L'informazione religiosa in Internet

per il servizio di reference in biblioteca

Barbara Fiorentini

Università Cattolica del Sacro Cuore (Piacenza)

Quando la religione naviga in rete

Quali sono le esperienze in rete più rappresentative e utili come punto di riferimento per l'attività di reference in biblioteca?

Che cosa è possibile trovare in rete? I testi sacri in versione full text, tradotti in varie lingue; i testi dei documenti ufficiali del Magistero; commenti, articoli, estratti da convegni o pubblicazioni scientifiche; materiale vario di pastorale, spiritualità, liturgia, storia della Chiesa, ecc. Inoltre: informazioni bibliografiche (attraverso gli OPAC di biblioteche specializzate), spogli di periodici, informazioni sul mercato del libro religioso (attraverso la consultazione dei cataloghi on line delle case editrici specializzate nel settore).

Faremo riferimento principalmente alla religione cattolica, ma segnaleremo anche fonti riguardanti altre religioni, presenti e non in Italia. Per una valutazione complessiva è stato scelto di selezionare prevalentemente le risorse in lingua italiana, anche se, ai fini del reference, ne vengono citate alcune straniere, tra le più interessanti e utili.

Al termine della rassegna delle risorse on line disponibili, raggruppate per genere, cercheremo di capire come è possibile utilizzare la rete nell'attività di reference nel caso di ricerche su materie religiose.

La Chiesa cattolica on line, tra tradizione e innovazione

Per capire come muoversi nel mondo dell'informazione religiosa in rete, cerchiamo di conoscerlo meglio e di scoprire che cosa è i grado di offrire Internet, oltre alle fonti di cui ci possiamo servire per il reference.

Prima di tutto: il rapporto tra Chiesa e rete. La sfida dell'evangelizzazione in rete è stata accolta dalla Chiesa relativamente tardi rispetto alla nascita e allo sviluppo della rete stessa. Il Cattolicesimo è arrivato abbastanza tardi su Internet, ma il cattolicesimo americano, ad esempio, cresciuto in una cultura aperta alle novità e attenta al fatto religioso di base, non di istituzione, si è subito aperta alla rete. E in Internet si trova veramente di tutto. In Italia la Chiesa vi si è affacciata relativamente tardi, puntando soprattutto al soddisfacimento di esigenze istituzionali. Gradualmente, per iniziativa soprattutto di laici, vengono avviate interessanti iniziative in risposta anche ad una sete di informazione e di comunicazione sui temi della fede e della religione che si avverte in tutto il web. Infatti basta osservare alcuni dati per rendersi conto che veramente il cyberspazio è la nuova frontiera del vangelo. Yahoo! ha listato più di 17.000 siti dedicati alla religione e alla spiritualità. Per la parola 'cattolico' dà 15 diverse categorie con più di 3.700 siti. In campo internazionale Catholic-usa.com contiene quasi 3.900 link cattolici attivi. Inoltre ricercando la parola 'god' nel motore di ricerca AltaVista compaiono 4.281.000 pagine web; 1.800.000 pagine, invece, con la parola 'Christ'.

La risposta della Chiesa italiana a questa forte richiesta, sia nazionale sia internazionale, è consistente. E' difficile fare un conto preciso dei siti cattolici attivi in rete. Secondo un recente censimento dei siti cattolici italiani, condotto dal mantovano Francesco Diani (creatore e curatore del primo repertorio web cattolico in Italia, www.siticattolici.it) oggi ci sono oltre 3.000 realtà ecclesiali italiane presenti su Internet.

Sono fondamentalmente tre i tipi di siti cattolici: quelli ufficiali, istituzionali (es. sito del Vaticano, www.vatican.va o le pagine delle diocesi); quelli culturali e universitari (es. enciclopedie e raccolte di studi ondine); quelli creati da privati o da associazioni o gruppi e dedicati ad argomenti, iniziative, interessi religiosi particolari. I primi a nascere sono stati quelli istituzionali (come se la Chiesa volesse dire: ci sono anch'io, in Internet), dapprima rigidi e 'di facciata', ora divenuti invece utili strumenti di servizio. Oggi si moltiplicano le pagine web di realtà più piccole, come parrocchie, gruppi e anche singoli. Interessanti sono i tentativi di creare una rete dentro alla rete tra i siti cattolici: nascono portali, repertori specializzati e anche servizi on line ben organizzati, come www.davide.it che aiuta i bambini e i ragazzi (e accanto a loro anche i genitori) ad una navigazione sicura, protetta e intelligente.

Repertori e motori di ricerca specialistici

Tra le prime iniziative on line da parte della Chiesa cattolica si distinguono quelle mirate a rendere disponibili documenti, testi, studi, ricerche, materiale di varia natura. Segnaliamo tre interessanti punti di partenza per una ricerca in rete. L'esempio istituzionale più interessante e utile è rappresentato da Chiesacattolica.it (www.chiesacattolica.it), per arrivare a tutti i documenti e poterli scaricare sul proprio PC o stamparli. E' il sito ufficiale della Conferenza Episcopale Italiana. Esiste una sezione dedicata ai documenti e il database è interrogabile per parole significative e per fonte (es. Ufficio Catechistico, Servizio Informatico, ecc.). Sempre in tema di ufficialità, ricordiamo il sito del Vaticano (http://www.vatican.va/ ), che riporta testi, documenti, interventi del Santo Padre, comunicati stampa, link a organi di informazione, come ad esempio l'Osservatore Romano (che pubblica i documenti ufficiali).

Le iniziative curate da laici o da gruppi laicali sono più numerose e, in generale, più sensibili alle esigenze della navigazione in rete. Si distingue Siticattolici.it (www.siticattolici.it), curato dal mantovano Francesco Diani, è un repertorio dei siti cattolici italiani, ordinati per tematiche. Con motore di ricerca interno. Aggiornato quotidianamente. Indispensabile per raggiungere anche i siti più piccoli, sconosciuti e magari nati da poche ore. Tra i repertori di siti cattolici anche stranieri, invece, utile è la navigazione all'interno di Profeta (www.miriam.org/profeta), che presenta anche un motore di ricerca interno, purtroppo non efficace tanto quanto il repertorio.

Banche dati on line con documenti full text

I motori e i repertori sono solo un punto di partenza per il reperimento di risorse web in materia di religione. Esistono alcuni database che raccolgono i principali documenti della Chiesa e che permettono un accesso diretto al materiale.

Per quanto riguarda le Sacre Scritture segnaliamo: il sito delle Paoline (http://www.paoline.it/Documentazione/frameset.asp); BibbiaEdu (www.bibbiaedu.it), la Sacra Scrittura nella versione CEI degli Anni Settanta, con testo integrale, rimandi, note e documenti per l'approfondimento; e il ricco e interessante Biblegateway (http://bible.gospelcom.net/bible?language=Italiano&version=CEI), un servizio multilingue che offre anche la Bibbia in diverse eversioni (quella internazionale, quella americana, quella letterale, ecc.). Con l'intero testo e la possibilità di leggere anche le note versetto per versetto.

Una fonte multimediale ben impostata e ricca di documentazione in versione full text è anche il sito della Congregazione per il clero presso la Santa Sede: http://www.clerus.org/. Inoltre è possibile trovare aggiornamenti e approfondimenti, link a siti italiani e stranieri, cattolici e non, anche su Reteblu.org (www.reteblu.org): di nuovo un'iniziativa curata da un gruppo di laici sensibili ai temi della religione, del sociale e dei diritti umani.

Sul fronte della pastorale e della liturgia, Qumran.net (www.qumran.net): è un vero e proprio database dotato di motore di ricerca interno. Il materiale è suddiviso per settore (es. pastorale della famiglia, giovani, oratorio, catecumenato, testi sacri, immagini, canti) e confluisce da vari operatori sparsi in tutta Italia. E tutti possono collaborare per arricchire questa banca dati. Il motore di ricerca permette di interrogare per parole significative per trovare non solo testi, ma anche immagini e canti.

In materia religiosa esistono anche altre risorse, tra biblioteche digitali, databases e raccolte di scritti vari. In genere si tratta di strumenti di ricerca trasversali rispetto varie religioni.

Davvero ben fatto è il sito di Religion and Philosophy Resources on the Internet (http://www.bu.edu/sth/library/resources.html) curato dalla School of Theology della Boston University: si tratta di un repertorio, ricco e abbastanza completo, di risorse on line riguardanti vari ambiti di interesse religioso.

Virtual Religion Index (http://religion.rutgers.edu/vri/) è invece un'iniziativa del Religion Department della Rutgers University. Indirizzato principalmente agli studenti universitari, questo repertorio nasce con l'intento di offrire la possibilità di trovare nel più breve tempo possibile le risorse on line necessarie.

Tra le banche dati disponibili merita di essere ricordato Religion-online.org (http://www.religion-online.org/ ), un'ampia raccolta di articoli, testi e documenti in versione full text.

Biblioteche specializzate

Tra tradizione e innovazione si muovono anche le biblioteche specializzate in materia religiosa. Alcune di esse sono presenti in Internet con un proprio OPAC, altre si sono unite per dare vita ad un catalogo unificato e non mancano interessanti esperienze di biblioteche che esistono solo in versione informatizzata. La maggior parte, però, resta legata ad una gestione cartacea del proprio posseduto o automatizzata ma resa disponibile solo in locale e non in rete.

Appartiene alla prima classe la Biblioteca Ambrosiana (http://www.ambrosiana.it/), che ha dato vita ad sito web contenente notizie storiche, informazioni pratiche, immagini della Biblioteca e della Pinacoteca e soprattutto i cataloghi del posseduto. La Biblioteca Francescana di Milano invece (http://www.biblia.it/ebf/), riaperta nel 1959, ha stabilito il suo primo intento nel ricuperare, almeno in parte, il grande patrimonio librario, ormai disperso nelle maggiori Biblioteche di Milano e anche all'estero. E man mano il materiale viene passato anche alla rete.

Tra le iniziative di gruppi di biblioteche che hanno creato un unico catalogo OPAC in rete, ne segnaliamo due. Prima di tutto l'Unione romana biblioteca ecclesiastiche (http://www.urbe.it/it/index.html). Costituita nel 1991, ha lo scopo di mettere a disposizione dell'utenza delle biblioteche, facenti parte del gruppo, un servizio informativo ampio, puntuale e qualificato. Vi aderiscono: Accademia Alfonsiana, Pontificia Università S. Tommaso d'Aquino,

Pontificio Ateneo S. Anselmo, Pontificio Ateneo "Antonianum", Ateneo Regina Apostolorum, Pontificia Università della Santa Croce, Pontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione "Auxilium", Istituto Teologico Don Orione, Pontificia Università Gregoriana, Pontificia Facoltà Teologica "Marianum", Pontificio Istituto Biblico, Pontificio Istituto Orientale, Centro Pro Unione, Pontificia Università Urbaniana, Pontificia Università Salesiana.

Inoltre l'Unione romana biblioteche scientifiche: http://www-urbs.vatlib.it/default.asp. Il suo sito contiene anche un potente motore di ricerca per testi, libri, documenti in vari archivi di Università Pontificie, compresa la Biblioteca Apostolica Vaticana (da oggi anche in Internet e non più solamente in Telnet). Tra le realtà che aderiscono con il proprio catalogo: The British School at Rome, Det Danske Institut for Videnskabog Kunst i Rom, Deutsches Archäologisches Institut, Ecole Française de Rome, Escuela Española de Historia y Arqueología, Istituto Storico Italiano per il Medio Evo, Historisches Institut beim Osterreichischen Kulturinstitut in Rom, Institutum Romanum Finlandiae, Istituto Patristico Augustinianum, Libera Università "Maria SS. Assunta", Det Norske Institutt i Roma for Kunsthistorie og Klassisk Arkeologi, Pontificia Università Lateranense, Svenska Institutet i Rom, Bibliotheek Van Het Nederlands Instituut te Rome.

Infine una fonte ricca, ben ideata e realizzata è rappresentata dalla Bibliotheca Religiosa Intratext (http://www.intratext.com/bri/). Offre on-line oltre 5 milioni di pagine in 16 lingue e pubblica testi in formato ipertestuale non solo della Bibbia ma anche di altri testi classici della storia del Cristianesimo.

Periodici on line

Tra le risorse in materia religiosa disponibili in rete vi sono anche alcuni quotidiani e numerosi periodici. Purtroppo ben pochi riportano il full text gratuito. Non esiste quasi nessun caso di abbonamento alla versione on line oltre a quella cartacea. Almeno in Italia.

Il quotidiano di ispirazione cattolica Avvenire (www.avvenire.it) ogni giorno riporta alcuni articoli e servizi della versione cartacea e mette a disposizione anche un motore di ricerca per estrapolare i testi in base ai temi di maggiore interesse. Così anche l'Osservatore Romano (www.vatican.va/news_services/or/), organo di stampa ufficiale della Santa Sede, che è presente on line in diverse lingue con gli articoli del giornale del giorno.

Per le altre pubblicazioni, davvero ben fatto è il portale dei periodici San Paolo (http://www.edizionisanpaolo.it/), dotato di accesso diretto alle main pages delle singole testate e di un efficace motore interno che permette una ricerca per parole significative in tutti i periodici. La rivista Aggiornamenti Sociali (http://www.gesuiti.it/ag_sociali/) dispone di una banca dati interrogabile con gli abstracts di tutti i contributi pubblicati. Sono presenti in rete anche alcuni estratti di Concilium (http://www.queriniana.it/novita/riviste/conc/conc.htm) e di Credere Oggi (http://www.mess-s-antonio.it/msahome/ita/riviste/credere/cremesi.htm).

Altre fonti

Sono poche e si tratta di iniziative curate da centri di studio e di ricerca e da servizi che operano sotto l'egida di istituzioni ecclesiali, come ad esempio le diocesi. Vi sono poi istituti e congregazioni religiose, italiane e straniere, che in Internet creano vere e proprie banche dati con testi e documenti di carattere religioso, in genere riguardanti il fondatore o la fondatrice.

Il sito dell'Osservatorio delle libertà ed Istituzioni religiose dell'Università degli studi di Milano (http://www.giurisprudenza.unimi.it/~olir/index.html ): propone i testi e i documenti di riferimento, oltre a studi e ricerche compiuti dall'Osservatorio stesso. Il Centro Ambrosiano di documentazione (http://www.cadr.it/) è uno strumento dell'Arcidiocesi di Milano pensato come tramite tra la Comunità ecclesiale e le nuove realtà religiose e sociali che prendono forma nell'Italia multiculturale e multietnica. Punto Incontro (www.puntoincontro.org) invece è a cura del Servizio di pastorale sociale e del lavoro della diocesi di Piacenza Bobbio.

Per le proposte d'acquisto da parte della biblioteca: i cataloghi on line

Sfogliando tutte le principali risorse web disponibili è possibile anche non trovare le fonti necessarie al proprio scopo di studio o di ricerca. Se la biblioteca ha necessità di effettuare nuove acquisizioni di testi specifici in materia religiosa, risulta comodo consultare i cataloghi on line delle principali case editrici specializzate. In Italia all'avanguardia nel settore sono le Edizioni San Paolo (http://www.stpauls.it/libri/pag/hp.asp) e le Edizioni Paoline (http://www.paoline.org): entrambe mettono in rete i cataloghi delle produzioni di volumi, collane, periodici e strumenti video e audio e multimediali. Offrendo anche la possibilità della prenotazione on line. Nuovo è inoltre il portale delle edizioni ElleDiCi (http://www.elledici.org ), che propone anche sussidi e materiali consultabili on line.

Altre religioni

Il panorama delle fonti on line che danno accesso alla documentazione inerente alla religione cattolica è vario. Non sono da meno le altre confessioni, che utilizzano la rete come vetrina promozionale, ma anche per mettere a disposizione documenti e testi per lo studio e l'approfondimento.

Purtroppo non vi sono iniziative in lingua italiana che si distinguono per accuratezza dell'informazione e ricchezza della documentazione. Di nuovo ricordiamo la già citata Bibliotheca Religiosa Intratext, che riunisce materiale anche di natura non cattolica. Per quanto riguarda il mondo ebraico è da segnalare il sito di Menorah: l'Italia ebraica on line (http://www.menorah.it/). Inoltre il Centro di Documentazione del Movimento Ecumenico Italiano (http://users.iol.it/cedomei/) è organizzato in un archivio, una biblioteca, la rivista Oecumenica Civitas. Il sito propone anche notizie dal mondo ecumenico.

Cristianesimo ed Ebraismo (http://www.ebraismoecristianesimo.too.it/) è invece un sito curato da Costantino Gugliuzza e creato per conoscere l'ebraismo e per avvicinarsi più in profondità il messaggio di Gesù.

Interessante è l'esperienza on line di Yoube2000 - Il passaporto per il Terzo Millennio (www.yoube2000.com), un luogo di incontro virtuale per i credenti delle tre grandi religioni monoteistiche. Le sezioni presenti riguardano il Giubileo, la storia, le religioni, i pellegrinaggi, gli itinerari di fede, arte e cultura, indulgenza. L'isola della Rugiada Divina (www.italya.net) è invece il sito del Network Ebraico Italiano e rappresenta un interessante attracco, in rete, per conoscere l'ebraismo di ieri e di oggi.

Il Concilio mondiale delle Chiese è l'organismo che riunisce le chiese cristiane separate. Propone anche un notiziario on-line con possibilità di avere notizie giornaliere per posta elettronica. Il suo sito web è all'indirizzo http://www.wcc-coe.org/ e rende disponibili interessanti documenti e testi utili per lo studio e la ricerca. Per quanto riguarda il mondo dell'Islam, suggeriamo la navigazione all'interno delle pagine web di Islam (http://www.sufi.it/index.htm), con materiale, documenti, storia, arte, letteratura del mondo islamico.

La Federazione delle Chiese evangeliche in Italia è in Internet all'indirizzo http://www.agora.stm.it/market/evan/home.htm, mentre sono in lingua inglese le due grandi risorse European Christian Internet Conference Network (http://www.ecic.info/) e Anglicans On Line (http://anglicansonline.org/).

Bisogna riconoscere che spesso le risorse straniere sono meglio curate rispetto a quelle italiane, sia quanto a ricchezza di contenuti sia quanto a ricchezza di link utili.

Alcune conclusioni

Da una prima impressione potrebbe sembrare che, ai fini del reference in biblioteca, le risorse on line in materia religiosa siano numerose. In parte è vero. Ma con alcune riserve. In genere l'iniziativa di porre on line documenti e testi e di organizzarli in funzione della ricerca e dello studio parte da istituzioni ecclesiastiche o da singoli animati da spirito di servizio.

La Chiesa cattolica, in Italia e all'estero, si sta sforzando di aderire alla cosiddetta "cultura della rete": le esperienze pilota esistono, gli operatori (anche se troppo pochi) anche. Manca la competitività su un mercato "laico" che propone strumenti di ricerca ricchi, ampi, efficaci ed efficienti. E' vero che spesso si tratta di servizi a pagamento (il lavoro ben fatto e svolto da professionisti seri ha un costo): ma sono pur sempre servizi preziosi per il ricercatore e per il bibliotecario.

L'attendibilità e la serietà delle fonti religiose on line è un elemento primario nella scelta e nell'utilizzo della documentazione. A dire il vero, non solamente in questo ambito specifico, ma in materia di religione i tranelli presenti in rete sono davvero tanti e facilmente fuorvianti. Infatti è frequente imbattersi in siti web che, dietro ad una facciata ben costruita e ingannevole, divulgano materiale non autorizzato e non ortodosso. Questo rischio riguarda tutte le confessioni religiose presenti in web e soprattutto quelle che utilizzano la rete soprattutto come vetrina per farsi conoscere alla massa dei naviganti.

Si può concludere che, nonostante la ricchezza di documentazione on line, per svolgere un utile servizio di reference in materie religiose è necessario affiancare il ricorso ad Internet alla classica documentazione su supporto cartaceo. Infatti molte risorse (pensiamo ad esempio ai periodici e ad alcuni testi fondamentali come saggi, commentari, ecc.) sono disponibili solo su carta, qualche volta su CD-Rom, raramente in web.

Quindi la rete può essere utilizzata efficacemente solo come supporto all'attività di ricerca e non è attualmente in grado, nella maggior parte dei casi, di soppiantare una accurata ricerca effettuata sulle pubblicazioni cartacee.


Bibliografia di riferimento

Per approfondire i temi legati all'informazione religiosa presente in Internet sono poche le fonti pubblicate in Italia o comunque in lingua italiana. Si è cercato comunque di riportare alcuni contributi utili alla comprensione del rapporto tra religione, informazione e web.

Baker, Derek A., Finding God Online, in Yahoo! Internet Life, Apr98, Vol. 4 Issue 4, p56, 5p

Baker, J.D., Christian cyberspace companion: a guide to the Internet and Christian online resources, in Journal-of-Religious-and-Theological-Information. 3 (2) 2000, p.153-4..

Banaudi, Giorgio, Che spazio occupa l'informazione religiosa on-line? In Jesus, n. 11, novembre 1997

Bostrom, W.J., Religious studies on the Internet.in Reference-Librarian. (71) 2000, p.111-30.

Bowen, Charles, Holy cow! Religion site hits a homer, in Editor & Publisher, 08/14/2000, Vol. 133 Issue 33, pi18, 1p

Chepesiuk, Ron, Keeping the Faith: Religion in the Professional Sense, in American Libraries; v30 n7 p48-50 Aug 1999

Cirillo, Rich, Putting Faith In the Web, in VARBusiness, 12/11/2000, Vol. 16 Issue 25, p24, 8p

Coon, J. A., Internet resources for religious studies, in College-and-Research-Libraries-News. 54 (11) Dec 93, p.635-7. il..

Duckett, R.J., Religion on-line, or is it?, in Bulletin-of-the-Association-of-British-Theological-and-Philosophical-Libraries. (2) June 81, 6-10. table. 5 refs.

Finke, Roger (e altri), Democratizing access to data: the American Religion Data Archive, in IASSIST-International-Association-for-Social-Science-Information; 23: no 1 Spring 1999. URL:http://etext.library.ualberta.ca/IQ/iqVol231.pdf [cited 10 October 2000].

Fiorentini, Barbara, e-v@ngelo: la pastorale nell'era internet. Piacenza, Edizioni Berti, 2001.

Fjeldstad, Arne, Communicating Christ on the Information Superhighway , in Dissertation-Abstracts-International,-Section-A:-The-Humanities-and-Social-Sciences, Ann Arbor, MI (DAIA). 1997 Nov, 58:5, 1756 DAI No.: DA9734361. Degree granting institution: Fuller Theological Seminary, 1997.

Kovacs, D.K.; Fleming-M, Internet resources and Humanities Reference Service, in Proceedings of the Clinic on Library Applications of Data Processing, Illinois University at Urbana-Champaign, 4-6 April 1993, Edited by Ann P. Bishop. Illinois, Illinois University at Urbana-Champaign, Graduate School of Library and Information Science, 1994, p.253-63. refs..

Long, Marion, True Believers, in Inter@ctive Week, 12/04/2000, Vol. 7 Issue 49, p98, 2p, 1c

Neelameghan, A., Lateral relations and links in multicultural, multimedia databases in the spiritual and religious domains: some observations, in Information-Studies. 4 (4) Oct 1998, p.221-46. tbls. refs..

Nussbaum, Ruth, Comp, O'Connor, Catherine, Comp, Herndon, James, Comp, Emanuel, Shirley, Comp, Bibles and Other Sacred Writings in Special Media. Reference Circular, in Report: LC-NLSBPH-99-02; 53p. Sep 1999

Ramo, Joshua Cooper; Burke, Greg, Finding God on the Web. (cover story), in Time Australia, 12/16/96 Issue 51, p72, 7p, 10c, 1bw

Siess, J., Found on the Web, in One-Person-Library. 17 (8) Dec 2000, p.9-10. refs..

Standage, T., Is God on the Net? in net-. (4) Mar 95, p.58-60. il..

Tieleman, P., Staniek, V., Godsdienstige en theologische informatie on-line en op CD-ROM beschikbaar. Religious and theological information on-line and on CD-ROM, in Open-. 20 (1) Jan 88, 18-19. bibliog.

Webb, S., Finding information on religion, in Librarians'-Christian-Fellowship-Newsletter. (73) Winter 1999, p.26-8.

Weller, P., Multifaith information resources, Religions in the UK and MultiFaithNet, in Bulletin-of-the-Association-of-British-Theological-and-Philosophical-Libraries. 5 (2) Jun 1998, p.19-33. refs..

Wright, Robert, Can Thor make a comeback? (cover story), in Time, 12/16/96, Vol. 149 Issue 1, p68, 2p, 3c

Zabriskie, Phil, Sindayen, Nelly, i once was lost, but now i'm wired, in Time South Pacific, 06/04/2001, Issue 22, p86, 2p, 1c

 

Torna a SfogliaWeb