Community
 
Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico
------------------
Crea
Profilo
Blog
Video
Sito
Foto
Amici
   
 
 

Mariomania

Zelda Mania

Metroid Mania

F-Zero Mania

Pikmin Mania

Star Fox Mania

Sonic Mania

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RECENSIONE DI: ULTIMATE SPIDER-MAN

Autore: Carlo Terzano

L’ARRAMPICAMURI è TORNATO A VOLTEGGIARE SOPRA AL CUBO: DOPO LA RECENSIONE FAVOREVOLE DI ULTIMATE SPIDER-MAN PER DS, ECCO LA MESSA IN PROVA DELLA VERSIONE PER LA SORELLA MAGGIORE…

 

Treyarch ed Activision hanno firmato un nuovo gioco pienamente godibile e ricco di sorprese. Ancora una volta hanno saputo rendere un titolo con protagonista un supereroe dei fumetti e dei cartoon un gioco di tutto rispetto, contrariamente a quanto accade in genere a questo filone.

Se due estati fa eravamo rimasti notevolmente impressionati da Spider-Man 2, Ultimate Spider Man, fortunatamente, non cambia né il concept, né le carte in tavola, andando persino a migliorare il prequel laddove se ne sentiva maggiormente il bisogno.

 

UN QUINDICENNE A NEW YORK.

Anche questa volta sarete liberi di girare a vostro piacimento tra le affollate strade della Grande Mela. Ma non solo: questo nuovo episodio, infatti, non contiene, come il prequel, la sola isola di Manhattam, bensì anche parte della costa, con il Queens e China Town. L’area esplorabile, insomma, si è notevolmente ingrandita ed è stata anche sottoposta ad un intero maquillage grafico, di cui parleremo approfonditamente poco più avanti.

Come in un qualsiasi episodio di GTA o di True Crime, le missioni vengono segnalate sulla mappa e starà a voi raggiungerle volteggiando con le vostre ragnatele tra la cima di un grattacielo, le guglie di una chiesa ed un pennone di un museo. Ogni missione, però, questa volta potrà essere sbloccata solo se si saranno soddisfatte particolari richieste, ovvero il recupero delle medaglie nelle “mini-sfide” che vengono proposte al nostro eroe mascherato. Si tratta di competizioni di corsa o di vigilanza (vale a dire fermare tutte le gang evitando che spadroneggino per la città) che, a lungo andare, miglioreranno anche le statistiche dell’Uomo Ragno, come la resistenza (simboleggiata dall’allungamento della barra vitale) e la velocità nel dondolarsi con le ragnatele.

Come se tutto questo di per sé non bastasse, bisognerà anche trovare un buon numero di gettoni segreti come ultima chiave per poter finalmente procedere col gioco. I gettoni segreti sparsi per New York si dividono in diverse tipologie: quelli Luoghi, nascosti nei pressi delle locazioni più famose del fumetto, una volta sbloccati vi faranno comparire nel menu “Sbloccabili” un’illustrazione tratta dal comic. In tutto sono 15. Poi abbiamo i gettoni Fumetto, in tutto 75, che sbloccano una copertina del comic Ultimate Spider-Man per gettone recuperato. Infine, i più infidi, sono quelli contrassegnati da un “?”. Sono più di 100 e sono nascosti nelle zone più remote ed impervie di NY, come al buio dei sottoscala, tra strette intercapedini tra un palazzo ed un altro, nei bidoni della spazzatura o dietro i cartelloni pubblicitari…

 

UN TEMPO C’ERANO SOLO I COCCODRILLI…

Superato il giusto tot di sotto-quest, si renderà infine accessibile la missione vera e propria, che seguirà le orme di quanto disegnato nel fumetto.

Vi dovrete infatti via via battere con  mostri famosi del calibro di Green Goblin, Mecha Rino, Wolverine, Beetle, Electro, più altri inventati appositamente per l’occasione. A complicarvi ulteriormente la vita, ci penseranno inoltre le continue incursioni di Venom e degli uomini della Shield, che daranno il via a lunghe ed estenuanti sessioni di inseguimenti.

Sparsi per la storia, si trovano poi differenti livelli in cui vi dovrete calare nei liquidi e violacei panni di Venom, il mostro gigantesco che sta mettendo a ferro e fuoco l’intera città di NY.

Al contrario dell’agilissimo Spidey, Venom è lento ed impacciato, ma dotato di una forza erculea che gli permette di sollevare persino i mezzi militari, per poi scagliarli sopra i suoi inermi nemici!

Purtroppo la tuta assorbe continuamente la sua energia, quindi, per sopravvivere, dovrete cibarvi di continuo di tutte le persone che vi stanno attorno, siano esse civili, poliziotti, soldati, membri della Shield… Nutrirsi dell’energia delle persone è molto facile e divertente: basterà infatti localizzarle col proprio mirino, attivabile premendo Giù sul D-Pad, e poi immobilizzarle con i tentacoli, quindi portarle a sé con un repentino movimento dello stick ed assistere all’inglobamento del tapino nella massa tremolante che compone lo spaventoso essere.

Come accadeva su DS, però, le sessioni in cui si controlla Venom non riescono ad essere all’altezza delle altre in cui furoreggia il buon vecchio Spider-Man. Per avere la meglio sui nemici, infatti, basta premere di continuo B ed Y per vedere l’abominio mollare calci, artigliate o fendenti con i tentacoli, senza curarsi della minima strategia di battaglia.

Erano allora più divertenti le controparti su doppioschermo dove, almeno, bisognava mirare con la stylus i colpi dell’abominio viola…

 

L’ELETTRIZZANTE VITA DEL SUPEREROE.

Superate le fasi di Venom, non sempre all’altezza ed anzi, caratterizzate da una certa ripetitività, fortunatamente il giocatore torna ad indossare l’attillata calzamaglia rossa-blu dell’Uomo Ragno.

Si torna quindi a volteggiare agilmente tra i grattacieli; a ridere per le comiche (nonché classiche) battutine di Peter, che trova sempre modo di mettere in ridicolo i suoi nemici con uscite caustiche ed avvelenate; ad imbozzolare borseggiatori da fiera per poi lasciarli appesi a qualche lampione. Insomma, ci si torna a divertire alla grande, inanellando spericolate esibizioni tra i palazzi della Grande Mela.

Inoltre, tra una missione e l’altra, potrà capitare che alcuni vostri concittadini possano aver bisogno del vostro intervento. C’è chi è stato appena rapinato e vi richiederà di recuperargli la refurtiva; chi, in seguito ad un incidente d’auto, dovrà essere prontamente portato all’ospedale e chi si trova appeso alla cima di un grattacielo e sente le sue forze venir meno istante dopo istante. Senza considerare le risse tra bande da sedare, i furti nei negozi di elettronica da sventare o gli inseguimenti in auto a cui porre fine… Insomma, se è vero che New York è la città che non dorme mai, è altrettanto vero che anche il crimine rimane perennemente sveglio, dunque preparatevi a fare le ore piccole, perché un supereroe non può permettersi di riposare!

 

SPIDER-MAN WIND WAKER.

Abbiamo più volte ripetuto quanto questo Ultimate Spider-Man si ispiri al suo naturale prequel, Spider-Man 2. Ma lo fa con un’importante differenza: lo stile grafico adottato.

L’intero gioco, infatti, è stato realizzato interamente in cell shading, per avvicinarlo maggiormente al mondo dei comics e dei cartoni animati. Questo vuol dire che i personaggi risaltano maggiormente sullo sfondo e che tutti i colori sono più vividi e brillanti rispetto ad una grafica realistica. A completare l’opera, ci pensano poi i classici fumetti con le scritte onomatopeiche: BAM!, AAAARGH!, CRASH!!, che compariranno di continuo durante i vostri scontri. L’impressione è dunque quella di muoversi all’interno di un fumetto appena finito di disegnare, i cui personaggi hanno magicamente preso vita. Impressione agevolata non poco dalle bellissime scene d’intermezzo, che ritraggono i personaggi mentre saltano da una vignetta ad un’altra, restando nel contempo fedeli alle illustrazioni di Brian Michael Bendis e Mark Bagley, due tra i più grandi fumettisti statunitensi, tutt’ora al lavoro sulle avventure di Ultimate Spider-Man.

Rispetto a Spider-Man 2, poi, un grande passo in avanti è stato fatto anche nella realizzazione della città. Ora è più popolata, più viva: si ha davvero la sensazione di essere tra centinaia e centinaia di persone, per quanto i modelli dei pedoni contemporaneamente su schermo non superino mai le dieci unità. I cittadini sono comunque maggiormente diversificati rispetto al passato e, nonostante i cloni abbondino, la cura dei dettagli nella loro caratterizzazione e animazione risulta indubbiamente maggiore e quindi gradita. Sono poi stati inseriti tantissimi particolari in più che nel prequel erano stati senz’altro dimenticati, come i classici bus statunitensi in sosta alle fermate, grandi camion sul retro dei vari centri commerciali, edicole, idranti, segnali stradali ed altra oggettistica in grado di riempire il paesaggio in modo realistico e soddisfacente.

Grande importanza è stata poi data alle texture, che ora rivestono in modo sempre differente i vari palazzi. Insomma, ogni grattacielo avrà la sua fisionomia, il suo colore e la propria vetrata, non crediate di trovare più tanti palazzi tutti uguali. Ottime, poi, le texture che cambiano a seconda dei quartieri, fino a degradare negli angoli bui ed umidi dei cortili o delle malfamate periferie di Harlem.

Grande distinzione è stata infine data alla città a seconda del fatto che la si visiti di giorno o di notte (le ore non scorrono più in tempo reale, ma vi ritroverete, a seconda della missione che dovrete affrontare già in un preciso momento della giornata e scorreranno solo quando, alla fine del gioco, deciderete di passare al controllo di Spider-Man a quello di Venom e viceversa) ed è proprio nottetempo, ovviamente, che la megalopoli americana non manca di affascinare, con i  fari in movimento delle auto, le luci delle vetrine, dei grattacieli e delle insegne. In China Town ed in altri luoghi particolarmente caratteristici, come le lunghe passeggiate sul mare, sono state persino ricreate delle luminarie che avvolgono le vie e gli alberi, donando ai quartieri un’aria più pulita e sofisticata.

Anche la gente è poi stata doppiata nella nostra bella lingua e, quando si volteggia a bassa quota, è possibile sentir parlare le persone del “più e del meno”. Discorsi sciocchi, inutili ai fini del gioco, ma che rendono comunque più gradita e reale l’esplorazione della metropoli. “Lo sapevi che ieri mi ha lasciato!?” “Accidenti, dove lo trovo un idraulico a quest’ora!?!” “Se pensa che sia io a chiamarla dopo la cena di ieri sera…”

Rimanendo in tema di doppiaggio, posso solo dire che è stato svolto un ottimo lavoro. Più di dieci esperti doppiatori italiani hanno donato la loro voce ad altrettanti personaggi del gioco, condendo le scene con pathos, umorismo e sentimento. Un plauso particolare va fatto soprattutto ai doppiatori di Peter Parker ed Eddie/Venom, che hanno saputo rendere quasi filmica o cartoon l’esperienza delle sequenze d’intermezzo. Bravi ragazzi!

Al tutto, poi, si deve aggiungere l’ottimo utilizzo del cell shading, che ha saputo dare spessore e profondità ai volti ed alle espressioni dei personaggi. Senza parlare, poi, della grande cura con cui sono stati realizzati i modelli poligonali dei personaggi principali, primo fra tutti dello stesso Spider-Man, il cui corpo cambia colore e lucidità a seconda della luce che lo colpisce, mettendo in evidenza la muscolatura, le viarie ombre della tuta ed i colori classici del fumetto!

Purtroppo, però, ci sono comunque alcuni difetti che rovinano sensibilmente la parte tecnica del gioco, primo fra tutti l’evidente effetto di pop-up. Contrariamente a quanto accadeva nel prequel, infatti, mentre si girà per la city newyorkese i palazzi più grandi spuntano di continuo davanti ai nostri occhi, cambiando più e più volte forma, fino a stabilizzarsi del tutto solo quando distano dal nostro eroe alcune decine di metri. I grattacieli più grossi, poi, soprattutto nottetempo tendono a sparire o a mostrare evidenti bug grafici, segno purtroppo di un motore grafico ballerino e non curato con la stessa cura profusa negli altri particolari ampiamente lodati poco sopra.

Il secondo difetto riguarda invece la longevità dell’avventura principale, composta più o meno da sole 15 missioni. Portarla a termine non è certo un’impresa epocale, anzi, il tempo generale per arrivare a vedere i titoli di coda e sbloccare Venom potrebbe stimarsi attorno alle dodici ore.

A questo però si deve aggiungere tutta la trafila delle varie sottomissioni, quali: aiutare i cittadini in pericolo, ritrovare i 150 (ed oltre!) simboli, le gare d’agility, ecc…

Una volta finito il gioco sarà poi possibile controllare Venom ogniqualvolta lo si desideri, dando il via ad una vera e propria modalità di sopravvivenza. Con Mr. Tentacolo, infatti, guadagnerete punti su punti andando in giro a distruggere macchine, capovolgere le jeep della Shield, abbattere gli elicotteri dell’esercito o semplicemente fagocitando i vostri nemici. Scopo di questo ulteriore minigioco sarà quindi quello di totalizzare il maggior numero di punti prima che la polizia, l’esercito, la Shield e le forze speciali riescano ad avere la meglio su di voi. Noi siamo arrivati a totalizzare la modica cifra di 15.000pt, e voi?

 

SOFFRO DI VERTIGINI…

Insomma, Ultimate Spider-Man, al pari della sua versione DS recensita solo lo scorso mese, costituisce di certo una piacevole sorpresa, che non mancherà di divertire ed appassionare tutti i fans del comic, del cartone, dei due film (presto in arrivo il terzo) e non solo!

Ogni amante dei platform in generale, infatti, non potrà rimanere impassibile davanti all’incredibile libertà di movimento del ragnetto rosso-blu, di fronte alle sue incredibili animazioni, che gli consentono volteggi, capriole e salti della morte degni del Principe di Persia di casa Ubisoft.

Un titolo da avere, specie in questo periodo, dato che non ci sono in giro altri platform pronti a rubargli la scena.

Il magico mondo Marvel vi catturerà in men che non si dica!

PAGELLA

Sistema: Game Cube

Target: 12+

Genere: Piattaforma

Giocatori: 1

Produttore: Activision

Distributore: Activision

Versione: Pal

Requisiti: 15 Blocchi Mem.

Uscita: Disponibile

Video: Non Disponibile

 

 

Copertina:

L'intero gioco è doppiato in ottimo italiano. Eccellente!

 

 

 

 

 

 

 

FOTO:

Le sequenze animate, realizzate col motore del gioco, mettono in mostra l'ottimo impiego del cell shading. La camera, poi, si sposta da una vignetta ad un'altra in modo assolutamente originale e le animazioni dei personaggi non tradiscono le illustrazioni originali di Brian Michael Bendis e di Mark Bagley.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  Comandare Spider-Man è divertentissimo: la libertà d'azione è infatti illimitata perché il buon vecchio ragnetto rosso-blu può arrampicarsi praticamente ovunque! Anche i nemici, inoltre, sono realizzati con la medesima cura per i particolari: l'immagine lo conferma.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I livelli in cui ci si cala nei violacei e melmosi panni di Venom vengono introdotti da spettacolari sequenze di scontro tra i due personaggi.

Epica, naturalmente, la battaglia finale sul tetto della Trask Tower.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Se comandare Spidey è davvero divertente e appassionate, purtroppo non possiamo dire lo stesso quando i riflettori si posano su Venom. Distruggere tutto sarà anche inebriante, peccato però che il concept rasenti i canoni di quei vecchi picchiaduro a scorrimento in cui basta picchiettare di continuo sullo stesso tasto per avere la meglio sui nemici...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Finendo le sotto-quest sarà possibile sbloccare una gran quantità di costumi bonus tra cui spicca il caro Peter Parker in tenuta scolastica.

Noi volevamo MJ...

 

 

 

 

PAGELLA:

TRAMA:                          8,3

+ /

-  /

GRAFICA:                       7,7

+ Ottimo uso del cell shading!

- Pop up troppo vistoso...

SONORO:                       8,4

+ Doppiaggio di gran qualità!

- Musiche monotone...

GIOCABILITà:               8,4

+ Spidey è troppo agile!

- ...Venom troppo noioso...

LONGEVITà:                  7,2

+ Tanti extra e segreti.

- ...Storia principale corta.

GLOBALE:                      7,9

In definitiva,

Ultimate Spider-Man migliora quanto fatto dal prequel, rendendo ancor più bella e coinvolgente l'esperienza di essere, almeno una volta nella vita, un supereroe! Si può volteggiare a grandi altezze, sentendo il vento ululare tra le guglie dei grattacieli, oppure zigzare tra i palazzi ed i balconi, non mancando di catturare le frasi esclamate dai cittadini!

New York è grande, viva e realizzata davvero bene, così come i nemici e le locations più famose sembrano appena uscite dall'omonimo fumetto. Il modello poligonale di Spidey, poi, è unico: notevole è la cura per i particolari profusa in ogni sua animazione.

Peccato solo che evidenti difetti di pop-up rivelino l'esistenza di un motore tecnico non sempre all'altezza, anche se il risultato generale rimane comunque più che godibile.

L'avventura principale è un po' corta, ma i novelli arrampicamuri gireranno per mesi in quel di NY solo per trovare l'ultimo gettone che permetterà loro di sbloccare l'agognato costume bonus o l'ultima copertina da collezione!

Davvero un buon gioco, non ne rimarrete delusi, specie se vi è piaciuto Spider-Man 2!

PARLANE SUL FORUM!

Inserisci il tuo commento, dopodiché premi "Invio", ricordandoti di mettere il nome, il voto e l'oggetto!

Oggetto Mail 

 
Voto per il gioco
 

Malon 86 - 29/01/2006:
Voto: 7.5
Sì, sono il miglior sito di vg italiano e quello che visito di più. Le loro recensioni sono uniche e maniacalmente curate! Il gioco è da 8...

Foggo- 29/01/2006:
Voto: 8
Carlo e Mario&Yoshi: siete miticiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!

Sipply 18 - 29/01/2006:
Voto: 7.5
Concordo con tutto quello che dice l'articolo.

Crimmennao - 29/01/2006:
Voto: 8
Ottima recensione, la più bella che abbia mai letto. Anche il gioco mi ispira parecchio...

Lordor - 29/01/2006:
Voto: 8
Dopo questa bellissima recensione non posso che prenderlo sicuramente!
Pagine: 1
-2-3.

Ritorna alla pagina principale del Magazine!Vai all'elenco dei giochi recensiti!Vai all'elenco delle anteprime!Vai al Nintendo DS friends, il sito gemello del Mario&Yoshi's friends -MAGAZINE- per scoprire tutto sul portatile doppioschermo di Nintendo!Torna alla pagina iniziale del sito!

Clicca qui se vuoi la traduzione di uno dei nostri articoli in inglese o in francese!