Cinema - il sito di zon@ venerdý

Un film di Ferzan Ozpetek, Italia 2012

Con Elio Germano, Paola Minaccioni, Margherita Buy, Vittoria Puccini, Giuseppe Fiorello, Cern Yilmaz, Andrea Bosca, Claudia Potenza, Ambrogio Maestri, Matteo Savino, Anna Proclemer, Gea Martire, Bianca Nappi, Monica Nappo, Alessandro Roja, Mauro Coruzzi e Massimiliano Gallo.

Pietro ha 28 anni, arriva a Roma dalla Sicilia con un grande sogno: fare l'attore. Tra un provino e l'altro sbarca il lunario sfornando cornetti tutte le notti. Divide momentaneamente un appartamento con sua cugina Maria con cui Ŕ legato da un rapporto di amore e odio in una quotidianitÓ che fa scintille. Arriva per˛ il giorno in cui Pietro trova finalmente, una casa tutta per sŔ, un appartamento d'epoca, dotato di un fascino tutto particolare. Ma la felicitÓ di Pietro per la sua nuova vita da uomo "libero", dura solo pochi giorni: presto cominciano ad apparire particolari inquietanti. E' chiaro che qualcun'altro vive in casa con lui: ma chi?

Frase chiave. La Compagnia teatrale Apollonio prende il nome dal capocomico Filippo Apollonio, che l'ha fondata nel 1939. Attiva durante tutto il periodo della seconda guerra mondiale, sovvenzionata dal governo fascista, ben vista dagli ambienti di potere, spesso in tournŔ all'estero dove veniva accolta sempre con molto calore. Famosa per i liberi adattamenti di opere teatrali classiche dietro cui si celava un ironica e spesso sarcastica rappresentazione del contemporaneo. La compagnia si scioglie provabilmente nel 1943, visto che da allora non si hanno notizie di ingaggi in Italia e neppure all'estero. Si suppose addirittura la morte dei componenti di cui andarono completamente perse le tracce.

Per commentare fatelo qui