L'Uccelletto
ti saluto, o piena di grazia, il Signore  con te.  Lc.1,28
In un triste deserto
pregava un penitente,
pregava giorno e notte
con l'anima dolente,
dicendo : Ave Maria !

Gli era prezioso amico
un garrulo uccelletto
che avea le penne d'oro
e cantava di getto,
giulivo : Ave Maria !

Ma un d sollecitato
dal bosco rinverdito,
sparisce, e tra le fronde,
dell'Angelo all'invito,
cinguetta : Ave Maria !

Uno sparvier lo sente
e goloso lo spia
e gira e gira, in alto,
con una voglia ria...
Quand'ecco : Ave Maria !

l'uccellino sospira...
E tuttto sgomentato
lo sparviero superbo
se n' gi bell'andato,
mentre l'Ave Maria

col piccolo cantore
ripete l'eremita,
che al fine ha ritrovato
la gioia della vita,
inneggiando a Maria.

O dolce Madre mia,
o Vergine dei campi,
io sono l'uccellino
che da morte tu scampi,

per condurlo alla vita
dopo la dura via,
poich la notte e il giorno
ti canta : Ave Maria !

Benedetta tu fra le donne, e benedetto il frutto del tuo grembo !  Lc.1,42


Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori ! Fiori Mariani



Home
Nel Giardino degli Angeli by Anna

"In questo sito ogni immagine ti parla !"

Vai alla Mappa del Sito
Se qualcosa in questo sito dovesse violare i diritti d'autore vi prego di segnalarmelo, GRAZIE! Scrivimi