I prefissi nelle unità di misura

Raffaele Ilardo: Elementi di matematica e fisica di supporto al corso

I prefissi nelle unità di misura

Come conseguenza delle necessità della scienza, ed anche in seguito all'uso comune, nel tempo si sono sviluppati diversi sistemi di misura, il cui scopo è quello di definire in modo inequivocabile ed universalmente valido qualunque grandezza che possa essere misurata.
Sono nate così le "unità di misura", e alcune di esse sono di uso così abituale che nemmeno ci si fa caso. Tutti noi usiamo il metro per misurare una lunghezza, oppure i secondi per esprimere un tempo.
Spesso le unità di misura risultano troppo grandi o troppo piccole per certi usi; ecco che allora si ricorre ad unità di misura, sempre derivate da quella fondamentale, ma di valore notevolmente diverso.
Così, nessuno indicherebbe in metri la distanza fra due città; si usa ovviamente il kilometro, che come sappiamo equivale a 1000 metri. Analogamente, se abbiamo a che fare con oggetti molto piccoli, non useremo più il metro, ma ci serviremo dei millimetri, sapendo che un millimetro è la millesima parte del metro.
Ebbene, le unità più grandi, come il chilometro, vengono detti "multipli" (in questo caso, multipli del metro), mentre quelle più piccole, come il millimetro, vengono dette "sottomultipli". In tutti e due i casi, si usa mettere davanti al nome "metro" una parolina, che viene chiamata "prefisso". Il prefisso ci dice quante volte la nuova unità di misura è più grande o più piccola di quella principale, da cui deriva. Nella tabella che segue troviamo il valore dei prefissi di uso più comune:

prefissovalorecorrispondente potenza di 10
giga1 miliardo di volte più grande1 miliardo = 109
mega1 milione di volte più grande1 milione = 106
kilo1000 volte più grandemille = 103
milli1000 volte più piccolo1 / mille = 1/103 = 10-3
micro1 milione di volte più piccolo1 / 1milione = 1/106 = 10-6
nano1 miliardo di volte più piccolo1 / 1miliardo = 1/109 = 10-9
pico1000 miliardi di volte più piccolo1 / millemiliardi = 1/1012 = 10-12

Ma vediamo qualche applicazione pratica nel campo dell'elettronica. Da quello che si è detto derivano le seguenti uguaglianze:

1 µF = 1000 nF1 nF = 1000 pF0,1 µF = 100 nF0,1 µF = 100000 pF
1 MΩ = 1000 KΩ0,1 MΩ = 100 KΩ0,1 KΩ = 100 Ω 220 Ω = 0,22 KΩ
100 mV = 0,1 V50 mV = 0,05 V2200 mV = 2,2 V1 mV = 1000 µV





Ritorna all'indice generale