Sito in continua evoluzione
IN AGGIORNAMENTO - 30/01/2011


Il Castello di Coderone

Il castello dalla LitoraneaCalando dal Monte Parodi, si giunge ai piedi di Biassa, dove si Ŕ costretti a decidere in che modo raggiungere Spezia.

Svoltando a destra, lý per lý la salita non promette niente di buono, ma poco dopo confluisce nella Litoranea, finendo per consegnarci un panorama mozzafiato.

Viceversa, svoltando a sinistra, si scende a Pegazzano, utilizzando un serpentone tutto curve, che attraversa il bosco e sovrasta il Canao dei Foestri. Anche in questo caso, non mancano le suggestioni, perchŔ pare di essere circondati da una cupa foresta, nella quale si pu˛ scorgere, facendo molta attenzione, oltre a funghi e castagne, il misero rudere di un mulino, dove gli antichi biassei macinavano il grano. Segno che lý, da quelle bande, scorreva un tempo l'acqua con una certa continuitÓ.

Se, invece, ci si ferma, proprio sul bivio, davanti ai nostri occhi si apre un sentiero che conduce al Castello di Coderone, e da lý ai resti della chiesa di Santa Maria. Forse non sembrerÓ niente di eccezionale, al cospetto di certi castelli lunigianesi,  ma, secondo me, vale la pena di andarci.

CliccaCenni storici

CliccaMappa

CliccaFoto

Si torna a Biassa Visita guidata Torna all'indice
 
INDICE notizie HOME ultimissime CREDITS segnalazioni OSPITI