L'ULTIMA SENSAZIONALE NOVITA' DELLA WWF
COLOSSAL CONNECTION!
ANDRE' E HAKU INSIEME PRONTI A VINCERE!

Così, dopo che i Brainbusters sono stati privati del Titolo a Squadre della World Wrestling Federation, pensavate che Bobby Heenan avesse esaurito le sue spiacevoli sorprese? Aspettate un po’! Heenan non si libererà mai dell'ossessione dl stare al passo con gli avvenimenti. Infatti, ultimamente, ha annunciato un'altra combinazione esplosiva che, secondo le sue speranze, dovrebbe portare la sua carriera manageriale nuovamente all'apice con la riconquista del titolo a squadre. L'ultima arma segreta nella guerra del ring, svelata da Heenan, soprannominato "The Brain" dai suoi colleghi, è un duo chiamato The Colossal Connection: Andrè The Giant e Haku.

Entrambi i lottatori sono stati, recentemente, sotto contratto come membri della "famiglia" dl Heenan, esaudendo i desideri del loro manager con grande successo. Axe e Smash, di Demolition, hanno portato via alla "famiglia" il titolo a squadre. La missione di Andrè e Haku è semplice e chiara: riprendersi quello che secondo loro gli spetta di diritto. Per un atleta medio questa sarebbe un'impresa monumentale. Ma i Colossal Connection non rientrano affatto nella media. Altrettanto robusti di quello che Axe e Smash hanno dimostrato dl essere, sono in pochi a dubitare che Andrè e Haku possano riconquistare le cinture. Le uniche domande che viene spontaneo farsi, riguardo alla prossima incoronazione di Colossal Connection come squadra campione, sono DOVE e QUANDO.

Si sono viste molte facce meravigliate a Indianapolis, Indiana, il 21 novembre 1989, quando The Colossal Connection è apparsa davanti al pubblico dell'arena per la prima volta. Fino a un certo punto, fans e colleghi del wrestling hanno avuto tutto il diritto di meravigliarsi. Andre e Haku non avevano mai combattuto insieme su di un ring, né avevano fatto accenno alcuno di tutto ciò prima del loro debutto a Indianapolis. In effetti, a voler dir poco, i due non hanno molto in comune.

Haku, 1,85 m. per 113 Kg. nativo dell'isola di Tonga, nel Pacifico Meridionale, combatte professionalmente dal 1977. Haku è un atleta la cui forza si basa soprattutto sulla velocità e l'agilità, un vantaggio rispetto ai suoi avversari più grossi. Dall'altra parte dello spettro si trova Andrè The Giant, di Grenoble, Francia. Sono diciotto anni che Andre spadroneggia tra le corde del ring, incontrando poca resistenza da parte degli avversari. Quando un atleta con le misure di Andrè (2,28 m. per 226 Kg.) esprime interesse nel fare qualsiasi cosa voglia fare, ci sono ben pochi lottatori abbastanza arditi da contrastare le sue opinioni. La forza incredibile gli ha permesso di sopprimere ogni tentativo da parte dei suoi avversari di conquistarsi una vittoria a sue spese.

L'incentivo di Haku e Andrè per unirsi in una squadra é si la ricompensa, tutt'altro che trascurabile, promessa loro da Heenan in caso di vittoria. Come sempre, Heenan sta raccogliendo i suoi frutti, così come i suoi protetti stanno avendo la loro profumata ricompensa per le loro prese vincenti. Finora The Colossal Connection ha mietuto vittoria dopo l'altra, a farne le spese gli avversari proposti loro dai promotori WWF. E' il solito vecchio sistema, quello che usano, vecchio ma sempre efficace: Haku stanca lentamente gli avversari con rapide manovre aeree, quindi raggiunge Andre che li finisce con "back-breakers" e prese soffocanti. Hanno sempre seguito questo schema di gioco e i risultati si sono visti. Andrè e Haku sono stati paragonati a due tipi di imbarcazioni: una corazzata e un cacciatorpediniere. I loro metodi vincenti hanno convinto tutti che questa squadra ha la capacità fisica sufficiente per emergere relativamente incolume persino contro i più acclamati avversari WWF. il record di vittorie di Colossal Connection riflette il loro gioco di squadra ben elaborato.

Dalla nascita di questa collaborazione, Andrè e Haku non hanno mostrato che sicurezza."Non è che fossero già degli estranei", ha dichiarato Heenan. "Andrè e Haku sono stati per anni membri importanti della famiglia. Sapevano cosa volevo da loro come squadra e i miei ragazzi non mi hanno deluso. Si saranno meritati un bell'extra alla fine dell'anno. Quando Haku era Re della WWF, Andrè si è dimostrato il suo più grande tifoso. E quando Andrè e The Ultimate Warrior si stavano facendo a pezzi l'uno con l'altro, si è visto Haku vicino al ring, e non per mio ordine, attento a ogni possibile trucco dell'avversario. Una qualità che apprezzo molto in Colossal Connection è che non sono degli egoisti. Non solo vogliono vincere il campionato e indossare quelle cinture scintillanti, ma vogliono anche vendicare l'imbarazzo che ho provato quando Arn Anderson e Tully Blanchard sono stati sconfitti da Demolition. Be', questo io lo chiamo altruismo. Che altro potrei chiedere?".

Andrè e Haku ultimamente stanno usando sempre più le maniere dure. Cercano di finire i loro avversari in meno di cinque minuti al massimo, conquistando vittorie cosi rapide con l'uso di sventole e "reverse neckbreakers". The Colossal Connection spera di mandare un chiaro messaggio al Presidente WWF Jack Tunney: loro sono pronti, disponibili e capaci di confrontarsi con Demolition, The Bushwhackers e The Rockers e chiunque altro sia necessario per arrivare ad un incontro per il titolo! Persino i Bolsheviks (Nikolai Volkoff e Boris Zhukov, soci per molti anni dl Heenan e Andrè) sono sulla lista del possibili avversari dei Colossal Connection. Heenan punta alle grosse squadre. Haku ha preso questa spinta verso il "title match" a squadre più seriamente dl quanto ci si aspettasse all'inizio. Contro tipi come Tito Santana e Koko B. Ware, Haku è disposto a tutto, come un cane arrabbiato. Quando affronta un avversario, Haku si concentra su una parte del suo corpo per tutto il match.

La Broome County Arena di Binghamton, New York, ha fornito l'ambientazione per l'ultima battaglia sul ring dl Colossal Connection, sulla strada verso il titolo. Paul Roma e Sam Houston sono state cosi le ultime vittime a cadere nella rete del duo di Heenan. Per quanto degli ottimi atleti in incontri singoli, Roma e Houston non ce l'hanno fatta contro l'incredibile affiatamento di Andrè e Haku.

Per quanto muscoloso e rapido, Roma si è comportato di fronte all'assalto di The Colossal Connection come Superman di fronte alla cryptonite. In un disperato tentativo di rimontare la situazione, Paul Roma ha mancato con un "dropklck" Haku, finendo oltre le corde e atterrando malamente sul fianco sinistro. Roma si è poi rialzato a fatica, tenendo sul fianco dolorante, solo per essere messo definitivamente fuori combattimento da un calcio dietro alla testa assestato da Haku. Tutto quello che restava da fare ad Andrè è stato sedere sul nemico caduto per il conteggio dell'arbitro. Il "Gigante" non ha dovuto nemmeno sudare. Man mano che The Colossal Connection trova l'affiatamento, i loro incontri sembrano richiedere sempre meno sforzi.

La letale combinazione di Heenan ha dato alle carriere di entrambi i lottatori una notevole spinta verso l'alto dopo un periodo di relativo ristagno. Andrè era in lotta contro Big John Studd finchè questi, senza preavviso, è scomparso dalla WWF. Nell'incontro con Jake Roberts, Andrè non è riuscito a concentrarsi sull'avversario, dato che Roberts è sempre accompagnato dal suo serpente Damien. E durante la sfida contro The Ultimate Warrior per il titolo Intercontinentale, i numerosi differenti approcci utilizzati da Warrior non hanno permesso ad Andrè di bloccarlo. Haku è stato estromesso dopo aver perso la corona di Re contro Jim Duggan e quindi aveva bisogno di una nuova direzione per la sua carriera. Per entrambi era arrivato il momento di consolidare le proprie esperienze.

Mentre The Colossal Connection continua a dare i suoi frutti, la possibilità che i due si cimentino in incontri singoli non è esclusa. Haku ha espresso interesse ad incontrarsi con "Superfly" Jimmy Snuka e Andrè spera di avere un'altra chance contro Hulk Hogan. Un anno fa, neanche Heenan avrebbe predetto un'unione Andrè-Haku. Il gioco di squadra ha permesso ad Andrè di muoversi intorno al ring più liberamente che negli anni passati. Haku appare più sicuro che mai sul ring, sapendo di poter sempre contare su Andrè per supporto. Durante il programma Survivor Series a Chicago, Illinois, Rosemont Horizon il 23 novembre 1989, Haku ha chiaramente dimostrato questa sua nuova sicurezza. Soltanto tre minuti nell'incontro a 8 e Haku ha "schienato" Jim Niedhart. Quindi ha preso a calci Rocker Marty Jannetty, lasciando al suo manager l'onore di mettere al tappeto il loro avversario di fronte a 15.000 spettatori.

"Andrè e Haku hanno ciascuno quello che manca all'altro per completarsi. Quando sono insieme sono imbattibili. Andrè è irremovibile, non c'è difesa contro di lui. Da qualunque lato guardiate la Colossal Connection, sarete d'accordo anche voi che Heenan. "Ha tirato un'altra carta vincente in suo favore", ha detto di recente Shawn Mooney, un commentatore della WWF. Questa opinione si e infatti dimostrata vera durante una sfida a Poughkeepsie, New York, contro Al Perez e Jim Powers. il match si è concluso in meno di tre minuti. Haku non ha dovuto nemmeno entrare in azione visto che Andrè ha fatto tutto il necessario per assicurarsi la vittoria. Non appena Andrè è riuscito ad afferrare Powers, il francese lo ha sollevato in alto sopra la testa, gettandolo poi dall'altra parte del ring. Il Gigante quindi gli ha sferrato un tremendo colpo di gomito per inchiodarlo definitivamente, procurando alla Colossal Connection (e a Heenan) la vittoria. La mancanza di azione è diventata poi motivo di scherzo, mentre i due si recavano negli spogliatoi ridendo istericamente.

Certo, le vere capacità della Colossal Connection devono essere ancora messe alla prova, ma non per colpa loro. Sono vittime della loro forza. Finché Jack Tunney non proporrà loro un incontro per il titolo, Andrè The Giant e Haku dovranno accontentarsi di vincere i loro matches senza essere spinti verso i propri limiti. Quando sarà organizzato il match coi campioni, The Colossal Connection sarà pronta per la sfida.