Chi siamo

Programma

Itinerari

Libri

Le difficoltà

Links

 

“1985 – 2020: 35 … MA NON LI DIMOSTRA”

LETTERA DEL REGGENTE

Consocie e Consoci carissimi tutti,

sentimenti contrastanti mi spingono a scrivere queste righe approfittando di questa bellissima ricorrenza del Santo Natale. Sì lo so, era meglio ritrovarci, come da tradizione, presso la nostra Sede, dove fra un bicchiere di vino e una stretta di mano, fra una frittola e un sorriso, fra una fetta di prosciutto e un cantico arrivava il momento di accomiatarci allegramente e di scambiarci gli auguri di ogni bene e per il Natale e per le festività e per l’Anno Nuovo. Ce ne andavamo, un po’ sul tardi, lieti di aver trascorso una bella serata in compagnia di amici e con in tasca il nuovo libretto del Programma d’Attività dell’anno a venire. Purtroppo, a causa degli oramai ricorrenti motivi, non ci è stato possibile ricreare l’atmosfera giusta e degna per una festa come quella di domani che eccezionalmente dovremo trascorrere fra le mura domestiche.
Ma sarà poi una festa? Non posso di certo entrare nei pensieri e nell’animo di ognuno di voi per capire quanto, questo Natale, sia festa e/o quanto motivo di, se non proprio tristezza, quanto meno un momento di riflessione. Prendo in prestito le parole scritte ieri sera in un post sulla mia pagina FB, dove mi chiedo se è corretto dire Buon Natale in questo particolare momento che tutti stiamo passando. “Poi mi sono detto: Luciano, questo Natale, nonostante tutto, per te è senz’altro migliore di quello dello scorso anno (che non c’era il COVID!). E sicuramente, chi è uscito indenne dall’essere azzannato da questa bestia, la pensa come te“.
E allora, faccio gli auguri di cuore, e sono veramente tanti e sinceri, a tutti (non solo ai Soci della Sottosezione), affinché si possa trascorrere questa Festa almeno in serenità per non pensare, o per pensare meno, a quanto questi mesi trascorsi abbiano condizionato o addirittura modificato la nostra vita.

Il Reggente della Sottosezione di Muggia del C.A.I.-S.A.G. Luciano Comelli


In memoria di Leonardo Comelli ( deceduto il 9 giugno 2016 durante una spedizione scialpinistica in Pakistan ) e a cura della Sottosezione di Muggia del C.A.I.-S.A.G., di cui Leonardo era socio fin dalla nascita, è stato istituito un fondo con cui finanziare opere di carattere umanitario. Nella fattispecie, i fondi raccolti verranno destinati alla Comunità di Hushey ( Gilgista-Pakistan ). Già negli anni passati la Comunità ha potuto usufruirne per portare l'acqua potabile nell'omonimo villaggio, 1600 metri di tubi dal punto di captazione ad una fonte in centro paese, l'ultimo centro abitato sulla strada per il Gondogoro Glacier e il Campo Base del Laila Peak (m 6096) ), rifare la pavimentazione delle aule scolastiche e creare un cappotto termico alle aule stesse, dell'unica scuola della Valle, fornire gli alunni di un kit sanitario e di materiale didattico comunitario.
I genitori di Leonardo sono in costante contatto con la Comunità di Hushey e seguono attentamente le richieste che provengono dai responsabili del CNR-Ev-K2 Pakistan, l'Associazione che cura le necessità di quella gente.

La raccolta viene sempre effettuata direttamente presso la Sede della Sottosezione di Muggia del C.A.I.-S.A.G. (via A. Manzoni, 4/b, a Muggia) nei soliti orari di segreteria 18.30/20.00 di lunedì e giovedì, durante serate organizzate ad hoc, oppure è sempre possibile effettuare un bonifico presso la CRFVG sul C/C IT40X0306902233100000008311 con la causale "IN RICORDO DI LEONARDO COMELLI"




Cima dei Preti - Prealpi Carniche

 

CAI Muggia è anche su Facebook

 

Informazioni sui cookies

Attenzione: alcune delle immagini interamente o parzialmente riprodotte in questa pagina, o rielaborate per la pubblicazione, sono reperite in Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, verranno rimosse su richiesta dell’autore o eventuale detentore dei diritti. [mail al webmaster]

Meteo a 16 giorni