Dove Siamo

Indirizzi

Pianta del Vimercatese

Pianta di Vimercate

Sede

Storia sede

Apertura sede

La sede del CAI Vimercate Ŕ aperta tutte le sere el Mercoledý e Venerdý dalle 21 e il Venerdý mattino dalle 10 alle 12.

Pianta del Vimercatese

Su questa mappa sono evidenziati Vimercate e i paesi sede delle nostre sottiosezioni
La zona è raggiungibile da sud tramite la Tangenziale est di Milano o l'autostrada Milano Bergamo, da nord tramite la statale 36 proveniente da Lecco, da ovest e est con la provinciale Monza Bergamo.

 

 

Pianta di Vimercate

Su questa mappa sono evidenziate l'ubicazione della nostra sede, in via Terraggio Pace 7 e il luogo di ritrovo per le gite in piazza Marconi.
In auto, si può accedere alla sede da via Burago, via Cavour e via Terraggio Molgora. Parcheggi sono situati al termine di via Terraggio Molgora e in via Terraggio Pace una centinaio di metri oltre la nostra sede.

 

La sede

La nostra sede è nel centro sorico di Vimercate, in un fabbricato ristrutturato situato nella piazzatta prospiciente il Ponte di San Rocco, antica porta di accesso al borgo medioevale di Vimercate e prima ancora ponte di accesso al Vicus romano.
Il pianterreno è un ampia sala destinata a video proiezioni, assemblee, corsi e mostre.
Al primo piano il principale locale di ritrovo con segreteria, biblioteca, e bar
La mansarda, in stile alpino e con un camino, è destinata a locale ricreativo e a deposito dei materiali in dotazione alla sezione.

 

 

 

 

La squadra del tetto

di Gian Piero Brambilla

1981: dopo tanti anni ce ne dobbiamo andare da via Santa Sofia, bisogna trovare un'altra sede, anche più grande. Altri locali in affitto risulta impossibile, perché non se ne trovano e poi non vogliamo più dipendere da nessun ente locale.
Il tempo passa, c'è un'occasione: in via Terraggio Pace, vicino al ponte di San Rocco, c'è una vecchia casa, ma è in vendita ed è da ristrutturare completamente.
Se ne discute in consiglio, soldi non ce ne sono a sufficienza, cosa fare?
L'occasione è ghiotta: qualcuno è disposto ad anticipare i soldi o i materiali per la ristrutturazione, si trovano altre forme di finanziamento volontario. Viene convocata l'Assemblea straordinaria che delibera l'acquisto dell'immobile.

Lavori sul tetto

Il 5 luglio 1981 partono i lavori di demolizione delle parti interne fatiscenti; i progetti e la direzione lavori sono affidati al nostro socio geometra di fiducia Andrea Perego che fornisce anche i materiali. Soci carpentieri e capomastri pochi, soci "badilanti" e "maltografi" molti.
L'entusiasmo e la voglia di costruirci una nuova sede impegnano tutto il tempo libero disponibile dopo il lavoro di ognuno: non c'è né sabato né domenica, per un po' la nostra montagna è qui. Si lavora tutta l'estate e, a settembre, durante un fine settimana, si costituisce quella che verrà poi chiamata "la squadra del tetto".
In due giorni si preparano i materiali e si monta il tetto della nuova sede, perlinatura e camino compresi.
Ormai le opere più importanti ed urgenti sono completate e si fanno i primi progetti per la destinazione dei tre locali ricavati. Si eseguono i lavori di sistemazione interna più urgenti ed a inizio dicembre 1981 si tiene l'Assemblea Ordinaria nella sala al piano terreno. Vi è ancora molto da fare per le rifiniture, ma per il momento ci basta avere una sede definitiva per poterci ritrovare.

Foto ricordo

Per l'immediato futuro quello che interessa la Sezione è rimborsare i soci che hanno dato la loro disponibilità finanziaria attraverso soldi e materiali. Infatti, in due anni, tutti i debiti vengono estinti. Vengono altresì completati tutti i lavori di rifinitura ed il 23 settembre 1984, alla presenza dei soci e simpatizzanti e delle autorità cittadine, viene inaugurata la nuova sede del CAI di Vimercate.
La disponibilità dei soci ha fatto sì che in Vimercate si realizzasse un'opera che, seppur piccola, non ha altri esempi sul territorio e che dimostra quello che significa essere soci del CAI.
La costruzione della nuova sede ha dato nuovo slancio alla nostra Sezione che è sempre cresciuta in numero e presenza di soci ed attività.
Per chi ha vissuto i primi anni di vita della Sezione e ricorda le poche persone che si trovavano a casa di qualcuno o in qualche bar o nella prima vera sede di via Garibaldi, non può che provare una punta di orgoglio per aver dato vita ad una associazione che è tra le più vive della nostra città.