Legge n. 37 Create spettacoli avvincenti.

Sentenza:

Forte immaginazione e grandi gesti simbolici creano un'aura di potere cui nessuno è in grado di resistere.

Inscenate, per chi vi circonda, spettacoli ricchi di stimoli visivi e di simboli suggestivi che conferiscano enfasi alla vostra presenza.

Abbagliato dalle apparenze, nessuno noterà ciò che veramente state facendo.
 
 
 
 

La ricerca del potere dipende dalle scorciatoie. Occorre vincere il sospetto, vincere il perverso desiderio degli altri di opporsi alla nostra volontà. Le immagini sono una scorciatoia efficace.

Le immagini vanno dritte al cuore, superando la mente, sede del dubbio e della resistenza; attraverso l'occhio creano associazioni suggestive che accomunano la gente e suscitano emozioni. Abbagliati dalla bianca luce della luna, tutti saranno ciechi a quello che veramente accade.

Un'immagine o un marchio che ci contraddistingua tra tutti, un simbolo che si adatti perfettamente alla nostra situazione, ci farà sembrare più grandi di quanto non siamo.
 
 

Le chiavi del potere

Usare la parola per perorare la propria causa è un rischio: la parola è uno strumento pericoloso e rischia di portarci fuori strada. Le parole che gli altri usano per convincerci ci inducono a riflettere su queste stesse parole con altre parole nostre, a rimuginarle a lungo finendo, talvolta col credere al contrario di quello che le parole dicono (tutto questo fa parte della nostra perversa natura).

Accade anche che le parole ci offendano, suscitando associazioni che l'oratore non aveva previsto.

La vista invece supera il labirinto delle parole.

Lo stimolo visivo ci colpisce con una forza emotiva e un'immediatezza che non lascia spazio alla riflessione o al dubbio: come la musica, la vista prescinde dalla razionalità e dal pensiero logico.

Le parole mettono gli altri sulla difensiva, quando ci si deve spiegare il nostro potere viene già messo in discussione.

L'immagine invece si impone come un dato di fatto, scoraggia le domande, crea associazioni mentali, resiste alle interpretazioni indesiderate, comunica immediatamente e crea legami che trascendono le differenze sociali.

Le parole suscitano discussioni e divisioni, le immagini accomunano gli uomini.

Le immagini sono strumenti essenziali per il potere.

Il simbolo, sia esso visivo o descrizione di qualcosa di visivo (il re Sole ad esempio) ha la stessa forza dell'immagine.

Il simbolo si rifà normalmente a un concetto astratto - la castità, la purezza, il patriottismo, l'amore - che può suscitare forti associazioni a livello emotivo.

Il simbolo è una scorciatoia dell'espressione che contiene in sé innumerevoli significati, il simbolo porta in se un potere ineffabile.

"La verità generalmente si vede, non si sente" B. Gracian

Non trascurate mai come disponete le cose dal punto di vista visivo, la vista ha una supremazia su tutti gli altri sensi, trovate immagini e simboli che abbiano un uguale potere comunicativo e appropriatevene, acquisirete un potere inimmaginabile.

Ancora più efficace è un'associazione nuova - una fusione di immagini e simboli mai visti prima, ma che associati sono esemplari per la vostra nuova idea, il vostro messaggio. L'ideazione di immagini e simboli nuovi, derivati da quelli antichi, ha una sorta di effetto poetico, suscita in chi li guarda una miriade di associazioni mentali che ispira un senso di appartenenza.

Le immagini visive spesso appaiono in una certa sequenza e l'ordine in cui esse appaiono crea un simbolo: la prima che compare rappresenta il potere, quella di mezzo la cosa centrale, più importante.

Il simbolo ci dà un'aura, una statura che la nostra banale apparenza non basta ad evocare, anche se oggi non è più possibile esagerare come ai tempi di Luigi XIV.

L'uso dei simboli ha un effetto dolce, perché sono più gentili e meno brutali della parole.

Usate il potere dei simboli per accomunare, animare e unire le vostre truppe o la vostra squadra.

Il miglior modo per sfruttare immagini e simboli è quello di organizzarli in un grande spettacolo che impressioni gli altri e li distragga dalla realtà, non è difficile: tutti amano ciò che è grande e spettacolare, fate appello alle emozioni e verranno ad assistere allo spettacolo in gran numero.

La vista è la via più breve per il cuore.
 
 

Immagine: la croce e il sole.

Crocifissione e luminosità, sovrapponendo l'una all'altra, una nuova realtà prende forma, nell'ascendente è un nuovo potere.

Il simbolo, non è necessaria una spiegazione.
 
 

L'opposto

Non viene potere dall'ignorare immagini e simboli, non esiste opposto per questa legge.