Home

COME PUOI CONTATTARMI
How you could contact me

COMUNICAZIONI DI SERVIZIO

ARGOMENTI:
Points:

RADIO SCHEMI
Radio's electric diagrams

LA MIA COLLEZIONE
MY collection

INFORMAZIONI
Informations

MERCATINO
Little used market (things wanted and things on sale)

CERCO
What I look for

Technical Manuals

Advertising booklets

Laboratory

LINKS


COME restaurare

le vecchie scale parlanti



...LA MIA COLLEZIONE...


.....MY COLLECTION.....



Queste valvolette a catodo freddo (senza filamento), antesignane degli attuali display a segmenti led, equipaggiavano i primi strumenti e apparecchi a logiche decadiche discrete a partire dalla fine degli anni '50: frequenzimetri, contatori, calcolatrici, bilance, multimetri da banco, realizzati completamente con componenti attivi discreti (ovvero transistori, a volte ancora al germanio, comuni e assolutamente non integrati).
La maggior parte dei modelli di Nixie si presentano esteticamente come la ZM1000: valvole riempite di miscele di gas neon contenenti placche sagomate a forma di numero poste su piani paralleli, delle quali il funzionamento comparabile direttamente con le comuni lampadine al neon a "pisello" che equipaggiano molte spie di elettrodomestici: il gas ionizzato evidenzia il profilo dell'elettrodo al quale viene applicata una ddp rispetto alla fine griglia frontale.

Oggi ha preso campo un particolare hobby che riguarda le Nixie: la progettazione e realizzazione di orologi in stile "space age" fatti in casa con mezzi di fortuna.
E la storia della NIXIE non affatto cosa passata: sullo stesso principio si basavano i display di alcune tra le prime calcolatrici tascabili nei '70-'80, e ancora oggi i display fluorescenti di molti impianti stereo, videoregistratori ed elettrodomestici non sono altro che delle "moderne NIXIE" dai segmenti stampati e ricoperti di fosfori (VFD, Vacuum Fluorescent Displays).
Le progenitrici equipaggiavano circuiti che necessitavano tipicamente di una bassa tensione per l'alimentazione della "logica" e di una tensione dell'ordine dei 100-150 Volt per il funzionamento di loro stesse, mentre le attuali funzionano con tensioni dell'ordine della trentina di Volt, pi basse grazie all'introduzione di un filamento riscaldante, spesso generate da piccoli circuiti elevatori di tensione a partire dall'alimentazione della logica.

<< GO BACK <<



[Home][10kb]WHATEVER COMMENT IS WELCOME!
Send an E-Mail to Luca Rossi

This page hosted byGet your own Free home page
(C) 1996-2000 by Luca Rossi