Home -- Le vostre Foto 1

LE VOSTRE FOTO

Guardare foto di belle donne in sottoveste è cosa che fa piacere, ma rimane sempre il dubbio che tutto sia una semplice forma di commercio e che le modelle, nonostante la loro bellezza, siano molto lontane dall'indossare la sottoveste nella normalità quotidiana. Questa parte del sito è dedicata a coloro che oltre alla forma amano anche la sostanza, quella sostanza che solo le normali donne della nostra vita ci sanno offrire.
Per l'invio delle vostre foto private contattatemi alla seguente email:

sottoveste@virgilio.it



GLI SCATTI DI ALAN 68

Penso che le foto valgano molto di più delle parole, questo è il pensiero di ALAN68.
Se invece volete anche le parole potete leggere un suo racconto nella pagina 4 dell'apposita sezione.
vai al racconto

Potete scrivergli i vostri pareri e consigli alla seguente email: lettiga2003@libero.it

segnalazione novità aggiornamento 13/Dicembre/2014 segnalazione novità
la sottoveste by alan68 800 la sottoveste by alan68 801 la sottoveste by alan68 802 la sottoveste by alan68 803 la sottoveste by alan68 804

segnalazione novità aggiornamento 06/Dicembre/2014 segnalazione novità
Sottoveste blu elettrico parte 4
la sottoveste by alan68 795 la sottoveste by alan68 796 la sottoveste by alan68 797 la sottoveste by alan68 798 la sottoveste by alan68 799

segnalazione novità aggiornamento 29/Novembre/2014 segnalazione novità
Sottoveste blu elettrico parte 3
la sottoveste by alan68 790 la sottoveste by alan68 791 la sottoveste by alan68 792 la sottoveste by alan68 793 la sottoveste by alan68 794

segnalazione novità aggiornamento 22/Novembre/2014 segnalazione novità
Sottoveste blu elettrico parte 2
la sottoveste by alan68 785 la sottoveste by alan68 786 la sottoveste by alan68 787 la sottoveste by alan68 788 la sottoveste by alan68 789

aggiornamento 15/Novembre/2014
Sottoveste blu elettrico parte 1
la sottoveste by alan68 780 la sottoveste by alan68 781 la sottoveste by alan68 782 la sottoveste by alan68 783 la sottoveste by alan68 784

aggiornamento 25/Ottobre/2014
Un giorno al parco
FOTORACCONTO
Camminando, capita frequentemente di incontrare donne che indossano aderenti gonne, e spesso la nostra fantasia, inizia a scivolare in quell’eccitante vortice che ci porta a immaginare che cosa le signore indossino sotto una normalissima gonna in tessuto jeans di lunghezza media.

Quel giorno ero al parco e stavo passeggiando godendomi la giornata autunnale un po’ uggiosa ma comunque piacevole, era un sabato pomeriggio e il parco a quell’ora, complice il cielo grigio e una pioggerellina che qualche ora prima si era abbattuta sulla città, non invitava né i vecchi e nemmeno i giovani, ad una frequentazione, seppure fuggevole.

Incontrai la signora nel sottopasso che consentiva di attraversare la soprastante strada a scorrimento veloce. Usciva dalla rampa camminando velocemente assorta nei suoi pensieri e non potei non fare a meno di notarla: indossava un’aderente gonna di jeans, un paio di collant neri e un paio di stivali dello stesso colore. La fermai con una scusa banale e subito azzardai un complimento che non so cosa fece scattare in lei, ma la sorprendente reazione che ne seguì, la documentai attraverso le foto che ora inserirò nel mio racconto di quell’incredibile quanto piacevole sabato pomeriggio.
la sottoveste by alan68 767
Eravamo entrambi fermi sulla rampa che portava al sottopasso, la signora davanti a me, in gonna jeans, collant e stivali neri, alla quale chiesi cortesemente di alzarsi la gonna per mostrarmi le cosce.

Mi sarei aspettato un urlo, una richiesta di aiuto perché un ignoto individuo, anche se ben educato, la stava molestando in un luogo pubblico e per giunta, nemmeno molto frequentato ... il luogo quasi ideale per tentare una molestia pesante o uno stupro veloce (una sveltina … tanto per capirci).

Invece accadde qualcosa che mi lasciò di sasso!

Ovvero, fece ciò che non mi sarei aspettato facesse: si alzò l’orlo della gonna mostrandomi il pizzo della sottoveste nera che indossava. Restai piacevolmente sorpreso e non persi l’occasione di scattare la foto.
la sottoveste by alan68 768
Capii che non avrebbe urlato o chiesto aiuto, ma che si sarebbe prestata a quello strano gioco erotico del vedo e non vedo, messo in atto in modo così estemporaneo nel sottopasso di un parco pubblico.

Ma è proprio con l’improvvisazione che accadono le cose più divertenti e piacevoli.

La signora non si scompose, restò in quella posa invitandomi con un cenno del capo ad avvicinarmi per poter fotografare meglio il pizzo della sottoveste che mi stava mostrando dietro mia garbata richiesta.

Armeggiai con il telefonino pregando che non mi piantasse in asso proprio mentre stavo cominciando a divertirmi e scattai la seconda fotografia, mentre la signora osservava con attenzione che attorno al nostro siparietto non si avvicinasse qualche indesiderato frequentatore del parco, magari a quell’ora lì presente soltanto per far fare i bisognini al proprio quadrupede da salotto.

Con mano tremante e col cuore a mille per l’eccitazione scattai un immagine più ravvicinata di quell’eccitante pizzo che la sconosciuta signora mi stava mostrando senza alcuna vergogna.
la sottoveste by alan68 769
A quel punto presi ulteriore coraggio e le chiesi se fosse stata disposta a farsi fotografare le mutandine.

Mi disse che non lo avrebbe fatto e poi mi chiese di seguirla attraverso il parco ove mi avrebbe concesso un’ulteriore serie di scatti se mi fossi impegnato a non esagerare. Compresi che la richiesta delle mutandine era stata eccessiva, in fondo eravamo due sconosciuti e non capita tutti i giorni che una signora accetti di buon grado di farsi fotografare in un parco da una persona che incontra per la prima e forse unica volta.

Avevo collezionato non pochi scatti di donne in gonna o in sottoveste, ma spesso si trattava di foto rubate nei supermercati, per strada o in altri luoghi pubblici, ed era questa la mia prima volta dove trovavo una persona consenziente e disposta a soddisfare – almeno in parte – le mie richieste.

La signora prese a camminare attraverso il parco chiedendomi quali fossero i posti più interessanti per farsi riprendere senza avere occhi indiscreti attorno. Data la scarsa frequentazione per via della giornata autunnale, le risposi che qualunque posto sarebbe andato bene, anche una panchina lungo uno dei vialetti di norma frequentati da pensionati, ragazzi, nonne con bambini o frettolosi impiegati degli adiacenti uffici pubblici le cui finestre si affacciavano sul lato nord del giardino.

Trovammo un luogo idoneo alla bisogna e la signora si sedette accanto a un putto in pietra ricoperto da muschio ed erba. La gonna jeans tesa tra le cosce un po’ aperte, nascondeva quella eccitante sottoveste nera che la sconosciuta mi aveva mostrato con tanta naturalezza all’uscita del sottopasso.

Stavo cominciando ad eccitarmi e avevo tanta voglia di allungare le mani ma; se volevo ottenere qualcosa di più, capii che dovevo sottostare al gioco che la signora stava portando avanti con molta tranquillità.
la sottoveste by alan68 770
La gonna jeans, tesa dalle cosce un po’ aperte (segno di esplicita provocazione) mi stava eccitando sempre di più. Feci forza a me stesso per non saltarle addosso in quel preciso istante, desideroso di trascinarla dietro un cespuglio, rompendole collant e mutandine per violentarla in quel parco, incurante delle sue urla o di chi sarebbe eventualmente potuto intervenire in suo aiuto. Ma lo stupro non si verificò e continuai a stare a quello strano ma eccitante gioco.
la sottoveste by alan68 771
Ci appartammo dietro un gruppo di alberi e questa volta la signora si sollevò solo un lembo della gonna jeans, mostrandomi il pizzo della splendida sottana che indossava.
la sottoveste by alan68 772
Raggiungemmo una panchina e lei si sedette, alzandosi nuovamente con tranquillità la gonna per farmi godere della visione di quel pizzo che mi stava praticamente facendo impazzire. Continuai a fotografarla.
la sottoveste by alan68 773
Poi la signora accavallò le cosce per mostrarsi di profilo permettendomi di fotografare meglio quell’eccitante pizzo fuori uscito dall’orlo della gonna jeans.

Gettai uno sguardo attorno a noi per accertarmi che non vi fosse nessun estraneo nelle vicinanze e mi avvicinai per fotografare meglio.

Mi accorsi di tremare per l’eccitazione.
la sottoveste by alan68 774
Fotografai più da vicino quel ben di dio di cosce avvolte da un pesante collant nero e così spontaneamente mostrate, sperando che a quelle foto nel parco si aggiungesse un seguito di ben altra natura …

Ma quando desideroso di spingermi oltre, azzardai un tiepido tentativo di apertura cosce per cercare di fotografare le mutandine, la signora si ritrasse sdegnata.

Mi allontanò guardandomi in cagnesco, chiuse le gambe e si alzò dalla panchina, iniziando a camminare.

Restai pietrificato da quella reazione che ritenni inaspettata anche se razionalmente avrei dovuto prevederla, ma dato che mi sentivo eccitato come un adolescente alla sua prima esperienza, la sottovalutai.

E fu un errore.

Dunque il gioco era finito ?

Sembrava proprio di si, stando alla scena che stavo vivendo in quel preciso istante.

Un fuoco di paglia, eccitante tanto da farmi girare la testa, ma soltanto un semplice fuoco di paglia.

Solo alcuni scatti presi in un sottopasso e un lembo di sottana con un bellissimo pizzo nero mostrata su una panchina ?

Tutto qui ?

Tutto il resto soltanto fantasie scaturite nella mia testa bombardata da una tempesta ormonale in pieno svolgimento.

Mi diedi dello stupido.

E avevo ragione … qualcosa stava per verificarsi ma non secondo quello che la mia mente immaginava.
la sottoveste by alan68 775
Restai fermo guardandola allontanarsi, ma poi ad un tratto, la signora si fermò per bere ad una fontanella e quando ebbe finito di dissetarsi mi fece cenno di avvicinarsi.

Ma il gioco era finito per davvero o stava continuando ancora ?

Decisi di seguirla ma senza importunarla più del necessario.
la sottoveste by alan68 776
Raggiungemmo la sua auto, posteggiata poco distante. La signora mi invitò a salire a bordo chiedendomi di fotografarla sotto la gonna; lì dentro mi disse che eravamo lontani da sguardi indiscreti.

Non mi feci scappare l’occasione e di fronte a questo esplicito invito, la accontentai, pregando sempre che la macchina fotografica del telefonino non mi piantasse in asso proprio adesso, nel momento che tanto avevo desiderato.

Per fortuna, l’evento tanto temuto non si verificò.

La signora si tranquillizzò ed io pure, poi ne approfittai … ma solo per fotografarla.
la sottoveste by alan68 776
Ed ecco il panorama che la donna del sottopasso nascondeva sotto la gonna di jeans.
la sottoveste by alan68 777
Un collant talmente nero e pesante da non lasciarmi intravedere nemmeno una flebile traccia delle mutandine che indossava se poi davvero le indossava.
la sottoveste by alan68 778
Restai col dubbio, però non fu una delusione, in fondo avevo ottenuto tanto … anzi, tantissimo.

Mi pregò di non andare oltre, quasi mi implorò di non toccarla e sebbene dovessi combattere contro la mia eccitazione, lo feci. Mi astenni dall’infilarle le mani nel collant come tanto avrei voluto.

Non fu facile, ma tenni fede alla mia parola.

La signora calò il sipario e la cosa finì, questa volta definitivamente.
la sottoveste by alan68 779
Mi ringraziò con un casto bacio sulla guancia e poi mi chiese di scendere dall’auto.

Obbedii a quella richiesta e lei senza neanche degnarmi di uno sguardo mise in moto e si allontanò lasciandomi avvolto da una nuvola di fumo grigiastro come la giornata che oramai, a parte quella breve parentesi decisamente fuori dall’ordinario, si avviava mestamente ad una conclusione.
FINE

aggiornamento 11/Ottobre/2014
la sottoveste by alan68 762 la sottoveste by alan68 763 la sottoveste by alan68 764 la sottoveste by alan68 765 la sottoveste by alan68 766
la sottoveste by alan68 757 la sottoveste by alan68 758 la sottoveste by alan68 759 la sottoveste by alan68 760 la sottoveste by alan68 761

aggiornamento Settembre 2014
la sottoveste by alan68 752 la sottoveste by alan68 753 la sottoveste by alan68 754 la sottoveste by alan68 755 la sottoveste by alan68 756
la sottoveste by alan68 747 la sottoveste by alan68 748 la sottoveste by alan68 749 la sottoveste by alan68 750 la sottoveste by alan68 751
la sottoveste by alan68 742 la sottoveste by alan68 743 la sottoveste by alan68 744 la sottoveste by alan68 745 la sottoveste by alan68 746
la sottoveste by alan68 737 la sottoveste by alan68 738 la sottoveste by alan68 739 la sottoveste by alan68 740 la sottoveste by alan68 741

aggiornamento 30/Agosto/2014
la sottoveste by alan68 732 la sottoveste by alan68 733 la sottoveste by alan68 734 la sottoveste by alan68 735 la sottoveste by alan68 736

aggiornamento 28/Giugno/2014
la sottoveste by alan68 729 la sottoveste by alan68 730 la sottoveste by alan68 731

aggiornamento 03/Maggio/2014
la sottoveste by alan68 724 la sottoveste by alan68 725 la sottoveste by alan68 726 la sottoveste by alan68 727 la sottoveste by alan68 728

aggiornamento Aprile 2014
la sottoveste by alan68 719 la sottoveste by alan68 720 la sottoveste by alan68 721 la sottoveste by alan68 722 la sottoveste by alan68 723
la sottoveste by alan68 714 la sottoveste by alan68 715 la sottoveste by alan68 716 la sottoveste by alan68 717 la sottoveste by alan68 718
la sottoveste by alan68 709 la sottoveste by alan68 710 la sottoveste by alan68 711 la sottoveste by alan68 712 la sottoveste by alan68 713
la sottoveste by alan68 704 la sottoveste by alan68 705 la sottoveste by alan68 706 la sottoveste by alan68 707 la sottoveste by alan68 708

C'è nella sottoveste, qualcosa, di molto femminile, anche quando viene indossata sopra un paio di pantaloni bianchi.
Forse il fatto che nasconda di più le forme femminili dei pantaloni.
Dopotutto interessa e seduce di più qualcosa di nascosto, piuttosto che qualcosa di palesemente mostrato.

La donna in sottoveste….
Come una fata…adorabile e sensuale….

Un paio di pantaloni attillati possono mettere in mostra un bel fondoschiena, ma scoprirlo dopo che una donna si é tolta la gonna e ti si mostra in sottoveste, lo trovo molto più intrigante.

Ed é questo il motivo per cui adoro che una donna si metta la sottoveste; per il gusto della scoperta, del violare un segreto.
Il segreto che lei nasconde oltre l’indumento.

Non mi dilungo oltre, lascio all’immaginazione il resto

Si, con la sottoveste c'è più mistero, anche se dovrei sapere benissimo cosa c'è sotto.

Ma ogni volta lo riscopro...
E ogni volta ringrazio che una donna abbia scelto di indossare una sottoveste.

Questo è il genere di foto che apprezzo fare, sinceramente amo mettere in risalto i particolari e non mi piace eccedere, il mio modo di fotografare rappresenta un vero e proprio elogio alla sottoveste e per tale ragione, questo mio sincero omaggio viene messo in risalto attraverso un certo tipo di scatti che posso definire "di qualità", per far vedere a chi guarda la foto quanto la sottoveste sa esaltare la femminilità di chi la indossa senza per questo scadere nella volgarità anche laddove la modella solleva la gonna volutamente per mostrare l'indumento intimo all'occhio curioso del fotografo....