CHIESA DELL'ANNUNCIAZIONE DI MARIA VERGINE

La fondazione di una cappella dedicata all'Annunciazione di Maria Vergine, eretta al rango di parrocchiale nel 1470, rientra nel pi¨ vasto quadro della rifondazione del castello e del borgo di San Secondo, promossa nella prima metÓ del Quattrocento dal feudatario Pier Maria Rossi. L'edificio attuale, a tre navate con transetto e profondo presbiterio absidato, risale a XVIII secolo, quando durante la prevostura di Gian Battista Guarnieri Anguissola (1714-1768) viene completamente trasformata la spazialitÓ interna della chiesa quattrocentesca, dilatata con la costruzione delle navate laterali (1716-1719), del nuovo presbiterio e del campanile (1733-1734). Gli artisti attivi nel cantiere sono lo stuccatore Carlo Bossi, il pittore Antonio M. Formaiaroli; appaltatore dei lavori Ŕ il capomastro Giacomo di Giovanni, mentre il progetto Ŕ assegnato all'architetto Maj. Nel 1828-1829 lo stuccatore Matteo Rusca esegue la sistemazione di tutti gli altari nelle cappelle laterali e l'ancona absidale. Nel 1865 viene rifatta la facciata principale su progetto dell'architetto Pancrazio Soncini con sculture di Emilie Romanelli. All'interno sono esposte numerose tele di artisti parmensi del XVI e XVIII secolo, fra cui opere di Andrea Mainardi, Antonio Bresciani, Gervasio Gatti e Panfilo Nuvolose, e lo splendido altare maggiore in legno dorato del Carapezzi (1763-1769).

 

Torna alla pagina precedente