"Tum se ad Caietae recto fert limite portum. Ancora de prora iacitur; stant litore puppes"

(Virgilio, Eneide, VI, 900-1)

 Negli anni dell'ultimo dopoguerra a Gaeta si era già costituito un Gruppo dell'Associazione Nazionale Marinai d'Italia.

Purtroppo numerose difficoltà avevano costretto, nella prima metà degli anni '60, al suo scioglimento.

L'esigenza di ridare a Gaeta un Gruppo ANMI era comunque fortemente avvertita, soprattutto se si considerano i legami storici della nostra città con la Marina Militare.

La ricostituzione del Gruppo ANMI di Gaeta ebbe inizio nei primi anni '80 ad opera del compianto Comandante Fernando Pollastrello, il quale, affiancato dagli Amici Antonio Buonomo, Luigi Salemme, Federico Scirocco, Giuseppe Taccone, Luigi Tramontano, iniziò un'attenta opera di sensibilizzazione fra i concittadini che avevano fatto parte della compagine marinara.

 Dopo numerosi incontri, finalmente il 6 luglio 1985 si tenne la prima riunione per la ricostituzione del Gruppo, intitolato al Guardiamarina Osservatore Alfonso Di Nitto, medaglia d'argento al Valor Militare, caduto il 18 dicembre 1941 durante la Prima Battaglia della Sirte. Oltre agli Amici già citati, si fregiano del titolo di Soci Rifondatori gli Amici: ALBANO Cosmo, D'ALESSIO Agostino, GIACOBBE Alberto, LECCESE Saverio, LIETO Antonio, MACERA Antonio, MAGNANI Corrado, MANCINI Luigi, MANILDO Athos, NARDONI Ezio, RAMUNNO Giovanni, VAGNATI Lorenzo, VILLOZZI Vincenzo.

Il Comandante Pollastrello venne nominato Presidente Onorario, mentre Luigi TRAMONTANO venne eletto primo Presidente del Gruppo. Negli anni seguenti gli succedettero nella guida del Gruppo il Com.te Antonio MACERA (attuale Presidente Onorario), il geom. Pietro ACCETTA, il Com.te Benedetto VIOLA e il Com.te Gaetano GALLINARO. Attuale presidente è il Cap. Carlo DI NITTO. Sotto la loro guida il Gruppo è cresciuto fino a raggiungere un numero di 170 Soci.

 Nel 1989 il Comune di Gaeta assegnò in uso gratuito al Gruppo un locale di proprietà comunale in prossimità dello storico porticciolo Santa Maria in Gaeta Medioevale, che costituisce ancora oggi la Sede del Gruppo.

I Soci del Gruppo, nello spirito dello Statuto Nazionale dell'Associazione, consapevoli che bisogna "operare nel sociale" donando sempre e comunque la solidarietà caratteristica dei Marinai, svolgono un'attenta sensibilizzazione dei giovani verso tutto quanto costituisce "Cultura marinara", conoscenza della Marina Militare e delle sue attività, conservazione della Memoria di chi ha sacrificato sul Mare la vita per la Patria.

In tutti questi anni le iniziative del Gruppo sono state numerose. Si ricordano le più importanti:

Consegna della Bandiera di Combattimento al Cacciamine "Gaeta" M 5554;

IL CACCIAMINE "GAETA"

Il Presidente del Gruppo di Gaeta, Pietro Accetta, consegna la Bandiera di Combattimento al Comandante del "Gaeta"

 

Realizzazione del Monumento ai Caduti del Mare;

 

Il Monumento ai Caduti del Mare

 

I familiari della M.A..V.M. Alfonso DI NITTO

 

Donazione all'Associazione "Progetto Uomo Sud Pontino" per il recupero delle tossicodipendenze;

Donazioni alla Banda Musicale "Città di Gaeta" ed a varie Associazioni Giovanili cittadine;

La Banda Musicale "Città di Gaeta"

 Collaborazione con le Amministrazioni Locali del circondario in occasione di Cerimonie;

Collaborazione con altre Associazioni di volontariato in occasione di calamità o gravi eventi. 

La rappresentanza del Gruppo con una delegazione Inglese durante una Cerimonia nel vicino paese di Suio

Corona d'alloro per i Caduti del Mare deposta a cura di Sub del Gruppo in collaborazione di volontari Subacquei sul "Crocifisso degli Abissi" sul fondo della Grotta del Turco a Gaeta

 

Esprimiamo un sentito ringraziamento nei confronti di quanti, persone, Autorità ed Enti, fino ad oggi ci hanno sostenuto e ci sostengono. In particolare il ringraziamento è rivolto a tutti i nostri Soci che con il loro impegno, la loro responsabilità, la loro collaborazione ed il loro attaccamento hanno consentito e consentono al Gruppo di operare nonostante i numerosi ostacoli che spesso incontriamo sul cammino. Essi ci permettono di guardare con fiducia ed ottimismo verso il futuro.

Grazie e.... vento in poppa !!!

I CONSIGLIERI DEL DIRETTIVO

 <<<<HOME PAGE | SEGUENTE>>>>