Benvenuti nel sito A81 - Balzaretto Observatory

Mi chiamo Lorenzo Franco e su queste pagine troverete informazioni sulla mia attività osservativa e di ricerca, insieme ai documenti ed agli articoli pubblicati.

 

Ultime Osservazioni & News

12 settembre 2017. Pubblicato ATel #10737  "Continuing ARAS visible spectroscopic monitoring of the slow classical nova Sct 2017 = ASASSN-17hx".

25° Convegno del GAD - relazione di Astronomia Digitale [leggi...]

3122 Florence: Lo spettro di riflettanza del 30 agosto 2017 conferma che si tratta di un asteroide di tipo S (roccioso), in accordo con la precedente classificazione tassonomica SMASSII (Bus & Binzel) del 2002 [uai_news].

Nova Scuti 2017 (asassn-17hx) osservata il 13,14,28,29,30 luglio 2017. Gli spettri sono stati scalati in flusso assoluto utilizzando la magnitidine V al momento dell'osservazione [News UAI]

4 luglio 2017. Sessione osservativa sulla Nova Scuti 2017 (asassn-17hx) recentemente scoperta. Lo spettro è stato inviato al database ARAS.

[News UAI]

19 giugno 2017. Sessione osservativa sulle variabili simbiotiche: T Crb, RS Oph, V443 Her. Gli spettri sono stati inseriti nel database ARAS.

C/2015 V2 (Johnson) 27/5/2017. Osservato lo spettro della cometa con una forte riga di emissione del cianogeno (CN) a 3880 A e delle bande molecolari di emissione C2 e C3 molto meno intense. [News UAI]

4 giugno 2017. Il cielo di Roma 2017. Roma, Parco dell'Appia Antica

"Applicazioni pratiche della Fotometria e della Spettroscopia" [leggi...]

 

20 giugno 2017. Pubblicato il tutorial "MPO Canopus – Dual Period Search" che spiega come elaborare le curve di luce degli asteroidi binari per separare  il periodo rotazionale da quello orbitale. Leggi il documento [leggi...].

 

7 maggio 2017. 50° Congresso UAI. Presentata la relazione della sezione

"Stelle Variabili e Pianeti Extrasolari" [leggi...].

 

1 maggio 2017. Pubblicato il tutorial "Come utilizzare MPO Canopus per ottenere una curva di luce" che aiuta i neofiti nella riduzione dei dati fotometrici di un asteroide. Il documento si pò scaricare qui: [leggi...].

 

2017-02-16 Osservazione spettroscopica: [T CrB], [V694 Mon], [UV Aur]

2017-02-15 Osservazione spettroscopica: [Theta Ori], [M42], [R Mon]

DY Peg: Il 29/9/2016 lo spettro della variabile è stato osservato lungo tutto il periodo di variazione (1h e 45min). L'animazione mostra molto bene le variazioni del profilo in relazione alle variazioni di temperatura e classe spettrale. Si nota anche la variazione della profondità delle righe spettrali in relazione alla temperatura. [Animazione]. Pubblicato su Astronomia UAI mar-apr 2017.

Nova Srg 2016: Lo spettro della nova è stato acquisito la sera del 12 agosto 2016 con 7 pose da 600 secondi (70 minuti). Al momento dell'osservazione la nova aveva una magnitudine stimata di 11.5V. La componente di assorbimento del profilo P-Cygni della riga H-alfa mostra uno spostamento verso il blu di -38A e questo denota una velocità di espansione di poco superiore a -1700 km/s. Lo spettro è stato inserito nel database ARAS ed un telegramma astronomico [ATel #9379] è stato pubblicato il 16 agosto 2016. [UAINews]

RS Cyg: 31 luglio 2016. Spettro peculiare di una variabile di lungo periodo di tipo Mira al carbonio. Notare la profonda riga di assorbimento del sodio e le bande di assorbimento molecolare C2 e CN.

Saturno: Lo spettro di Saturno e dei suoi anelli osservato il 30 luglio 2016. La parte inferiore della figura mostra lo spettro di riflettanza nel quale si distinguono le bande di assorbimento molecolare del metano.

BF Cyg, T Crb,  Cyg X-1, SS Cyg: gli spettri sono stati acquisito la notte del 28 giugno 2016. Si tratta rispettivamente di due variabili simbiotiche, un microquasar ed una variabile cataclismica.

53 Kalypso: 20 giugno 2016 - Pubblicato il modello dell'asteroide Kalypso sul numero 43-3 del Minor Planet Bulletin. Leggi: Uai News, Modello: DAMIT e 3D Asteroid Catalogue.

Parallasse Diurna: 13 giugno 2016 - Misurata la parallasse diurna dell'asteroide Hartmut. [Sotto] Schema geometrico esplicativo. [Sopra] Best fit dei valori di parallasse misurati rispetto all'andamento sinusoidale teorico.

Spettri M51 e M86: Gli spettri delle due galassie, acquisiti la notte del 4 giugno 2016, mostrano un profilo simile a quello di una stella arancione di tipo K. Lo spostamento verso il rosso appare evidente, specialmente per la galassia ellittica M87 nell'ammasso della Vergine. Il redshift misurato sulle righe spettrali più marcate fornisce un risultato per M51 z=0.0014 ed M87 z=0.0041, valori simili a quelli pubblicati su CDS di 0.00155 e 0.004233).

CH Cyg e T CbR: gli spettri delle due variabili simbiotiche sono stati acquisiti la notte del 4 giugno 2016. Il profilo spettrale di CH Cyg (sopra) è molto cambiato se confrontato con l'osservazione di agosto 2015 (linea blu)

3C273: Lo spettro del quasar è stato acquisito il 4 maggio 2016 con 4 pose da 1800 secondi (oggetto di 13a magnitudine). La misura dello spostamento verso il rosso delle righe spettrali ha permesso di calcolare il redshift, la velocità di recessione e la distanza di questo remoto oggetto la cui luce ha impiegato più di due miliardi di anni per raggiungerci. I risultati ottenuti sono confrontabili con quelli pubblicati in letteratura. (News UAI)

V694 Mon: Spettro acquisito la sera del 30 marzo 2016 sulla variabile simbiotica in fase di outburst (9.1 V mag). Si vedono chiaramente le righe di emissione Halfa e Hbeta, immediatamente precedute righe di assorbimento. Sono stati ripresi cinque spettri con pose da 600 secondi ciascuno. Animazione della sequenza [qui]. News UAI [qui].

2813 Zappala: Osservazioni effettuate nel mese di gennaio-febbraio 2016 in collaborazione con A. Marchini (unisi) e D. Klinglesmith (Magdalena Ridge Observatory) hanno permesso di determinare il periodo di rotazione di questo asteroide P=18.231 ± 0.001 h con un' ampiezza A=0.28 ± 0.03 mag. Questa curva di luce rappresenta un mio personale omaggio all'astronomo Vincenzo Zappala (qui).

2242 Balaton:  [CBET 4243] del 23 gennaio 2016. L'asteroide è stato scoperto nell'ambito di una collaborazione internazionale alla quale ho pertacipato. Si tratta di un asteroide binario asincrono con periodo di rotazione del primario P1=2.79792 +/- 0.00009 ore ed un periodo orbitale Porb=12.96 +/- 0.01 ore.

GSC 01275-01031 e UCAC4 457-001970: Scoperte due nuove variabili ad eclisse nella costellazione del Toro e della Balena. Si tratta rispettivamente di una EW con periodo di 0.3419d e di una EA con periodo di 2.46796d. Le due variabili sono state scoperte nel corso di osservazioni fotometriche di asteroidi e sono state censite sul sito VSX dell'AAVSO (24 dic 2015). A destra della figura sono mostrati i due modelli 3D preliminari ottenuti con BM3 ed il fit dei dati osservari con il modello. (News UAI).

NEA 2015 TB145: sessione osservativa del 31 ottobre 2015 nel corso della  quale è stata acquisita la curva di luce e lo spettro di riflettanza. Quest'ultimo, anche se molto rumoroso, indica che si tratta di un oggetto di basso albedo. Il grafico in basso a destra confronta lo spettro del NEA con quello di un asteroide di tipo carboneceo (1 Ceres).

CI Cyg: 11 settembre 2015. Acquisito lo spettro della stella simbiotica (magV 11.2) con quattro pose da 900 secondi. Le principali righe di emissione: Halfa (6563A), Hbeta (4861A), He I (5876A), He II (4686A).

CH Cyg: 21 agosto 2015. Lo spettro della stella simbiotica (magV 7.1) è stato acquisito con lo spettrografo Alpy600 (6 pose da 300 secondi). Sono evidenti delle variazioni nel profilo Halfa (6563A) e nel profilo Hbeta (4861A) rispetto a quello acquisito il 17 agosto.

Low Resolution Visible Reflectance Spectrum for NEA (357439) 2004 BL86: [leggi...]

2455 Somville: 27 marzo 2015 - L'asteroide ha una curva di luce quadrimodale con un periodo di rotazione molto breve (P=2.8287 h). Le osservazioni, condotte in collaborazione con D. A. Klinglesmith (Etscorn Campus Observatory) hanno permesso di determinare in via preliminare l'orientamento dell'asse di rotazione (λ = 224°, β = -68°) ed il modello 3D dell'asteroide (pubblicazione in corso).

3841 Dicicco. Asteroide binario asincrono. La scoperta è stata pubblicata

l' 8 dicembre 2014 con il telegramma CBET 4033 dall' IAU (International Astronomical Union).  La componente principale ha un periodo di rotazione di 3.5949 ± 0.0002 ore ed il satellite orbita in 21.63 ± 0.02 ore. Il limite inferiore del rapporto delle dimensioni delle due componenti [secondario/primario] è fissato a 0.28.  La scoperta è avvenuta nell'ambito di una collaborazione con Dan Klinglesmith (Etscorn Campus Observatory, Socorro, NM, U.S.A.) e l'astronomo professionista ceco Petr Pravec (Ondrejov Observatory).

UAI Premio Ruggeri 2014: L'unione Astrofili Italiani il 10 maggio 2014 mi ha conferito il premio Ruggeri nel corso del convegno annuale. Ecco una breve sintesi delle principali attività di ricerca [leggi...]. Nella foto il momento della premiazione con (da sinistra) il presidente UAI (Mario di Sora), il socio fondatore del gruppo astrofili Castiglionesi M1 (Michele Mazzucato), me ed il sindaco di Castiglione dei Pepoli (Daniela Aureli).

Arcetri - Meeting Corpi Minori: il 29-30 Marzo 2014 ho partecipato al Meeting sui corpi minori ad Arcetri, presentando due relazioni sugli asteroidi.

- Asteroidi Binari [leggi...]

- Modellazione 3D Asteroidi [leggi...]

Aggiornato al: 6 ott 2017

 

Foto
 

Made with Namu6