FOTO

MUSEO DELLA CIVILTA' CONTADINA MUSEO FOTOGRAFICO

Quando si parla di musei di solito si pensa alle grandi raccolte di quadri d'autore, di statue di grandi scultori o ad un insieme di referti archeologici che ti portano ad un passato pieno di gloria, di conquiste o di colori che hanno dipinto un mondo che oggi esiste solo nelle fiabe, se esistono ancora. Per San Nicola dell'Alto, il suo museo Ú nato grazie all'audacia ed alla buona lena di un gruppo di ragazzi che muniti solo di una grande volontÓ sono andati alla ricerca di un passato basato soprattutto ad una cultura contadina. La ricerca di oggetti, fatta porta per porta , la disponibilitÓ da parte dei cittadini di donare oggetti di un certo valore affettivo, hanno subito dato il via alla realizzazione di quel progetto che tanto tempo frullava nella testa dei vari Rizzuti, Enzo Mustacchio, Caligiuri e di tanti altri volenterosi giovani Sannicolesi.

La vecchia e affascinante storia di un San Nicola che ha sempre vissuto su tradizioni contadine e fatiche minerarie, con molto orgoglio e nello stesso tempo con molto rammarico ancora oggi racconta di quando era il paese pi¨ ricco della zona e nello stesso tempo quello pi¨ popolato di immigrati. Molti erano gli immigrati, specialmente di tecnici Siciliani, che cercavano rifugio in San Nicola per ragioni di lavoro minerario. Non Ú stato facile per quei ragazzi il cercare gli utensili, gli oggetti, i vestiti, gli arredamenti, le unitÓ di misura e tutto quello che aveva un certo significato di livello culturale. Una volta trovato l'oggetto, bisognava pulirlo, renderlo presentabile per poi dargli un'adeguata collocazione nello schema del museo.
Molti sono stati gli utensili regalati dalla gente, vecchi lumi a gas e ad olio, tutte le unitÓ di misura che servivano per misurare i cereali, l'aratro, le vecchie  attrezzature del calzolaio, del fabbro, tutti i tipi di seghe, le vecchie anfore che servivano come recipienti dell'olio, il vecchio telaio, tutte le attrezzature che servivano per generare la lana, molti utensili di cucina, le botti per il vino, la vecchia macchina da cucire, molti tipi di barili che servivano per il trasporto dell'acqua e del vino, le varie bilance per grossi pesi che per piccole misure, diversi tipi di ferro da stiro, gli abiti della nonna, la culla del neonato e la tradizionale camera da letto dei nostri nonni munita di baldacchino ed infine la completa attrezzatura degli animali da campo.
Non Ú stato un lavoro da poco e molti sono stati i ragazzi e ragazze del luogo che hanno dato una grossa mano per poter arrivare alla conclusione del progetto. Il museo si trova in localitÓ Ciuxa, e precisamente nel vecchio locale che prima funzionava da mattatoio.Ora il locale, trasformato e restaurato, si presenta molto funzionale e accogliente, tanto da divenire il vero fiore all'occhiello del Comune di San Nicola dell'Alto.
Quel sogno, che sapeva tanto di irrealizzabile, oggi Ú diventato una vera realtÓ grazie anche al finanziamento che il Comune ha ottenuto nel lontano 1980 da parte della Regione Calabria.
Home Foto Museo Fotografico