logo di http://www.goccedioceano.too.it

Home
Pensieri in Libertà
Poesie
Bacheca

Fuori il rospo

Scrittori per caso

Link Preferiti

Dicono di noi

Chi siamo
Newletters

Raccontaci di te
Contatti

Guestbook


 

Se vuoi inviarci i tuoi sentimenti repressi o hai voglia di tirar fuori quel rospo
che non riesci a mandar giù scrivi un e-mail a goccedioceano2000@libero.it
Il rospo di Gigino371
Non passa giorno che ci si presenta un caso scandaloso di una persona che nessuno sa se è colpevole o innocente e allora i mass media all'inizio tutti giù a scrivere e a dire che gli inquirenti controllano interrogano a tizio perchè bla bla bla poi un dietro front degli inquirenti ma i mass media ancora ad accusare o a pensare che forse...
Possibile che a nessuno viene in mente di dire solo la notizia principale e poi aspettare l'evolversi ufficiale del caso?ci sono tanti casi che hanno creato dei mostri e poi si è visto che non erano dei mostri allora tutti i giornalisti buffoni e gli inquirenti in cerca di notorietà per cortesia toglietevi di mezzo e lasciate lavorare a chi è serio.
io non capisco se il caso di cogne la mamma è colpevole o innocente perchè se è colpevole allora altro che scrivere un libro e poi fare il film della storia bisogna darle il massimo mi pare che sia trent'anni e solo dopo fatti tutti gli anni dentro senza nessun permesso uscire e non dargli nessuna importanza,ma se esiste un minimo diubbio lasciarla subita libera. questo è solo un esempio di come funziona la giustizia in italia e non ci dobbiamo meravigliare se prendendo i giornali locali di tutta italia vediamo quantomicidi succedono e rapine tanto faccio pochi anni se mi prendono e poi esco alla faccia del morto.non voglio dire di più ma sono proprio nero saluti a tutti e a chi è meno nero di me
Il rospo d Michael - lo scritto è stato pubblicato così come arrivato, ci sembra giusto così...
Salve, muse del cyberspazio!
mi permetto di inoltrarvi una frase che rieccheggia quotidinamente nella mia vita (Compare persino sul cellulare all'accensione!): La violenza é l'ultimo rifugio degli incapaci(incompetenti). Non é il frutto della poetica di un pacifista, ma di un "Fanta-politico". Fanta che? Scopriamolo, brevemente, ma con ordine.
...L'immenso scrittore Isaac Asimov - dotato di immaginifico paragonabile solo a Dante- all'interno di una delle sue saghe (Precisamente "il ciclo della Fondazione") ci presenta il Sindaco SALVOR HARDIN, nell'ambito della Fantapolitica (Elaborazione autonoma di organizzazione politica in un futuro lontanissimo= Fanta (scienza) + Politica) calata sul pianeta Terminus, un personaggio attualissimo (il "sogno realizzativo" di qualunque politico di destra o sinistra).

Da Wikipedia: Salvor Hardin, originario di Terminus e nato intorno all'anno 20 E.F.(Era della Fondazione), fu il primo sindaco della Fondazione e in tale veste riuscì a guidare la Fondazione attraverso ben due "Crisi Seldon".
Asimov imprime molta della sua abilità narrativa nel descrivere Salvor Hardin.

Il personaggio viene descritto come un abile politico con un carattere molto spiccato in grado di uscire da ogni situazione con il ragionamento ma mai con la violenza, sua è infatti la famosa frase: « La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci »
(nell'originale Asimov usa il termine "incompetent" )
Questo é quanto.
E' il mio contributo.
Spero venga apprezzato anche perché ... non di sola poesia vive l'uomo!

il tuo nome la tua e-mail

Voglio che appaia il mio indirizzo e-mail SI NO

indirizzo del tuo sito

scrivi qui il tuo rospo

Autorizzo la pubblicazione SI NO

Autorizzo il trattamento dei dati personali in base alla legge 675/96 SI NO

© Goccedioceano 2000 - Tutti i diritti riservati - Webmaster: Rosa e Francesca Forino - Aggiornamento Novembre 2008