"E certe vorte Ŕ er core che me dice:
- Bada! nun ce fa' tanto assegnamento;
perchÚ v˘i crede a questa, dar momento
che puro co' Ninetta eri felice,
che puro co' Ninetta eri contento? -"
(Trilussa, A Villa Medici).


"Vicino a te s'acqueta
l'irrequieta anima mia;
tu sei la meta d'ogni desio,
d'ogni sogno, d'ogni poesia!
Entro al tuo sguardo
l'iridescenza scerno
de li spazi infiniti.
Io sono giÓ eterno".
(Luigi Illica, Andrea ChÚnier).


torna a: carta d'identitÓ