Achille Beltrame

Achille Beltrame (Arzignano-Vicenza 18/3/1871- Milano 19/02/1945)
Allievo a Milano di Giuseppe Bertini, partecipa fin da studente a numerose mostre, ottenendo premi e riconoscimenti. Si dedica con  successo al ritratto, all'affresco, all'amato acquerello ed al disegno "creativo". Nel 1896 la notizia del futuro matrimonio di Vittorio Emanuele III con la figlia del Re del Montenegro, Elena Petrovic Niegos, lo spinge a Cettigne per realizzare ritratti e paesaggi. Il suo lavoro viene notato dalla "Illustrazione Italiana" che lo assume seduta stante. Due anni dopo passa al Corriere della Sera per una nuova pubblicazione che uscirÓ col primo numero l'8 gennaio 1899. Sua la copertina della tempesta in Montenegro. Alla Domenica del Corriere, resterÓ legato dall'anno di fondazione fino al 1945, pubblicando 4662 tavole. Non si mosse quasi mai da Milano; ricco di doti tecniche, pur nel segno ottocentesco riesce a tradurre con brillantezza e fantasia le immagini che deve "creare". Beltrame riproduceva aerei, navi e carri armati riuscendo a rendere mostruosi gli altrui mezzi ed umani i nostri. Per questo venne anche accusato di propaganda del regime.  Sue opere pittoriche (pregevoli) alla galleria d'Arte Moderna di Milano ed in altri musei. Lavora a Stresa a villa Bernocchi, villa Magni e nella chiesa di Arzignano, suo paese natale. MorirÓ il 19 febbraio 1945 per una caduta in giardino dopo aver indicato e giÓ avviato il suo successore Walter Molino. Molte tavole di Beltrame sono sparse in tutti i capitoli e in galleria immagini

la "lettura" copertine http://www.galileimirandola.it/lezioni/guerra/indice.htm

 

Corsi d'agraria per militari a Milano caserma S. Simpliciano 1900

      

 

 

primo voto femminile in Inghilterra

 

 

                 

 

Presidio di Milano - Esperienze d'agraria 1904 ?

Torna all'indice di Carneade

Indice