LE PIANTE - Euphorbia abdelkuri

 


Foto e collezione di Elio D'Arcangeli

Descrizione
Euforbiacea succulenta, priva di foglie e di spine, che si ramifica dalla base assumendo la forma di un candelabro. Il colore dell'epidermide, caratterizzata dalla presenza di placche cerose, varia dal bianco sporco al verde grigio. Le costole, in numero di 6, mostrano serie di puntini che fanno pensare a piccole foglie caduche. In natura i fiori compaiono precocemente; in coltivazione mai visti. Il lattice, giallognolo (in tutte le altre specie del genere Euphorbia Ŕ bianco), Ŕ fortemente tossico.

Coltivazione
Esposizione al sole. Annaffiare da aprile a settembre due volte al mese. E' preferibile tenerla innestata su Euphorbia canariensis. Temperatura minima invernale: +8 gradi centigradi.

Composta
7 parti di lapillo o pozzolana, 3 parti di terriccio di foglie o torba, 8 parti di sabbia grossolana di fiume, 4 grammi di fertilizzante base per litro di composta.

Tutto il materiale pubblicato (testi, fotografie, e quant'altro) Ŕ proprietÓ privata.
Pertanto ne Ŕ vietata la duplicazione senza specifica autorizzazione degli autori.