Logo Parco Nord

Le attività di quest'anno

Il programma


I concetti


Il sentiero


L'oggetto di discussione


Le novità


Il gruppo di lavoro


Le classi al Parco


 


Il Parco Nord

La didattica al Parco Nord


Gli ambienti


La vegetazione


La fauna


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le risorse della rete


RedazioneTorna alla pagina principaleIl sito del Parco Nord
Scrivici!

 

Il sito del Parco Nord Torna alla pagina principale Redazione
 

 

Questa è la pagina realizzata con alcuni documenti che ci avete portato durante la visita al Parco Nord.
Purtroppo non ci sono tutti i vostri lavori - lo spazio disponibile non lo consente!
Leggete e guardate la vostra pagina - in effetti è veramente vostra - vi invitiamo comunque a vedere cosa hanno fatto anche i vostri compagni appartenenti ad altre classi e ad altre scuole: potreste trovare cose molto interessanti.
Probabilmente, dopo una breve attesa, vedrete una specie di "molla" muoversi insieme alla freccia corrispondente al movimento del mouse. Osservate bene questa molla: contiene alcuni piccoli disegni prelevati dai vostri disegni - vediamo se riuscite a riconoscerli! Scriveteci e fateci sapere.


Cinisello Balsamo
Torna


1b - Media Marconi - 27 ottobre 2000

Lavoro in classe
In classe, prima dell'uscita al Parco, la 1b ha preparato alcuni disegni e pensieri su "il bosco ordinato" e su "il bosco disordinato".

Uscita al Parco
Abbiamo iniziato con un momento di discussione a partire dai loro lavori su ordine e disordine, dove si individuava come bosco ordinato un bosco senza rifiuti, con strade e sentieri ben tenuti e la presenza di una chiara segnaletica.
Anche la presenza di sottobosco veniva considerata un oggetto di disordine.
Come rifiuti si consideravano le foglie secche a terra, i rami spezzati, tronchi degli alberi morti, le cartacce, indumenti a terra, mozziconi di sigarette, siringhe, ecc.
I ragazzi hanno inoltre realizzato una fiaba ecologica sulla salvezza dei boschi che Ć stata lo spunto e il riferimento durante tutta l'uscita; nella storia si salva l'ultimo residuo di bosco della zona dallo sfruttamento industriale indiscriminato, qui, con il Parco Nord si ricostruisce un bosco per la cittł su un ex-area industriale.
Ci siamo cosô chiesti come si fa a costruire la natura, tenendo presente di verificare le nostre valutazioni su ordine e disordine.
Il discorso si Ć sviluppato sulle problematiche della riforestazione urbana: naturale ed artificiale, il disordine dell'uomo e l'ordine naturale.
Costruire un bosco al Parco Nord significa costruire un ecosistema e non realizzare un giardino, dove l'intervento umano nel tempo viene poco alla volta ridotto, ed il bosco cammina con le sue gambe.
Nell'affrontare come funziona un ecosistema si Ć cambiato il punto di vista su ordine e disordine: ordine in questo caso Ć stato concepito il mantenimento dei cicli naturali, la spontaneitł di crescita del sottobosco, arrivando inoltre a definire che in natura il rifiuto non esiste.
Confrontando diversi lotti di rimboschimento abbiamo osservato il tentativo sempre maggiore di dare un impressione di "naturalitł" cercando di rompere la sensazione di artificialitł data dalla piantumazione regolare: il lotto non Ć piŁ un rettangolo dai limiti regolari e il sesto di impianto descrive delle linee curve, cerchiamo di riportare un poco di disordine naturale.

Il bosco disordinato:


Il bosco ordinato:

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Un giardino ordinato e ... disordinato


Un bosco magico



Abbiamo avuto qualche difficoltł nel rintracciare il sentiero questo ci ha fatto perdere del tempo prezioso, una volta trovati i punti velocemente abbiamo scelto il nostro albero e posizionato il contenitore dei messaggi.
Sentiero n°1 - Acero di monte
Significato

Attività

Indicazione

Questo é il gioco indispensabile per salvare la natura. Ciao
Caccia all'indizio, trova anche tu la gemma dell'ambiente che flora e fauna hanno nascosto
Ciao e buona fortuna

 

Avete visto alcuni dei vostri lavori: ora provate, se volete, a "giocare" con uno dei vostri disegni. Si tratta di un piccolo puzzle: cliccate sopra ai piccoli disegni presenti a destra per giocare con il relativo disegno.

 


 

Flora, Fauna e l'ombra dell'ambiente

C'era una volta una città che si chiamava Tabilandia.
In questa città erano diffuse le fabbriche di tappi. Questo era dato dal fatto che la zona in cui si estendeva la città era piena di foreste che i padroni delle industrie abbattevano continuamente.
Quando le foreste terminarono, per le fabbriche di tappi fu la fine.
Allora decisero di abbattere l'ultima zona verde: un piccolo bosco che sorgeva ai piedi di una collina.
In questo piccolo bosco abitavano due graziose fatine: Flora e Fauna. Queste due fatine erano le protettrici del bosco e quando seppero della decisione dei padroni delle fabbriche di tappi si arrabbiarono molto!
Andarono a chiamare i loro due amici Luca e Laura, due bambini che abitavano in una casetta vicino al bosco, per decidere il da farsi.
"Io avrei un'idea!" esclamò dopo aver pensato a lungo Laura
"Vi ricordate la leggenda del mostro delle mura? La leggenda dice che, dentro le mura che circondano una parte di questo bosco, si trovi la pietra magica dell'ambiente. Questa pietra é custodita nella capanna di un orribile ma docile mostro nero!";
"Siii!" Risposero gli altri.
Così, il giorno dopo superarono il muro di recinzione dove si trovava il mostro e, dopo tante ricerche trovarono la pietra magica.
Il mostro fu d'accordo e i 4 amici portarono a casa la bella gemma.
Con la gemma ipnotizzarono i proprietari delle fabbriche e li costrinsero, con una magia, a disdire il loro contratto per abbatere il bosco che fu salvo.

Bresso
Cinisello Balsamo
Cusano Milanino
Cormano
Milano
Sesto San Giovanni
Gli altri Comuni