Shanti OM

Mi chiamo Salvatore Felice Salerno,
non vi annoierò con la storia della mia vita, voglio però solo accennarvi alcune coincidenze particolari. Fin dalla mia più tenera infanzia rifiutavo di mangiare ogni tipo di carne e pensare che allora la carne era considerata un piatto prelibato da servire nei giorni di festa, i miei genitori preoccupati per il mio sviluppo fisico insistevano per farmela mangiare e a propormi in alternativa brodi o sughi di carne, ma piuttosto che mangiare carne o derivati da essa preferivo il digiuno. Un’altra particolarità era la mia predisposizione a stare sul pavimento e ad assumere delle “strane” posizioni col corpo, posizioni nelle quali rimanevo in completo agio anche per molto tempo, crescendo però, cominciai a pensare che fossero dannose per il mio corpo, “quando mai si era visto qualcuno che stava con le gambe sollevate per aria, oppure con il corpo aggrovigliato come una corda mal annodata?”, presi allora la decisione di non assumere più quelle bizzarre posture. A proposito di coincidenze, sono nato in un paese della Sicilia di nome Gangi, stranamente quel nome è quasi identico a Gange il nome del fiume sacro dell’India.

Una delle caratteristiche che ho avuto da sempre è il desiderio di disciplinare il corpo e la mente e l’interesse per la metafisica. Questo mi ha portato a praticare alcuni sport, fra questi la corsa, il nuoto, la ginnastica, il ciclismo, ecc., in seguito (più seriamente) le Arti Marziali lo Judo e il Karate presso il Dojo Sugiyama  di Torino e anche il Body Building. Parallelamente ero iscritto all’Associazione Helios di Torino diretta da Valerio Sanfo, che ho frequentato per anni partecipando a quasi tutte le iniziative, i corsi e le ricerche proposte, fra queste ricordo: Autocontrollo e dinamica mentale, Meditazione, Cromoterapia, Fonoterapia, Divinazione, Ipnosi e auto-ipnosi, Fitoterapia, Medicina alternativa, Ricerca metapsichica, Simbologia, Pranoterapia,  Magnetismo, ecc.

Nella metà degli anni ’80, “per caso” (adesso so che non esiste il caso nella vita ma che quando l’allievo è pronto arriva il Maestro) assistetti alla conferenza di un maestro indiano che parlava di yoga, restai “fulminato” dalle parole che avevo sentito, percepii che lo yoga poteva contenere la sintesi di quella ricerca che portavo avanti in molte direzioni ormai da anni, ma che non m’aveva ancora dato i risultati sperati. Ricevetti successivamente da questo monaco il cui nome è Dada Sandipana Brahmacari i primi insegnamenti sullo yoga, l’iniziazione al Tantra Yoga e il mio mantra personale. Dada (fratello) apparteneva al gruppo Ananda Marga del Guru Sri Sri Anandamurti del Bengala. Da allora per diversi anni ho partecipato agli incontri e seminari di questo gruppo. Successivamente la mia ricerca era continuata in altre direzioni, con sperimentazioni personali e frequentazione di vari corsi di yoga.

Particolarmente significativo è stato l'incontro all’inizio del 2000 con Piero Foassa del Centro Yoga Prema di cui ho frequentato con continuità i corsi e che mi ha incoraggiato a iscrivermi al corso per insegnanti di yoga.

Ho frequentato il corso insegnanti yoga dell’ISYCOIstituto per lo Studio dello Yoga e della Cultura Orientale” e ho conseguito il Diploma di Insegnante di Yoga con Formazione Quadriennalecon il Patrocinio del Dipartimento di Orientalistica dell’Università di Torino. Tra gli insegnanti e le materie studiate: Aurelia Debenedetti – Asana e Mudra; Stefano Piano - Cultura e Filosofia dell'India; Lucilla Monti - Raja Yoga; Alberto Stipo e Giorgio Lombardi – Pranayama; Luigi Torchio – Fisiologia applicata, Kundalini yoga, Yoga nella depressione; Piero Foassa – Yoga a coppie; Antonio Nuzzo – Didattica; Adalberto Zappalà e Giorgio Lombardi – Mantra e Nada yoga; Lorena Pajalunga – Yoga bambini, Yoga nell’adolescenza, Yoga e sport; Lorenza Ferragutti – Shatkarman e Yoga nelle disabilità; Carla Cazzola – Anatomia; Cinzia Picchioni – Yoga anziani, Yama e Niyama; Monica Vallarin – Psicologia, Comunicazione; Stefano Piano – Cultura e Filosofia dell’India, Paola Campanini – Yoga donne; Selene Calloni – Yoga integrale; Rosario Porrovecchio – Il diaframma; Alberto Pellissero – Spiritualità.
Per due anni e mezzo ho seguito il Corso di lingua Sanscrita tenuto dal Dott. Paolo Magnanelli in accompagnamento al Corso Insegnanti Yoga.
Ho partecipato a numerosi seminari di approfondimento con alcuni dei maggiori insegnanti di yoga quali Sandipana Brahamacari, T. K. Sribhashyam, Aurelia Debenedetti, Dott. M. V. Bhole, Antonio Nuzzo, Eric Baret, Gabriella Cella Al Chamali, Mario Di Grazia e altri ancora.

Dopo varie esperienze come  “supplente” e insegnante di yoga, dal 2004 conduco con continuità dei corsi di yoga. Sono iscritto alla YANIYoga – Associazione Nazionale Insegnanti.

Insegno alcune materie nei Corsi di Formazione per Istruttori e Insegnanti di Yoga dell' Isyco

La mia ricerca continua attraverso:

  • la pratica personale quotidiana,
  • lo studio dei testi classici e moderni dello yoga e della spiritualità,
  • la partecipazione a corsi di Yoga tenuti da insegnanti di alto livello,
  • la sperimentazione personale delle tecniche da proporre agli allievi.
  • la conduzione quasi giornaliera di corsi di Yoga.
  • l'organizzazione e frequenza continua al corso di approfondimento e post-formazione permanente tenuto da T. K. Sribhashyam figlio e discepolo del Maestro Sri T. Krishnamacharya.
  • la frequenza ai corsi di perfezionamento di Aurelia Debenedetti rappresentante italiana dell' Associazione Yogakshemam.

 

Nessuno che operi il bene può andare incontro a un destino sventurato(Bhagavad Gita 6,40).