Schede biografiche

Adolf Eichmann

1906 - 1962

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1906 - Ufficiale SS, responsabile dell'Ufficio Centrale per l'Emigrazione Ebraica di Vienna poi di quello di Praga. Nasce a Solingen ma cresce a Linz, capoluogo dell' Austria superiore, senza terminare superiori

1932 - Aderisce al Partito nazionalsocialista austriaco e alle SS

1933 - Si trasferisce in Germania, dove segue corsi d'addestramento militare con altri membri austriaci delle SS

1934 - Assegnato all'Ufficio centrale dell'SD a Berlino, (il cui capo Ŕ Heydrich) servizio di informazioni dello Stato nazista, si occupa  della "questione ebraica" (censimento e  controllo delle organizzazioni ebraiche nel paese e all'estero, pianificazione dell'emigrazione forzata degli ebrei dalla Germania e studio dei provvedimenti repressivi finalizzati a tale obiettivo)

1937 - Si reca ad Alessandria d'Egitto e al Cairo per verificare le reali possibilitÓ di trasferimento degli ebrei in Palestina

1938 - Durante l'annessione dell'Austria, partecipa a un comando speciale del SD e dirige, a Vienna, il neonato Ufficio centrale per l'emigrazione ebraica. Il suo incarico consiste nel costringere all'emigrazione gli ebrei viennesi, preventivamente derubati di tutti i loro averi

1939 - A Praga Ŕ incaricato di organizzare e avviare la fuga in massa degli ebrei cecoslovacchi dal Protettorato di Boemia e Moravia. Si sposta da Praga a Berlino  e assume la Direzione generale per la sicurezza del Reich (RSHA), diventando il responsabile della neonata sezione speciale "Evacuazione",  per organizzare materialmente l'espulsione dei polacchi e degli ebrei da quei territori e il loro trasferimento nel Governatorato generale

1942 - Partecipa, con Heydrich e i massimi dirigenti del regime, alla conferenza del Wannsee dove vengono discusse le modalitÓ per l'attuazione della "Soluzione finale".

1943 - Amplia le proprie competenze, occupandosi anche delle questioni attinenti alla privazione della cittadinanza, che gli ebrei tedeschi perdono automaticamente con la deportazione, e al sequestro dei beni. Per questo incarico, durante gli anni di guerra, Eichmann si reca pi¨ volte in quasi tutti i paesi e territori occupati: Cecoslovacchia, Francia, Belgio e Paesi Bassi, Danimarca, Italia e Unione Sovietica

1944 - A capo di un comando speciale, si incarica di organizzare sul luogo, e in collaborazione con i fascisti ungheresi, la deportazione ad Auschwitz degli ebrei dell'Ungheria

1945-46 - Catturato e, secondo quanto raccontato da lui stesso, riconosciuto come appartenente alle SS dal marchio a fuoco che ha nell'incavo dell'ascella, Ŕ portato in un campo speciale, dal quale riesce ad evadere all'inizio del 1946. Si rifugia nella brughiera di Luneburg, lavorando fino al 1950 come tagliaboschi presso un ufficio forestale

1950 - Raggiunge l'Italia attraverso l' Austria, e a Genova si imbarca per Buenos Aires con un passaporto falso, intestato a Ricardo Klement

1960 - Lavora in uno stabilimento della Mercedes di Buenos Aires e abita in un quartiere periferico della capitale, quando Ŕ intercettato dai servizi segreti israeliani, da loro rapito e dopo portato illegalmente in Israele su un aereo

1961 - Viene processato e condannato alla pena capitale

1962 - Il processo d'appello conferma la prima sentenza. Il 31 maggio, dopo il  rifiuto della domanda di grazia, Ŕ impiccato

sommario