Gino Pistoni  “Ginass”

Giovane eporediese che milita nella formazione partigiana della 76° Brigata Garibaldi.

Riesce, con alcuni compagni, a far saltare il ponte di Tour d’Herreraz per impedire l’accesso alla valle di Gressoney ai camion nemici. Ad azione compiuta cerca di soccorrere un nemico ferito che è poi costretto ad abbandonare, dopo averlo medicato, perché nel frattempo altri militari erano giunti sul posto e incominciavano a dare la caccia ai partigiani.

Gino Pistoni non riesce ad evitare una bomba di mortaio e durante l’agonia trova ancora la forza di scrivere con il suo sangue: ”Offro la mia vita per A.C*. W Cristo Re”. E’ il 25 luglio 1944.

*Azione Cattolica


iconord.jpg (3700 byte)

icosud.jpg (3718 byte)

Nuovo-1.GIF (2759 byte)