Questo sito usa cookie di profilazione al fine di inviare comunicazioni pubblicitarie personalizzate e consente anche l'invio di cookie di “terze parti”. Proseguendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie, o, in alternativa, è possibile personalizzare la loro configurazione alla sezione dedicata (Policy/Cokies).

 

 

 

 

NOTE ALLA DISCOGRAFIA YUGOSLAVA: LE ETICHETTE JUGOSLAVE

 

 

 

 

Le edizioni della ex-Yugoslavia sono state prodotte tutte da una stessa casa, la Jugoton.

La Jugoton era la più grande e famosa delle etichette della Repubblica Federale di Yugoslavia, di base a Zagabria, che deteneva da sola il 90% dei prodotti yugoslavi. Con la caduta della ex-Yugoslavia, la Jugoton continuò la sua opera nella nuova Repubblica Indipendente di Croazia, cambiando il nome nel 1990 in Croatia Records. Le altre case discografiche yugoslave erano: PGP-RTB (rinominata successivamente PGP-RTS) di Belgrado; Suzy di Zagabria; Diskoton di Sarajevo; ZKP RTLJ di Lubiana.

 

La Jugoton fu fondata nel 1947 ed era detentrice dei diritti di distribuzione nella ex-Yugoslavia della maggior parte dei dischi pop e rock, soprattutto locali, come albums di Bijelo Dugme, Azra, Elektric-ni Orgazam, Idoli, Haustor, Leb i Sol, Paket Aranžman e tanti altri. Ma il suo interesse non era solo per gli artisti della ex-Yugoslavia, e per cui realizzò praticamente la quasi totalità degli album di gruppi famosi ed i più importanti lavori del mondo internazionale pop e rock, distribuendoli nel circuito yugoslavo, come i Beatles, Elvis Presley, Rolling Stones, Madonna, U2, David Bowie, Eurythmics, Kate Bush, Public Image Limited, Kraftwerk, Queen, Deep Purple, Pink Floyd, Iron Maiden e tanti altri. Nello stesso tempo, la Jugoton creò anche un canale network di negozi di dischi e musica nella ex-Yugoslavia.

La casa era talmente famosa che ebbe anche una diffusione, a livello di succursali di negozi musicali, anche a Skopje (Gradski Trgovski Centar) e nella Republica di Macedonia, dove opera ancora sotto lo stesso nome della casa macedone, la Lithium Records. E' stata talmente popolare che il termine Jugoton stava a significare l'apertura della musica occidentale nei paesi comunisti dell'Est e, per cui, il sinonimo della cultura occidentale stessa. Come omaggio alla Jugoton, fu addirittura realizzato in Polonia nel 2001 un album chiamato "Yugoton", dalal ZIC-ZAC Music Company e BMG Poland, che contiene cover di canzoni popolari della ex-Yugoslavia, come la Elektric-ni Orgazam, Idoli, Bajaga i Instruktori, Haustor, Prljavo Kazalište e Parni Valjak (le canzoni sono in polacco e sono cantate da artisti polacchi, coem Katarzyna Nosowska, Pawe Kukiz, Olaf Deriglasoff, Ryszard „Tymon” Tyman'ski e altri.

 

La Jugoton divenne famosa tra i collezionisti dei Pink Floyd, poichè è l'etichetta dei primi album della band, come "Meddle", "The Dark Side of the Moon", "A Nice Pair", "Wish You Were Here", "Animals" e "The Wall". Ma per i collezionisti di vinile la Jugoton ha un significato speciale: infatti, per un motivo che ancora sfugge, la Jugoton stampò alcuni album con molteplici versioni di etichetta, come è il caso di "Meddle", "A Nice Pair" e soprattutto "The Dark Side of the Moon" (sia la versione stereo, che la versione quadrifonica). Le differenze tra le varie etichette sono minime e non tutti ne sono al corrente.

Per questo ho creato tre pagine, rispettivamente, "Meddle", "The Dark Side of the Moon" e "A Nice Pair", dove ho raccolto parecchie delle versioni conosciute di queste etichette yugoslave (ma non tutte), senz'altro apprezzate dai collezionisti. 

 

 

 

 

 

 

Copyrights & Credits.

Ricerca a cura di Stefano Tarquini (maggio 2009 - giugno 2010). Le foto delle etichette provengono dalla collezione privata dell'autore.

© All trademarks and copyrights remain the property of their respective owners. The contents of this entire website are presented here as a non-profit service intended for the non-commercial purposes of criticism, research, comment, education and archiving use only. This site is only a tribute to Pink Floyd.

Questo sito usa cookie di profilazione al fine di inviare comunicazioni pubblicitarie personalizzate e consente anche l'invio di cookie di “terze parti”. Proseguendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie, o, in alternativa, è possibile personalizzare la loro configurazione alla sezione dedicata (Policy/Cokies).