Per sapere il motivo di queste integrazioni, oltre la mia esperienza, clicca QUI
Per sapere cosa è il PRIMO FLAGELLO umano che si chiama CAFFE'
clicca
QUI Leggi quanto riporta il sito PAGINE MEDICHE "area medica" della CAFFEINA Clicca QUI inoltre è un INSETTICIDAClicca QUI e lo ZUCCHERO: dannoso e tossico come il CAFFE', l'ALCOOL ed il TABACCOClicca QUI  Per tutta la documentazione in nostro possesso clicca QUI

Dopo, vuoi leggere anche le esperienze di altri? clicca QUI

le CIPOLLE ed il dito a martello ai piedi  QUI
i calli e gli occhi di pernice ai piedi   QUI
la OSTEOPOROSI di Franca
  QUI
la MACCHIA NERA sul viso di Franca
  QUI
la COLONNA VERTEBRALE di Franca
 QUI

Al di là degli esami finali che dimostrano la GUARIGIONE dalla OSTEOPOROSI di Franca, questo video testimonia chiaramente come può essere il suo scheletro e di conseguenza la sua DENSITA' OSSEA.
A suo tempo faremo la MOC per averne la conferma certa, intanto il ballo (bughi-bughi compreso), la ginnastica giornaliera, la palestra e la piscina sono le attività prioritarie, ingoiando CIBI NATURALI per mantenerci la SALUTE ogni giorno.
Il bughi-bughi alle prime armi di Franca Al Mitho il 16 novembre 2014
https://www.facebook.com/video.php?v=934569169889180&set=o.421769504582450&type=3

Con questa nostra esperienza voglio dimostrare l'INUTILITA' e la PERICOLOSITA' delle invenzioni umane sia in ATTREZZATURE QUI, le quali sono riuscite solo a creare in noi PAURE e SCONFORTO, che in FARMACI CHIMICI QUI i quali non abbiamo MAI ritenuto opportuno di prendere, ingoiando invece i soli "ALIMENTI ESSENZIALI" QUI dove siamo stati GENERATI QUI, quindi il nostro SOLVENTE NATURALE che quindi SOLO questi con la EVOLUZIONE e la AUTO GUARIGIONE QUI e QUI possono darci e mantenerci la SALUTE.

Ed ora invece è importante essere a conoscenza di cosa può causare nel primo periodo il fatto di ingoiare la vitamina D costantemente.
"Dolore ai muscoli e alle ossa
Questo è un effetto collaterale della vitamina D, che non è così facile che accada ed è in realtà un segno che è davvero necessario continuare a prendere la vitamina D. Se si verificano dolori da vitamina D molto probabilmente significa che le ossa si sono un po' demineralizzate per la carenza di vitamina D, per un periodo molto lungo. Quando le ossa sono demineralizzate e si inizia la terapia di vitamina D, questo comporta un ritorno del calcio nelle ossa. Quando il calcio va nelle ossa, porta con sé fluidi. Questi fluidi possono effettivamente causare una piccola espansione della "matrice del collagene" all'interno delle ossa e questa espansione spinge contro la copertura esterna dell'osso, che è molto flessibile e ha ampie terminazioni nervose.
In questo caso, si può sperimentare questo dolore osseo o, addirittura, dolore muscolare. In caso di insorgenza o peggioramento del dolore in seguito all'assunzione della vitamina D, che non fa parte delle controindicazioni della vitamina D, non c'è un motivo per essere spaventati o per smettere di prendere la vitamina D. Se si continua con la terapia di vitamina D, il dolore dovrebbe diminuire in alcune settimane. A questo disagio, si evidenzia un grosso vantaggio nel lungo termine, se si riesce a gestire il dolore per questo periodo e andare oltre."
Clicca QUI

Quanto sopra è la conferma di quanto riporta questo pezzo:
Immaginai che la mia famiglia dovesse avere una predisposizione genetica alla carenza di vitamina D3, così innalzai la dose a 20.000 UI al giorno e poi ancora a 50.000 e persino a 100.000 UI al giorno... e tutti è (la mia) storia.
Nel giro di un mese, iniziai a sentirmi molto energico, ma i dolori alle ossa e articolazioni non erano mai guarite del tutto.
Non avevo paura, perchè avevo letto che la vitamina D3 era considerata l'ormone che rimodella ossa ed articolazioni. Avevo anche letto che nei ratti con una zampa rotta a cui veniva somministrata la D3 la frattura guariva completamente, mentre nei ratti del gruppo di controllo era rimasto un grosso callo intorno alla frattura ricomposta.
Nel giro di cinque mesi, l'unghia dell'alluce ingiallita per la micosi stava tornando normale, la displasia dall'anca stava guarendo e sentivo le spalle sane come non lo erano mai state (con 4.000 UI al giorno). Dopo un anno, notai che osteofita al gomito era scomparso, la cisti sottocutanea si era rotta e dissolta e la cisti gangliare si era ridotta dalla dimensione di una mezza pallina da golf a quella di un pisello, e non faceva più male anche se era ancora rigida.
Mi chiedevo: perchè mai con l'evoluzione si è creato un ormone che si attiva con la luce solare?
Ciò mi ha portato all'idea di una sindrome da RIPARAZIONE INCOMPLETA, attraverso cui l'EVOLUZIONE pensa di farci restare inattivi in inverno quando le risorse sono scarse, dunque i disturbi vengono riparati solo quel tanto che basta per sopravvivere. Poi, il segnale della vitamina D3 attivato dalla luce annunciata che è arrivata l'estate le risorse sono disponibili, così il corpo annulla la RIPARAZIONE INCOMPLETA e avvia la guarigione corretta usando le risorse necessarie.
In seguito ho scoperto che, negli orsi, un calo drastico nei livelli di D3 è un segnale che avvia la preparazione per l'ibernazione, che include un aumento del 70% del peso corporeo.
Dopo alcune ricerche -guarda un pò- ho scoperto che le persone OBESE hanno una gravissima carenza di vitamina D3!

Ciò mi ha portato ad una successiva idea di una sindrome di livello superiore:
LA SINDROME DI IBERNAZIONE UMANA (SIU), in cui se qualcuno ha per tutto l'anno livelli bassi di vitamina D3 e per tutta la vita evita il sole e usa filtri solari, alla fine diventerà OBESO per prepararsi all'IBERNAZIONE durante l'ipotetica carestia invernale. Oltre a innescare l'aumento di peso, la SIU potrebbe anche ridurre il consumo di energie preziose. A questo proposito, la SIU potrebbe inoltre indurre la depressione per tenere i soggetti chiusi in casa/nella caverna. I bassi livelli di D3 ci rendono anche più suscettibili all'influenza, normalmente innocua, che richiede una settimana a letto e ci fa conservare altre preziose energie.
Clicca QUI
A conferma REALE di quanto sopra, ecco la esperienza di Franca che ingoia 60 gocce pari a 15.000 UI al giorno di vitamina D3 della Dibase 10000 UI gocce, iniziando il 10 febbraio 2014 con la conclusione in data 10/09/2014 dal chirurgo vascolare dell'Ospedale Carli di Cuneo interessante da leggere in fondo di cui dall'ottobre 2014 tutto è ritornato normale.

Prima di farti leggere la nostra personale esperienza mi sento in dovere di farti una giusta domanda molto esplicativa in merito:
MI SAI INDICARE UN ESSERE VIVENTE CHE ABBIA BISOGNO DI RIVOLGERSI AD UN SUO SIMILE PER FARSI CURARE LA SALUTE?
Per intenderci un leone che ha bisogno di un altro leone, un cerbiatto di un altro cerbiatto, un coccodrillo di un altro coccodrillo ma peggio ancora un melo da un altro melo o un pero di un altro pero?
NO!?!?!?!?!?
ma se dici NO, come puoi pensare che ad avere bisogno di un suo simile, al mondo sia solo l'Homo Sapiens? Come puoi pensare che Madre Natura e la EVOLUZIONE lo castighino così duramente?
Oppure vi sono altre ragioni e risposte valide a queste domande?
E'certo che a convincerti che l'avere bisogno di un tuo simile è esattamente il tuo SIMILE, e per quale ragione questo lo farà?
E facile capire che c'entra SOLO LA CONVENIENZA, ma se ammetti che sia SOLO LA CONVENIENZA a farlo agire in questo modo, allora devi capire che per renderti alla pari degli altri ESSERI VIVENTI, che sono AUTONOMI PER TUTTA LA LORO VITA, allora devi rivolgerti diversamente per avere le giuste risposte.
Non restando altro se non quello che di cui ognuno di noi si CIBA, perchè TUTTI INSIEME non rivolgiamo il nostro sguardo verso quella parte?

La storia della TROMBOSI GIUGULARE SI, TROMBOSI NO per Franca è iniziata la domenica 30 marzo 2014 con la conclusione in data 10/09/2014 dal chirurgo vascolare dell'Ospedale Carli di Cuneo interessante da leggere in fondo.
Quel mattino ci siamo svegliati e lei ha sentito che qualcosa le tirava tra il collo e la spalla sinistra, dove si vedeva la fossa sovraclaveare gonfia che di solito per lei è incavata.
Questo fatto era già successo molti anni fà, ma fatte a suo tempo le dovute ricerche con Raggi X e quant'altro non era emerso alcun problema evidente. Quindi tutto era finito lì.
Ora rivedendo questo gonfiore, il primo nostro pensiero e comportamento è stato di ingoiare tre cucchiaini di ACIDO ASCORBICO ogni ora, visto lo STRESS in corso.

Con questo trattamento fatto per 5 volte di seguito, alla sera il gonfiore era sparito.

Ci recammo però dal dottore curante che parlandogli del fatto propose una radiografia ed una eco Doppler TSA per accertamenti.

Alla prenotazione i Rx ci furono prenotati per il 05/04/2014 mentre la eco Doppler nel mese di giugno.

Questo il responso della radiografia eseguita il giorno prenotato:

Radiografia torace:
Diffuso ispessimento dell'interspizio perlbroncovasale in sede perilare e alle basi con fenomeni disventilativi in sede sovradiaframmatica destra, in assenza di sicure lesioni pleuroparenchimali in fase attiva.
Emidiaframmi appianati con riduzione di ampiezza dei seni costofrenici prevalentemente a sinistra.
Modesto incremento dei diametri cardioaortici.
Bra 08/04/2014

http://digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/francatrombosi1.PNG

 

Purtroppo non avevamo fatto i conti con il suo corpo che in data 27 aprile 2014, svegliandosi nuovamente col gonfiore nella stessa parte, ci siamo decisi di recarci al Pronto Soccorso.

Questa la Valutazione Clinica

IPOTESI DIAGNOSTICA ALL'INGRESSO:  Tumefazione sovraclaveare sinistra

ANAMNESI: La paziente riferisce tumefazione dolente in sede sovraclaveare sinistra, insorto 4 settimane fà, per cui il curante aveva consigliato Rx torace (disventilazione basale senza lesioni pleuroparenchimali a focolaio) e eco Doppler TSA, prenotato per giugno. Dopo qualche giorno regressione della tumefazione. Stamane ripresa dell'endema con dolore e difficoltà alla mobilizzazione del capo, per cui è veuta in PS
nega febbre, nega tosse o disuria. Nega epigastralgia. Dopo la menopausa non più visita ginecologica.
Ultima mammografia riferita nella norma effettuata circa 2 anni fa.

http://digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/francatrombosi2.PNG

 

Visti i risultati dei Rx si è proceduto a fare la eco Doppler con esito negativo sospetto, quindi si iniziò a parlare di TROMBOSI GIUGULARE SI, TROMBOSI NO e venne proposto un ricovero per approfondimenti che Franca rifiutò.

Questo il responso della CONCLUSIONE del pronto soccorso
DATA/ORA CONCLUSIONE: 28/04/2014 10:58
DIAGNOSI DI DIMISSIONE:
sospetta trombosi vena anonima sx
ESITO: Dimesso. si affida al Medico Curante
TRIAGE ALLA DIMISSIONA:
NON urgente
INDICAZIONI ALLA DIMISSIONE: continua con la terapia in corso

http://digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/francatrombosi.png

Penso che con questo responso sospetta trombosi qualsiasi persona normale si senta agitata ed anche di più. Difatti in due giorni Franca ha perso 2 kg. poichè le era passato l'appetito dalla FIFA, ed io ero poco tranquillo.
Devo far notare che dopo un giorno la parte si è sempre sgonfiata, ma dato che si è parlato di TROMBOSI GIUGULARE, la PAURA ha preso il sopravvento ed il mattino successivo, il 28/04/2014 dato che la parte era ancora gonfia allora siamo ritornati al Pronto Soccorso con questa la Valutazione Clinica

ANAMNESI: In PS come da indicazione dalla dimissione di ieri per rivalutazione in sospetta trombosi giugulare ipotizzata al controllo ecografico delle parti molli. D-dimero negativo.
APR: da circa 4 settimane comparsa di tumefazione in sede sovraclaveare sx. Non febbre, non tosse sempre buona salute.
ALLERGIE: non note
TERAPIA IN ATTO A DOMICILIO: dibase 60 gocce/die, acido ascorbico, cloruro di magnesio, lisina, vitamina E, selenio, melatonina.
http://digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/francatrombosi3.PNG

 

per accertamenti viene proposto una ecodoppler che viene eseguita in mattinata come si vede dalla pagina:

Eseguito ecodoppler: reperto di non univoca interpretazione.

Ecocolardoppler collo in sosp TVP VGI sx.

 

Intanto si è continuato ad ingoiare alte dosi di ACIDO ASCORBICO.

 

Intanto venne il 01 maggio 2014 e dato che si era prenotata una visita ai giardini di Villa Taranto a Stresa con una gita, alle 3.30 ci siamo alzati ed all'orario stabilito siamo saliti sul bus viaggiando ore per l'arrivo. Abbiamo poi camminato per ore con il pranzo al sacco. La sera tardi l'arrivo a casa senza alcun intoppo e la parte completamente sgonfia .

 

Però il 02/05/2014 a sera la parte era nuovamente gonfia ed il 03/05/2014 avendo sopratutto la PAURA della sopradetta sospetta TROMBOSI GIUGULARE, siamo ritornati al Pronto Soccorso:

questa la Valutazione Clinica

ANAMNESI: giunge in PS per tumefazione alla base del collo sx. Già valutata in PS nei giorni scorsi x lo stesso motivo, per cui è stata proposta angioTC nel dubbio di trombosi della giugulare, ma la paziente ha rifiutato.
AP. buona salute
ALLERGIE: nega
TERAPIA IN ATTO A DOMICILIO: dibase, acido ascorbico, cloruro di magnesio, lisina, vitamina E, selenio, melatonina.
http://digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/francatrombosi4.PNG

 

Si procede anche in una nuova Ecocolordoppler che viene fatta in mattinata:

Su richiesta della Collega Internista si effettua Ecocolordoppler del collo (venoso)
A sinistra normale pervietà e comprimibilità della vena giugulare
Al confluente giugulo succlavio presenza di materiale ecogeno con riduzione dei flussi rispetto al lato opposto
Sospetta trombosi parziale del confluente giugulo succlavio sinistro.

 

Come risulta dal certificato fu proposta una TAC per vedere meglio che Franca rifiutò.

Però nei giorni successivi ci siamo recati dal nostro dottore curante che ci consigliò di fare anche la angioTC che venne eseguita il 12/05/2014 con questo risultato:

 

Studio contrastografico bifasico mirato in particolare alla valutazione dei vasi cervicali.
In riferimento al quesito diagnostico e a precedente reperto US, si conferma dominanza venosa giugulare destra, con minor calibro della vena giugulare interna di sinistra ove, tuttavia, non sono dimostrabili franchi fenomeni trombotici. Nella pregressa sede di tumefazione laterocervicale oggi non sono dimostrabili espansi con carattere di impregnazione patologico; areola di tessuto modicamente iperdenso all'apice e con margini poco definiti, di circa 15 mm si apprezza a sinistra al confine tra il livello IV di Robbins e la fossa sovraclaveare, senza senza chiaro carattere di evolutività e ancora di possibile natura linfonodale.
Regolare pervietà dimostrano bilateralmente gli assi carotidei, senza evidenza di significativi fenomeni stenitici. Anche le arterie vertebrali risultano regolarmente pervie.
Discreto ingrandimento della ghiandola tiroide, parzialmente affondata in mediastino e con calcificazione lobare sinistra.
Non si dimostrano. per quanto valutabile in presenza di importanti artefatti da indurimento del fascio per protesi dentaria metallica inamovibile, asimmetria della colonna aerea faringo-laringea con anomalie di impregnazione sospette per processi evolutivi.
Formazione di aspetto cistico di circa 5 mm nel contesto della tonsilla linguale sul versante destro. Per il resto, regolare apetto di lingua, epiglottide, piano glottico e ghiandole salivari maggiori ai piani di scansione esaminati.
Modesti fenomeni di ispessimento mucoso interessano le cellette etmoidali e i seni mascellari (in particolare a destra).
Modeste adenopatie leterocervicale di aspetto reattivo raggiungono calibro massimo paria a circa 12 mm in prossima degli angoli mandibolari.
Non evidenti linee di frattura carico delle strutture scheletriche.
http://digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/francatrombosi5.PNG

 

Ritirato questo esame ci siamo recati dal nostro dottore curante che ci ha consigliato di fare una ultima visita da un chirurgo angiopatico dell'Ospedale S.Croce e Carle Cuneo per avere un responso preciso.

Si ebbe la prenotazione in data 10/09/2014

Nella data, questo è il responso di questo dottore:

Gentile collega,
ho visitato e presa visione della documentazione della signora Franca.
L'esame obiettivo è negativo con presenza dei polsi ed esclusione dei edema. La paziente è asintomatica.
Per quanto riguarda la sua problematica insorta ad Aprile come faccio ad esprimere un parere se in tutti gli esami eseguiti si parla sempre di "sospetta" trombosi?
L'ultimo esame eseguito di II° livello quale l'AngioTC sclude quanto detto sopra e pertanto se mi devo attenere a quanto scritto dal collega non vi sono del mio punto di vista indicazioni di chirurgia vascolare. Inoltre ammesso anche che ci fosse una t.v.p. dell'arto superiore questa non viene mai trattata chirurgicamente.
Mi dispiace di non fornirti maggiori delucidazioni.
Cordiali saluti.

http://digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/francatrombosi6.PNG

 

Devo fare presente che dopo aver visionato la documentazione, e dopo aver rilevato la nostra provenienza, le sue prime parole furono:

"Avete fatto un viaggio inutile in quanto sua moglie non ha nulla"

ed ancora

"non capisco il comportamento dei miei colleghi, in quanto la TROMBOSI o c'è o non c'è".

A quelle prole ho capito esattamente cosa voleva dire questo dottore in quanto insospettabile l'operato dei suoi colleghi.

In ogni modo ed in ogni maniera si deve produrre LAVORO, più LAVORO viene svolto e più RENDE (qualcuno alla fine PAGA, vero?) a questa congregazione anche se alla fine si sà benissimo che è SEMPRE TUTTO INUTILE se non DANNOSO.

Non lo dico per cospirazione, ma questo è il risultato delle persone che hanno vissuto personalmente esperienze come la nostra.

 

Infine, informo comunque che col tempo ed ingoiando con costanza come da:

"TERAPIA IN ATTO A DOMICILIO: dibase 60 gocce/die, acido ascorbico, cloruro di magnesio. lisina, vitamina E, selenio, melatonina."

denunciata al Pronto Soccorso e con l'ACIDO CITRICO, NIACINA ed OMEGA 3, iniziata per Franca il 01 luglio 2012, la situazione si è regolarizzata da sola e piano piano viene dimenticata anche la TROMBOSI INESISTENTE, poichè andando anche solo a ginnastica se il pericolo fosse stato VERITIERO e REALE, non riesco ad immaginarne l'epilogo.

Anche perchè sono certo che le dosi di vitamina D di 60 gocce pari a 15000 UI al giorno abbiano avuto la sua importanza e probabilmente ne sono la CAUSA e  al CURA.

 

Oggi 01 gennaio 2015 aggiorno la ingestione di 60 gocce pari a 15000 UI al giorno di vitamina D3 della DIBASE e TUTTI i fastidi e sintomi provati e descritti nel tempo sono spariti del tutto. 

 

Ecco cosa recita la pagina sulla vitamina D:

"Nel giro di un mese, iniziai a sentirmi molto energico, ma i dolori alle ossa e articolazioni non erano mai guarite del tutto. Non avevo paura, perchè avevo letto che la vitamina D3 era considerata l'ormone che rimodella ossa ed articolazioni. Avevo anche letto che nei ratti con una zampa rotta a cui veniva somministrata la D3 la frattura guariva completamente, mentre nei ratti del gruppo di controllo era rimasto un grosso callo intorno alla frattura ricomposta.
Nel giro di cinque mesi, l'unghia dell'alluce ingiallita per la micosi stava tornando normale, la displasia dall'anca stava guarendo e sentivo le spalle sane come non lo erano mai state (con 4.000 UI al giorno). Dopo un anno, notai che osteofita al gomito era scomparso, la cisti sottocutanea si era rotta e dissolta e la cisti gangliare si era ridotta dalla dimensione di una mezza pallina da golf a quella di un pisello, e non faceva più male anche se era ancora rigida.
Mi chiedevo: perchè mai con l'evoluzione si è creato un ormone che si attiva con la luce solare?
Ciò mi ha portato all'idea di una sindrome da RIPARAZIONE INCOMPLETA, attraverso cui l'EVOLUZIONE pensa di farci restare inattivi in inverno quando le risorse sono scarse, dunque i disturbi vengono riparati solo quel tanto che basta per sopravvivere. Poi, il segnale della vitamina D3 attivato dalla luce annunciata che è arrivata l'estate le risorse sono disponibili, così il corpo annulla la RIPARAZIONE INCOMPLETA e avvia la guarigione corretta usando le risorse necessarie.
In seguito ho scoperto che, negli orsi, un calo drastico nei livelli di D3 è un segnale che avvia la preparazione per l'ibernazione, che include un aumento del 70% del peso corporeo.
Dopo alcune ricerche -guarda un pò- ho scoperto che le persone OBESE hanno una gravissima carenza di vitamina D3!

Ciò mi ha portato ad una successiva idea di una sindrome di livello superiore:
LA SINDROME DI IBERNAZIONE UMANA (SIU), in cui se qualcuno ha per tutto l'anno livelli bassi di vitamina D3 e per tutta la vita evita il sole e usa filtri solari, alla fine diventerà OBESO per prepararsi all'IBERNAZIONE durante l'ipotetica carestia invernale. Oltre a innescare l'aumento di peso, la SIU potrebbe anche ridurre il consumo di energie preziose. A questo proposito, la SIU potrebbe inoltre indurre la depressione per tenere i soggetti chiusi in casa/nella caverna. I bassi livelli di D3 ci rendono anche più suscettibili all'influenza, normalmente innocua, che richiede una settimana a letto e ci fa conservare altre preziose energie."
http://digilander.libero.it/genfranco2/Immagini/vitaminadluciano.htm

 

                      Sai cosa è il CLORURO DA MAGNESIO ? vai su
                                 
www.genfranconet.tk

                                Ecco invece i siti che potrebbero cambiarti la VITA
                                                      www.dr-rath-foundation.org
                                                      www.massimopietrangeli.net
                                         www.aerrepici.org/forum/forum.asp?FORUM_ID=1

I link che NON ti devi perdere sono: cliccaci sopra poi te li leggi con comodo.

http://digilander.libero.it/genfraglo/VolontariWEB.com_files/lapelle.htm

http://digilander.libero.it/genfraglo/VolontariWEB.com_files/lettura.htm

http://digilander.libero.it/genfraglo/VolontariWEB.com_files/esperienze.htm

Se NON hai ancora visitato il nostro sito ti consiglio di visitarlo e per capire cosa è l'ACIDO ASCORBICO devi leggere le pagine più importanti che sono: CHI SIAMO, LA DONNA,
SITO SECONDO, SITO TERZO, SITO QUARTO, SITO SESTO,
SITO DECIMO.

                           Quindi clicca per SAPERNE di più sull'ACIDO ASCORBICO
                         
oppure:
                                    www.genfranconettt.tk