Community
 
Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico
------------------
Crea
Profilo
Blog
Video
Sito
Foto
Amici
   
 
 
 
Community
 
Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico
------------------
Crea
Profilo
Blog
Video
Sito
Foto
Amici
   
 
 

sei sul sito di Giovanni Fraterno

ATTENZIONE che, per importanza sociale, subito dopo il legame affettivo che si instaura all'interno di una famiglia, viene quello che si instaura fra il professore e i suoi alunni, e che turbare entrambi i rapporti può essere carico di conseguenze (sabato 31° gennaio 2004, il professore).
 
Community
 
Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico
------------------
Crea
Profilo
Blog
Video
Sito
Foto
Amici
   
 
 
 
Community
 
Aggiungi lista preferiti Aggiungi lista nera Invia ad un amico
------------------
Crea
Profilo
Blog
Video
Sito
Foto
Amici
   
 
 

Suggerimenti e regole di comportamento fra noi (in classe, nella Scuola e su Internet), a valere per tutti gli studenti del corso F del corrente anno scolastico 2006/2007 (versione F.1) (file disponibile dal 2° di ottobre 2006) (n.b.: il testo eventualmente colorato in viola evidenzia le aggiunte o i cambiamenti rispetto alla precedente versione)

 

1) con me, il professore Giovanni Fraterno, tu studente e i tuoi genitori, oltre che nell’ora di ricevimento potete comunicare anche via posta elettronica scrivendo a giofra@freemail.it, ed eventualmente firmando il vostro messaggio con il software applicativo PGP (la dispensa che spiega come si usa PGP, e il software stesso, sono reperibili seguendo il link presente nel programma di quinta, ovvero seguendo il link presente sulla pagina web con indirizzo:

http://digilander.libero.it/giovannifraterno/programma5F.htm).

 

2) non dimenticare che una copia del tuo sito web che realizzerai, o che stai realizzando, oltre ad essere presente su Internet, dovrà essere presente anche su un dischetto (o su altri supporti di memorizzazione trasportabili), e con il quale potrai lavorare a casa e nel laboratorio della Scuola, anche senza essere necessariamente connessi a Internet

 

3) tutte le dispense di SISTEMI puoi trovarle su Internet a partire dalle pagine web con indirizzo:

http://digilander.libero.it/giovannifraterno/programma3F.htm

http://digilander.libero.it/giovannifraterno/programma4F.htm

http://digilander.libero.it/giovannifraterno/programma5F.htm

 

4) tutto il resto delle cose che attengono alla didattica di SISTEMI (piani di lavoro, e-mail, indirizzi dei siti web dei compagni di classe, e così via) puoi trovarli a partire dalla pagina web con indirizzo:

http://digilander.libero.it/giovannifraterno/areadidattica.htm

 

5) in classe, durante le ore di SISTEMI, si può andare in bagno solo se fuori non c'è nessun compagno di classe, e comunque si può stare fuori al massimo per 5 minuti; le ragazze, se vogliono, possono uscire in coppia e di conseguenza al massimo per 10 minuti

 

6) non alzarsi dalla sedia per uscire dall’aula ed avviarsi perfino verso la porta dell’aula stessa, e poi finalmente chiedere di uscire, ma chiedere di uscire stando seduti

 

7) se occorre stare fuori dall'aula o dal laboratorio per più di 5 minuti occorre spiegarmi perché scrivendolo su di un foglio di carta

 

8) ovviamente non è consentito fumare

 

9) durante le mie spiegazioni non è consentito interrompermi, mentre sono consentite le domande a fine spiegazione

 

10) quando si entra o si rientra in aula o in laboratorio disturbare il meno possibile le attività in quel momento in corso

 

11) potete scrivermi messaggi di posta elettronica indirizzandoli a giofra@freemail.it, messaggi che possono riguardare non solo la didattica, ma anche eventuali problemi di relazione che dovessero insorgere con me o fra di voi in classe durante le ore di SISTEMI

 

12) se non dovessi essere in grado di risolvere da solo eventuali problemi di relazione mi avvarrò della collaborazione di mia moglie, che è medico, oltre che di altri medici e specialisti suoi amici e colleghi

 

13) potete anche scrivere direttamente messaggi di posta elettronica a mia moglie (indirizzandoli a dottoreanna@libero.it) non strettamente attinenti alla didattica della materia SISTEMI, ma piuttosto attinenti a eventuali problemi di relazione (con me o tra di voi studenti) che dovessero insorgere in classe durante le ore di SISTEMI

 

14) anche quando segnalate eventuali problemi di relazione, sia quando indirizzate i vostri messaggi a dottoreanna@libero.it che a giofra@freemail.it, se credete, firmate il vostro messaggio con il software applicativo PGP (la dispensa che spiega come si usa PGP, e il software stesso, sono reperibili seguendo il link presente nel programma di quinta, ovvero seguendo il link presente sulla pagina web con indirizzo:

http://digilander.libero.it/giovannifraterno/programma5F.htm)

 

15) rammento che per importanza sociale, subito dopo il legame affettivo che si instaura all'interno di una famiglia, viene quello che si  instaura fra il professore e i suoi alunni, e che turbare entrambi i rapporti può essere carico di conseguenze

 

16) attenzione ad eventuali strumentalizzazioni veicolate dall’odio personale di qualche sconsiderato: a “furor di popolo”, sebbene raccogliendo firme, si mandavano via le persone solo in passato, e soltanto negli odiosi regimi totalitari

 

17) gli attacchi personali verso chiunque possono essere puniti dalla legge

 

18) segnalo che una prassi consolidata da secoli vuole che i problemi debbono via via sommessamente essere messi in campo, affrontati e risolti in via gerarchica, diversamente si alimenta  la maldicenza, il litigio e il caos, nel nostro caso dunque il primo referente per risolvere eventuali problemi (anche di relazione) attinenti alla materia SISTEMI sono io, eventualmente, ripeto, facendo anche ricorso all’indirizzo di posta elettronica dottoreanna@libero.it

 

19) insomma prima di protestare altrove dobbiamo fra noi (io, voi studenti e voi genitori) parlarci, parlarci, parlarci, scriverci, scriverci, scriverci

 

20) segnalo che io stesso nel mio lavoro sono tenuto a far rispettare un piano, e che è poi quello scritto (ed approvato da chi controlla il mio lavoro) nei rispettivi piani di lavoro delle tre classi e fruibili sulle pagine web con indirizzo:

http://digilander.libero.it/giovannifraterno/programma3F.htm

http://digilander.libero.it/giovannifraterno/programma4F.htm

http://digilander.libero.it/giovannifraterno/programma5F.htm

e sulle pagine web con indirizzo:

http://digilander.libero.it/giovannifraterno/piano3F.htm

http://digilander.libero.it/giovannifraterno/piano4F.htm

http://digilander.libero.it/giovannifraterno/piano5F.htm

 

21) che i piani di cui appena sopra hanno il fine primario di portare avanti la classe nel suo complesso più che il singolo studente, per cui capite che diventa difficile per noi professori stabilire un rapporto che sia contemporaneamente anche più che affettuoso, o addirittura paterno, con chi ha deciso di non voler studiare, ciò nonostante, ripeto, invito voi tutti (studenti e genitori) a scrivere a me giofra@freemail.it e/o a dottoreanna@libero.it

 

22) non rendersi antipatici chiedendo di uscire dall’aula o dal laboratorio prima che sia suonata la campanella della Scuola o prima che ve lo dica io

 

23) non farsi chiamare in aula o in laboratorio da altri studenti

 

24) errare è umano

 

25) se si sbaglia, le persone intelligenti l’ammettono subito, senza per questo perdere in dignità, anzi

 

26) al telefonino si può rispondere brevemente senza bisogno di chiedere di lasciare l’aula

 

27) in classe non si tengono le scarpe né sulle sedie e né sui banchi

 

28) stare, anche con i banchi, lontani dalle finestra dell’aula

 

29) non affacciarsi, né gridare e né insultare dalle finestre dell’aula

 

30) non fare gestacci con le mani

 

31) le conversazioni in classe non vanno segretamente registrate con i telefonini o altro

 

32) non vanno segretamente fatte foto in classe con i telefonini o altro

 

33) non fingersi vittime dei professori

 

34) non scaricare sugli altri i propri problemi

 

35) non “fare branco” vista anche la mia estrema disponibilità al dialogo

 

36) sforzarsi sempre di pensare con la propria testa

 

37) rispettare le libere scelte dei compagni di classe, senza quindi costringerli ad adeguarsi alle scelte della massa

 

38) con la vita delle persone e di intere famiglie non si scherza

 

39) le persone, e soprattutto quelle istruite (dalla penna facile), non si deridono

 

40) in classe non si ascolta né la radio e né la musica in genere, nemmeno con gli auricolari, né tanto meno si balla

 

41) in classe stare seduti al proprio posto e non intorno alla cattedra, evitando di girarsi continuamente

 

42) non bighellonare per l’aula

 

43) non ridere divertiti se un compagno di classe prende in giro qualcuno o fa il buffone, perché ciò, facendolo sentire importante, lo induce a continuare a sbagliare

 

44) durante le mie spiegazioni, opportunamente intervallate da pause da me concesse, non si conversa amabilmente con i compagni di banco

 

45) è da maleducati interrompere continuamente le spiegazioni per chiedere la concessione di una pausa

 

46) le domande vanno poste a fine spiegazione alzando la mano

 

47) lasciando immaginare di essere pronti a fare un intervento straordinario e intelligente, è ridicolo attirare l’attenzione di tutti alzando la mano durante una spiegazione per chiedere semplicemente di uscire per andare in bagno

 

48) è comunque inopportuno e vi rende antipatici chiedere di uscire durante le spiegazioni

 

49) ascoltare semplicemente le spiegazioni in classe senza studiare a casa, serve a poco o a niente

 

50) pretendere che venga spiegato tutto semplicemente per perdere tempo e fare meno cose è scorretto

 

51) durante le verifiche orali o scritte è inopportuno e vi rende antipatici pretendere delle spiegazioni su cose già a suo tempo spiegate

 

52) è inopportuno e vi rende antipatici suggerire i compagni durante le verifiche orali, e collaborare, o addirittura copiare, durante le verifiche scritte

 

53) i computer dei laboratori di informatica della Scuola non vanno usati per videogiocare né per visionare cose diseducative

 

54) non si scrive né sui muri dell’aula e né su quelli della Scuola, né sui banchi e né sulla cattedra

 

55) non nascondere penne, quaderni, libri, cartelle e telefonini dei compagni, e né appoggiarli fuori dalle finistre dell’aula

 

56) durante le verifiche orali non leggere dal libro e né dai fogli seminascosti delle dispense

 

57) a Scuola si viene per apprendere, studiare e socializzare

 

58) non far squillare inutilmente i telefonini degli altri con chiamate anonime

 

59) non insudiciare le pareti dell’aula con pedate

 

60) in classe non lanciare palline di carte o altro

 

61) se importunati da un compagno di classe non reagire ma segnalare a me la cosa

 

62) non chiedere di rimanere in aula ma “da assente”

 

63) non chiedere di trasformare una presenza in assenza perché non si ha più voglia di rimanere a Scuola quel giorno

 

64) evitate di farmi domande insensate, provocatorie o personali, non risponderò

 

65) è da maleducati chiedere pareri sui compagni di classe, sui colleghi o su altri lavoratori della Scuola, come esporre eventuali problemi che coinvolgano loro e voi, per cui nel caso, sarete gentilmente invitati a rivolgervi ai diretti interessati

 

66) in classe non si sparla, né si insulta e né si dicono parolaccie, come del resto non si fanno né cori e né versacci, insomma in classe bisogna mantenere un comportamento educato e rispettoso verso tutti

 

67) in laboratorio se si mangia un panino o altro farlo lontano dai personal computer

 

68) organizzare complotti e fare nomination è lecito solo in alcuni programmi televisivi

 

69) ogni anno scolastico che inizia è una cosa nuova, con il passato che c’entra poco o niente, soprattutto se si tiene conto del fatto che persone e tempi evolvono sempre più rapidamente, e che valutare il profitto e la condotta di voi studenti è una cosa difficilissima, e ciò perché, sebbene si siano fissate delle regole, il problema è che non si tratta di fare la valutazione di un dipinto inanimato, ma di un essere umano in carne ed ossa grandemente animato e capace di interagire, per cui è fatale che regole e comportamenti di noi professori debbono di necessità adeguarsi alla persona e alla classe che si ha di fronte in un determinato anno scolastico

 

70) durante le verifiche orali, per rispetto soprattutto del vostro collega studente sottoposto a verifica, fate silenzio o parlate sottovoce

 

71) non interferire mai quando io ed uno studente stiamo verbalmente interagendo, e quindi anche durante le verifiche orali

 

72) studiare non è un dovere ma un piacere

 

73) probabilmente non è vero che alcune persone non studiano perché “sono come sono”, ma “sono come sono” proprio perché non studiano, insomma lo studio forma uomini

 

74) anche a 100 anni c’è ancora da imparare

 

75) non applaudire in classe e né invitare ad applaudire

 

76) durante le brevi pause e non solo, parlare senza gridare, per regolarsi, come soglia sonora limite che non occorre assolutamente superare fare riferimento all’intensità della mia voce

 

77) a Scuola, e nella vita di tutti i giorni, sforzatevi nell’attenervi alle 3 regole basi del vivere civile, ovvero rispetto: della legalità, dell’autorità e del lavoro di tutti

 

78) attenetevi sia al file on-line con i “dettagli sulla valutazione periodica e finale”, che a questo stesso file anch’esso disponibile on-line, e vi troverete benissimo

 

79) entrambi i suddetti file saranno anche sempre disponibili nelle ore di laboratorio di SISTEMI, e cioè off-line sul desktop del PCserver del laboratorio della Scuola

 

80) in classe, durante le ore di SiSTEMI, se si ha bisogno di studiare altro, chiedermi prima  il permesso

 

81) tranne le ragazze, non chiedere di uscire dall’aula in coppia

 

82) in laboratorio, con i computer della Scuola, si può chattare solo dopo avermi chiesto il permesso

 

83) 5 minuti prima della fine delle lezioni, solo 1 studente da me autorizzato può alzarsi per prendere giubbini e cappotti dagli appendiabiti e distribuirli ai compagni di classe

 

84) se non è proprio indispensabile, quando mi scrivete via posta elettronica, evitate di mandarmi allegati

 

85) prima di fare l’appello non chiedermi di uscire dall’aula

 

86) le ore di laboratorio possono essere usate anche per fare verifiche sia scritte che orali

 

87) non aspettare fuori dall’aula il mio arrivo in classe.

 



utenti in questo momento connessi alla rete di siti web di Giovanni Fraterno: