Salta il menu

Torpedo Club  - The Official WebSite Sito Ufficiale del TORPEDO CLUB di Rimini

[A] Chi siamo | [M] Adriakit | [G] Foto | [R] Rivista | [L] Links | [F] Forum | [E] Contattaci | [N] Novit | [S] Segnala un sito

[H] Home >> Rivista > Polikarpov I 16 Rata

Cerca

Polikarpov I 16 Rata Type 10
Il modello all'interno del piccolo diorama
4^Esquadrilla Mosca - Spagna 1938

by Carlo Melia

Il prototipo dell'I 16 vide la luce alla fine del 1933.
Potenziato da un motore Wright Cyclone da 710 CV rappresentò uno degli esempi di "aereo moderno" che, nella metà degli anni trenta, stavano progressivamento sostituendo i caccia biplani.
La struttura era mista; l'ala era costruita in tubi di acciaio saldati, ricoperti di lamiera sul bordo di attacco, mentre la fusoliera aveva struttura a semiguscio in legno ricoperta di compensato di betulla.
L'aereo fu inviato in circa 274 esemplari in Spagna per contrastare l'azione dei bombardieri nazionalisti.

Vista laterale del complesso modello-diorama

Per realizzare il modello sono partito dalla scatola Hasegawa dedicata al Type 24 su cui ho innestato le semiali di un vecchio modello della Revell trovato nella scatola dei relitti.
I lavori sono iniziati dalla costruzione della struttura interna dell'abitacolo, aiutandomi anche con le fotoincisioni della Part. Un certo lavoro di dettaglio é stato necessario per quel che riguarda il seggiolino e il suo poggiatesta.
E' stato necessario autocostruire anche il mirino.

Vista superiore del modello e della sua colorazione

Dopo la chiusura della fusoliera ho eliminato, dalla cofanatura motore, le prese d'aria tipiche della versione 24 ed ho creato due nuove depressioni nella parte inferiore per accogliere due nuovi tubi di scarico; a proposito di questi ultimi li ho realizzati con aghi ipodermici, sostituendo anche quelli del kit perché stampati direttamente sulla NACA.
Altra semplice autocostruzione ha riguardato il ruotino di coda, sostituito con un pattino autocostruito.
Ancora le fotoincisioni della Part mi sono venute in aiuto al momento in cui ho realizzato i carrelli; ottimi i portelli destinati a sostituire quelli in plastica del kit.
L'elica andava bene così com'era, unico lavoretto ha riguardato l'autocostruzione del sistema di avviamento posto davanti all'ogiva.

Vista posteriore del modello

La colorazione rappresenta un I 16 della 4^Esquadrilla Mosca nel 1938 ed é stata realizzata con acrilici Gunze; una nota di colore é rappresentata dall'ambientazione del velivolo; questo si trova in una piazzola di sosta all'ombra di un pino sotto lo sguardo vigile di un militare repubblicano.


Torpedo Club WebSite a Scale Modelling WebSite from Italy
Powered by Giorgio Beltrammi
Copyright 2001-2003

A-Prompt Version 1.0.6.0 checked. WAI level 'double A'd
Torna su