San Donato di Ninea      

 

San Donato di Ninea, comune montano della Calabria settentrionale, in provincia di Cosenza, arroccato a quota 800 m., su uno sperone roccioso della catena  montuosa della Mula e dista 80 K.m. dal capoluogo di provincia. Il suo territorio di Kmq. 81,61, prevalentemente montuoso, fra le quote 1987 e 200 s.l.m., compreso fra  quelli di Acquaformosa, Lungro, Altomonte, San Sosti, Grisolia e Verbicaro.  La sua  popolazione che nel 1957  contava 4953 abitanti, si ridotta a 2154 abitanti, ditribuiti fra il capoluogo omonimo, la frazione di Policastrello, le contrade rurali Ficara, Vallo Marino, Arcomano ed il resto in case sparse.

 

                        

                      

 

 

 

 

 

                                                                   

 

 " Un piccolo comune con un grande passato".  L'antica Ninea fondata  dagli Enotri, di cui parla Ernesto di Mileto, vissuto nel Vsecolo a.C. nella sua  "Descrizione della Terra".  Esso  si trova sulla direttissima via istmica Sibari-Esaro-Rosa-Varco Palombaro - Laos, che collega il mar Jonio al Tirreno;  via  degli Enotri di Pandosia,di cui si sono serviti anche i Fenici ed i Greci per evitare l'infido periplo della penisola calabrese. Ai margini montuosi di tale via, presso il monte Mula, ricadente in territorio di San Donato si trovano i Campi di Annibale.

   

 

         

                                  

                                     

                 Risoluzione consigliata: 1024  x 768 pixel

                                  

                               

                                  Realizzato con  :