Tongbeiquan

ͨȭ(boxe delle braccia a frusta)

Il Tongbeiquan o boxe delle braccia a frusta e' nota anche come Tongbiquan ed e' una delle Scuole popolari del nord della Cina. La sua lunga storia vanta una serie di differrenti nomi a seconda dei luoghi, come nel Wuxing( i cinque elementi; metallo, legno, acqua, fuoco e terra), le sei combinazioni, le cinque scimmie, il colpo di scure. Per quanto ci siano differenti nomi, i differenti stili di Tongbei Quan sono tutti basati sulla stessa teoria di combattimento ed hanno la stessa origine. Le maggiori scuole e stili di Tongbeiquan sono i seguenti:

1). Nel 1937 Wu Tianxu scrisse sul suo libro "Il combattimento del Tongbei" in cui questa scuola di boxe e' stata chiamata "La boxe attraverso la schiena" che venne successivamente chiamata " Scuola della scimmia bianca" e " Scuola dell'arma lunga della scimmia bianca". I praticanti durane la dinastia Qing la chiamarono "Boxe del viaggiatore" o "Boxe a lungo raggio" (Chang Quan).

2). Qualcuno dice che il Tongbei Quan venne creato nel periodo delle cinque dinastie(907-960) o durante la dinastia Song (960-1279); un'altra teoria sostiene che venne creato da Han Tong, ricordato nella letteratura del combattimento come uno dei 18 antichi maestri. Un'altra versione vuole il Tongbei Quan creato da Chen Tuan nella prima fase della dinastia Song; nella media dinastia Qing Lu Yunqing lo insegno' a Qi Taichang. Nel suo libro "La teoria del wushu" Xu Yusheng scrisse che Chen Tuan, chiamato anche Chen Tu'nan, visse in clusura sul monte Hua durante le Cinque Dinastie. L'imperatore Taizon della dinastia Song gli conferi' la designazione di dottor XiYi.

3). Huang Zongxi, un valido studente della dinastia Ming (1368-1644) scrisse nel suo trattato che il Tongbeiquan era il migliore tra tutti gli stili. Successivamente, huang Baijia nella sua biografia del dr. Wang Zhengnan disse che il Tongbeiquan e' simile al Changquan o Boxe a lungo raggio. La boxe attraverso le braccia pare sia stata molto popolare durante la dinastia Ming.

4). In accordo con le cronache di Xiu Jianchi (1931), Qi Xin di Zhenjiang ando' a insegnare il Tongbeiquan a Gu'an nella provincia dell'Hebei durante la dinastia Qing. Il suo stile era chiamato Stile di combattimento Qi, il quale altro non era che l'ultimo nome del Tongbeiquan. Il figlio di Qi, Qi Taichang perfeziono' e sviluppo' le tecniche di combattimento. Il popolo divese allora il Tongbeiquan in uno stile vecchio facente capo al padre e in uno nuovo rappresentato dal figlio. Il vecchio stile enfatizzo' la semplicita' e la potenza mentre il nuovo stile: il Tongbeiquan ora e' in pratica generalmente diviso in due stili, di cui uno e' stato tramandato da Qi Xin, il padre, e l'alto da Qi Taichang, il figlio. Xiu Janchi, un successore del nuovo stile, combino' i migliori fondamentali del predeccessore e perfeziono' la teoria delle posizioni, delle tecniche e della filosofia del combattimento per i suoi successori. Gli scritti di Xiu sono materiale prezioso per lo studio e la ricerca del Tongbeiquan.

Dove si trova?
Nelle provincie di Liaolin, Guizhou, Guangxi, Jilin, Anhui, Shanxi(), Sichuan, Shanxi(ɽ), Hebei e le citta' di Pechino e Tianjing, ecc.

Teoria dello stile
1. La teoria di cinque tecniche di difesa e otto filosofie.

(continuo)

All'origine il Tongbeiquan non era riferito ad una Scuola ma ad una serie di esercizi. "Tong" (attraverso) significa passare attraverso e raggiungere, "Bei"(dietro) significa schiena. La potenza generata dalla schiena passa attraverso le spalle e raggiunge le braccia: in questo percorso i colpi possono essere vibrati attraverso l'estensione delle braccia. Il Tongbeiquan considera i cinque elementi della filosofia tradizionale cinese quale teoria di base dello stile: questa filosofia sostiene che il cielo sia il grande mondo mentre l'uomo sia il piccolo mondo. I cinque elementi del cielo sono il metallo, il legno, l'acqua, il fuoco e la terra mentre quelli dell'uomo sono il cuore, il fegato, la milza, i polmoni e i reni. I cinque elementi del combattimento sono afferrare, colpire, trafiggere, tagliare e torcere. La filosofia del combattimento cinese deriva da ogni cosa nel mondo trovi le sue radici in quegli elementi.

*****Traduzione selezionata dal libro del M. Xu Hao "Zhong Hua WuShu Quan Xie Lu" (La enciclopedia di tutti gli stili a mano nuda e con armi delle Arti Marziali Cinesi)

new10.gif (1943 byte)