Regolamento
Lega di Ripi

Home

Forum

Formazioni

Classifica e calendario

Coppa

Albo d'oro

Regolamento

Links


Al solito se avete qualsiasi dubbio o se trovate un qualsiasi errore
inviatemi pure un'email a claudio.recine@libero.it

Regolamento Ripi 2019/2020

 

Nota: In grassetto le novità rispetto al regolamento 2018/2019

 

Capitolo 1 - Il gioco

 

1.1 - Oggetto del gioco

L'oggetto del gioco è una simulazione del gioco del calcio attraverso la formazione di squadre, formate dai veri calciatori del campionato italiano di calcio di serie A, che si affrontano tra loro, nel rispetto del presente regolamento.

 

1.2 - Modalità di gioco

Il gioco è basato sulle reali prestazioni dei calciatori del campionato italiano di serie A e si articola nelle seguenti fasi:

Formare una società di calcio, acquistando esattamente di 22 giocatori di movimento (8 difensori-8 centrocampisti- 6 attaccanti) e 3 portieri, scelti fra i veri calciatori delle squadre del campionato italiano di serie A.

Mandare in campo, partita dopo partita, una formazione di 11 calciatori, scelti tra quelli della "rosa", per disputare le partite previste dal Calendario di Lega, secondo le modalità descritte nel presente regolamento.

 

Capitolo 2 - La lega

 

2.1 - La lega

La Lega è composta da 10 società. A capo della Lega c'è il Presidente di Lega che ha i seguenti compiti:

·          coordinare le operazioni di Calciomercato;

·          registrare le operazioni di Calciomercato;

·          comporre il calendario;

·          registrare le formazioni settimanali;

·          calcolo risultati partite;

·          composizioni classifiche;

·          acquistare ogni Lunedì “La Gazzetta dello Sport” e conservare una copia del quotidiano fino alla fine della Stagione.

Al Presidente di Lega si affiancano tutti gli altri giocatori per l'interpretazione delle regole. Gli allenatori hanno l'obbligo di portare a termine le manifestazioni cui s'iscrivono. Se un allenatore si ritira, la sua società sarà gestita da un altro allenatore che vorrà entrare nella Lega, altrimenti la società sarà eliminata dal campionato e tutti i punti da essa conquistati, o conquistati contro di essa, verranno cancellati. Se un allenatore intende porgere reclamo al Presidente di Lega, per contestare l'esito di un incontro, si dovrà attenere alle seguenti disposizioni:

·          i reclami dovranno pervenire al Presidente di Lega entro il venerdi’ successivo alla gara in questione;

·          non potranno essere presi in considerazione ricorsi basati su presunti errori tecnici commessi da arbitri, guardalinee o altri ufficiali di gara;

·          dovranno invece essere accolti ricorsi basati su correzioni o rettifiche pubblicate dal Quotidiano Ufficiale, purché proposti entro i limiti di tempo specificati.

 

 

Capitolo 3 - Le squadre

 

3.1 - La rosa

La rosa dei giocatori alla fine del calciomercato sarà composta da 25 giocatori: 8 difensori, 8 centrocampisti e 6 attaccanti e da 3 portieri (si possono avere anche 3 portieri di squadre diverse). Il ruolo dei singoli giocatori è quello indicato dalle liste della Gazzetta dello Sport (con l’eccezione di quanto stabilito nel paragrafo 5.2). Il numero di calciatori stranieri tesserabili è regolato dalle seguente disposizioni: è autorizzato il tesseramento illimitato per calciatori stranieri provenienti sia dai paesi della UE che da paesi extracomunitari.

 

Capitolo 4 - Il bilancio delle società

 

4.1 - Il bilancio

Ogni società, alla creazione della Lega, dispone di un capitale sociale pari a 350 crediti (cr) con cui acquistare i calciatori per formare la squadra.

Alla fine dell’asta di inizio stagione ogni squadra avrà a disposizione 60 cr + tutti i crediti non utilizzati nell’acquisto dei 25 giocatori.

 

Capitolo 5 - Il calciomercato

 

5.1 - Il Calciomercato

 

Alle operazioni di Calciomercato devono essere presenti tutti gli allenatori della Lega. In caso di indisponibilità di un allenatore, questi può nominare un rappresentante in sua vece. Ovviamente il rappresentante non DEVE partecipare all’asta con un’altra squadra. In caso di impossibilitá di partecipare è consentita agli assenti la facoltá di acquistare il giorno seguente al mercato i giocatori eventualmente rimasti liberi. E' compito del Presidente di Lega stabilire la data del Calciomercato. Il Calciomercato si svolge sotto forma di asta tra tutte le squadre della Lega. Nessun allenatore può partecipare all'asta per un calciatore che non può permettersi di comprare. Nel caso ci si accorga di aver sforato il budget a disposizione verranno sottratti tutti gli ultimi calciatori acquistati fino a che non si rientri nel budget. L’ordine di chiamata, nel mercato stesso, sarà liberò. Ciò permetterà di acquistare prima un attaccante, poi un portiere e così via. L’importante sarà rispettare il numero di giocatori nella rosa (esattamente 25 giocatori, con i ruoli stabiliti nel paragrafo 3.1).

 

5.2 Il mercato di riparazione

 

La prima fase del mercato di riparazione apre immediatamente dopo l’asta iniziale e chiude il 30 Settembre 2019.

La seconda fase del mercato di riparazione apre lo stesso giorno in cui apre il mercato invernale di serie A e chiude il 29 Febbraio 2020.

Dopo questa data non sarà possibile né scambiare giocatori, né acquistarli.

Se un giocatore viene trasferito in una squadra non di serie A, il fantallenatore può recuperare la metà dei crediti spesi per esso (arrotondati per eccesso). Per la verifica dell'avvenuto trasferimento del giocatore farà fede quanto indicato sul sito www.transfermarkt.it.

In ogni momento del mercato di riparazione è quindi possibile effettuare operazioni di calciomercato. Queste sono di due tipi: trasferimenti tra società, acquisto calciatori svincolati.

·          Trasferimenti: purché ogni squadra sia sempre composta da 25 giocatori (3 portieri- 8 difensori- 8 centrocampisti- 6 attaccanti) è possibile scambiare un numero illimitato di giocatori, con eventuali conguagli in crediti. Tutte le offerte di trasferimenti vanno fatte pervenire al più presto al presidente.

·          Acquisto: ci sono 2 modalità di acquisto: asta e busta chiusa. Alla fine del mercato di riparazione ufficiale della serie A si terrà un’asta cui parteciperanno tutti i componenti della lega, in cui si potranno sfruttare tutti i crediti rimanenti in cassa per acquistare calciatori svincolati. E’ tuttavia possibile acquistare calciatori anche durante l’anno con la seguente modalità. Il fantallenatore interessato deve farsi carico di chiedere a TUTTI i fantallenatori della lega se qualcuno è interessato ad acquistare il calciatore suddetto. Se nessuno è interessato, il giocatore può essere acquistato al prezzo di 1 cr. Sempre però esattamente 24 ore dopo la proposta di acquisto.

Se, viceversa, qualcuno è interessato, il fantallenatore che ha chiamato il giocatore comunica a tutti i partecipanti e al ricevente delle offerte il nome dei partecipanti all'asta e la scadenza dell'asta (esattamente 12h dopo l’invio della comunicazione suddetta). Si inviano quindi le offerte in busta chiusa (ad esempio tramite SMS) a uno dei fantallenatori non interessato all’acquisto, designato come ricevente delle offerte; si aggiudicherà il calciatore il fantallenatore che ha effettuato l’offerta più alta, ad un prezzo pari a 1 cr superiore alla seconda offerta più alta.Nel momento in cui il ricevente ha ricevuto tutte le offerte l'asta è chiusa e il giocatore viene assegnato (anche se sono trascorse meno di 12h).

Qualora il fantallenatore che ha chiamato il giocatore ometta di comunicare l’ora della scadenza dell’asta (in pratica non dà inizio all’asta), passate 12 h dalla scadenza della proposta di acquisto (o dal primo momento utile per iniziare l’asta in caso di intasamento dei giocatori da assegnare in ordine) inizia un’asta automatica della durata di 12 h (o meno se i partecipanti sono d’accordo) cui partecipano tutti gli iscritti tranne il fantallenatore che ha chiamato il giocatore. Se tale asta va a vuoto o tutti offrono 0 crediti, il giocatore è assegnato a 1 credito al fantallenatore che ha chiamato il giocatore.

I giocatori vanno assegnati in rigoroso ordine di chiamata di ogni fantallenatore. In caso di chiamate multiple da parte di un fantallenatore il chiamante può far partire le aste in un ordine qualunque, se l’asta non inizia entro le 12h si parte con il primo giocatore chiamato.

Ad ogni asta ogni fantallenatore può offrire tutti i suoi crediti meno il numero di giocatori che esso stesso ha fino a quel momento chiamato e che non sono stati ancora assegnati.

Il fantallenatore aggiudicatario è tenuto a svincolare un pari ruolo del giocatore aggiudicato entro 12 ore dalla notifica dell’avvenuta vittoria dell’asta. In caso di ritardo nello svincolo il giocatore appena acquistato viene immesso di nuovo sul mercato e i crediti spesi per acquistarlo sono persi.

Nel caso in cui l’offerta non sia coerente con gli effettivi crediti residui, l’offerta è considerata nulla, come se non fosse pervenuta affatto.

Nel caso in cui vengano pareggiate due o più offerte il giocatore viene assegnato, al prezzo offerto, al fantallenatore che ha chiamato il calciatore. Qualora egli non sia tra coloro che hanno pareggiato l’offerta, l’asta va ripetuta tra i fantallenatori che hanno pareggiato l’offerta massima. Nel caso in cui alla nuova asta pervengano le stesse identiche offerte della prima asta, il calciatore è assegnato a sorteggio tra tutti coloro che hanno pareggiato l’offerta.

Se tutti e 12 i fantallenatori sono interessati all’acquisto il calciatore non può essere acquistato previa riunione di tutti i componenti della lega. Tutte le offerte di acquisti vanno fatte pervenire al più presto al presidente. Se, in seguito all’ufficializzazione dell’acquisto il presidente scopre che non tutti i fantallenatori sono stati avvertiti dall’acquirente, il fantallenatore oggetto dell’illecito perderà a tavolino 2-0 tutte le partite in cui il giocatore acquistato “illegalmente” è stato schierato, anche in panchina.

Possono essere acquistati anche calciatori non inseriti nella lista della Gazzetta dello Sport. Per stabilire il loro ruolo si procede come segue:

-       se il calciatore ha già giocato in serie A, si utilizza l’ultimo ruolo che ha avuto il giocatore suddetto nelle liste della Gazzetta dello Sport;

-       se il calciatore non ha mai giocato in serie A si assume come ruolo quello indicato da Wikipedia (o equiparato).

 

Capitolo 6 - Le formazioni

 

6.1 - La partita

La gara è disputata tra due squadre di 11 calciatori, scelti dall'allenatore tra quelli appartenenti alla rosa. La squadra che avrà segnato il maggior numero di reti vincerà la gara. Se non sarà segnata alcuna rete o se le squadre avranno segnato uguale numero di reti, la gara sarà conclusa in parità. Il numero di reti segnate da ciascuna squadra, cioè il Risultato Finale, è calcolato, per mezzo della Tabella di Conversione confrontando i Totali-Squadra di ogni squadra.

 

6.2 - Comunicazione della formazione

Prima dell'inizio della prima partita della giornata, gli allenatori devono annunciare il modulo e la formazione della propria squadra al Presidente della Lega e, per conoscenza, all'allenatore della squadra avversaria. Prima dell'inizio di una gara che preveda l'eventuale esecuzione dei calci di rigore, gli allenatori hanno l'obbligo di comunicare anche la lista dei rigoristi. In caso di mancata comunicazione della lista dei rigoristi, verrà assegnata d'ufficio una lista corrispondente alla formazione schierata a ritroso (ovvero il primo rigorista sarà l'ultimo attaccante e l'ultimo rigorista sarà il portiere).

La formazione dovrà essere sempre composta da 11 titolari + 7 riserve. Le 7 riserve dovranno essere così distribuite: 1 portiere, 2 difensori, 2 centrocampisti, 2 attaccanti.

6.3 - Schemi di gioco

Ogni squadra dovrà schierare i suoi 11 calciatori in base alle seguenti disposizioni.

Possono essere utilizzati solo i seguenti moduli:

(3-4-3) (3-5-2) (4-4-2) (4-3-3) (4-5-1) (5-3-2) (5-4-1) (6-3-1) (3-6-1)

I ruoli dei calciatori sono  quelli stabiliti dalla Gazzetta dello Sport.

 

6.4 – Avanzamento di ruolo

Per venire incontro a problemi derivanti da infortuni e squalifiche, specialmente dopo la chiusura del mercato, viene introdotta la seguente regola. Nelle formazioni indicate nel punto 6.3 è possibile fare giocare al massimo 2 fuori ruolo, uno in attacco e uno a centrocampo, avanzando il ruolo di un centrocampista e di uno o due difensori. In pratica tutti i difensori possono anche essere schierati a centrocampo o in attacco, con l’unico vincolo che solo uno dei centrocampisti sia un Difensore nelle liste della Gazzetta dello Sport. Analogamente per l’attacco, uno e un solo attaccante può essere un Centrocampista o un Difensore nelle liste della Gazzetta dello Sport.

 

6.5 - Mancata comunicazione della formazione o formazione non corretta

Di seguito i diversi casi di anomalie nella consegna della formazione:

a)    Se un allenatore non comunica la formazione al Presidente della Lega entro la data e ora stabilite, sarà considerata valida la formazione comunicata la settimana precedente; in tal caso al totale squadra verranno sottratti 3 punti di penalità.

b)    Nel caso in cui i panchinari non vengano schierati, oppure quelli comunicati non siano presenti nella rosa del fantallenatore, la squadra giocherà senza i panchinari assenti o irregolari.

c)     Nel caso vengano schierati meno di 11 giocatori in campo, la squadra giocherà con il numero effettivo di calciatori schierati. In caso vengano forniti meno di 7 giocatori la partita viene persa a tavolino per 3-0.

d)    Nel caso vengano schierati 12 o più calciatori in campo, non verranno considerati i totali calciatori più alti nei ruoli in eccedenza, fino a considerare 11 calciatori. Il totale squadra avrà 3 punti di penalità.

e)    Nel caso in cui la formazione degli 11 schierati non corrisponda a nessun modulo previsto, si considererà l’ultima formazione utile, applicando 3 punti di penalità al totale squadra.

f)     Nel caso in cui vengano schierati come titolari dei calciatori non presenti nella rosa del fantallenatore, tali giocatori non verranno considerati ed entreranno le riserve, se disponibili.

 

6.6 - Riserve e sostituzioni

Si possono utilizzare calciatori in riserva purché siano rispettate le seguenti disposizioni:

Per entrare in campo avrà priorità il primo panchinaro secondo l’ordine in cui la formazione è stata comunicata. Come indicato nel punto 6.4, è possibile mettere in panchina in attacco e a centrocampo rispettivamente un centrocampista e un difensore, in questo caso però in campo non vi sarà posto per il fuori ruolo (ovvero la regola dell’unico fuori-ruolo vale per l’insieme dei giocatori in campo e in panchina).

Un calciatore di movimento che ottiene sulla gazzetta s.v. o n.g. o che non entra in campo (vale anche per il portiere che non gioca) prenderà un 4 d’ufficio (tranne il portiere che prende un 3 d’ufficio). Il secondo giocatore, che costringerebbe la squadra a giocare in 9, prenderà un 3 d’ufficio, il terzo giocatore un 2 d’ufficio, il quarto giocatore un 1 d’ufficio, dal quinto in poi sono tutti 0. Qualora siano necessarie due o più riserve d’ufficio, di cui una è il portiere, esso sarà sempre la riserva d’ufficio con voto 3 (quindi la seconda a subentrare).

Il massimo numero di riserve che possono subentrare è 3 compreso il portiere. Nel caso in cui vi siano più di 3 titolari da sostituire avrà la precedenza a entrare il portiere, poi le riserve che, tra le varie combinazioni, daranno maggior vantaggio alla squadra.

 

Capitolo 7 - Il quotidiano ufficiale

 

7.1 - Il quotidiano ufficiale

Il quotidiano sportivo, detto Quotidiano Ufficiale (Q.U.), che servirà come riferimento ufficiale nel corso della stagione è La Gazzetta dello Sport. Le pagelle e i tabellini delle partite pubblicati dal Q.U. costituiscono i dati ufficiali per il calcolo dell'esito di ogni gara. Il Quotidiano Ufficiale è l'unico ed insindacabile riferimento ufficiale della Lega.

 

7.2 - Problemi e contrattempi

Sciopero dei quotidiani. In caso di sciopero dei quotidiani il Lunedì, si dovrà attendere il giorno successivo nell'eventualità che i Voti siano riportati nell'edizione del Martedì. Se il Martedì il Q.U. non esce o non pubblica i Voti, si aspetterá la prima edizione del quotidiano contenente l’inserto Fantacalcio.

Partite sospese. In caso una partita di serie A venga sospesa si aspetterà che la stessa venga recuperata e quindi i risultati di quella giornata verranno lasciati in sospeso fino al giorno del recupero a prescindere se il Q.U. assegni o meno i voti alla partita sospesa. Se invece viene sospesa un’intera giornata del Campionato di serie A, il calendario di FantaCalcio sarà scalato di una o più giornate sfruttando le date del campionato di serie A ancora disponibili. Se il recupero di una partita sospesa avviene dopo la successiva giornata di Serie A tutti i calciatori delle squadre interessate prenderanno 6 d’ufficio senza bonus-malus. A meno che le partite da recuperare dopo la successiva giornata di serie A siano in numero di almeno 50%+1; in tal caso i risultati di quella giornata verranno lasciati in sospeso fino al giorno del recupero; al momento del calcolo, qualora una squadra dovesse giocare in inferiorità numerica, entreranno le riserve d'ufficio con il seguente ordine di voti: 5 - 4 - 3 - 2 - 1.

Partite anticipate o posticipate. In caso una o più partite di serie A vengano anticipate, o posticipate, si attenderà che le stesse vengano disputate per completare i risultati della giornata, purché l’anticipo o posticipo avvenga nei limiti della precedente o successiva giornata di campionato. Se il posticipo di una partita avviene dopo la successiva giornata di Serie A, tutti i calciatori delle squadre interessate prenderanno 6 d’ufficio senza bonus-malus.

 

Capitolo 8 - Modalità di calcolo

 

8.1 - Calcolo risultati partite

L'esito, cioè il risultato di una partita, è calcolato secondo le regole descritte di seguito. La procedura di calcolo per determinare il risultato di una partita è divisa in otto fasi distinte:

·          Calcolo del Totale-Calciatore per ogni calciatore

·          Calcolo del Totale-Squadra per ogni squadra

·          Calcolo del Modificatore-Portiere per ogni squadra

·          Calcolo del Modificatore-Difesa per ogni squadra

·          Calcolo del Modificatore-Centrocampo per ogni squadra

·          Calcolo del Modificatore-Attacco per ogni squadra

·          Calcolo del Modificatore Capitano per ogni squadra

·          Calcolo del Totale-Squadra Modificato  per ogni squadra

·          Assegnazione del Fattore Campo

·          Confronto dei Totali-Squadra.

 

8.2 - Calcolo del Totale Calciatore

Il Totale-Calciatore è dato dalla somma algebrica del Voto e dei Punti Bonus/Malus. Per Voto s'intende il voto in pagella assegnato ad un giocatore dal Quotidiano Ufficiale. Se un Q.U. utilizza voti come 6+ o 6-, si devono trasformare questi voti in cifre decimali. Il + equivale a 1/4 di punto (cioè 0.25 in più); il - equivale a 1/4 di punto in meno. Nel caso che un calciatore di movimento sostituisca il portiere, egli ne assumerà interamente il ruolo, con tutto quello che ne consegue dal punto di vista regolamentare.

 

8.3 - Casi particolari

Portiere senza voto. Nel caso in cui un portiere che ha regolarmente giocato sia giudicato s.v. o n.g., gli sarà assegnato d'ufficio un voto pari a 6, anche in caso di espulsione. Al voto andranno ovviamente aggiunti o sottratti tutti i Punti bonus/malus a lui relativi. Tale regola vale solo ed esclusivamente per il portiere. Il voto 6 d’ufficio è valido per il calcolo del modificatore del portiere.

Calciatore senza voto. Nel caso in cui un calciatore che non sia un portiere sia giudicato s.v. o n.g., sarà considerato assente e dovrà essere sostituito, se possibile, da un calciatore in panchina. Altrimenti si applicherà la regola della "riserva d'ufficio".

Squadra/e senza voto. Nel caso in cui i 22 calciatori di una partita (o gli 11 di una squadra) siano giudicati tutti s.v., e solo in questo caso, ai suddetti calciatori sarà assegnato d'ufficio un voto pari a 6, con le seguenti eccezioni: per i calciatori che abbiano giocato per un tempo inferiore ai 30 minuti, la mancanza di voto sarà considerata come una normale assenza; per i calciatori che hanno segnato un gol o commesso un autogol, pur avendo giocato per meno di 30 minuti, sarà considerato il voto d'ufficio pari a 6 cui si dovranno però sommare o sottrarre i Punti bonus/malus relativi.

Caso Catania-Palermo del febbraio 2007: A causa della mancanza di norme precise nel presente regolamento, è necessario sottolineare quanto segue. Bisogna innanzitutto precisare che i tabellini della gazzetta dello sport del martedì (Magic Cup campionato), non hanno alcun valore per la Fantalega di Ripi. Se la partita non viene disputata (nessun giocatore entra in campo), e non verrà rigiocata (risultato assegnato a tavolino), verrà assegnato un 6 d’ufficio a tutti i convocati (cioè esclusi gli infortunati, squalificati, etc…). Se la partita viene giocata e poi sospesa (anche dopo 1 minuto), e per qualsiasi motivo i giornalisti della Gazzetta decidono di non dare i voti, prendono un 6 d’ufficio in ogni caso tutti i convocati (11 in campo più panchina), ma in questo caso vanno agiunti i punti di bonus/malus.

Rigore sbagliato. Nel caso di rigore parato dal portiere o finito sul palo e poi ritornato in campo, il rigore si considera sbagliato anche se il calciatore che lo ha battuto ha ripreso la respinta e segnato.

Espulso senza voto. Nel caso un calciatore di movimento sia espulso prima di poter essere giudicato dal Q.U., in pratica termini la gara senza voto, sarà in ogni caso considerato giocatore titolare e gli sarà assegnato d'ufficio un 5 come voto. Al voto di 5 andranno ovviamente aggiunti o sottratti tutti i Punti bonus/malus a lui relativi. Tale regola non si applica al portiere. Il voto 5 è valido per il calcolo modificatore difesa e centrocampo, ma non per il modificatore capitano (vedi par. 8.18).

Marcatore senza voto. Nel caso un calciatore segni un gol ma non sia giudicato dal Q.U., gli sarà assegnato d'ufficio un 6 come voto, al quale si dovrà aggiungere +3 per la marcatura.

Autogol senza voto. Nel caso un calciatore sia responsabile di un autogol ma non sia giudicato dal Q.U., gli sarà assegnato d'ufficio un 6 come voto, al quale si dovrà sottrarre 2 per l'autogol.

Sostituzione del portiere con calciatore di movimento. Nel caso che il portiere sia espulso e sostituito da un calciatore di movimento, questi, diventando portiere, ne assumerà il ruolo e gli sarà assegnato regolarmente meno un punto (-1) per ogni gol subito e +3 punti per ogni rigore parato.

Tabellino ammoniti/espulsi controverso. Nel caso che il Q.U. riporti tra gli ammoniti/espulsi un calciatore non indicato da altri mezzi d'informazione (stampa o TV), l'allenatore penalizzato potrà proporre reclamo al Presidente di Lega, portando a prova della sua tesi gli altri due quotidiani sportivi. Se entrambi confermeranno la tesi dell'allenatore, il risultato della partita sarà ricalcolato.

Tabellino marcatori controverso. Nel caso che il Q.U. riporti tra i marcatori un calciatore non indicato da altri mezzi d'informazione (stampa o TV), l'allenatore penalizzato potrà proporre reclamo al Presidente di Lega, portando a prova della sua tesi gli altri due quotidiani sportivi. Se entrambi confermeranno la tesi dell'allenatore, il risultato della partita sarà ricalcolato.

Correzioni e rettifiche. Nel caso che il Q.U. rettifichi in una successiva edizione un voto assegnato ad un calciatore, l'allenatore penalizzato potrà proporre reclamo al Presidente di Lega, portando a prova della sua tesi la copia del Q.U. contenente la rettifica. Se si confermerà la tesi dell'allenatore, il risultato della partita sarà ricalcolato.

Discrepanze nelle pagelle del Quotidiano Ufficiale. Qualora avvenga una discrepanza nei voti assegnati ad uno o più calciatori nelle pagelle del Q.U. relative alla stessa partita, si terrà in considerazione il voto della "pagella" (è quella che contiene oltre ai voti anche i commenti dell'inviato relativi alla prestazione d'ogni singolo calciatore).

Rigore calciato senza voto. Nel caso un calciatore calci un rigore (indipendentemente dal fatto che lo realizzi o lo sbagli), ma non sia giudicato dal Q.U., gli sarà assegnato d'ufficio un 6 come voto, al quale dovranno essere sommati i Punti bonus/malus relativi all'esito del rigore.

 

 

8.4 - Punti bonus/malus

Per Punti Bonus/Malus s'intende la somma algebrica dei Punti-gol e dei Punti-cartellino. I Punti-gol sono assegnati ad un calciatore che segna, subisce, manca od evita un gol (solo il portiere può subire od evitare un gol) durante una gara di campionato. I Punti-gol sono positivi o negativi e stabiliti nella seguente misura:

 

 

+3     per ogni gol segnato

+3     per ogni rigore parato (si applica solo al portiere)

-2      per ogni autogol

-3      per un rigore sbagliato

-1      per ciascun gol subito (si applica solo al portiere)

 

La dizione "rigore parato" è da intendersi in senso letterale. Il rigore calciato contro un legno o fuori della porta è contato (ovviamente in negativo) solo al calciatore che lo ha tirato, cioè non è assegnato alcun punto al portiere.

I Punti-cartellino sono assegnati ad un calciatore ammonito o espulso durante una gara di campionato. I Punti-cartellino sono sempre negativi e stabiliti nella seguente misura:

 

 

-0.5  per un'ammonizione

-1     per un'espulsione

 

 

Ad un calciatore espulso viene sempre e in ogni caso assegnato -1, sia che sia stato precedentemente ammonito e quindi l'espulsione sia per somma di cartellini, sia che sia espulso direttamente col cartellino rosso. Nel caso un calciatore sia prima ammonito e poi espulso, l'ammonizione non sarà calcolata e gli sarà assegnato -1.

 

 

8.5 - Calcolo del Totale squadra

Il Totale-Squadra d'ogni squadra è dato dalla somma dei singoli Totali-Calciatori degli 11 calciatori che hanno partecipato alla gara.

 

8.6 - Calcolo del Totale squadra modificato

Il Totale-Squadra Modificato di ciascuna squadra è dato dalla somma algebrica dei singoli Totale-Calciatore degli undici giocatori che hanno preso parte alla gara e dei punti positivi e/o negativi ottenuti in base ai calcoli del Modificatore della difesa.

 

8.7 - Fattore campo casalingo

Le squadre che giocano in casa dovranno sommare al proprio Totale Squadra il fattore campo (FC), pari a +2.

 

8.9 - Confronto dei Totali squadra

Per determinare il risultato della partita sono confrontati i Totali-Squadra delle due squadre in base alla Tabella di Conversione ed alle sue Integrazioni. In caso di parità, se previsto, si eseguiranno i calci di rigore. Nelle partite in cui è prevista l’esecuzione dei calci di rigore, al momento di comunicare la formazione, ogni allenatore dovrà comunicare anche l'elenco dei rigoristi, ovvero indicare a fianco di ciascuno degli undici calciatori della formazione titolare un numero da 1 a 11 che rappresenta l'ordine in cui batteranno i calci di rigore. Nel caso un titolare non sia sceso in campo o gli sia stato assegnato s.v. o n.g. sarà sostituito, ai fini del calcolo dei calci di rigore, dalla sua riserva (compresa la riserva d'ufficio).

 

 

 

8.10 - Tabella di conversione

Per determinare il risultato finale della gara sono confrontati i Totali-Squadra delle due squadre. Si possono a questo punto calcolare i gol realizzati da ogni squadra secondo la seguente tabella di conversione

           

Totale Squadra

Gol segnati

 da 0    a  65,99

0

da 66  a  71,99

1

da 72  a  77,99

2

da 78  a  83,99

3

da 84  a  89,99

4

E cosi’ via ogni 6...

 

 

8.11 - Integrazioni alla Tabella di conversione

Per arrivare al risultato finale si deve integrare il risultato ottenuto grazie alla Tabella di Conversione in base alle seguenti disposizioni:

Se i due totali squadra si trovano nella stessa fascia ma con un scarto di almeno 4 punti, si assegna un gol in più alla squadra in vantaggio che va a vincere la partita.

 

8.12 - Modificatore per il Portiere

Il Modificatore del portiere agisce sul voto (senza bonus/malus) assegnato al portiere ed in funzione della sua bravura, modifica il punteggio della squadra avversaria. Con tale correttore in pratica si vuole tenere in maggiore considerazione il ruolo del portiere. Per determinare i punti di correzione che vanno sommati (col segno) al Totale Squadra dell’avversario si usa la tabella seguente.

 

Voto portiere

Correttore portiere

<=4

+3

4.5

+2

5

+1

5.5

+0.5

6

0

6.5

-0.5

7

-1

7.5

-2

>=8

-3

 

Nel caso al portiere venga applicata la riserva d’ufficio (cioè un 3 come totale calciatore), ai fini del modificatore del portiere si considererà il correttore +1 al proprio avversario.

 

8.13 - Calcolo del modificatore della difesa

Il Modificatore della Difesa è dato dalla Media-Voto dei 3 difensori con voti più alti in formazione titolare, calcolata sulla base del solo voto in pagella assegnato ad ogni difensore dal Q.U.. In nessun caso per il calcolo devono essere presi in considerazione i Punti bonus/malus e/o i Punti-cartellino. I punti risultanti dalla Tabella di Conversione Difesa sono sommati algebricamente al Totale-Squadra della squadra avversaria.

Nel caso di un giocatore espulso giudicato n.g. oppure s.v. ai fini del modificatore di difesa a tale giocatore verrà assegnato un 5 come voto in pagella al quale poi andrà sottratto -1 per l’espulsione, portando quindi il suo totale calciatore a 4.

Nel caso in una squadra ottengano il voto meno di 3 difensori, il modificatore è calcolato assegnando un 5 d’ufficio per ogni giocatore-difensore virtuale, fino ad arrivare ad un minimo di 3. Ad esempio se giocano solo 2 difensori che prendono 7 e 6, la media voto sarà: (7+6+5)/3=6; se gioca un solo difensore con voto 6.5, la media voto sarà (6.5+5+5)/3=5.5; se non gioca nessun difensore la media voto sarà: (5+5+5)/3=5..

 

8.14 - Tabella di conversione della difesa

Trasforma la Media-Voto del reparto difensivo in punti positivi e negativi.

 

 

Media Voto

Modificatore difesa

< 5.25

+4

5.25 - 5.49

+3

5.5 - 5.74

+2

5.75 - 5.99

+1

6 - 6.24

0

6.25 - 6.49

-1

6.5 - 6.74

-2

6.75 - 6.99

-3

>= 7

-4

 

8.15 - Calcolo del modificatore del centrocampo

Il Modificatore di centrocampo è dato dal confronto tra i Totali-Centrocampo dei reparti centrali delle due squadre. Il Totale-Centrocampo è dato dalla somma del solo voto dei centrocampisti schierati in formazione titolare. In caso di disparità numerica tra i reparti centrali delle due squadre, saranno assegnati alla squadra il cui reparto centrale è in inferiorità numerica tanti voti d'ufficio quanti sono necessari per pareggiare il numero dei centrocampisti della squadra avversaria. Ai fini del confronto dei Totali-Centrocampo il voto d'ufficio per ciascun centrocampista in meno rispetto al reparto centrale avversario è pari a 5. Verrà inoltre assegnato un 5 come voto d’ufficio valido esclusivamente ai fini del modificatore di centrocampo a tutti quei calciatori giudicati n.g. oppure s.v. e non sostituiti da alcun panchinaro (sostituiti quindi dalla riserva d’ufficio).

Nel caso di un giocatore espulso giudicato n.g. oppure s.v. ai fini del modificatore di centrocampo a tale giocatore verrà assegnato un 5 come voto in pagella al quale poi andrà sottratto -1 per l’espulsione, portando quindi il suo totale calciatore a 4.

Mediante la Tabella di Conversione del Centrocampo si modifica il Totale-Squadra di ogni formazione. Al Totale-Squadra della squadra il cui reparto centrale avrà ottenuto il Totale-Centrocampo migliore saranno assegnati (sommati) dei punti positivi in base al livello di differenza col Totale-Centrocampo della squadra avversaria.

Al Totale-Squadra della squadra il cui reparto centrale avrà ottenuto il Totale-Centrocampo peggiore saranno assegnati (sommati col segno) dei punti negativi in base al livello di differenza col Totale-Centrocampo della squadra avversaria.

 

8.16 - Tabella di conversione del centrocampo

Trasforma il risultato del confronto tra i Totali-Centrocampo dei reparti centrali delle due squadre, in punti positivi e negativi.

 

Differenza tra i Totali-Centrocampo

Squadra col totale migliore

Squadra col totale peggiore

< 1

0

0

1 - 1.99

+0,5

-0,5

2 – 2.99

+1

-1

3 – 3.99

+1,5

-1,5

4 – 4.99

+2

-2

5 – 5.99

+2,5

-2,5

6 – 6.99

+3

-3

7 – 7.99

+3,5

-3,5

8 o più

+4

-4

 

 

8.17 – Calcolo del Modificatore dell' Attacco

 

Il Modificatore di Attacco si attribuisce a tutti quegli attaccanti che non segnano ma prendono un voto superiore a 6.

Il modificatore dell’attacco si applica anche ai centrocampisti fatti giocare in attacco e quindi fuori ruolo.

La Tabella di Conversione Attacco sottostante trasforma il voto del singolo attaccante in punti positivi da sommare al proprio Totale Squadra:

 

Voto 6                          = 0

Voto 6,5 -6,999                         = +0,5

Voto 7- 7 ,499               = +1

Voto 7,5- 7,999                         = +1,5

Voto 8 o superiore         = +2

 

Ricapitolando: se un attaccante segna non si attribuisce nessun bonus di Modificatore dell'Attacco (visto che ottiene già un +3 per il gol). Se I' attaccante non segna e prende un voto pari o inferiore a 6 idem, nessun bonus. Se invece, pur non segnando, l'attaccante riesce a prendere un voto superiore a 6, il suo voto sarà maggiorato secondo la suindicata Tabella.

 

8.18 – Calcolo del Modificatore Capitano

 

Alla comunicazione della formazione dovrà essere comunicato il Capitano (indicandolo con una (K) ad esempio) e un vicecapitano (VK). A seconda del voto del Capitano (senza bonus-malus), si applica la seguente tabella di conversione:

 

Modificatore capitano = (voto puro – 6).

Preso con il suo segno. Esempio: se il capitano prende 7: 7-6=1 => +1. Se il captano prende 4,5: 4,5-6=-1,5

 

Nel caso in cui il giocatore indicato come Capitano non giochi o non prenda il voto (escluso il portiere, per cui il s.v. si trasforma in 6), il Capitano diventerà il vicecapitano. Se anche il vicecapitano non gioca oppure ottiene un s.v., oppure il fantallenatore non comunica il Capitano né il vicecapitano, la fascia di Capitano sarà data al portiere; se anche il portiere non dovesse giocare, si applicherà un -1 di modificatore Capitano.

 

8.19 - Calcolo dei calci di rigore

Sarà obbligatoriamente calciata una serie di 5 calci di rigore, che saranno tirati dai primi 5 calciatori indicati nell'elenco dei rigoristi. si comparano i rigoristi delle due squadre nell'ordine indicato nell'elenco dei rigoristi: il rigorista che ha preso Voto (senza considerare i Punti Bonus/Malus) sufficiente (>= 6) segna il rigore; il rigorista che ha preso un Voto insufficiente (< 6) sbaglia il rigore. Al termine dei 5 calci di rigore regolamentari sarà dichiarata vincente la squadra che ha segnato più rigori. Il portiere per realizzare il rigore deve ottenere almeno 6,5 come voto.

Se uno o più dei rigoristi ufficiali non scendono in campo nella realtà o siano giudicati s.v. o n.g. si prenderanno in considerazione le rispettive riserve (nel rispetto delle regole sulle sostituzioni). Se anche le riserve non siano scese in campo nella realtà o vengano anch'esse giudicate s.v. o n.g. i rigori calciati dai rigoristi "assenti" saranno considerati sbagliati.

Se il portiere incluso nella lista dei rigoristi sia giudicato s.v. o n.g. dal Q.U., se avrà disputato almeno 30 minuti di partita, si dovrà considerare il rigore non realizzato attribuendogli un voto d'ufficio pari a 6.

In caso di parità anche dopo i 5 rigori regolamentari si procederà ad effettuare i calci di rigore ad oltranza. Saranno presi in considerazione per i calci di rigore ad oltranza i rimanenti 6 giocatori, nell'ordine in cui sono stati indicati nell'elenco dei rigoristi. Il calcolo avviene come per i 5 rigori regolamentari, ma non appena una squadra realizza il rigore e l'altra lo sbaglia, vince la squadra che ha realizzato il rigore.

 

Capitolo 9 - La stagione

 

9.1 - Il calendario

La Lega provvede alla formazione del calendario degli incontri di Campionato e di Coppa . Il Campionato è composto da 38 giornate. La squadra prima classificata è proclamata vincente del Campionato ed acquisisce il titolo di Campione di Lega.

Le 38 giornate saranno così disputate: 9 giornate (primo girone d’andata) dalla 1^ alla 9^ di serie A. 9 giornate (primo girone di ritorno) dalla 10^ alla 18^ di serie A. 9 giornate (secondo girone di andata) dalla 19^ alla 27^ di serie A. 9 giornate (secondo girone di ritorno) dalla 28^ alla 36^.

Nelle  giornate 37^ e  38^ si giocheranno i primi due turni di calendario su campo neutro.

 

9.2 - La classifica

La classifica è stabilita per punteggio, con assegnazione di 3 punti in caso di vittoria, 1 in caso di pareggio e 0 per la sconfitta. In caso di parità di punti contano nell’ordine: 1) somma totali squadra senza modificatori 2) gol fatti 3) scontri diretti 4) differenza reti 5) sorteggio.

 

9.3 – La coppa

In parallelo con gli incontri di Campionato si giocheranno gli incontri di Coppa, con le seguenti modalità:

Le prime 6 classificate del campionato 2018/2019 accedono direttamente ai quarti, le altre 4 si incontrano a eliminazione diretta con gare di andata e ritorno secondo quanto stabilito dal calendario. La finale è unica.

 

9.4- Premio giornata

Verrà assegnato un premio di 5 €, ogni giornata, alla squadra che totalizzerà più punti, comprensivi di bonus-malus, ma senza applicare né il bonus di +2, né alcun tipo di modificatore. In caso di parità di punteggi più alti, il premio di 5 € verrà equamente suddiviso tra i vincitori, approssimando la divisione al centesimo di € (per difetto).

 

9.5 La Supercoppa

Nella stagione 2020/2021 si giocherà la prima edizione della supercoppa. Partita secca con rigori alla 4° giornata, tra vincente fantacalcio e coppa della stagione precedente. Se le due squadre coincidono si giocherà tra vincente fantacalcio e finalista coppa. La quota sarà 150 €. I 100 € in più saranno così distribuiti: 50 € vincitore supercoppa, 10 € in più a primo, secondo e terzo, 20 € in più al vincitore della coppa.

 

Capitolo 10 – Condizioni economiche

La quota di partecipazione è fissata in € 140,00 ciascuno.

Il montepremi, di 1400 € verrà così suddiviso: 530 € al vincitore del campionato; 270 € al secondo; 170 € al terzo; 35 € al quarto; 25 € al quinto; 20 € al sesto; 15 € al settimo; 10 € all’ottavo e 5 € al nono. 80 € al vincitore della coppa.

50 € vanno al presidente di lega come rimborso acquisto giornali, invio sms e gestioni varie.

                                                                                                                     Redattore

                                                                                                                      Claudio Recine

Online dal 12/10/2004

Webmaster Claudio Recine

Hit counter