607 a.e.v.   contro 587bc

               (Il 607 a.e.v. indicato dalla Bibbia).               contro                          (Il 587 A.C. dell'archeologia).

 

587 a.e.v. contro 568bc

               (Il 587 a.e.v. della Bibbia e del VAT 4956).   _______contro______     (Il 568 A.C. dell'archeo/Astronomia).

 

Il diciottesimo anno del regno di Nabucodonosor II, finora erroneamente stimato per il 587 (a.e.v.), è:

 "Morto dopo una lunga battaglia contro la Verità".

Perché è ora dimostrato che:

Gerusalemme fu distrutta nell’anno 607 a.e.v. e non nel 587 a.e.v.

Il VAT 4956 fu osservato durante il 38esimo anno di Nabucodonosor II in occasione del secolare 587/586bc.

L’osservazione del VAT 4956, stimata finora a durante il 37esimo anno del re nel secolare 568bc,

è errata: Il tempo attualmente stimato non corrisponde alla realtà storica del periodo.

 

BENVENUTI!

 

Aggiornamento di Aprile 2018 - monseppe - (monseppe2)

 

Sei il visitatore n° > http://cgi-serv.digiland.it/Count.cgi?df=monseppe < (Il contatore non conta gli accessi di "monseppe" durante le sue visite, verifiche e aggiornamenti). 

  

Aggiornamenti >>>> Finalmente:  Stampato il libro: “La Ragione della Bibbia”. Questo libro dimostrerà che:

 

Gerusalemme e il suo Tempio del periodo Neo-Babilonese, furono distrutti per ordine di Nabucodonosor II. 

Quel comando fu dato mentre il Re era in Ribla (Amat), nel novilunio di fine Luglio del 607 avanti era volgare. Tale ordine, fu poi eseguito da parte del suo generale Nebuzaradan a cominciare dal giorno di Sabato nove agosto del 607 avanti la nostra era volgare; era il diciottesimo anno di Nabucodonosor II quale re su Babilonia.

 

Importante: Nel libro ci saranno pure informazioni e verifiche astronomiche inerenti al "verovalore del "Cubito astronomico babilonese". Il suo valore reale (usato dai babilonesi di quel periodo) era di quattro (4) gradi contro i due adesso stimati.  È in conformità a questa specifica unità di misura concernente il "cubito astronomico babilonese", che in questo momento è ancora comunemente accreditata come una misura di due gradi, che fu stimato e determinato, che la data di osservazione del VAT 4956 fosse originariamente quella occorsa durante il 568/567bc in occasione del 37esimo anno di accessione (o suo regno ordinale) di Nabucodonosor II

 

Nel libro, Sarà dimostrato astronomicamente che l'unità di misura per un cubito astronomico babilonese sia da valutare in realtà in (4quattro gradi per cubito e che ognuno di esso fosse stato suddiviso in 24 sotto unità di 10 minuti di grado (dita SI). Sarà dimostrato inoltre, che la Luna fu calcolata, a distanza di oltre 2000 anni, con una posizione errata di due gradi in meno o verso Ovest da parte del programma TheSky usato allora da Sachs, e che tal errore è stato replicato pure nel più moderno programma TheSky6.

 

Quanto sarà dimostrato, renderà evidente che le attuali verifiche riguardanti il VAT 4956 nel 568bc siano da considerarisi:

Errate, con due gradi in meno per ogni cubito stimato (almeno per i diari verificati in questa ricerca). Tutto ciò sarà dimostrato nel libro. Ciò significherà pure che, per quanto possano apparire accettabili i risultati:

 

"Tutte" le verifiche computerizzate e finora accreditate nelle interpretazioni dei diari astronomici di quel periodo, saranno pertanto da considerare "errate" o non astronomicamente corrispondenti con ciò che fu effettivamente osservato allora, evidenziando nelle verifiche così effettuate (specialmente per quanto sia riferibile alla Luna), un errore di misura astronomicamente ingiustificabile.  

 


Informazioni su "monseppe": 

 

monseppe o monseppe2 (è il Nick per il web). Sono nato a Firenze nel Febbraio del 1947 e ora sono pensionato (col minimo della pensione).

Volendomi accertare su questo difficile argomento ho fatto una mia ricerca "indipendente" usando la mia preparazione scentifica accumulata nel tempo, anche se autodidattica. La ricerca fu iniziata nel 1996 del secolo scorso, ed è principalmente inerente a tutto il periodo Neo-Babilonese. Essa è stata ora finalmente completata ed è risultata a pieno favore della storica datazione biblica che suggerisce al 607 a.E.V. la distruzione di Gerusalemme e del suo Tempio di oltre 2600 ani fa. Il suo risultato è il seguente.

 

Il diario astronomico noto come "VAT 4956" è correttamente stimato solo quando valuti che il re di Babilonia Nabucodonosor II comandassedopo la fine del mese di Addaru regolare del suo 37esimo anno, o durante il mattino del primo giorno ordinario di Nisannu del suo 38esimo anno (ordinario) e durante il secolare anno 587 a.e.vl'inserimento di un mese intercalare Addaru II. Quello speciale mese intercalare, si concluse  con l’inizio del suo 38esimo anno di regno (ufficiale stavolta) per l’osservazione del cielo astronomico di tutto quel 587 a.E.V. Osservazione (programmata) e comandata già dalla fine del suo 37esimo anno di regno, e da effettuarsi durante tutto il suo 38esimo anno, o nei secolari anni 587/586 A.C.

 

   

Il VAT 4956 è pertanto completamente solidale con le informazioni storiche della bibbia, ma solo quando sia stimato per il corretto anno secolare che fu osservato e che era il: 587bc e durante il 38esimo anno di Nabucodonosor II. 

 

Ulteriori informazioni sulla stesura del libro: "La Ragione delle Bibbia", potrete leggerle nella  pagina sotto likata:

 

http://digilander.libero.it/monseppe/Presentazione_Libro_2018_P1.htm

 

Firmato: monseppe.


Per comuncare con monseppe via indirizzo Mail, usare la mail ufficiale sotto indicata.

Indirizzo mail ufficiale: > monseppe@libero.it  

 

Unico responsabile delle informazioni inserite nel Forum linkato qui sotto, di questa pagina Web, e del libro, è "monseppe (o monseppe2)".

Chi volesse criticare, contestare o chiarire suddette informazioni, è pregato perciò di rivolgere le sua critiche o domande a "monseppe" . 

Il Forum informativo con altri particolari della ricerca astronomica e documentale da poter eventualmente consultare (senza necessità di iscrizione) è:  

Forum informativo. > http://monseppe2.ffz.it

(Per vari motivi, il forum è disponibile solo in lettura e solo per i Thread che saranno resi leggibili di volta in volta).

monseppe (monseppe1 e attuale monseppe2).

P.S. Sempre nonostante le mie molte limitazioni, ho finalmente finito di preparare un'esposizione completa e semplificata (si fa per dire...) di tutto il mio lavoro nel libroLa Ragione della Bibbia” sotto presentato. La verifica e ricerca, consultati e analizzati i reperti relativi che ho potuto visionare riguardo al: "607 a.e.v contro 587bc" in merito alla distruzione di Gerusalemme e del suo Tempio, è pertanto finalmente stata conclusa sin dal 2017 con totale favore del 607 a.e.v.

Nel libro, saranno illustrate tutte le evidenze necessarie per comprendere la serietà di suddetta ricerca.


 

Il reperto archeologico (disponibile nel WEB) o VAT 4956, qui stimato al 587 a.e.v, è stato da me esaminato e trovato in accordo con le informazioni storiche della Bibbia che si riferiscono ai regnanti e ai loro tempi di regno del periodo Neo-Babilonese; è quindi la Bibbia, (con i suoi settanta anni di esilio e con i trentotto anni di Ioiachin, o coi precisi 37 anni, 11 mesi 25/27 giorni) che conferma la "vera" storia antica! 

 

Essa, la Bibbia, smaschera anche un antico inganno e corregge alcuni conseguenti moderni errori storici.

 

Tutto questo sarà illustrato e dimostrato nel libro che è sotto fotografato:

 

 

 

Anteprima della copertina del Libro:

 

 

 

Il Libro è disponibile sin dal Settembre del 2017 presso http://www.azzurra7editrice.com/  (ne restano solo poche copie ancora).

Potrete prenotarlo (se fosse finito, e se sarà ristampato un suo aggiornamento forse in estate del 2018) o ordinarlo (se ancora disponibile) tramite l’indirizzo Mail Info@azzurra7.it

 

Formato del Libro: 24x17x3,5 cm. Pagine 556 (650 pagine aggiornato). Peso oltre un kg.

La stampa (economica) è in B/N. Sono inserite però (in omaggio) le due stampe a colori illustrate nella foto. L’editore ha mantenuto un prezzo sicuramente economico, tenendo conto che il libro è corredato con oltre 450 foto (B/N) le quali illustrano gli elaborati astronomici della ricerca.

 

Ogni informazione in precedenza inserita in questo sito o nel forum sopra riferito, è stata “aggiornata” nel libro

Per eventuali critiche, si prega sempre di fare riferimento con precedenza, alle informazioni del Libro qui presentato.

 

I punti principali del libro.

 


CINQUE 
ARGOMENTI CHE RENDONO QUEST’OPERA, UNICA NEL SUO GENERE

 

1 – Anticamente, alcuni reperti archeologici che registrarono gli anni di regno per i re Nabopolassar e Nabucodonosor, furono  alterati e riscritti con assegnazioni di regno spostate di 20 anni in avanti per questi due re, alterando l'originale 645bc di inizio regno di Nabopolassar con lo slittato 625bc per lo stesso evento. In tal modo, quello che era l'originale 18esimo anno di Nabucodonosor II nel 607bc, quando distrusse Gerusalemme e il suo Tempio, fu esso stesso slittato di un ventennio in avanti o al 587bc attuale.

In tal modo, lo stesso "originale" evento del 607bc è oggi stato stimato da tutti, apparentemente in modo documentale, al secolare anno 587bc.  Spostare il 607bc di venti anni "ordinali", avrebbe però dovuto spostare pure degli stessi venti anni "ordinali" la data assegnabile al VAT 4956, (587bc più 20 anni = 567bc, e non l’attuale accreditato 568bc) causato dalla dubbia lettura a 37° anno.

Giustificando con l'apparente lettura di trentasettesimo anno alternativamente leggibile nel reperto, di fatto, la datazione del VAT 4956 fu spostata con un anno in meno rispetto allo spostamento ventennale assegnato agli anni di regno, risultando così  e quindi distante di esatti 19 anni "metonici" dall'originale osservazione del diario che fu nel secolare anno 587bc; (il libro lo dimostra, e identificherà alcuni dei documenti che furono alterati anticamente).

 

2 – Il programma per astronomia TheSky e relativa versione TheSky6, usato da A. Sachs, H. Hunger e altri, è afflitto da un errore nel calcolo della posizione della Luna. Tali programmi (alle date di 2600 anni addietro) calcolano la posizione del satellite elaborandolo spostato di 2 gradi arretrato verso ovest, (spostamento quantificabile in quattro ore indietro) mentre, in date odierne, la posizione della Luna è invece calcolata correttamente; (Il libro (versione aggiornata) lo dimostra oltre ogni dubbio).

IN merito alla “posizione” (o “fasi”) della Luna essa sarà, per il secolare anno 568bc, molto simile a quella dell’originale osservazione del 587bc registrata nel VAT 4956. Ciò sarà però solo a causa dei 19 anni solari che separano la data del 568bc attualmente stimata da quella del 587bc (ovvero a motivo del ciclo di Metone). Sarà tutto chiarito e dimostrato nel libro.

 

3 – Il valore unitario del cubito astronomico usato da A. Sachs, H. Hunger  e altri, attualmente stimato in 2 gradi unitari, è inesatto in quanto il suo valore reale è di 4 gradi (Il libro lo dimostrerà spiegando come fu deciso e perché fu scelto il valore di quattro gradi).

 

4 – In questo libro saranno inoltre spiegati e chiariti altri disaccordi storici oltre lo stesso periodo Neo-Babilonese, o relativi al possibile anno della nascita di Gesù, e delle discordanze di Serse I e di Artaserse I concernenti i loro periodi di coreggenza e di regno ufficiale. Sarà definita chiaramente anche la valutazione al 1914 del secolo corso con i 2520 anni che lo separano dal 607bc, che in questo momento non concordano storicamente o in senso accademico con la relativa (e vera) storia che è riportata nella Bibbia.

 

5 – Oltre a tutto questo l’astronomo e storico Tolomeo, sulla base delle informazioni che gli furono anticamente alterate da documentazioni di  Adda-guppi (madre di Nabonedo), pasticciò ulteriormente la sua cronologia dei regni Babilonesi inserendo come regnante su Babilonia per 22 anni, un "*Kandalanu" che nella  realtà storica di quel periodo era lo stesso Assurbanipal, ma che non regnò mai militarmente su Babilonia, essendo allora Regnante su quella città (Babilonia) il Caldeo Nabopolassar (durante i veri suoi anni di regno dal 646 (Ascesa)/645bc al 625bc). 

Assurbanipal, che era re d'Assiria, col titolo di "*Kandalanu", per successione ad Aššur-Etillu-ili suo figlio (il solo e vero Kandalanu per tre anni) pretese, però, di essere "re" pure su Babilonia in quello stesso periodo (Il libro e il grafico accluso lo dimostreranno  chiaramente).  

Di conseguenza a quanto sopra detto, alla fine, pur attenendosi accademicamente a quelle antiche, ma alterate informazioni documentali, gli addetti ai lavori di quel lontano periodo sono stati a loro volta sviati, probabilmente in buona fede, presentando o ricostruendo una “accademica” storia Neo-Babilonese che però, grazie alle corrette informazioni storiche della Bibbia, è stata dimostrata che essa sia: non corrispondente alla realtà di quei tempi.

Mediante le molte verifiche storiche, astronomiche, documentali e bibliche, questo libro ripristinerà le originali datazioni concernenti ai regni di quel periodo. Così ripristinate come furono in origine, esse saranno finalmente in accordo pure con la "trascurata" storia di quel periodo che è pure narrato nella Bibbia. Questa volta, non sarà “l’archeologia” a confermare la storia Biblica.

Stavolta, a confermare la storia archeologica, sarà proprio la vera narrazione storica di quel lontano periodo che fu veracemente registrato in essa, nella trascurata Bibbia, con la sua verace testimonianza storica antica di oltre due millenni.

 

 

A titolo illustrativo, includo una ripristinata, riassuntiva ricostruzione delle (vere) assegnazioni di regno per il periodo Neobabilonese trattato nel libro.

 

 

In conclusione:

 

Indipendentemente dal fatto che con 2520 anni dal 18esimo anno di Nabucodonosor II su Babilonia nel 607/606 a.e.v, si conti il Settembre/Ottobre dell'anno 1914 e.v, gli eventi epocali che si susseguirono dal e dopo il 1914 del secolo scorso sono una testimonianza storica che non può essere negata.

Gli eventi importanti che si susseguirono dal 1914 in poi, furono profetizzati da Gesù e furono registrati nel libro, anche storico, che è la "Bibbia".

 

Il Regno giudaico che fu terminato nei lontano 607 a.e.v, era retto da rappresentanti umani che regnavano sul popolo d’Israele per conto di Geova (o del loro Dio “YHWH”). Tali rappresentanti umani si mostrarono negligenti e inaffidabili per un così importante compito, e furono rimossi dal loro continuo e regale incarico con la distruzione della rappresentativa città di Gerusalemme e del suo Tempio nel 607bc.

Il rappresentativo regno di Dio sulla terra fu da allora sospeso durante tutti i suddetti 2520 anni dopo il 607 a.e.v.

 

Dal 1914 e.v, quel Regno, che fu anticamente rappresentato da quell'infedele e umano governo giudaico, fu dato nelle mani del più affidabile e potente Re che possa governare per il bene il genere umano: il resuscitato Gesù Cristo.

 

Dopo un'estesa e secolare proclamazione dell'avvento di tale importante ripristino regale (o di Regno assegnato a Gesù), è ora certamente più vicina e necessaria una sua  potente e più attiva amministrazione a favore del genere umano. La fallace amministrazione umana finora subita, richiede che il sofferente genere umano sia governato da un "RE" incorruttibile e da correggenti fedeli e capaci (gli unti o coeredi con Cristo), che saprà finalmente risolvere i problemi che da millenni affliggono il genere umano e la terra intera.

 

"La ragione della Bibbia" ha finalmente mostrato che quelle antiche promesse di un tale regno, sono veraci e affidabili di là di ogni evidenza contraria e scientifica che possa essere presentata contro di esse

 

Come nessuno dubita, pur non avendone l’assoluta certezza, che domani il sole sorgerà nuovamente, il Regno di Dio nelle mani di Gesù, a dispetto di chiunque ancora dubita di esso, certamente sta per divenire un sempre più vicino e "buono e grande: Giorno".

Per chi ama le tenebre attuali, restano ormai poche notti da godere.  

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

monseppe2