Avvolto da una cura e da un amore 

che incontra nel suo crescer fin dal parto, 

Teodoro ha in San Giorgio il (suo) tutore 

attento quasi a trarlo da ogni scarto. 

 

Pi¨ grande e giÓ disposto all'orazione 

si fabbrica in segreto quella grotta 

che attira da ogni punto l'attenzione 

e mostra coi prodigi una girotta. 

 

Da prete ancor senza l'etÓ prevista 

prosegue il suo fervor di penitente 

che fa di tutti i piani una conquista. 

 

Eletto infine a regger l'adunanza 

che intorno alla Galazýa Ŕ (giÓ) fiorente, 

annuncia la sua fine in vicinanza.

indice Santi