a 8°) o un rosato di Montepulciano  ( da servire a 13°). per i secondi piatti corposi, Vi consiglio un Pinot Nero da servire a 18° , oppure un buon Lambrusco ( in caso di cotechini e salumi) da servire tra i 12 e i 18 gradi ( va bene sia il secco che l'amabile). Per i dolci i consiglio sempre i classici spumanti dolci tipo il Gancia e il Cinzano. Alternativo : uno Zibibbo da servire tra gli 8 e i 12 °. Si puo' bere bene , senza spendere eccessivi capitali ( che di questi tempi non fa mai male). Spero come sempre di esserVi stato utile. Buone feste. ( by Ellery )  

Vino bianco Castelli Romani DOC  : Si produce nelle province di Roma e Latina.  Va servito a circa 10-12° e  ben si abbina a minestre, piatti di pesce e risotti con verdure.  La sua gradazione alcolica è di circa 10.5 gradi. Un vino che comunque si puo' utilizzare un po' a tutto pasto Di colore paglierino .

Stavolta inserisco una riflessione e un monito. Mi sento in dovere ( gestendo questa pagina dedicata i vini) di dirVi di bere sempre con moderazione. In primis se dovete mettervi alla guida di un qualsiasi mezzo....e poi anche per la salute. Il vino è ricco di zuccheri e alla lunga...ingrassa ( con tutti i rischi che ne derivano di conseguenza...). Personalmente non rinuncio ai piaceri di una buona bevuta: ma sempre con un occhio a quello che devo fare dopo . Il sunto è : bevete poco, ma bevete bene . Se si è in casa e non si deve guidare...beh...ogni tanto ( sempre con una certa moderazione)...lasciamoci trasportare ....ma ricordiamoci sempre che il giusto equilibrio e' sempre maestro di vita. 

 

© Copyright 2004. All rights reserved. Contact: ELLERY