Home

 

  Amando la provincia di Bergamo,  non solo per la sua cultura ma anche per la sua orografia,  vorrei proporvi in queste pagine alcuni itinerari,  con l’intento di valorizzare la mountain bike non come sport agonistico,  ma come contatto con la natura .Non me ne vogliano i neofiti di questa disciplina se evito di parlare dell’approccio alla M.B., argomento già riccamente trattato in numerose pubblicazioni, ma mi rivolgo a coloro che di questo mezzo hanno già una buona conoscenza.

  L'elenco dei percorsi parte dai più facili per terminare con i più difficoltosi ma anche i più ricchi di soddisfazione, con l'intento di dare anche, se seguiti, una sorta di preparazione.

  Il bel tempo e le calde temperature sono il periodo migliore per uscire in mountain bike, ma anche nelle stagioni più fredde vi assicuro che, con un adeguato abbigliamento, questo sport può risultare piacevole; detto questo non resta che a voi decidere quando iniziare la stagione.

 Rifacendomi al codice di comportamento NORBA (National Off Road Bicycle Association),  prima di introdurre la parte tecnica, vorrei sottolineare alcuni principi con i quali va affrontata questa disciplina.

 

  • Comunicare sempre ai familiari il percorso che si intende fare soprattutto se si esce da soli cercando comunque di evitare zone isolate o comunque portare con sé il telefonino.

  • Portare con sé un documento d’identità e, se possibile, la targhetta del gruppo sanguigno

  • Rispettare tutti coloro che percorrono i sentieri evitando ogni forma di spavalderia che potrebbe recare danno a se stessi o ad altri, cercando di segnalare sempre la propria presenza

  • Mantenere il proprio mezzo efficiente, ben lubrificato e pronto ad affrontare qualsiasi condizione meteorologica. Controllare sempre la  velocità in curva  prevedendo eventuali ostacoli.

  • Adeguare l’andatura al tipo di terreno ed alle proprie capacità.

  • Quando si viaggia su sentieri cercare di stare il più possibile nella zona più erosa cercando di calpestare il meno possibile altro verde.

  • Evitare ogni tipo di schiamazzo per non spaventare gli animali.

  • Non inquinare lasciando sul terreno i propri rifiuti.

  • Cercare di causare il minimo impatto con l’ambiente naturale.

  • Essere sempre autosufficienti portando con se camera d’aria di scorta , mantellina , vivande energetiche , borraccia e tutto ciò che il buon senso vi suggerisce per affrontare il percorso scelto nel modo migliore.

  Detto questo non mi resta che augurarvi buone pedalate!