Preposto all'abbazia presso Costanza

nel secolo duodecimo Ernesto

che ripetendo ancor la vecchia usanza

in fretta cede il compito funesto.

 

Per non dover dar conto ai feudatari

che l'urgon da vicino coi lamenti,

con i crociati vuol solcare i mari

per trapiantar lontano i suoi sarmenti.

 

Ma dopo quella nota del Buglione

questa crociata corre allo sbaraglio

per la mancanza chiara di un'unione.

Dai Turchi colto al varco a Dorilea

dapprima chiuso a lungo in un serraglio

con gli altri sfatto poi nella vallea.

indice Santi