Macrofotografia


Vai ai contenuti

La macrofotografia

La macrofotografia, in pratica, la fotografia di particolari piccolissimi: il pistillo di un fiore, una farfalla o un particolare di questa. Per poterla realizzare si deve scendere al di sotto della minima distanza di messa a fuoco di un obiettivo fotografico. Per esempio un obiettivo normale 50 mm ha una distanza di messa a fuoco minima di circa 45 cm per macchine che usano pellicola 35 mm; fino a tali valori si nel campo della foto ravvicinata. Per soggetti ancora pi piccoli, addirittura invisibili ad occhio nudo, si entra nel campo della fotografia al microscopio o microfotografia.

Ebbene la macrofotografia copre appunto questo intervallo tra la foto ravvicinata e la microfotografia. In altri termini, si pu parlare di macrofotografia quando le dimensioni dell'immagine sul fotogramma risultano uguali o maggiori delle dimensioni degli oggetti.

Negli ultimi anni vi sono stati molti progressi nel campo delle attrezzature per macrofotografia. Infatti necessario disporre di una macchina fotografica di tipo reflex (nel mirino visibile quanto inquadrato dall'obiettivo) possibilmente di tipo manuale e di un flash esterno TTL, la cui luce viene letta attraverso l'obiettivo e dosata opportunamente da particolari cellule al silicio contenute nel corpo macchina.



Tutti i diritti riservati | pinoelia@alice.it

Torna ai contenuti | Torna al menu