I nuovi confini nord delle alpi giulie

da PLEZZO (Bovec - Flitsch) a Idria (24)

Bretto [di mezzo] (Log pod Mangartom)
Bretto di sopra (Strmec na Predelu)
Cal-Coritenza (Kal-Koritnica)
Oltresonzia (Čezsoča)
Plezzo (Bovec)(
Flitsch)
Plůsina di Plezzo (Plužna)
Saga (Žaga)
Serpenizza (Srpenica)
Sonzia (Soča)
Trenta (Na Logu)
Caporetto (Kobarid)
Idresca d’Isonzo (Idrsko)
Montenero di Caporetto (Krn)
Ternova d’Isonzo (Trnovo ob Soči)
Bergogna (Breginj)
Luico (Livek)

Paesi attualmente in Slovenia della regione da Tolmino a Nova Gorica

italiano - sloveno

Piedicolle (Podbrdo)
Gŕbria di Tolmino (Gabrje)
Dolla (Dolje)
Tolmino (Tolmino)
Gracova Serravalle (Grahovo ob Bači)
Santa Lucia d’Isonzo (Most na Soči)
Vollŕria (Volarje)
Volzana (Volče)
Canale d’Isonzo (Kanal [ob Soči])
Plava (Plave)
Salona d’Isonzo (Anhovo)
Auzza (Avče)
Tarnova della Selva (Trnovo)
Rifembergo (Branik)
Chiapovano (Čepovan)
Bainsizza (Banjšice)
Idria (Idrija)
Montenero d'Idria (Črni Vrh)
Godovici (Godovič)

LA ZONA TEATRO DELLO SCONTRO DEL 24 OTTOBRE 1917 DA PLEZZO (BOVEC) A TOLMINO

Il Regio Decreto n° 800 del 29 marzo 1923 stabilě l'italianizzazione dei nomi dei paesi, delle cittŕ e delle localitŕ geografiche; quattro anni piů tardi lo stesso accadde per i cognomi.

I tentativi di unificazione etnica delle terre proseguirono fino all'avvento del secondo conflitto mondiale. Questo determinň, tra il 1919 ed il 1939, l'emigrazione di circa 100.000 sloveni e croati e austriaci.

Torna all'indice delle piantine