Cinema - il sito di zon@ venerdý

Un film di James Mangold, Usa 2001

Con Meg Ryan, Hugh Jackman, Liev Schreiber e Breckin Meyer.

Un originale scenziato scopre sotto il ponte di Brooklyn la porta di uno spazio temporale e dopo averlo attraversato si ritrova nel 1876, anno dell'inaugurazione del ponte. Al ritorno si fa accompagnare da Leopold (duca decaduto di Albany alla ricerca di una moglie ricca) e lo presenta a sua sorella Kate, dirigente dei giorni nostri, frenetica e caotica.

Frase chiave. Kate torna a casa all'una di notte e insospettita da alcuni rumori al piano di sopra (dove vive il suo ex) percorre la scala anti-incendio per vedere cosa sta facendo. Vedendo che Ŕ con un'altra persona torna a casa e gli telefona. Stuart: "Pronto?" Kate: "Rivoglio il mio palmare, ce l'hai ancora tu". Stuart: "E' l'una del mattino ..." Kate: "E chiaramente tu sei ancora sveglio perci˛ qual'Ŕ il misfatto?" Stuart: "Non so dov'Ŕ il tuo palmare, non posso pensarci adesso". Stuart attacca ilo telefono. Kate per dispetto con dei laser prima se la prende col cane e poi finalmente fa cadere Stuart. Quindi Kate richiama Stuart. Kate: "Sai una cosa Stuart, sai cosa ti dico, io mi sono..." Stuart: "Kate ti prego, non sono solo" Kate: "Lo so, l'ho vista" Stuart: "Ma figurati!" Kate: "Si, l'ho vista!" Stuart: "E' un lui se lo vuoi sapere. Adesso che sai che non c'Ŕ nessuno nel mio letto vai a dormire." Kate: "Non riattaccarmi il telefono in faccia Stuart!". Stuart: "Kate ti prego, ho per le mani una cosa importante, una cosa che potrebbe dare un senso a tutta la mia vita". Kate: "Una cosa che potrebbe dare un senso a tutta la tua vita? E cosa potrÓ mai essere?". Stuart: "Kate, ho trovato uno strappo nel tessuto del tempo oltre l'East river proprio come pensavo. Un portale nel 28 aprile 1876. Sono saltato gi¨ nel ponte di Brooklyn e ho fatto una passeggiata nel 1876. Oggi ho seguito il duca di Albany in giro per la vecchia New York. Mi segui?" Kate: "Pendo dalle tue labbra!" Stuart: "E vuoi sapere qual'Ŕ il colpo di scena? Mi ha seguito fino a casa mia!" Kate: "Sai una cosa Stuart, non sono pi¨ la tua ragazza. Non stiamo pi¨ insieme da un mese, ora puoi dirmi la veritÓ!" Stuart: "Ti sto dicendo la veritÓ!". Kate: "Puoi anche dirmi che hai rimorchiato un travestito a Time Square, non mi importerebbe!" Stuart: "In due parole ecco perchŔ tra noi due Ŕ andata male: tu non hai mai creduto in me!" Kate: "Ti ho creduto per quattro anni e ci ho rimesso le penne" Stuart: "Va bene, vuoi sapere chi Ŕ? Te lo dico subito. E' un hacker, inglese, di buona famiglia. L'ho incontrato a una fiera di compuer, ci siamo sbronzati e lui si Ŕ addormentato sul divano". Kate: "E questa Ŕ la veritÓ?" Stuart: "Questa Ŕ la veritÓ, sei contenta adesso?" Kate: "Sai che ti dico Stuart: "Ho buttato via i miei anni migliori con te" Stuart: "Quelli erano i migliori?" Lui si pente di aver detto quelle parole, ma poi si interrompe e riattacca di nuovo. Lei ferita, si accovaccia sul letto.

Per commentare fatelo qui